Pubblicato il 21/05/19 - aggiornato il  | Nessun commento :

Come scoprire il proprietario di un'auto dalla targa

Se venite fermati per dei controlli dalla polizia stradale, il vostro numero di targa verrà immesso nel loro database per scoprire eventuali situazioni di criticità e controllare l'autenticità dei dati.

Nei film e nelle serie televisive questi controlli sono più rapidi e capillari di come avviene nella realtà ma questa metodologia per controllare le strade, e soprattutto i veicoli e i loro conducenti, è ormai di uso comune e non limitata alle fiction televisive o cinematografiche.

Molto più modestamente anche un semplice cittadino può trovare facilmente informazioni su un veicolo semplicemente facendo una ricerca con la sua targa. Si possono fare ricerche con targhe di automobili ma anche con targhe di moto e persino di rimorchi.

Ci sono poi opzioni di ricerca gratuite e altre a pagamento. Conoscere il proprietario di un'automobile dal numero di targa è importante specie se si prende in considerazione l'ipotesi di acquistare un'auto di seconda mano.




Come creare o aggiungere un motivo a Gimp

I motivi di Gimp, o pattern in inglese, sono immagini, solitamente piccole, che servono per riempire regioni selezionate delle foto con un insieme di tali immagini come fossero delle piastrelle. Vale a dire nell'area della foto selezionata, se si aggiunge un motivo, verranno visualizzate delle copie, posizionate in orizzontale e verticale, della singola immagine del pattern.

Alcuni motivi sono piastrellabili, ovvero le immagini sono create in modo che affiancando bordo sinistro e bordo destro, e bordo alto con bordo basso, non si crea discontinuità. Talvolta si utilizza anche l'espressione Texture che può essere considerata un altro sinonimo di motivo, quando sia usata in rapporto alle funzionalità di Gimp.

Su Gimp sono precaricati dei motivi che possono essere usati dall'utente, che però può aggiungerne altri creati da lui o scaricati da internet. Con un motivo si può per esempio riempire il bordo di una immagine per crearne una cornice. Può essere usato pure per riempire uno sfondo reso trasparente con lo stesso programma.




Pubblicato il 20/05/19 - aggiornato il  | Nessun commento :

Come aggiungere il bordo a una foto con Gimp

Una delle operazioni più semplici che si possono compiere su una immagine è sicuramente quella di aggiungere un bordo con un colore a piacere.

Con l'HTML e il CSS si possono aggiungere diversi stili di bordi agli oggetti HTML che possono essere immagini ma anche contenitori. Si possono anche mostrare bordi di colori e stili diversi per ogni lato.

Limitandoci alle immagini, esistono anche diversi tool online che ci permettono di aggiungere bordi o cornici alle nostre foto. In questo articolo vedremo come aggiungere un bordo interno a una foto con il programma Gimp, che è gratuito e multipiattaforma, e che recentemente ha ricevuto un importante aggiornamento.

Nei prossimi articoli magari vedremo come aggiungere dei bordi esterni e anche delle cornici, sempre con lo stesso Gimp. Se ancora non lo avete nel computer aprite la sua Homepage e cliccate su Download 2.10.10 (questa è la versione attuale). Scegliete poi di scaricare il file di installazione adatto al vostro sistema operativo.




Sitemap di Blogger: come funzionano e se e come inviarle

Forse è il caso di fare alcune considerazioni generali sulle Sitemap, in particolare su quelle della piattaforma Blogger perché da alcuni commenti ricevuti ho l'impressione che ci sia da fare un po' di chiarezza.

Le Sitemap o Mappe del sito possono essere create a beneficio dei motori di ricerca e dei navigatori del blog. Si tratta di due situazioni piuttosto diverse perché il lettore difficilmente riesce a interpretare una sitemap dei motori di ricerca. Le Mappe del Sito per i lettori, da eventualmente mostrare su Blogger, dovranno essere un elenco di etichette con ciascuna di esse che mostra i titoli dei post che la contengono.

Ciascun titolo dovrà poi avere un link che, se cliccato, permetterà al lettore di aprire la pagina collegata. Si tratta in sostanza di mostrare ai lettori i contenuti del sito suddivisi per argomenti, tramite appunto le etichette. Ho già presentato diversi esempi di come creare una tale sitemap per i lettori.

Una tale mappa è utile mostrarla in una pagina statica, soprattutto a beneficio di chi arriva e legge pagine del sito. Il discorso è diverso per le Sitemap da inviare ai motori di ricerca che non sono in HTML ma in formato XML.




Pubblicato il 19/05/19 - aggiornato il  | Nessun commento :

Effetto Vignettatura da aggiungere a foto e video

La Vignettatura in fotografia e ottica indica una riduzione della luminosità dell'immagine nella periferia della stessa rispetto alla parte centrale. Tale effetto negativo è solitamente dovuto a ottiche non di eccelsa qualità o a una distribuzione della luce non idonea.

Con la Vignettatura si finisce però per attirare l'attenzione sulla parte centrale della foto e questa circostanza consiglia di creare artificialmente questo effetto, proprio per evidenziare una parte dell'immagine, solitamente quella centrale. Benché la Vignettatura sia di pertinenza delle foto, si può applicare un simile effetto anche ai video, specialmente se brevi e se si desidera mettere in evidenza con più luce la loro parte centrale.

Per quello che riguarda le immagini ci sono delle procedure da seguire, sia su Photoshop che su Gimp, per aggiungere l'effetto Vignettatura a una immagine. Ci sono anche degli editor fotografici online che ci permettono di farlo. In questo post però illustrerò come aggiungere l'effetto Vignettatura in modo gratuito ai video con il programma Shotcut e alle foto con una applicazione di Google disponibile per Android e per iOS.




Pubblicato il 18/05/19 - aggiornato il  | Nessun commento :

App Windows 10 per aprire le foto del cellulare e leggere e inviare gli SMS

Con gli ultimi aggiornamenti, i computer Windows 10 si preparano a essere connessi in modo stabile con il cellulare, per la condivisione immediata di file, messaggi e altro tra i due dispositivi.

Già con gli update di Ottobre 2017 si poteva già connettere il nostro cellulare al computer Windows 10. Nello specifico fu aggiunta una funzionalità denominata Continua nel PC che aveva bisogno di una applicazione specifica nel telefonino per funzionare ed era disponibile per Android e per iOS.

Adesso le cose sono state semplificate e con il nuovo aggiornamento si possono aprire nel PC, SMS e foto del cellulare senza particolari configurazioni. Essenziale per sfruttare questa possibilità è l'applicazione denominata Il tuo telefono, presente di default nei PC Windows 10 aggiornati almeno ad Aprile 2018.

Si va sul pulsante Start quindi si digita Il tuo telefono e si clicca sulla App che appare nei risultati di ricerca. Alternativamente si può cercare tra le app che sono elencate in ordine alfabetico. Nel caso in cui non fosse presente, si apre il Microsoft Store e si digita sempre Il tuo Telefono nella casella di ricerca.




Pubblicato il 17/05/19 - aggiornato il  | Nessun commento :

Tag e attributo Title: come aggiungerlo a immagini, link e video

Quando si crea una pagina web occorre tenere in considerazione le linee guida di Google per posizionarlo al meglio nell'elenco dei risultati di ricerca, tale lista viene solitamente chiamata con l'espressione SERP, acronimo di Search Engine Results Page.

Nel precedente post abbiamo visto quelli che sono i comportamenti virtuosi per dare ai contenuti dei nostri post le maggiori chance di un buon posizionamento. Una grande importanza in queste attività li hanno alcuni tag che è essenziale non dimenticare. Un esempio in tal senso è l'attributo Alt, ovvero il Testo Alternativo, che non deve mai mancare nelle immagini.

Nelle foto è opportuno anche aggiungere l'altro attributo Title, il cui testo sarà visibile in un tooltip quando il cursore punterà l'immagine. Mentre il tag Alt è specifico per le immagini, il tag Title può essere aggiunto anche ad altri oggetti HTML. Contrariamente a quello che si potrebbe pensare, l'attributo Title non serve per quello che è il titolo della pagina, o meglio viene inserito in un modo diverso, e nella sezione <head> della pagina web.



SEO dei blog su Blogger per migliorare il posizionamento dei post

Se avete un sito probabilmente avrete già sentito parlare di SEO e di SERP. Si tratta di acronimi che in sostanza sintetizzano tutta quella attività che deve svolgere il webmaster per posizionare meglio le pagine del proprio sito nei risultati di ricerca relativi alle varie parole chiave.

Questa attività è simile per i siti creati con qualsiasi CMS ma ci sono delle accortezze particolari da prendere per ciascuna piattaforma utilizzata per la creazione del nostro sito. Il numero dei visitatori di un sito dipende da molte circostanze. Ci sono quelli che sono collegati ai social network come Facebook, Twitter e Instagram con i visitatori veicolati dai social tramite i loro click fatti sui link di collegamento.

La maggior parte del traffico però è di tipo organico, ovvero deriva dalle ricerche, e la stragrande maggioranza di quest'ultime vengono fatte tramite Google. Per ogni parola o frase chiave, Google presenta un elenco di risultati di ricerca. L'utente poi li potrà scorrere, per poi cliccare sul link che più gli sembra pertinente.

Il webmaster deve quindi cercare di posizionare i propri post nelle prime posizioni dei risultati di ricerca e pubblicare dei titoli che siano in linea con quello che cerca chi ha digitato quella particolare ricerca. Le parole chiave vengono anche chiamate query, espressione che in informatica viene utilizzata per una interrogazione da parte di un utente di un database. Google qualche anno fa utilizzava più di 200 fattori di ranking per il posizionamento dei vari post nei risultati di ricerca. Adesso probabilmente saranno molti di più.