Pubblicato il 01/10/20 - aggiornato il  | Nessun commento :

Come liberare spazio su Gmail eliminando le email vecchie e pesanti

Google offre agli utenti dello spazio gratuito da suddividere tra i servizi Google Drive, Google Foto e Gmail. Lo spazio di archiviazione su cui si può contare senza alcun pagamento è di 15GB per ogni account Google.

Si può controllare lo spazio di archiviazione a disposizione e quello già utilizzato, aprendo la home  di Google Drive, oppure la pagina dedicata allo storage del servizio Google One. In questa pagina vengono anche mostrati in dettaglio i GB occupati dai vari prodotti Google per poi regolarci di conseguenza.

Benché le email in genere occupino poco spazio, qualora usassimo Gmail da molti anni e ricevessimo spesso email con allegati pesanti, allora è opportuno sfoltire un po' la nostra casella di posta elettronica per liberare spazio.

In questo post mi occuperò proprio di mostrare come selezionare in modo rapido e semplice i messaggi che non ci servono più avere archiviati, che occupano parecchio spazio e che abbiano degli allegati piuttosto pesanti.



Pubblicato il 30/09/20 - aggiornato il  | Nessun commento :

Selezioni multiple di tracce e clip su Shotcut e DaVinci Resolve

Nel precedente articolo abbiamo visto come velocizzare il lavoro di montaggio di un video con la scheda Cut di DaVinci Resolve. In questo post mostrerò come selezionare contemporaneamente più clip, per poterle spostare mantenendo le distanze tra di esse. Vedremo come procedere in Shotcut e in DaVinci Resolve.

Sono entrambi programmi gratuiti e installabili su Windows, MacOS e Linux con DaVinci Resolve che ha molte più funzionalità di Shotcut, anche nella sua versione Lite. Oltre alla selezione simultanea di più clip, vedremo come agire su più clip solo in una traccia lasciando immutate le altre. In DaVinci Resolve si potranno collegare e scollegare traccia audio e video della clip e applicare impostazioni, effetti e stili in modo simultaneo.

Ricordo che Shotcut può essere installato dalla sua Homepage, andando su Click to Download, per poi scaricare il file di installazione adatto al proprio sistema operativo da uno dei due siti FossHub e GitHub. Invece per installare DaVinci Resolve si apre la pagina dedicatagli da Blackmagic Design, l'azienda di produzione di dispositivi fotografici che lo distribuisce. Si va sul pulsante Scarica e si clicca sul link relativo al nostro sistema operativo, nella parte sinistra della pagina, perché in quella destra ci sono i pulsanti per la versione a pagamento.



Pubblicato il 29/09/20 - aggiornato il  | Nessun commento :

Montare clip video con la scheda Cut di DaVinci Resolve

DaVinci Resolve è un ottimo video editor, con una versione gratuita che è poco meno performante di quella a pagamento, denominata DaVinci Resolve Studio, a cui mancano infatti solo alcuni effetti video.

Per la sua installazione si apre la Home di DaVinci Resolve, creata dalla azienda Blackmagic Design che commercializza dispositivi per fotografi e cineoperatori. Si va su Scarica quindi si clicca su uno dei tre pulsanti sulla sinistra, rispettivamente per il download del file di installazione per Windows, Mac e Linux.

Un utente Windows scaricherà un file ZIP, su cui dovrà cliccare con il destro del mouse per poi andare su Estrai tutto. All'interno della cartella che viene generata, ci sarà un file .exe su cui fare un doppio click per poi seguire le finestre di dialogo del wizard di installazione. Quando il programma è pronto si potrà finalmente aprire.

Nella prima interfaccia si usa il database di default, Local Database, oppure si creano altri database locali o si utilizzano i database PostgreSQL. Si clicca su New Project, si dà un nome al progetto e si va su Create.



Pubblicato il 27/09/20 - aggiornato il  | Nessun commento :

Mostrarsi online o offline con la nuova grafica di Facebook

Da qualche settimana Facebook ha modificato l'aspetto della sua interfaccia desktop. Come succede quasi sempre per i cambiamenti nei social network, sono state più numerose le reazioni negative rispetto a quelle positive.

La grafica di Facebook Messenger era già mutata da qualche tempo mentre quella per dispositivi mobili è rimasta sostanzialmente la stessa. Probabilmente vi sarete accorti che già da molto tempo alcuni avatar circolari degli utenti, visibili accanto ai loro post nella sezione Notizie, hanno un cerchietto verde posto in basso a destra.

Se li state visualizzando significa che avete attivato lo stato di attività e che anche i vostri contatti visualizzeranno tale cerchietto accanto alla foto del vostro profilo. Avere attivata lo stato di attività su Facebook significa farlo anche con Messenger. Uno stato attivo comporta una maggiore probabilità di ricevere messaggi diretti dai contatti.



Pubblicato il 26/09/20 - aggiornato il  | Nessun commento :

Creare Macro con Writer di LibreOffice

Le Macro sono uno strumento per velocizzare il lavoro di creazione di documenti, quando in essi siano presenti dei blocchi di testo che siano sempre gli stessi. Si possono registrare, appunto in una Macro, per poi inserirli nei documenti con un semplice click, invece di digitarli interamente. Abbiamo già visto come procedere con Word.

Una simile funzionalità esiste anche nel programma di LibreOffice, che può essere usato in alternativa a Word. Ricordo che LibreOffice è una suite per ufficio che può essere installata gratuitamente su Windows e su Linux, che viene aggiornata molto di frequente, e che può essere utilizzata anche in lingua italiana.

Contrariamente alla Suite Office della Microsoft, in cui le applicazioni sono dei programmi separati standalone, LibreOffice ha una interfaccia iniziale in cui scegliere l'app da aprire. Sono disponibili Documento Writer (alternativa a Word), Foglio Elettronico Calc (alternativa a Excel), Presentazione Impress (alternativa a Powerpoint), Disegno Draw, Formula Math e Database Base (alternativa a Access).



Pubblicato il 25/09/20 - aggiornato il  | Nessun commento :

Creare Macro con Word per pulsante e per tastiera

Nei documenti creati con gli appositi editor spesso ci sono delle porzioni di testo che si ripetono, come per esempio la intestazione di una email o di una lettera e la firma apposta in calce ai documenti. Nei programmi più evoluti per la realizzazione di documenti di testo ci sono delle funzionalità create apposta per automatizzare queste operazioni.

In questo post vedremo come creare e eseguire delle Macro con Word di Office. Si potrà registrare tutto quello che viene digitato dall'utente per poi inserirlo automaticamente in altri documenti tramite un click o una hotkey.

Due esempi in cui le macro possono essere molto comode sono quella della Intestazione e quello della Firma. L'intestazione della lettera o della email è solitamente sempre la stessa e mostra il mittente del messaggio insieme ad altri dati come indirizzo, posta elettronica, numero di telefono, tipo di attività. La firma, oltre al nome di chi invia il messaggio, può contenere una frase di saluto sempre uguale. Per creare una Macro si fa andare Word.



Pubblicato il 24/09/20 - aggiornato il  | 1 commento :

Come usare la nuova interfaccia di Blogger

Sono ormai diverse settimane, se non mesi, che la piattaforma Blogger ha aggiornato la sua interfaccia grafica, anche se il vecchio layout si potrà utilizzare per tutto Settembre 2020 ma sarà ritirato a partire da Ottobre.

Le lamentele riguardo alla nuova Bacheca non sono mancate e sono state parecchie. In realtà con la nuova grafica si fa più o meno quello che si faceva con la vecchia. Mi risulta però che ci siano dei problemi per i blog multiautore e per altre funzionalità meno utilizzate. Per la mia esperienza ho notato una difficoltà nella visualizzazione HTML, con il codice tutto attaccato in un unico blocco e questo rende più difficile e noioso spulciarlo.

Visti i numerosi commenti che ho ricevuto su questo argomento, ho quindi pensato di pubblicare un articolo, corredato da un video tutorial, per illustrare le nuove funzionalità e per mostrare alcuni passaggi che forse qualcuno non ha compreso. Solo ora mi sono accorto che il link per usare la vecchia interfaccia è già scomparso, ancora prima di quando era stato comunicato. Ricordo che si può usare Blogger in Draft per testare la versione sperimentale.



Pubblicato il 23/09/20 - aggiornato il  | Nessun commento :

Creare desktop virtuali in Windows 10 per spostarvi le finestre delle app

Ci sono utenti Windows multitasking che riescono a lavorare con il loro computer anche in 10 programmi contemporaneamente. Naturalmente per poterlo fare occorre avere un PC con delle specifiche hardware adeguate.

Però avere molte finestre aperte nel desktop rischia di creare confusione, che può generare errori e quindi compromettere la produttività del lavoro. Per facilitare una fruizione multitasking dei computer Windows 10, la Microsoft ha introdotto l' ancoraggio delle finestre agli angoli dello schermo e i desktop virtuali.

Ho già parlato di quest'ultima funzionalità in un articolo di un paio di anni fa ma con gli ultimi aggiornamenti è stata migliorata, incorporandola nello strumento Visualizzazione Attività, con un pulsante mostrato di default nella Barra delle Applicazioni. Cliccandoci sopra, oltre a visualizzare gli ultimi file a cui si è lavorato, si possono creare desktop virtuali e spostare tra di essi le finestre dei programmi che sono aperte in quel momento.