Pubblicato il 27/11/11e aggiornato il

Perché alcuni widget di Blogger non funzionano nei blog con dominio personalizzato.

Quando si installa un widget nel nostro blog, anche adeguatamente testato, le probabilità che questo funzioni non sono certo del 100% ma neppure si avvicinano al 90%. Vediamo quali possono essere le cause principali di un non funzionamento di un gadget:

  1. Nel nostro blog abbiamo già un widget che acquisisce lo stesso feed di quello che vogliamo installare - Questo problema si pone quando vogliamo installare per esempio il widget degli Ultimi Articoli ma abbiamo già quello degli Articoli Recenti con Miniature. In taluni blog non viene supportata la doppia acquisizione dello stesso feed che può essere quello degli articoli, quello dei commenti o quello dei post relativi a una singola etichetta. Si può cercare di ovviare a questo problema modificando l'ordine di installazione dei gadget. Qualche volta questa semplice accortezza risolve il problema.
  2. Abbiamo un modello già personalizzato - I widget che presento in questo blog sono tutti testati su modelli ufficiali di Blogger. Gli articoli più datati fanno riferimento ai vecchi template mentre quelli più recenti a quelli realizzati con il Designer Modelli ma si tratta comunque sempre di template offerti dallo stesso Blogger. Se abbiamo un modello scaricato in uno dei tanti siti che si occupano di crearli anche gratuitamente può capitare che vengano utilizzate delle librerie javascript che sono incompatibili con i widget o gli effetti proposti. In questo caso non ci sono soluzioni che possono andar bene per tutti. Il consiglio è di cercare di utilizzare i template di Blogger e di passare successivamente alla loro personalizzazione visto che molte possono essere fatte anche direttamente. Se invece siamo affezionati al nostro modello non resta che provare a vedere se ci funziona un gadget simile a quello che avevamo scelto
  3. Ci sono incompatibilità tra due o più personalizzazioni che abbiamo inserito - Alcuni javascript non funzionano in presenza di altre librerie basate sulla stessa tecnologia. L'incompatibilità di conosciuta è quella tra JQuery e Scriptaculous, ma anche Mootools è difficile da installare in presenza di altri script.
  4. Ci sono più versioni della stessa libreria javascript o non sono state aggiornate - Il caso più comune riguarda l'aggiornamento di JQuery. Gli sviluppatori sono consapevoli che è soprattutto il loro interesse risolvere le incompatibilità quindi nelle versioni più recenti vengono presentati degli script che tendono a essere ecumenici il più possibile. Se poi si installa un nuovo widget, prima di incollare l'URL dello script è fortemente consigliato di controllare se l'eventuale javascript non fosse stato già caricato. Il caso in cui nel modello ci sono più versioni dello stesso javascript, rappresenta una delle cause più comuni di incompatibilità. Molti di queste librerie sono già presenti sui server di Google e quindi possiamo ottenere la versione più recente cercandola sulle API di Google. Si può scorrere fino alla libreria che ci interessa (qui c'è quella JQuery). L'indirizzo più affidabile si trova nella riga Path.
  5. Abbiamo acquistato da Google un dominio personalizzato - In questo caso è opportuno fare una trattazione più dettagliata.

PROBLEMATICHE RIGUARDANTI WIDGET E EFFETTI INSERITI IN BLOG SU BLOGGER CON DOMINIO PERSONALIZZATO

Questa è una situazione che si presenta molto spesso e i suoi effetti capita di notarli immediatamente dopo aver fatto il passaggio al dominio personalizzato. Ho appositamente pubblicato un post che analizza tutte le problematiche quando si lascia il dominio Blogspot. Chi ha già compiuto questo passo si sarà già accorto che alcuni widget smettono di funzionare mentre altri continuano tranquillamente ad avere lo stesso comportamento. Tralascio di trattare Google Friend Connect perché non dipende da noi e sono i server di Blogger che impiegano qualche giorno per reindirizzare il widget.

I gadget non sono tutti uguali. Ce ne sono alcuni che sono autosufficienti se si può dire così. Hanno cioè al loro interno tutto quello che serve loro per funzionare. Mi riferisco per esempio al gadget degli Ultimi Commenti che è formato solo da codice senza avere file caricati su server esterni. Molti altri Widget o Effetti sfruttano invece dei file caricati su hosting esterni. Un esempio in questo senso è lo Slideshow degli Ultimi Post con Miniature che ha un file javascript caricato su Google Sites mediante la modalità Schedario. Si tratta per la precisione del file che si trova a questo indirizzo

http://sites.google.com/site/ideepercomputeredinternet/script-1/recentpostthumbspy-min.js

Questo widget non funzionerà se proviamo a installarlo su un blog in un dominio personalizzato cioè del tipo www.miosito.com. La ragione di questo comportamento non è chiarissima ma sembra sia dovuta al fatto che Google è disposto a fare da deposito per file javascript caricati sui suoi servizi solo se poi vengono installati sui suoi domini. Nel momento in cui se ne acquista uno, quello è di nostra proprietà, e quindi lo script cesserà di funzionare. Questo vale anche per altri tipi di file che potrebbero essere in formato XML (vedi Piecemaker) oppure dei brani MP3 (vedi suoni di Halloween o canzoni di Natale). Per ovviare a questo inconveniente occorre individuare nel codice tutti gli indirizzi dei file caricati su servizi Google, effettuarne il download e ricaricarli nella cartella Public di DropBox. A questo punto si potrà acquisirne il link diretto da sostituire all'indirizzo originario.

In genere quando illustro un widget faccio presente questa problematica, soprattutto negli ultimi post, ma qualche volta me ne dimentico e quindi tenetevi questa cosa a mente a futura memoria. La ragione per la quale carico i file su Google Sites invece che direttamente su DropBox risiede nel fatto che quest'ultimo dà una larghezza massima di banda con delle limitazioni. Considerato il numero di persone che installa i miei widget verrebbe sicuramente superato il bandwidth con l'effetto che tutti i widget che vi fossero caricati smetterebbero di funzionare.

Ci sono anche delle alternative a caricare i file su DropBox. Si può per esempio usare SugarSync oppure Google Code che però supporta solo i file javascript e non supporta i CSS e gli XML. I più bravi di voi possono pure installare i file javascript direttamente nel modello e quindi fare a meno di hosting esterni.





Nessun commento :

Posta un commento

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti. Se ti ho aiutato con il post o con le risposte ai commenti condividi su Facebook o su Twitter. Grazie.