Pubblicato il 17/11/09 - aggiornato il  | Nessun commento :

Google Sites aggiunge nuovi modelli per creare siti web in modo semplice e gratuito.

Come creare un sito statico con Google Sites, un servizio gratuito che serve anche per caricare online dei file di cui si possono usare i link diretti se si possiede un blog gratuito su Blogger.
Il blog ufficiale di Google ha da poco annunciato che saranno a disposizione degli utenti di Google Sites tutta una nuova serie di modelli per la creazione di siti web adatti a tutte le esigenze. I nuovi modelli consentiranno la rapida creazione di un nuovo sito con contenuti precostituiti, gadget già incorporati, nuovi layout di pagina, link di navigazione, tematizzazione e altro ancora.

Ulteriori informazioni che riguardano la possibilità di utilizzare queste funzioni dalle imprese si trovano su Google Enterprise Blog. Google non ha pensato però solo alle imprese perché ha aggiunto template che riguardano famiglia, matrimoni, organizzazioni di quartiere, club, cause di beneficienza, oltre ad una galleria pubblica. Per le istruzioni (in inglese) su come utilizzare questi nuovi temi andate nel Google Docs Blog. Cerco di riassumere:
  1. Accedete al vostro account di Google Sites. Tutti coloro che hanno una email del tipo mionome@gmail.com ne hanno automaticamente uno anche su Google Sites.
  2. Cliccate su Crea un nuovo sito
  3. Cliccando su Sfoglia la galleria per altri modelli, si vedrà che al momento non ce ne sono a disposizione, quindi lasciate il segno di spunta a Modello vuoto
  4. Date un nome al sito che avrà un indirizzo del tipo: http://sites.google.com/site/nomesito
  5. In Scegli un tema ci sono ben 52 aspetti che possiamo selezionare; mettete il segno di spunta ad uno di questi
  6. In altre opzioni possiamo inserirne una descrizione, renderlo visibile a tutti o solo ad utenti specificati, contrassegnarlo come sito che ha contenuti per adulti
  7. Digitare la captcha e cliccare su Crea Sito



La pagina è già creata e può servire anche come supporto di un nostro blog principale anche se ha tutta la struttura di un sito in piena regola. Si possono creare le personalizzazioni che vogliamo andando su Modifica pagina e Crea pagina per aggiungerne altre con i relativi collegamenti alla homepage. Se il modello che si è creato ci piace, possiamo anche pubblicarlo per renderlo disponibile ad altri utenti. Basta andare su Altre Azioni > Gestisci Sito. Si aprirà una pagina di gestione e si dovrà scegliere Generale > Pubblica questo sito come modello. Si immette il nome del modello, una descrizione (max 500 caratteri), e le due categorie a cui vogliamo che sia associato, quindi si clicca su Invia modello






Google spera di avere così a disposizione una galleria di modelli creati dagli stessi utenti che per il momento ancora non c'è. (P.S. Non ho controllato modificando l'impostazione della lingua e quindi potrebbe già essere disponibile per gli utenti di lingua inglese).

In ciascun sito che si è creato, per default saranno visibili in homepage dei collegamenti

google-sites
che rimanderanno oltre che alla Homepage anche 

  1. Alla Mappa del sito: per l'aggiunta di nuove pagine
  2. Alla Modifica Barra laterale: per la gestione del sito stesso
In alto sono presenti i comandi Crea pagina e Modifica pagina che non hanno bisogno di molti commenti. Ricordo solo che andando su Modifica pagina si aprirà un editor sofisticatissimo per modificare la nostra pagina attraverso l'inserimento di immagini, testo, elenchi. C'è pure la possibilità di inserire HTML che può servire per aggiungere elementi multimediali.

google-sites
Concludo dicendo che da poco Google Sites supporta anche l'inserimento dei file di tipo Javascript. In passato per caricare un file con quelle estensioni su Google Sites dovevamo rinominarlo in .txt, altrimenti non era supportato. Adesso si accede in uno qualsiasi dei siti che si sono creati con i 100MB a disposizione e si clicca su Crea pagina, scegliendo l'opzione Schedario

image
Dopo aver inserito il nome si clicca su Crea pagina in basso.
Per caricare i file si deve cliccare su Aggiungi File, selezionare il file dall'hard-disk o immetterne l'URL, inserirne opzionalmente una descrizione (consigliabile per poterlo ritrovare con più facilità), quindi cliccare su Carica

  
       google-sites          google-sites
Per concludere ricordo che gli script del menù espandibile (o a soffietto) di questo blog sono caricati su Google Sites e che avevo parlato della possibilità di caricare i file attraverso l'opzione Schedario anche in questo articolo.
Una cosa assolutamente fondamentale per utilizzare Google Sites come hosting di file è che per acquisire l'URL diretto del file, dobbiamo cliccare con il destro del mouse su Scarica, selezionare Copia indirizzo e copiare l'URL nel blocco note. Verrà un indirizzo di questo tipo

link-diretto
 http://sites.google.com/site/ideepercomputeredinternet/script-menu/ddaccordion.js?attredirects=0&d=1

In questo caso si tratta di un file javascript ma la cosa vale anche per un MP3 o uno del tipo .CSS, ecc. La parte finale dell'URL, dopo l'estensione, deve essere tolta perché altrimenti il link diretto potrebbe non funzionare. Nell'esempio preso in esame la parte dell'URL da eliminare è stata colorata di rosso mentre è colorata di verde la parte dell'URL da utilizzare come hotlink




Nessun commento :

Posta un commento

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti. Se ti ho aiutato con il post o con le risposte ai commenti condividi su Facebook o su Twitter. Grazie.