Pubblicato il 05/04/20 - aggiornato il  | Nessun commento :

Rimuovere i cookie di un dato sito da Chrome, Firefox, Opera e Edge

La parola cookie letteralmente significa biscotto e generalmente viene usata al posto di magic cookie, espressione entrata nel vocabolario informatico a partire dagli anni ottanta del secolo scorso.
Si tratta di una tecnica di identificazione di un client da parte del server. Quando un utente apre una sito web, il server che lo gestisce, invia al browser utilizzato dei dati che vengono memorizzati e che permetteranno di velocizzare la navigazione quando lo stesso sito sarà aperto le volte successive.

L'utilizzo dei cookie viene disciplinato dai governi e dalle organizzazioni internazionali come la Unione Europea. Nel 2015 fu introdotto un regolamento per impedire un utilizzo abnorme dei cookie e per informare i navigatori del tipo di informazioni che vengono archiviate nel momento in cui aprono un dato sito. Le disposizioni in merito vengono di solito indicate con l'espressione Cookie Law. Tali regolamentazioni sono state poi ampliate dal GDPR.

I cookie sono importanti non solo per i gestori dei siti ma anche per chi naviga. Con questi file si possono p.e. salvare i dati di accesso a determinati siti per evitare di dover effettuare l'accesso tutte le volte che si aprono. D'altra parte gli amministratori dei siti, con l'analisi dei dati dei cookie, possono monitorare le statistiche dei visitatori e stabilire in quanti sono tornati, che pagine hanno visitato e dopo quanto tempo sono usciti.



Pubblicato il 04/04/20 - aggiornato il  | Nessun commento :

Trasformare foto in opere d'arte con app di Google

Qualche anno fa fu messo online il sito Depart.io che permetteva di trasformare delle immagini in dipinti che riprendevano lo stile di grandi pittori del passato. Non so se Google abbia acquistato tale tecnologia o se l'abbia creata in proprio, fatto sta che adesso, con una applicazione sviluppata dalla casa di Mountain View, possiamo, tramite un algoritmo, convertire l'immagine in uno stile di celebri opere d'arte

Rispetto allo strumento già citato, l'app di Google permette anche di contornare con il tocco delle dita la parte della foto da trasformare. Inoltre, come accade nei programmi di grafica, si può scegliere di invertire la selezione effettuata con il contorno e applicare lo stile pittorico alla selezione interna, alla selezione esterna o a tutta l'immagine.

Infine le foto così modificate potranno essere salvate nel dispositivo, condivise nei vari social o inviate, tramite le applicazioni disponibili nel cellulare o nel tablet. L'applicazione in oggetto è disponibile per Android e per iOS.



Pubblicato il 03/04/20 - aggiornato il  | Nessun commento :

Doppiare un video lasciando effetti sonori e musica di sottofondo

Un anno e mezzo fa pubblicai un post in cui spiegavo come doppiare una clip di un video. Nei commenti mi fu fatto notare come, con la sostituzione completa dell'audio, si vengano a perdere colonna sonora e eventuali effetti audio dovuti all'azione mostrata nella clip. La sostituzione del solo commento vocale a un video è operazione particolarmente complicata. Le emittenti televisive di altre lingue ricevono dalle case di produzioni una versione dei prodotti di fiction senza la voce degli attori ma con tutti gli altri suoni per poter effettuare il doppiaggio.

Questo è reso possibile da una registrazione di tracce audio distinte per le voci degli attori, il commento musicale e per gli altri effetti sonori, aggiunti anche in fase di post produzione. In questo post vedremo come risolvere questo problema con strumenti gratuiti installabili su tutti i sistemi operativi. Avverto che i risultati dipenderanno molto dalla tipologia di audio che vogliamo sostituire. Più la voce degli attori sarà diversa dal resto dell'audio di sottofondo della clip e migliore sarà il risultato finale. Nel seguito del post mi riferirò a una singola clip.

Si potrà però doppiare un video anche piuttosto lungo estraendone le clip e processandole singolarmente. Per questa operazione avremo bisogno dei programmi Shotcut e Audacity, entrambi multipiattaforma per Windows, MacOS e Linux. Utilizzeremo anche un tool online per separare la parte vocale di un audio da tutto il resto.



Pubblicato il 02/04/20 - aggiornato il  | Nessun commento :

Guardare TIMVision Plus gratis per 1 mese con Sky, Eurosport e Disney+

Chi abbia un piano di abbonamento a internet con TIM Fibra, ha automaticamente un account gratuito per visualizzare i contenuti di TIMVision dal televisore, dal cellulare, dal tablet, dal TV Box, dalla Smart TV.

Ultimamente questo servizio di contenuti nello stile di Netflix, si è arricchito di due offerte particolarmente interessanti che riguardano alcuni canali di Sky, il player di Eurosport e il servizio di streaming Disney+.

Per visualizzare i canali di Sky all'inizio dovevamo avere installata una parabola e il decoder, poi è arrivata Now TV che permette di visualizzare Sky senza installazioni particolari, ma abbonandosi e visualizzando i contenuti tramite internet. Si può accedere a Now TV con una prova gratuita di 14 giorni per poi pagare circa 20€ al mese. 

Adesso alcuni canali di Sky sono disponibili con l'offerta TIMVision Plus, che può essere attivata gratuitamente per un mese, e che ci permette di guardare, oltre ai soliti contenuti di TIMVision, anche film in prima visione, serie TV in anteprima, Sky Uno, Sky Arte, Sky TG24, Sky Sport24, Eurosport Player per un anno.


Pubblicato il 01/04/20 - aggiornato il  | Nessun commento :

Scaricare GIF da Giphy e convertirle in video in loop senza barre nere

Le immagini in formato GIF sono costituite da successioni di fotogrammi che si riproducono a intervalli determinati e che danno l'impressione del movimento, come fossero un video, anche se ovviamente non hanno audio.

Le GIF per loro natura si riproducono all'infinito, a meno che in fase di creazione non sia stato impostato il numero di volte in cui si possano riprodurre. Da qualche tempo è possibile mettere online queste immagini, anche nei social network più importanti come Facebook e Twitter.
In realtà le GIF vengono convertite dai social in altri formati più leggeri sebbene al navigatore che le visualizza diano l'impressione di essere immagini animate. Ci sono anche siti specializzati in cui caricare e scaricare le GIF in modo assolutamente legale, visto che sono gli stessi siti a mettere a disposizione degli utenti gli strumenti per farlo.



Pubblicato il 31/03/20 - aggiornato il  | Nessun commento :

Come funziona Whiteboard (Lavagna) di Windows 10

Con gli ultimi aggiornamenti di Windows 10 sono state aggiunte diverse funzionalità a beneficio degli utenti che posseggano un computer con il touch screen. Questi strumenti però possono tornare utili anche a chi possiede dei PC con lo schermo classico. È il caso della app Whiteboard, da considerarsi una evoluzione di Windows Ink.

Letteralmente Whiteboard significa Lavagna e questa app consente appunto di disegnare su una Lavagna con pennarelli di diverso colore, con la gomma per cancellare, con il righello per tracciare linee dritte e con altri strumenti che consentono di inserire altri oggetti come immagini, PDF, note, testo e altro ancora.

Si possono creare e salvare più lavagne che poi potranno anche essere esportare come immagini in PNG o in formato SVG, ovvero come immagini vettoriali. La lavagna virtuale di Windows è stata creata per usarla con apposite penne adatte agli schermi touch screen ma può essere usata anche il semplice mouse.

L'applicazione Whiteboard non è installata di default su Windows 10, ma è semplicissimo farlo in almeno due modi. Con il primo metodo si clicca con il destro del mouse sulla Barra delle Applicazioni di Windows 10, e si mette la spunta a Mostra il pulsante Area Windows Ink, se non fosse stato già flaggato.



Pubblicato il 30/03/20 - aggiornato il  | Nessun commento :

Come eliminare i dati di navigazione dai browser dello smartphone

La rimozione dei dati di navigazione dai browser è importante per fare in modo che mantengano una buona velocità di navigazione. Abbiamo già visto come operare per quello che riguarda i browser desktop più usati, ovvero Chrome, Microsoft Edge, Mozilla Firefox e Opera. Quando si naviga, i browser memorizzano molti dati dei siti che si sono aperti per diverse ragioni. C'è per esempio la memorizzazione del file per l'accettazione dei cookie da quel sito, in ossequio alle disposizioni della Cookie Law e del GDPR.

Vengono memorizzati anche alcuni elementi della cache dei siti navigati, per velocizzarne l'apertura se verranno aperti in seguito. C'è anche la classica Cronologia, per eventualmente richiamare una pagina che si è aperta ma che non abbiamo salvato o messa nei Preferiti. Quando si eliminano i dati di navigazione da un browser, se lo abbiamo fatto da loggati con un nostro account, tali dati verranno eliminati anche da tutti gli altri browser sincronizzati.

In particolare, se per esempio navighiamo con Chrome da desktop, e se abbiamo sincronizzato l'account con Chrome da dispositivo mobile, se si eliminano i dati di navigazione dal computer desktop, si cancelleranno anche da dispositivo mobile. Vale anche l'inverso, e i dati eliminati da mobile, saranno rimossi anche da desktop.



Pubblicato il 29/03/20 - aggiornato il  | Nessun commento :

Cancellare i dati di navigazione da tutti i browser desktop

Non c'è cosa più fastidiosa di un browser lento ad aprirsi e a navigare. La velocità di apertura delle pagine web che si desidera consultare è funzione della velocità di connessione, ma anche della pesantezza del browser.

Se abbiamo installato molti componenti aggiuntivi, ci sarà di sicuro un rallentamento. Abbiamo già visto come risolvere in Chrome con delle estensioni che ci permettono di tenere attivi solo gli addon che ci servono.

Durante la navigazione, i browser conservano una gran quantità di dati sulle pagine che vengono aperte. Alcuni di questi dati sono fondamentali per migliorare l'esperienza del navigatore. Vengono infatti memorizzati i nomi utenti e le password dei siti per non dover effettuare il login tutte le volte che si aprono.

Vengono conservati nel browser anche i dati delle precedenti aperture di pagine web, p.e. per non dover visualizzare di continuo il banner per il consenso come previsto dalla Cookie Law e dalla normativa sul GDPR. Sono archiviati nei browser anche alcuni elementi delle cache dei siti visitati per velocizzarne una apertura successiva.