Pubblicato il 26/03/19 - aggiornato il  | Nessun commento :

Creare gratis un motore di ricerca personale per un sito

Gli amministratori che utilizzano Adsense, il programma di affiliazione di Google, possono creare un motore di ricerca personalizzato per il proprio sito che può essere usato dai lettori in funzione delle parole chiave immesse.

Un tale motore di ricerca genererà un codice, che poi potrà essere incollato in una pagina web, per mostrare una casella di ricerca. Il procedimento è piuttosto semplice ed è valido anche per i nuovi Temi Responsive di Blogger.

Il proprietario del sito però è bene che non utilizzi tale strumento per cercare gli URL dei vecchi post. Le statistiche di ricerca in questo modo risulteranno sballate senza contare che eventuali click sulla pubblicità potrebbero essere considerati attività non valida.

D'altra parte per un proprietario di sito, è fondamentale linkare i vecchi post per un sacco di ragioni. Facendolo informiamo Google che quel contenuto è ancora attuale e, il collegamento a un altro post, serve anche per non ripetere gli stessi concetti all'infinito. Inoltre se qualcuno ripubblica i nostri articoli, con o senza autorizzazione, questi conterranno collegamenti al nostro sito che ne aumenteranno autorevolezza e ne attesteranno la paternità.




Pubblicato il 25/03/19 - aggiornato il  | Nessun commento :

Come creare indirizzo email temporaneo

Quando ci si iscrive a un servizio o un sito, molto spesso non occorre neppure indicare nome e cognome, ma quello che è sempre richiesto è un indirizzo di posta elettronica. Tale indirizzo email servirà al sito a cui intendiamo iscriverci per verificare che siamo effettivamente gli amministratori di quella casella di posta.

Il servizio a cui ci siamo iscritti ci invierà una email con un link per confermare e verificare la registrazione. Sono sicuro che in molti di voi rinunciano alla iscrizione a dei servizi per il timore che l'indirizzo email venga utilizzato per pratiche non consentite come per esempio inserito in qualche mailing list che invia messaggi di spam.

La soluzione è quella di usare un indirizzo email usa e getta, da utilizzare solo per la registrazione al sito che ci interessa e eventualmente e per completare la registrazione cliccando sul link di verifica che ci verrà inviato all'indirizzo digitato. Si tratta di una soluzione più prudente di quella dell'utilizzo degli alias Gmail o degli alias Outlook, che permettono comunque di risalire al proprietario della email principale.




Come ascoltare messaggio vocale personalizzato all'avvio dei PC Windows

I computer Windows hanno implementato un sintetizzatore vocale capace di leggere un testo con una voce sintetica. La voce può essere scelta maschile o femminile e può essere selezionata come italiana o in altre lingue supportate e scaricate nel PC.

Abbiamo già visto come far leggere al PC, con la sintesi vocale, dei file in PDF o in formato Word e di LibreOffice. Volendo si può creare un file che, se eseguito, pronunci il testo che abbiamo digitato. In questo articolo vedremo come creare tale file e come comandare al computer di leggerlo con la sintesi vocale all'avvio di Windows.

Può sembrare una personalizzazione poco utile, e forse lo è, però è divertente e stupisce chi fosse presente al momento dell'avvio del PC, che sente il messaggio e che, inevitabilmente, chiederà come sia stato possibile creare una simile personalizzazione.

Inoltre c'è anche un aspetto pratico. Uno dei maggiori difetti dei computer Windows è la lentezza dell'avvio, che dura diversi secondi quando il computer è nuovo, ma che può impiegare anche qualche minuto quando il computer è pieno di programmi e non è più scattante come quando è uscito dalla fabbrica.




Pubblicato il 24/03/19 - aggiornato il  | Nessun commento :

Registrare audio con Android anche di nascosto

Pare che Google impedisca la registrazione dell'audio di sistema di Android, pena il ban della applicazione dal Google Play Store. Consente però che si possa registrare quello che il microfono capta nell'ambiente esterno. Questo è molto utile per usare il cellulare come un registratore audio; del resto già lo usiamo come macchina fotografica e addirittura come cinepresa.

Prima all'avvento degli smartphone, i giornalisti andavano in giro muniti di registratori audio per effettuare interviste volanti a politici, sportivi, personaggi dello spettacolo o della cronaca. Adesso si limitano a avvicinare il proprio telefonino alla bocca dell'intervistato per raccoglierne le dichiarazioni.

Utilizzare il telefonino come registratore audio è importante in molte situazioni. Si possono registrare conferenze, dibattiti, ma anche lezioni universitarie, per poi risentirle a casa con calma. In questo post vedremo come registrare l'audio attraverso il microfono dello smartphone e come farlo anche segretamente.




Pubblicato il 23/03/19 - aggiornato il  | Nessun commento :

Abbonarsi in prova gratuita a Infinity e DAZN

Infinity e DAZN hanno da qualche mese stipulato un patto di collaborazione economica che prevede per gli utenti di poter accedere ai contenuti di entrambe le piattaforme con un solo abbonamento che si può tra l'altro disdire in qualunque momento.

Il costo dell'abbonamento in bundle ai due servizi di streaming è significativamente più basso della somma dei due abbonamenti sottoscritti separatamente. Inoltre si può accedere usufruendo di 30 giorni gratuiti senza dover spendere un euro. Alla fine del periodo di prova si potrà poi decidere se continuare o meno nell'abbonamento.

Il primo pagamento sarà effettuato solo dopo il periodo di prova e potrà essere disdetto senza alcuna penale o somma da pagare. Per creare un account basterà digitare nome, indirizzo email e password.

Per completare la registrazione dovranno essere comunicati anche gli estremi di un metodo di pagamento valido che potrà essere una carta di credito dei più importanti network oppure anche un Conto Paypal. In questo secondo caso dovrà essere stata collegata al conto Paypal una carta di credito per essere accettato come metodo di pagamento.




Pubblicato il 22/03/19 - aggiornato il  | Nessun commento :

Come mostrare testo sopra una immagine

Quando scorrete una pagina web e posizionate il cursore sopra una immagine, visualizzerete un tooltip con il testo che è stato inserito nel tag title relativo alla immagine in questione.

Quando si pubblica una foto in una pagina web è infatti buona norma aggiungervi anche i tag title e alt. Il tag alt è fondamentale dal punto di vista SEO, perché mostra il cosiddetto testo alternativo ovvero sarà il testo visualizzato nel browser quando per una qualche ragione quest'ultimo non riesca a caricare l'immagine.

Il tag title è invece contemporaneamente il nome e la descrizione della immagine ed è importante, oltre che dal punto di vista SEO, anche per arricchire l'esperienza del lettore che, semplicemente passando con il mouse sopra a una immagine, possa ricavare informazioni aggiuntive sulla stessa.




Firme digitali: come crearle online - 5 strumenti

La firma digitale propriamente detta è un metodo matematico teso a dimostrare l'autenticità di un messaggio, o di un documento, inviato da un mittente a un destinatario. Prevede che ci sia l'autenticazione del mittente del messaggio, e che non possa  negare di averlo inviato; inoltre attesta che lo stesso messaggio non sia stato alterato nel percorso dal mittente al destinatario. Si tratta di una funzionalità che integra quella della Posta Certificata o PEC.

In questo post non mi occuperò di quel genere di firma ma più semplicemente degli strumenti per creare una immagine di una firma che ricordi la nostra calligrafia e che possa essere salvata, in formato PNG, JPG o GIF, per poi essere inserita in calce a dei documenti, alla fine di pagine web o aggiunta a nostri articoli.

In sostanza dovremo creare una immagine da usare come fosse una firma apposta in corsivo con una penna. Ci sono tool che ci permettono di creare questa firma utilizzando delle "calligrafie predefinite" e altri che invece ci consentono di creare la firma disegnando a mano libera per poi poterla scaricare come immagine.



Pubblicato il 21/03/19 - aggiornato il  | Nessun commento :

Scansionare file online per malware e virus - 6 strumenti

Avete scaricato nel computer un file da una sorgente non sicura e avete paura che contenga del malware? Volete installare un programma gratuito ma avete dei dubbi che possa contenere un virus? Avete nel computer l'antivirus ufficiale di Windows che non vi dà abbastanza sicurezza per la scansione di un file? C'è un sito che vi piacerebbe aprire ma temete che possa installarvi del malware?

Ci sono degli strumenti online gratuiti che ci consentono di analizzare dei file, e degli indirizzi web, per cercare del possibile malware che in questi casi possono essere la soluzione ideale per togliere dei dubbi sulla affidabilità di un file scaricato da internet o che ci sia stato inviato via email da un mittente di dubbia affidabilità.

Innanzitutto non bisognerebbe mai aprire file che ci sono stati inviati per email da mittenti sconosciuti. Se succedesse, è oltremodo opportuna una buona scansione antivirus per verificare che non siano presenti infezioni. Se avete un computer Windows, e avete lasciato attivo l'antivirus di default, potete fare una scansione da soli cliccando sopra al file in oggetto con il destro del mouse per poi scegliere Analizza con Windows Defender.