Pubblicato il 22/01/22 - aggiornato il  | Nessun commento :

Mostrare una immagine in un video che sbuca da dietro un oggetto e esce dietro un altro con Shotcut

Ieri ho pubblicato un post con video incorporato su come aggiungere una immagine sovrascritta a un video, senza però farla apparire da un bordo dello schermo, ma facendola sbucare da dietro un oggetto presente nel video.

Ho mostrato come procedere con il video editor DaVinci Resolve utilizzando le funzionalità e i cursori di Inspector oltre ai Keyframes del programma. So però che molti lettori e molti miei follower su Youtube preferiscono editare i loro progetti video con Shotcut perché più semplice di DaVinci e con l'interfaccia in italiano.

In questo articolo quindi mostrerò come la stessa funzionalità possa essere ottenuta anche con Shotcut, gratuito e installabile su Windows, Mac e Linux. Per l'installazione del programma si va su Click to Download, si chiude la pagina della pubblicità quindi un utente Windows andrà su Windows Installer in uno dei due link su GitHub e FossHub. Verrà scaricato un file .exe su cui fare un doppio click e seguire le finestre di dialogo per l'installazione.



Pubblicato il 21/01/22 - aggiornato il  | Nessun commento :

Mostrare in un video una immagine che esce da dietro a un oggetto

In un commento sotto un video di Shotcut mi è stato chiesto se era possibile far comparire un elemento da dietro un oggetto presente nel video stesso come un edificio, un muro, una siepe o una collina. All'inizio ho risposto che non era possibile farlo poi però ho aperto Shotcut e ho provato una soluzione che mi era venuta in mente.

Il metodo escogitato era quello di aggiungere l'immagine in una traccia sovrastante al video per poi ridimensionarla e riposizionarla con il Filtro Dimensione, Posizione e Rotazione a cui applicare i Fotogrammi Chiave per animare l'immagine stessa. Per mostrarla che sbuca da dietro a un oggetto, ho poi applicato il Filtro Maschera: forma semplice per nascondere appunto la parte che si trovava dietro all'oggetto.

Tale filtro però creava uno sfondo nero che doveva essere eliminato. Ho provato a farlo con un terzo filtro, il Chroma Key, e al primo tentativo il risultato è stato perfetto. Però quando ho iniziato a registrare il video per mostrare il tutorial il filtro Chroma Key non ha tolto solo lo sfondo nero ma l'intera maschera vanificando tutto.

Visto che ormai ero in ballo ho quindi realizzato la personalizzazione richiestami con DaVinci Resolve. Al pari di Shotcut si tratta di un software installabile in Windows, Mac e Linux dalla pagina dedicatagli da Blackmagic Design, l'azienda che lo rilascia commercialmente a pagamento ma anche con una versione gratuita.



Pubblicato il 20/01/22 - aggiornato il  | Nessun commento :

Proiettare lo schermo di un PC Windows in quello di un altro

La proiezione dello schermo di un computer Windows in un altro è possibile fin dalla versione 8.1, con il vincolo che il computer supporti Miracast. La proiezione dello schermo viene anche chiamata Mirroring e abbiamo già visto come con questa funzionalità si possa proiettare lo schermo di un Android in un PC con l'app Connetti.

La proiezione dello schermo di un computer si può attivare con la scorciatoia da tastiera Windows + P e si può scegliere tra 4 opzioni. Nel computer ricevente è necessario che sia installata una applicazione facoltativa.

L'estensione dello schermo di un computer può essere una soluzione in molte situazioni. Si può proiettare lo schermo del computer in un televisore, in uno schermo aggiuntivo, in un tablet o usare il display di un altro dispositivo come estensione del proprio per un lavoro in coppia o se uno schermo non funzionasse.



Pubblicato il 19/01/22 - aggiornato il  | 3 commenti :

Salvare elementi nelle Raccolte di Facebook e condividerle con amici

Da diversi anni su Facebook è possibile salvare gli elementi che si visualizzano scorrendo la sezione Notizie. Si può trattare di post, di link, di immagini, di video e anche di GIF animate. Tali elementi andranno a finire in una apposita sezione e l'utente potrà scegliere in quale Raccolta inviarli tra quelle già presenti o in altre create sul momento.

Le Raccolte presenti di default su Facebook sono Link, Immagini, GIF e Video. Il salvataggio degli elementi è molto simile da browser desktop e da app per il mobile. La presenza delle Raccolte è importante perché in questo modo si possono dividere gli elementi salvati in gruppi omogenei in modo da poterli ritrovare più facilmente.

Un altro modo per ritrovare gli elementi salvati è quello di usare la ricerca disponibile da browser desktop mentre da mobile si possono ritrovare anche gli elementi archiviati e quelli senza categoria, cioè salvati prima dell'introduzione di questa funzionalità alla fine del 2018. Ricordo che gli elementi di Facebook possono essere scaricati nel PC.



Pubblicato il 18/01/22 - aggiornato il  | Nessun commento :

Condivisione in prossimità per trasferire file tra computer Windows

Nei sistemi operativi Android c'è la funzione della Condivisione nelle Vicinanze che permette di trasferire facilmente file da dispositivo a dispositivo. Nei computer Windows, a partire dalla versione 10 c'è uno strumento simile chiamato Condivisione in Prossimità per inviare file da un PC all'altro qualora fossero vicini.

Entrambi gli strumenti sono chiusi cioè non permettono un trasferimento da dispositivo mobile a PC o viceversa anche se in questo caso si può usare l'accoppiamento bluetooth, che però non è certo un sistema efficiente per inviare i file tra diversi dispositivi come l'uso di un cavo USB con driver o di una app specifica come AirDroid.

La Condivisione in Prossimità è presente nei computer Windows 10 e Windows 11 e deve essere attivata dalle Impostazioni per poter procedere. Lo si può fare anche molto più semplicemente dai pulsanti rapidi visualizzabili sopra la Barra delle Applicazioni quando si clicca sul pulsante del collegamento a internet.



Pubblicato il 17/01/22 - aggiornato il  | Nessun commento :

Nascondere volto o oggetto in video con app per Android e iPhone

A mio parere il metodo migliore e più semplice per nascondere un volto, una targa o un altro elemento di un video, anche in movimento, è sicuramente l'Editor messo a disposizione degli utenti da Youtube Studio.

Oltre alle facce possono essere nascosti anche altri oggetti in movimento e non occorre che i video poi vengano pubblicati; basta caricarli come privati, o non in elenco, per poi scaricarli dal nostro account Youtube.

La censura degli elementi ottenuta con gli strumenti automatici di Youtube consiste nell'applicazione di una sfocatura sulle aree del video individuate dall'utente o sui volti del filmato rilevati direttamente da Youtube.

Per nascondere volti e altri oggetti si possono usare anche dei video editor per computer come Shotcut e DaVinci Resolve. Operare questa personalizzazione direttamente da smartphone e tablet è invece più complicato.



Pubblicato il 15/01/22 - aggiornato il  | Nessun commento :

Come velocizzare e ottimizzare Windows 11 con 18 trucchi

In alcuni casi il passaggio da Windows 10 a Windows 11 ha provocato dei problemi che i tecnici della Microsoft stanno provando a risolvere, però in linea di massima il nuovo sistema operativo non ha deluso gli utenti.

Le modalità per sfruttare al massimo le potenzialità del computer non sono molto cambiare rispetto a Windows 10. Il nuovo sistema operativo, pur avendo delle esigenze hardware superiori, pare che sia più scattante e ottimizzato.

I singoli utenti però, modificando le impostazioni di default possono velocizzare il PC al massimo possibile. In questo post vedremo appunto cosa modificare nelle impostazioni di Windows 11 per renderlo più scattante. Naturalmente si cono anche altre cose che si possono fare oltre ai 18 tips&tricks elencati da me ma ho preferito limitarmi alla esposizione di modifiche alla portata di tutti senza addentrarmi in configurazioni troppo complesse.



Pubblicato il 13/01/22 - aggiornato il  | Nessun commento :

Nascondere foto e video nella Cartella Bloccata di Google Foto su Android

Alcuni modelli di smartphone hanno da tempo aggiunto la funzionalità di una cartella nascosta per inserirvi contenuti multimediali che non gradiamo possano essere visti anche involontariamente da persone che casualmente possano accedervi, compresi i tecnici, nel caso di dispositivi che avessero bisogno di attività di riparazione.

Tale funzione esiste nei Samsung e negli OnePlus ma ce ne sono anche in altre marche. Nei Pixel l'applicazione Google Foto aveva introdotto una funzionalità simile che però adesso è stata estesa a tutti i modelli di Android.

Attraverso una cosiddetta Cartella Bloccata si possono tenere sotto chiave immagini e filmati che non vogliamo vengono visti da persone senza il nostro consenso. L'espressione sotto chiave non è abusata visto che per configurare, accedere, aggiungere e modificare i contenuti di questa cartella occorre una identificazione.