Pubblicato il 19/09/19 - aggiornato il  | Nessun commento :

Scoprire come si vede un sito o una pagina web da cellulare e tablet

In media un sito riceve almeno la metà delle visite dai dispositivi mobili, siano essi cellulari (in maggioranza) o tablet. Gli amministratori dei siti utilizzano solitamente il computer per creare contenuti e per modificare le impostazioni delle pagine web, perché dotato di strumenti non tutti disponibili nei dispositivi mobili e soprattutto di una tastiera con una facilità di digitazione decisamente superiore a quella virtuale presente nei cellulari e nei tablet.

Quando il proprietario di un sito introduce delle modifiche ha però l'esigenza di controllare che queste non abbiano inficiato la visualizzazione delle pagine se aperte con cellulare e con tablet.

Fino a qualche giorno fa potevamo usare il tool gratuito Screenfly di Quirktools che però adesso è offline per ragioni che non conosco e non so neppure se tornerà disponibile. Con quello strumento si potevano effettuare dei test per controllare che il nostro blog o sito fosse visibile in modo ottimale con le varie marche di cellulari e tablet.




Pubblicato il 18/09/19 - aggiornato il  | Nessun commento :

10 programmi per masterizzare gratis CD, DVD e Blu Ray in Windows

La masterizzazione è una funzionalità che sta diventando sempre meno comune perché i CD e i DVD stanno lentamente scomparendo, sostituiti da altre modalità per fruire la musica e per guardare i video.

Infatti al posto di questi supporti digitali, vengono sempre più spesso usati hard disc esterni e chiavette USB. Inoltre per ascoltare un brano non è più necessario possedere il CD dell'album in cui è inserito, visto che si può scaricare da iTunes o da Google Play Music, senza contare i tanti servizi di streaming musicale sul tipo di Spotify.

Un discorso analogo vale per i video di film o di serie TV che possono essere guardati on demand gratis su RAI Play o con abbonamenti a servizi tipo Netflix. Molte persone però hanno ancora il lettore CD in auto con cui ascoltare la musica preferita mentre altri preferiscono ancora utilizzare il lettore DVD per mostrare a familiari e amici una presentazione di foto scattate in vacanza o in un viaggio.




Pubblicato il 17/09/19 - aggiornato il  | Nessun commento :

12 programmi per registrare lo schermo del PC e la videocamera

Volete registrare la conversazione video avuta con Skype? Volete creare dei video tutorial e illustrare una procedura registrando tutto quello che accade nel computer? Volete registrare uno streaming video di una finestra del browser? Volete creare un video con la vostra videocamera?

Per tutte queste esigenze esistono dei programmi specifici che servono per registrare tutto lo schermo del computer o solo una sua area. Ce ne sono di molto sofisticati a pagamento ma anche di gratuiti che hanno poco da invidiare ai software più professionali.

Esistono anche delle estensioni di Chrome che consentono di registrare lo schermo senza neppure installare un programma. Quasi tutti questi software di registrazione, o di screen casting, permettono anche di registrare l'audio che esce dal microfono e/o dalla scheda audio del computer.




Fondere due immagini con Photoshop anche in trasparenza

La fusione di due immagini con un editor grafico è una semplificazione di quello che viene solitamente chiamato fotomontaggio. Quest'ultimi possono essere creati con Gimp, con Photoshop o anche online.

In un post precedente abbiamo visto come si possano fondere due foto con Gimp, applicando anche la trasparenza. Una tale procedura di fusione prevede l'utilizzo del gradiente per unire le due immagini.

In questo articolo invece mostrerò come fondere due foto con Photoshop, aggiungendo opzionalmente anche un certo grado di trasparenza. Al posto del gradiente utilizzerò lo strumento Lazo che è ottimo per scontornare le foto e copiarne solo l'area che ci serve.

Per il tutorial ho utilizzato due immagini in formato JPG ma si possono fondere anche immagini in altri formati. Nella guida non ho previsto di ridimensionare una o entrambe le foto. Se ci fosse questa esigenza, basterà andare nel menù su Immagine -> Dimensione immagine per scegliere le nuove dimensioni in pixel, ricordandoci di mantenere lo stesso rapporto tra larghezza e altezza in modo da non distorcere la foto.




Pubblicato il 16/09/19 - aggiornato il  | Nessun commento :

8 siti in cui noleggiare abiti firmati

Gli abiti creati dai grandi stilisti costano cifre inaccessibili per la maggior parte della popolazione. Questi abiti poi sono adatti a pochissime occasioni come cerimonie, prime teatrali, appuntamenti importanti.

Se una persona con un reddito medio basso difficilmente può permettersi di avere un guardaroba di abiti di grandi stilisti, può però noleggiare abiti di grande valore, specialmente se poi li userà solo per una serata. Sulla falsariga di Uber per le auto, di Airbnb per le case, c'è quindi chi ha pensato di venire incontro agli utenti con questi desideri.

Sono così nati dei servizi specializzati nel noleggio non solo di abiti ma anche di gioielli, scarpe e accessori. L'utente sceglie i capi dal catalogo online, oppure si reca nello showroom apposito per provare l'outfit che ha scelto per la serata. Pagherà il noleggio e avrà anche una assicurazione su eventuali danni che gli abiti dovessero subire.

Con qualche decina di euro non è più un sogno presentarsi a un avvenimento con un abito da sera da sogno e con accessori di gran pregio. Per il momento questi servizi non hanno ancora attivato delle applicazioni per dispositivi mobili, ma in molti sono accessibili via computer e si possono ricevere gli abiti in 4 ore se abitiamo nelle zone servite.




Come personalizzare la Barra delle Applicazioni in Windows

La Barra delle Applicazioni è presente praticamente da sempre nei sistemi operativi Windows ma nel tempo sono state modificate alcune sue caratteristiche e sono state aggiunte altre funzionalità non tutte conosciute dagli utenti.

La funzione principale della Barra delle Applicazioni è quella di mostrare l'icona delle applicazioni che sono aperte nel desktop, che opzionalmente vi possono essere "pinnate" per aprirle con un singolo click, invece che con uno doppio. Nella parte destra della Barra sono state progressivamente aggiunti nell'area di notifica altri pulsanti che possono essere opzionalmente essere visualizzati o nascosti con scelta da parte dell'utente.

In questo post vedremo appunto tutte le personalizzazioni a disposizione per rendere la Barra delle Applicazioni confacente alle nostre esigenze. Iniziamo con quella che è la personalizzazione più conosciuta ovvero con l'aggiunta o la rimozione delle applicazioni dalla Barra che può essere compiuta anche dal menù Start.




Pubblicato il 15/09/19 - aggiornato il  | Nessun commento :

Come applicare la maschera ai video con Shotcut

Shotcut è un editor video gratuito con moltissime funzionalità e proprio ieri ha avuto un aggiornamento, che ha aggiunto dei nuovi filtri, che vedremo in un prossimo articolo. Si tratta di un software multipiattaforma e quindi installabile su Windows, Mac e Linux.

Per la sua installazione si apre la Home di Shotcut per poi andare su Click to Download. Verrà aperta una finestra in cui selezionare il file giusto per il nostro sistema operativo. Un utente Windows potrà scegliere tra 32-bit e 64-bit e tra due siti mirror (GitHub e FossHub). Si clicca sul link del file Installer per scaricare nel computer un file in formato .exe su cui fare un doppio click per poi seguire le finestre per l'installazione di Shotcut.

L'interfaccia della prima schermata sarà in inglese. Per passare alla lingua italiana, si va su Settings -> Language -> Italian per poi cliccare su Yes, nel popup che ci chiederà (in inglese) di riavviare il programma. Dopo aver aperto l'interfaccia di Shotcut in italiano, si lascia Automatico nella finestra Nuovo Progetto per creare un video della stessa risoluzione e frame rate del primo filmato che viene aggiunto alla Timeline.

In questo articolo vedremo un esempio pratico di come usare il Filtro Maschera per mostrare solo un'area del video e oscurare tutto il resto. Tale filtro può essere usato con un solo video o anche con più filmati per magari affiancarli uno all'altro come alternativa al metodo già mostrato per creare interviste doppie con lo stile Iene.




Pubblicato il 14/09/19 - aggiornato il  | Nessun commento :

Evoluzione del nofollow per indicare ai motori la natura dei link

L'attributo nofollow fu introdotto quasi 15 anni fa per combattere lo spam nei commenti. In quel periodo era pratica comune inserire dei collegamenti attivi ai nostri siti nei commenti su siti altrui per aumentarne il Page Rank. I link nei commenti furono quindi denotati come nofollow per non far fluire il Page Rank del sito in cui si trovavano alle pagine web collegate.

Successivamente tale attributo è stato usato per indicare ai motori di ricerca i link verso contenuti pubblicitari o sponsorizzati. Il web però si è evoluto e l'attributo nofollow non è più sufficiente per indicare tutti i tipi di collegamenti da non considerare nel fluire del Page Rank.

Con un post sul Google Webmaster Central Blog è stata annunciata una evoluzione del nofollow, che comunque rimane un attributo ancora valido. Una pagina linkata con il nofollow fino ad ora non veniva considerata dai motori, mentre in futuro questo sarà per Google solo un suggerimento. Ricordo che il nofollow può essere inserito in un collegamento utilizzando questo tipo di sintassi nel codice HTML di un link: