Pubblicato il 21/06/21 - aggiornato il  | Nessun commento :

Recuperare le password salvate in Chrome, Edge, Firefox e Opera

Quando si accede a un sito con email, o nome utente, e se ne digita la password, tutti i principali browser ci chiedono se salvarla o meno nello stesso browser. La finestra di dialogo si apre anche quando effettuiamo il login con una password diversa da quella memorizzata nel browser. In questo caso ci verrà chiesto se aggiornarla.

Quindi in linea di massima non occorre neppure tenere un file in cui archiviare i dati di tutte le nostre password perché queste sono archiviate nei vari browser. Inoltre, attraverso il processo di sincronizzazione, si possono salvare nel cloud non solo i preferiti e le estensioni ma anche le password memorizzate nei vari browser.

Quando si utilizza un altro dispositivo ma si naviga con lo stesso browser, si accede al nostro account e si abilita la sincronizzazione, anche le password salvate in un browser, automaticamente saranno memorizzate anche negli altri dispositivi sincronizzati con lo stesso account e questo vale anche per i dispositivi mobili.



Pubblicato il 20/06/21 - aggiornato il  | Nessun commento :

Scoprire se gli hacker conoscono nostre password e numeri di telefono

Qualche giorno fa il sito Cybernews ha reso noto di aver trovato in rete un numero impressionante di dati personali relativi a miliardi di account. Questo enorme database è costituito da un file in formato TXT, pesante ben 100GB, con i dati personali di 8.459.060.239 account. Si tratta di un numero superiore a quello della intera popolazione mondiale che si assesta intorno ai 7,85 miliardi di persone. Il numero è ancora più sorprendente se consideriamo solo gli utenti che abbiano creato almeno un account su internet e che sono circa 4,7 miliardi di persone.

Il file in questione è stato denominato RockYou2021 con un chiaro riferimento alla società di applicazioni RockYou che recentemente ha subito un furto cibernetico di più di 30 milioni di credenziali di accesso. Il database non è però il frutto di un singolo attacco hacker ma la raccolta di dati ricavati da più furti di dati personali. Il file RockYou2021 comprende anche i dati della Compilation of Many Breaches che con 3,2 miliardi di credenziali deteneva dallo scorso Febbraio il record di dimensione di cyberfurti. 

I dati presenti su RockYou2021 probabilmente sono il lavoro di anni di raccolta di informazioni riservate trapelate attraverso i numerosi trafugamenti in social network, banche e altre entità a cui accedere con delle credenziali. La maggior parte di dati sono costituiti da password che vanno da 6 a 20 caratteri. Non ci sono i nomi degli utenti proprietari di email e password, e questo potrebbe rassicurarci, ma non è così perché questi dati potrebbero essere usati per quelli che vengono definiti attacchi di forza bruta con cui gli hacker accedono a account protetti.



Pubblicato il 19/06/21 - aggiornato il  | Nessun commento :

Aggiungere Emoji, Kaomoji e simboli con il computer Windows 10

Spesso si fa confusione tra emoticon e emoji e si considerano i due termini come sinonimi ma in realtà non lo sono e pure la loro nascita non è stata simultanea. Le emoticon sono nate per contrassegnare i contenuti scherzosi in modo da distinguerli da quelli seri. I primi dovevano terminare con i caratteri :-) mentre i secondi con :-( .

Se questa serie di caratteri subisce una rotazione di 90° in senso orario rappresenteranno in modo stilizzato una faccia sorridente e una triste. Successivamente sono state aggiunte altre "faccine" per denotare differenti stati d'animo. Il nome emoticon è una crasi della espressione inglese emotion icon, ovvero icone di emozione

Le emoticon quindi non sono altro che un insieme di segni di punteggiatura, lettere e numeri, disposti in modo da assomigliare a un volto umano stilizzato che mostri una particolare emozione. Questa rappresentazione però non poteva essere valida in ogni parte del mondo visto che ci sono lingue che si leggono da destra verso sinistra e altre che usano dei caratteri che sono completamente diversi da quelli latini.



Pubblicato il 18/06/21 - aggiornato il  | Nessun commento :

Come personalizzare la Barra delle Applicazioni di Windows 10

Tra qualche giorno la Microsoft presenterà ufficialmente Windows 11 di cui si possono già installare le versioni di test e che modificherà alquanto quello che è stato l'aspetto dello schermo in tutte le versioni di Windows 10.

Probabilmente ci sarà anche la possibilità di visualizzare il nuovo OS nello stesso stile del vecchio, a beneficio di coloro che non amano i cambiamenti. Una cosa che sicuramente rimarrà anche nel nuovo sistema operativo sarà la Barra delle Applicazioni, TaskBar in inglese, anche se probabilmente qualche modifica le verrà apportata.

La funzione principale della Barra delle Applicazioni è quella di mostrare l'icona dei programmi che in quel momento sono aperti nel desktop. Le icone possono essere fissate nella Barra cliccandoci sopra con il destro del mouse. Si tratta di una operazione che ci permetterà di visualizzare l'icona anche quando il programma a cui si riferisce non è in funzione e ci consentirà di aprirlo con un solo click invece che con un doppio click.



Pubblicato il 16/06/21 - aggiornato il  | Nessun commento :

Guardare le TV italiane dall'estero e quelle estere dall'Italia con Chrome

La distribuzione di contenuti multimediali e in streaming si sta sempre più velocemente spostando dall'etere al cavo. All'inizio i programmi televisivi si ricevevano con le antenne tramite un segnale analogico che trasmetteva l'emittente. Tale segnale è diventato digitale da qualche anno e molti canali sono visibili attraverso una parabola che riceve il segnale da un satellite. In questi ultimi anni, sulla scia del fenomeno Netflix, le emittente televisive più importanti hanno iniziato a distribuire i loro contenuti anche attraverso la rete internet.

La RAI ha creato la piattaforma RAI Play in cui visualizzare contenuti on demand ma anche guardare le dirette RAI direttamente dal browser. Anche Mediaset ha rilasciato il suo portale e la sua applicazione Mediaset Infinity con cui, oltre a visualizzare video di contenuti già andati in onda, si possono guardare anche le trasmissioni di tutti i canali generalisti gratuiti della emittente mentre ci vuole un abbonamento per quelli a pagamento.

Anche altre emittenti hanno la loro versione via web, ricordo tra le altre TV8, La 7, La 7d ma ce ne sono molte, anche regionali, che trasmettono anche via internet. Questi canali televisivi via web hanno un loro URL univoco e in teoria dovrebbero essere visibili in ogni angolo del globo da chiunque abbia una connessione a internet.



Pubblicato il 15/06/21 - aggiornato il  | Nessun commento :

Mostrare riquadro di un video sopra un altro con DaVinci Resolve

La visualizzazione di un riquadro di un video sopra un altro è una delle operazioni più usate nella post produzione di un filmato, quando il video di sfondo è quello di una persona che parla di un argomento. In un riquadro, posto solitamente in alto a destra, vengono così mostrate le clip video a cui si riferisce il commentatore.

Si tratta di una modalità di porgere le notizie molto in uso nei telegiornali e nei canali All News della televisione. In questo sito abbiamo già visto come applicare questa personalizzazione con il programma gratuito Shotcut. In questo post vedremo come procedere con la versione gratuita del programma multipiattaforma DaVinci Resolve.

Chi ancora non abbia questo eccellente video editor nel computer, può aprire la Home di DaVinci Resolve e andare sul pulsante Scarica. Nella finestra che si apre, si clicca sul pulsante relativo al nostro sistema operativo tra quelli posizionati sulla sinistra perché, quelli posti a destra, fanno scaricare DaVinci Resolve Studio a pagamento.

Si aprirà una finestra modale con un modulo da compilare, almeno con i campi obbligatori come nome cognome, email, paese e città, per poi andare su Registrati e Scarica. Un utente Windows scaricherà un file ZIP di oltre 2GB su cui fare un click con il destro del mouse e andare su Estrai Tutto per scompattare il file d'archivio ZIP.



Pubblicato il 13/06/21 - aggiornato il  | Nessun commento :

Evidenziare un colore in una foto e mettere il resto in bianco e nero

L'effetto di colori o oggetti visibili in una foto, mentre tutto il resto è in bianco e nero, viene utilizzata molto spesso dai fotografi per evidenziare una particolare azione, solitamente nella parte centrale della immagine.

Una tale personalizzazione è possibile anche nei video. Tra l'altro abbiamo già visto come mostrare un un solo colore anche in un video con DaVinci Resolve, in una sorta di effetto Sin City, lasciando tutto il resto in scala di grigi

In questo post vedremo come selezionare un colore, o anche un oggetto di una foto, per poi applicare il bianco e nero a tutto il resto della immagine. Si tratta di una caratterizzazione di una foto che può essere realizzata con Photoshop in modo abbastanza semplice. Si può campionare un colore ma anche selezionare un oggetto.



Pubblicato il 12/06/21 - aggiornato il  | Nessun commento :

Personalizzare o nascondere il widget di Notizie e Interessi di Windows

Con l'ultimo aggiornamento cumulativo di Windows 10, il primo che è stato rilasciato dopo che la versione del sistema operativo della Microsoft è passata alla 21H1, sono state aggiunte un paio di novità subito visibili.

Entrambe riguardano la Barra delle Applicazioni, altrimenti detta TaskBar all'inglese. Con la prima novità viene mostrato nella barra anche il titolo del processo che stanno svolgendo le applicazioni che sono aperte in quel momento. Se si tratta di un browser, verrà visualizzato il nome della pagina che è aperta in quel momento.

Un riproduttore audio video come VLC mostrerà il titolo del file multimediale mentre accanto alla icona di un editor di testo, come Word o LibreOffice, verrà mostrato il nome del documento. Più che l'informazione visualizzata, si tratta di una funzionalità utile per rilevare molto più facilmente quali sono i programmi aperti in quel momento.

L'altra novità riguarda un widget aggiunto alla TaskBar che viene mostrato di default e che mostra le previsioni del tempo e la temperatura nella località in cui si trova il PC, rilevata con il GPS o tramite la connessione internet.