Pubblicato il 22/02/18 - aggiornato il  | Nessun commento :

Modificare foto di Profilo e Copertina di Facebook senza farlo sapere

Tutte le volte che si modifica l'immagine del Profilo o della Copertina di Facebook, viene inviata una notifica agli amici e tale foto viene mostrata nel loro Diario. Questo è un buon metodo per ottenere molti Mi Piace ma ha pure degli aspetti negativi.

Può capitare di voler cambiare foto di profilo o copertina senza che gli amici vengano a saperlo immediatamente. Certo poi che almeno quelli che interagiscono più spesso con noi, vedranno la nuovo foto nella miniatura dei nostri post e dei nostri commenti.

Quando si carica una foto e si imposta come Profilo, la sua privacy sarà sempre impostata su Pubblico, e sarà sempre visibile anche da chi non è nostro amico e, addirittura, anche da chi non è iscritto a Facebook. Poniamo che si voglia cambiare la nostra immagine del profilo senza farlo sapere a nessuno.

Si accede da computer al nostro account Facebook, quindi si passa con il mouse sopra alla foto del profilo. Verrà mostrata la scritta Aggiorna l'immagine del profilo. Se la foto con cui sostituire quella vecchia è già stata caricata, ci si clicca sopra. Le immagini del profilo sono tutte nello stesso album e possono essere sfogliate cliccando sulle icone poste sui lati.



Come trovare immagini senza copyright per Word e Powerpoint

Le immagini che vengono trovate con delle ricerche su internet solitamente non sono riutilizzabili liberamente. I blogger che pubblicano post con foto trovate su internet, potrebbero avere delle grane se i legittimi proprietari delle immagini si rivolgessero alle istituzioni che tutelano il copyright.

Per questa ragione sono nati dei siti specializzati che permettono di ottenere delle immagini royalty free. Un'altra soluzione molto utile per trovare immagini riutilizzabili, è quella di usare la Ricerca Avanzata di Immagini di Google. Oltre a digitare la query di ricerca, nel modulo che si apre, si va in basso e su Diritti di Utilizzo, si filtrano i risultati in base alla licenza per visualizzare solo quelli condivisibili liberamente, o modificabili liberamente, anche a scopo commerciale.

Anche i documenti creati con Word e Powerpoint, che poi saranno condivisi, debbono avere al loro interno solo delle foto di proprietà dell'autore o immagini di libera ripubblicazione. Invece di fare delle continue ricerche con il browser, si possono usare degli add-in di Office che ci permettono di cercare le foto senza lasciare il documento.

Le immagini senza copyright vengono però rilasciate con licenze non identiche, quindi oltre al fatto che la foto sia senza copyright, occorre informarci pure del tipo di licenza Creative Commons con cui sono state pubblicate.




Pubblicato il 21/02/18 - aggiornato il  | 3 commenti :

Adsense introduce gli annunci automatici e intelligenti

Con un post sul blog Inside Adsense, Google ha appena annunciato l'introduzione degli Annunci Automatici e Intelligenti. A prima vista sembrano una evoluzione di quelli che sono stati definiti gli Annunci a Livello Pagina, introdotti poco meno di tre anni fa.

Nelle intenzioni di Adsense questa nuova tipologia di annunci è un nuovo modo per posizionare gli annunci nel sito in modo automatico. Il codice verrà inserito una volta per tutte facendo risparmiare tempo al publisher. Gli algoritmi di Google si occuperanno di tutto  quello che è ottimizzazione, massimizzazione dei guadagni, posizionamento e scelta del come e quando mostrare gli annunci ai navigatori.

Gli annunci automatici verranno infatti mostrati in modo ottimizzato, solo quando è probabile che abbiano un buon rendimento e offrano una buona esperienza utente. Gli annunci automatici identificheranno qualsiasi spazio pubblicitario disponibile e inseriranno nuovi annunci, aumentando potenzialmente le  entrate del publisher.

Con gli annunci automatici è sufficiente inserire il codice degli annunci una sola volta. Queste nuove funzionalità e questi nuovi formati possono essere attivati o disattivati con un semplice click senza bisogno di cambiare il codice. Gli annunci automatici sostituiscono quelli a livello pagina anche nell'account Adsense.




Come masterizzare CD MP3 con Windows 10

I software di masterizzazione hanno perso progressivamente la loro importanza visto che i supporti fisici per canzoni, film e registrazioni varie sono sempre meno importanti. La musica si ascolta con Spotify, con iTunes o con Google Music e i film si possono vedere online con Netflix, Now TV, Infinity e altri servizi similari.

Il masterizzatore, che era un must fino a qualche anno fa, spesso non viene più neppure installato nei computer più moderni, visto che il suo utilizzo è molto diminuito. La masterizzazione di CD e DVD è comunque ancora una delle operazioni più comuni per chi possiede un computer. Serve per creare DVD di filmati girati durante un viaggio o un evento e per avere dei CD MP3 da usare magari in auto per ascoltare la musica preferita.

Ci sono moltissimi programmi a pagamento e gratuiti per masterizzare. Non è che ce ne sono alcuni che siano migliori di un altro. Personalmente però uso da tempo Ashampoo Burning Studio Free che può essere scaricato dalla sua Homepage cliccando su Download.

Verrà scaricato un file .exe su cui fare un doppio click per iniziare l'installazione. Nella prima schermata scegliamo la lingua italiana e andiamo su OK, mentre nella seconda finestra si va su Accetto e Procedo per l'accettazione dei Termini della Licenza. Alla fine del processo, verrà mostrata una schermata con un campo in cui digitare la chiave di attivazione, che però l'utente non possiede. Si deve quindi cliccare su Ottieni una chiave di attivazione gratuita. Verrà aperta una scheda del browser in cui digitare un nostro indirizzo email.



Pubblicato il 20/02/18 - aggiornato il  | Nessun commento :

Widget degli Ultimi Articoli nativo di Blogger

Blogger non ha mai rilasciato un widget ufficiale per gli Ultimi Post né per i Commenti Recenti. Adattando però uno dei gadget presenti di default, possiamo creare un widget che mostri i titoli degli ultimi articoli pubblicati e degli ultimi commenti ricevuti.

Inoltre possiamo anche personalizzarli per renderlo più attrattivi con un effetto hover. C'è però la limitazione di non poter mostrare più di cinque elementi. Da quando la velocità di caricamento di un sito è diventata uno dei 200+ fattori di ranking di Google, è bene limitarci nell'installazione dei widget a quelli strettamente necessari, e privilegiare quelli che hanno un impatto modesto nella pesantezza della pagina.

Ecco quindi che è consigliabile utilizzare le risorse di Blogger, quando questo sia possibile. Mi rendo conto che un gadget degli Ultimi Post per desktop e mobile, che mostri anche le miniature delle immagini, abbia un impatto estetico decisamente superiore a un semplice elenco di titoli. Però forse è opportuno scegliere la seconda opzione per migliorare ulteriormente la velocità di caricamento della pagina.



Come abilitare la protezione dal Ransomware in Windows 10

I Ransomware sono una evoluzione particolarmente pericolosa dei classici virus informatici che ha colpito anche recentemente. Pare addirittura che alcuni stati, non proprio liberali, utilizzino queste tipologie di malware per finanziare alcune loro attività segrete.

Quando un computer viene infettato da questi virus, viene mostrato un messaggio all'utente con una richiesta di riscatto (ransom significa riscatto in inglese). Chi non paga, non potrà accedere ai suoi file che vengono bloccati. Non c'è neppure la sicurezza di poter nuovamente accedere ai file pure in caso di pagamento.

Altri tipi di ransomware cifrano i file rendendoli di fatto inutilizzabili. Uno dei più famosi ransomware, denominato CryptoLocker, ha ottenuto 3 milioni di dollari complessivi di riscatto prima che si riuscisse a renderlo innocuo. L'autore del ransomware è l'unico che conosce la chiave per decriptare i file, da qui la richiesta di riscatto.

Talvolta la richiesta di denaro è mascherata come messaggio della polizia o di compagnie che hanno rilevato come non genuini alcuni software installati dall'utente. Il pagamento che il malcapitato utente dovrebbe effettuare è richiesto tramite bonifico bancario, sottoscrizione via SMS o anche versamenti tramite bitcoin.




Pubblicato il 19/02/18 - aggiornato il  | Nessun commento :

Come eliminare watermark dai video

Gli watermark, o filigrana in italiano, sono dei marchi, dei logo o dei testi aggiunti in un angolo di un video per affermarne la paternità. Tali filigrane sono mostrate anche da tutte le emittenti televisive e quindi rimangono nei filmati quando si registra un programma.

Il watermark può essere nascosto con un banner scuro, posizionato come fosse una immagine in overlay sul video. In questo articolo vedremo invece come nasconderlo con un programma gratuito e sostituirlo con i contenuti che sono adiacenti alla stessa filigrana.

Nel caso in cui lo sfondo del video sia omogeneo o quasi, si otterranno dei risultati veramente sorprendenti. Ricordo che un sistema molto semplice per aggiungere un watermark a un video, anche semitrasparente, è quello i usare iWisoft Free Video Converter. Un altro un po' più complesso, ma neanche tanto, è quello di usare Shotcut.

Per togliere la filigrana si potrebbe usare un programma professionale come Photoshop After Effect che però è molto costoso. In questo articolo vedremo come procedere con un software gratuito per Windows che non ha neppure bisogno di installazione.




Pubblicato il 18/02/18 - aggiornato il  | Nessun commento :

Come taggare le canzoni MP3

Nella nostra libreria musicale ci potrebbero essere dei brani musicali di cui non si conosce il nome dell'artista, il titolo della canzone o l'album che la contiene. I file audio in formato MP3, ma anche di altro genere, hanno un sistema di tag che ci permette non solo di conoscere queste informazioni, ma anche di visualizzare la front cover della canzone.

In un precedente post abbiamo visto come usare il programma gratuito MP3Tag per cambiare la copertina di una canzone, per scaricarla o per aggiungerla, se non fosse presente nei Tag del brano. Nel web però esistono diversi programmi con cui organizzare la nostra libreria musicale completando i tag MP3.

Un'altra funzionalità interessante di questi software è quella di scoprire anche tutte le altre canzoni presenti nello stesso album. Come succede già nel mondo dei libri, dove ogni volume ha un suo ID univoco che lo identifica, anche nel mondo dell'audio è stato creato un progetto simile denominato AcoustID completamente open source.