Pubblicato il 12/12/19 - aggiornato il  | Nessun commento :

Scaricare la traccia della voce e dei singoli strumenti dai brani musicali

Negli studi di registrazione i tecnici del suono mixano sapientemente le tracce della voce del cantante con quelle dei vari strumenti, per ottenere il risultato ottimale e procedere al rilascio definitivo e alla pubblicazione del brano.

Il processo inverso, ovvero l'estrazione delle singole tracce dalla canzone definitiva, è operazione molto complessa che ha bisogno di software non disponibili per i normali utenti. La richiesta più comune in tal senso è quella di separare la parte musicale da quella vocale per realizzare un brano da karaoke o per ascoltare il cantante in una performance a cappella.

Ho già proposto diversi metodi per separare voce e accompagnamento musicale basati su programmi desktop come il gratuito Audacity o il costoso Audition. Segnatamente con Audacity si può eliminare la musica oppure depurare il brano dalla voce. Le stesse operazioni possono essere fatte in modo più professionale anche con Adobe Audition. Chi ha quel software, può leggersi i post su come rimuovere la voce e su come rimuovere la musica. Ho anche presentato un interessate strumento online per ottenere le versioni strumentali e vocali di una canzone. Tutti questi tool però solo raramente riescono a produrre dei risultati eccellenti.




Pubblicato il 11/12/19 - aggiornato il  | Nessun commento :

Scaricare i messaggi di Gmail e inviarli come allegati di altre email

Praticamente tutti i servizi di posta elettronica hanno lo strumento dell'Inoltro che permette agli utenti di ritrasmettere un messaggio ad altro destinatario. Questa procedura però crea di fatto una relazione tra il mittente della email e il destinatario dell'inoltro.

In taluni casi poi ci potrebbe essere la necessità di salvare una email per documentare un reato di stalking, di truffa o di altra natura. In queste situazioni c'è sicuramente l'esigenza di conservare le email come documentazione di un fatto delittuoso o anche semplicemente come ricordo di un momento felice. Senza prendere in esame questi accadimenti un po' estremi, a qualche utente può tornare utile scaricare un messaggio ricevuto tramite Gmail per conservarlo e, eventualmente, per inviarlo ad altre persone, come le autorità di polizia o della magistratura ma anche una amica, a cui far leggere un messaggio ricevuto da parte di uno spasimante.

Il servizio Gmail incluso nel prodotto G Suite ha un servizio nativo per questa funzionalità. Si tratta però di uno strumento che è a pagamento e che è gratuito solo per chi avesse acquistato un dominio da Blogger anni fa quando, insieme al nome del dominio, veniva offerto anche un account Google Apps poi diventata G Suite.

Si può comunque scaricare una email anche da un normale account Gmail e inviarla come allegato di un'altra email a un altro destinatario. C'è solo da fare un passaggio in più. In questo articolo vedremo quindi in successione come 1) scaricare un messaggio da Gmail, come eventualmente 2) aprirlo in un computer desktop e come 3) aggiungerlo come allegato in un'altra email inviata ad altro destinatario.




Pubblicato il 10/12/19 - aggiornato il  | Nessun commento :

Come mostrare i file CSV divisi in colonne con Excel o LibreOffice

Chi studia o lavora su internet incontra piuttosto spesso i file CSV che sostanzialmente sono una raccolta di dati suddivisi in varie righe. In ciascuna riga sono presenti vari parametri, in formato di testo o di valore numerico, che sono solitamente separati da delle virgole.

I file CSV si ottengono quando p.e. si esportano i contatti di una rubrica telefonica, quando si crea una mailing list con Google Gruppi e quando si scaricano le password salvate in Chrome.

I file CSV aperti così c0me sono, offrono poche informazioni immediate. Se abbiamo scaricato un CSV di una rubrica telefonica, per ogni riga ci sarà un nome, un indirizzo, un numero di telefono, ecc. Visivamente non danno modo di organizzare al meglio le informazioni che contengono.

Per poterlo fare occorre suddividere i dati presenti in ciascuna riga del CSV in colonne, in modo da creare una tabella che favorisce enormemente il lavoro di chi deve interpretare, analizzare o gestire questi dati.




Pubblicato il 09/12/19 - aggiornato il  | Nessun commento :

Aggiungere emoji con la tastiera fisica dei TV Box Android

Vi ho già parlato dei TV Box Android e di come questi dispositivi possano trasformare una normale televisione in una Smart TV con una spesa abbastanza modesta. I modelli più evoluti dei TV Box hanno in dotazione anche una mini tastiera fisica da usare per interagire con il TV Box.

Quando si digita in un campo con la tastiera fisica, si visualizza anche la tastiera virtuale Android, che apparentemente non sarebbe necessaria ma che è invece indispensabile per fare delle ricerche se non abbiamo installato altre tastiere oltre a quella pre-installata di default in Android. Naturalmente ogni modello di TV Box avrà le sue peculiari caratteristiche e quindi quello che sto per dire potrebbe non valere per tutti i TV Box.

In quello che ho acquistato io, il TicTid 128GB, se si clicca su Enter (Invio) non si ottengono i risultati di ricerca, dopo aver digitato la parola chiave sull'apposito modulo della Home di Google e nella barra degli indirizzi di Chrome. Per poter visualizzare tali risultati, occorre spostare il puntatore nella tastiera virtuale di Android e cliccare sul tasto della lente di tale tastiera o sul tasto Vai. Questo fatto rallenta di parecchio le ricerche ma è fonte di fastidio in molte altre occasioni in cui un click sul tasto Invio completa un processo in modo rapido.




Come installare Adobe Photoshop Camera per Android e iPhone

Adobe sta lanciando una applicazione gratuita per Android e per iOS con cui elaborare le fotografie anche attraverso l'intelligenza artificiale. La fotocamera utilizza la piattaforma di intelligenza artificiale Sensei che è in grado di riconoscere la tipologia di foto che potrebbe essere l'immagine di un selfie, la foto di un paesaggio o una istantanea scattata a un piatto di una ricetta.

Dopo questa rilevazione da parte dell'algoritmo della app, vengono automaticamente suggeriti i filtri da applicare alla immagine. L'app può essere usata per foto scattate sul momento ma anche per elaborare quelle già presenti in qualche album della nostra galleria. L'applicazione includerà i filtri usati da selezionati artisti della fotografia e gli utenti potranno anche creare un proprio filtro.

Photoshop Camera intende agevolare gli utenti che non hanno grandi conoscenze dell'arte del fotoritocco. Le funzionalità di ritocco automatico non escludono però che chi usa questa applicazione, non possa applicare modifiche manuali. Al momento Adobe Photoshop Camera è stata rilasciata a un numero limitato di utenti.




Pubblicato il 07/12/19 - aggiornato il  | Nessun commento :

Aggiungere siti al Menù Start, al Desktop e alla TaskBar in Windows

Nei sistemi operativi Windows è presente il Menù Start fin dalla versione Windows 8 che, in Windows 10, si apre cliccando sul pulsante omonimo, posto nell'angolo in basso a sinistra.

Nel Menù Start l'utente può aggiungere dei riquadri, in inglese chiamati Tiles, anche di diverse dimensioni, per visualizzare le applicazioni più utilizzate e per aprirle con un solo click. Nella colonna più a sinistra del menù ci sono i pulsanti per l'arresto, il riavvio o l'ibernazione del sistema, oltre alla icona della ruota dentata, con cui accedere alle Impostazioni di Windows

Nella colonna adiacente sono mostrate tutte le applicazioni installate nel computer organizzate in ordine alfabetico. In un precedente post abbiamo visto come creare delle Progressive App (PWA), che però per il momento sono limitate a soli pochi domini.

Nel menù Start si può aggiungere un riquadro, o mattonella, o piastrella, o tile di qualsiasi programma installato. Basta trascinarne l'icona dall'elenco di Tutte le App a un'area del menù Start. Successivamente, cliccando sopra al riquadro si potrà ridimensionarlo, rimuoverlo o disinstallare l'applicazione a cui è collegato.




Pubblicato il 06/12/19 - aggiornato il  | Nessun commento :

Come inserire Effetti in 3D nei video con i PC Windows senza programmi

In un precedente post ho illustrato come utilizzare uno strumento nativo di Windows per creare video anche professionali. Per questo scopo si utilizza l'applicazione Foto che non è soltanto un visualizzatore di immagini ma che ha sostituito il vecchio programma Movie Maker come Editor di Video nativo dei sistemi operativi Windows. 

In quell'articolo ho solo accennato alla possibilità di inserire nei video anche degli effetti in 3D mediante una apposita libreria molto fornita. In questo post mi occuperò più in dettaglio di questa funzionalità, elencando le categorie di effetti 3D disponibili, quelli più interessanti e illustrerò anche la modalità con cui aggiungere tali effetti.

Infatti si potranno posizionare a piacere in una zona dello schermo, se ne potrà impostare la durata, selezionando il punto di inizio e di fine dell'effetto. Potremo inoltre ancorare l'effetto a un punto preciso del video per farlo spostare quando si muova il punto di ancoraggio. Inoltre, l'effetto in tre dimensioni introdotto potrà essere animato selezionando il tipo di movimento che deve compiere. Infine si potrà anche aggiungere un effetto sonoro di cui impostare il volume. I video potranno essere anche divisi e aggiungere anche più di un effetto a una stessa clip.




Pubblicato il 05/12/19 - aggiornato il  | Nessun commento :

WordPad editor gratis di Windows per creare documenti anche in PDF

I nostri PC Windows hanno alcune funzionalità che non sono troppo conosciute e che invece sarebbero in grado di risolvere un sacco di problemi. Un software presente da molto tempo in tutte le versioni dei sistemi operativi Windows, che è usato pochissimo ma che ha diverse interessanti funzionalità, è WordPad, un editor di testo formattato per creare documenti anche con immagini, elenchi, disegni, link che possono pure essere salvati in PDF.

Fino a qualche tempo fa con WordPad si potevano addirittura creare delle formule matematiche complesse ma adesso questa funzionalità non è più presente. Chi nel computer non ha la Suite Office e quindi non ha Word, e non ha intenzione di installare la suite per ufficio alternativa LibreOffice, può usare WordPad per creare dei documenti anche molto professionali.

Se avete un PC Windows, anche molto vecchio, vi basterà cliccare sul pulsante Start e digitare Wordpad per visualizzare l'app omonima nei risultati di ricerca. Cliccandoci sopra si aprirà l'editor in cui creare il documento.