Pubblicato il 21/10/20 - aggiornato il  | Nessun commento :

Come stabilizzare un video mosso con Shotcut

Quando si registra un video tenendo in mano il dispositivo di acquisizione, sia esso uno smartphone o una fotocamera, è praticamente impossibile tenerlo assolutamente fermo e questo porta a un tremolio del video. Un effetto simile lo si può avere anche con le riprese fatte con una telecamera collegata a un drone.

In un precedente post abbiamo visto come, se non proprio eliminare, almeno minimizzare questo problema, con l'eccellente video editor DaVinci Resolve, gratuito per Windows, MacOS e Linux. In questo articolo invece illustrerò una funzionalità di Shotcut creata appositamente per affrontare la stessa problematica.

Lo strumento di Shotcut non è altrettanto preciso di quello di DaVinci Resolve ma si possono comunque ottenere buoni risultati. Ricordo che Shotcut è gratuito e open source, ugualmente multipiattaforma ovvero installabile su Windows, MacOS e Linux, ma con la possibilità di usare un'interfaccia in italiano. Shotcut viene preferito a DaVinci Resolve per la semplicità di utilizzo mentre quest'ultimo è una vera alternativa a Adobe Première.



Pubblicato il 20/10/20 - aggiornato il  | Nessun commento :

Come animare una foto con GIMP

L'abilità dei fotografi è anche quella di dare movimento a immagini che invece sono statiche. Partendo da una foto in formato JPG abbiamo visto come convertirle in animazioni tramite dei tool online o usando app per Android

In questo articolo mostrerò come si possa animare una immagine statica anche con il programma di grafica GIMP, gratuito e multipiattaforma per Windows, Mac e Linux. Tale software si può installare dalla sua Home cliccando sul pulsante Download con il numero della versione. Nel momento in cui scrivo quella stabile è la 2.10.22.

Oltre a GIMP, per rendere animata una immagine statica, occorre installare una raccolta di plugin denominata G'MIC. Si tratta di 500 filtri che aggiungono a GIMP un sacco di funzionalità. Ho già illustrato come installare G'MIC in un post arricchito anche da un video tutorial. Dopo la sua installazione viene aggiunta una nuova opzione nel menù dei Filtri. Si fa andare GIMP quindi si va su File -> Apri e si seleziona la foto da animare.



Pubblicato il 19/10/20 - aggiornato il  | Nessun commento :

Come stabilizzare un video tremolante con DaVinci Resolve

Quando si gira un video tenendo in mano il dispositivo di acquisizione, che può essere un telefonino o una fotocamera, è inevitabile che la mano abbia dei piccoli movimenti e che il filmato risulti mosso.

I migliori editor video hanno delle funzionalità specifiche che permettono all'utente di stabilizzare il video in modo da eliminare, o comunque da minimizzare, gli spostamenti dell'inquadratura dovuti alla mano non del tutto ferma.

In questo post vedremo come procedere con l'eccellente video editor DaVinci Resolve che ha una versione gratuita solo di poco meno performante di quella a pagamento. Nel prossimo articolo mostrerò come si possa risolvere anche con Shotcut, altro video editor gratuito, multipiattaforma e con l'interfaccia in italiano.

Su DaVinci Resolve ci sono due opzioni di intervento per stabilizzare un video mosso e lo si può fare manualmente oppure in modo automatico. Chi ancora non avesse questo programma nel suo computer può aprire la Home di DaVinci Resolve per poi andare sul pulsante Scarica per aprire una finestra con due opzioni.



Pubblicato il 18/10/20 - aggiornato il  | Nessun commento :

Mostrare un video all'interno di un testo con DaVinci Resolve

In un post di qualche giorno fa abbiamo visto come inserire una immagine dentro un testo con l'editor grafico Photoshop. Tale testo poi può essere inserito in un'altra immagine o essere salvato con lo sfondo trasparente in formato PNG. In questo articolo mostrerò come si possa inserire un video all'interno di un testo.

Ovviamente in questo caso non utilizzerò un software per modificare le immagini ma un programma di editing video, come il gratuito DaVinci Resolve con questa funzionalità accessibile anche nella sua versione gratuita Lite.

Il testo con il filmato al suo interno può essere sovrimpresso ad un altro video per creare titoli particolari. Pensate per esempio a un video di tipo astratto mostrato all'interno di una scritta quale affascinante effetto possa creare.

Si può anche optare per inserire il testo con il video al suo interno nello stesso filmato. In questo modo il testo diventerà trasparente e, agendo su luminosità, colori e contrasto del video all'interno del testo, si potranno aggiungere dei titoli ai video in modo sicuramente originale e non solo con la semplice trasparenza.



Pubblicato il 17/10/20 - aggiornato il  | Nessun commento :

Come trovare e condividere il Plus Code di una località con Google Maps

I luoghi nei centri abitati sono facilmente individuabili tramite i loro indirizzi. In Occidente diamo il nome alle strade e alle piazze e indichiamo i vari fabbricati, con un numero civico progressivo, e con quello degli interni se il palazzo li avesse. Anche al di fuori dei centri abitati c'è comunque la possibilità di indicare un luogo con quello della frazione a cui appartiene, con il suo nome o con quello della località più vicina.

In Giappone esiste un sistema diverso, e molto più complicato del nostro, per trovare l'indirizzo di una località. In ogni caso i luoghi indicati in questo modo sono sempre funzione della lingua del paese in cui si trovano. Se ci viene comunicato l'indirizzo di una località in lingua cinese o araba sarà molto difficile per chi non conosce questi idiomi riuscire a trovarli. Per questa ragione Google ha creato il Plus Code che è un algoritmo per dare un indirizzo a qualsiasi luogo che non dipende dalla lingua del paese e da altri metodi organizzativi ma solo da un codice.

Al posto degli indirizzi stradali il Plus Code converte in un codice la latitudine e la longitudine di un luogo. Il Plus Code può essere associato anche a luoghi che non hanno indirizzo e si può usare per richieste di emergenza o più semplicemente per condividere la nostra posizione geografica con altre persone, senza bisogno delle coordinate.



Pubblicato il 16/10/20 - aggiornato il  | Nessun commento :

Come usare il Registro Attività su Facebook da desktop e da mobile

Con la nuova interfaccia di Facebook sono state modificate parecchie opzioni, almeno per quello che riguarda la procedura di intervento da parte dell'utente in quello che è il Registro di Attività, ovvero l'elenco di tutti i post, commenti, foto, video, eventi e altro ancora che in qualche modo lo riguardano.

Facebook sembra consapevole dei problemi che sono stati creati dalla nuova interfaccia e ha messo a disposizione degli utenti una Guida per usare il Registro Attività. Si può scegliere se consultare le istruzioni per la nuova o per la vecchia interfaccia. Tale registro serve soprattutto per nascondere o per eliminare determinate attività.

Si possono nascondere attività anche a specifici contatti, a Liste di contatti oppure mostrare delle attività solo a amici selezionati o a Liste di quest'ultimi. In questo articolo vedremo appunto come procedere in questo senso.



Pubblicato il 15/10/20 - aggiornato il  | Nessun commento :

Come attivare l'app Connetti per visualizzare nel PC lo schermo Android

I dispositivi Android più recenti hanno delle applicazioni native che consentono agli utenti di registrare quello che viene visto sullo schermo. Per questa operazione si possono usare anche app di terze parti come l'ottima AZ Screen Recorder, con una versione gratuita e una a pagamento, che non hanno bisogno dei permessi di root.

Chi però vuole fare degli screencast, cioè dei tutorial video su applicazioni per smartphone, preferisce usare dei programmi per computer, che hanno più strumenti e funzionalità. Per questa ragione è utile poter visualizzare lo schermo dello smartphone Android nello schermo del computer Windows in modo da registrare quello che avviene nel telefonino direttamente con un programma del computer.

Inoltre i video, i film o gli streaming visualizzati con app dello smartphone possono essere gustati maggiormente se visti nello schermo più grande del computer, senza dover scomodare il Google Chromecast o dispositivi analoghi.



Pubblicato il 14/10/20 - aggiornato il  | Nessun commento :

Copiare i contatti Android in altro account Google, in Outlook e su iPhone

In un post di due giorni fa abbiamo visto come trasferire o esportare la rubrica telefonica a un account Google, per salvarla nei server e poterla avere già pronta nel momento in cui si acquista un nuovo telefono e vi si accede con lo stesso account. In un commento mi è stato chiesto se fosse possibile esportare i contatti in altro account Google.

Ovviamente lo si può fare e i contatti di un Android possono anche essere esportati in un account della Microsoft tramite l'applicazione Outlook di Office e pure su un iPhone. Questo sarà l'argomento trattato in questo articolo.

Non potrò mostrare direttamente come importare i contatti Android in un iPhone perché non lo possiedo ma, come succede con Google, anche i contatti dell'iPhone possono essere sincronizzati con un account Apple. Vedremo quindi importare i contatti Android (Google) nella sezione Contatti di iCloud, servizio della Apple.