Pubblicato il 01/08/16e aggiornato il

Come registrare lo schermo di un cellulare Android (no-root).

Come registrare lo schermo di un cellulare Android con Az Free Recorder senza bisogno di avere i privilegi di root.
Come certo saprete nei computer esiste la funzionalità dello screenshot o della cattura dello schermo per scattare una istantanea di quello che appare nello schermo del PC o in una sua area. Ci sono dei tool nativi di Windows che permettono di scattare una immagine dello schermo che sono attivati solitamente con il tasto Stamp (o Print).

Anche in Android esiste questa funzionalità nativa a cui si può accedere premendo contemporaneamente il pulsante Power e quello per la diminuzione del volume. Nei sistemi operativi più recenti non occorre pigiare due pulsanti, basta tenere premuto quello per lo spegnimento per visualizzare l'opzione Screenshot oltre a quelle per lo Spegnimento e per il Riavvio.

Nei computer Windows per una migliore gestione e ottimizzazione degli screenshot si utilizza Snagit o il gratuito PicPick insieme a XnView o Photoshop per la successiva ottimizzazione. La registrazione di quello che accade nello schermo è cosa più complessa e viene solitamente definita con il nome di screencast. Non si tratta di una funzione nativa e nei computer si può usare il costoso Camtasia oppure uno dei tanti tool gratuiti che sono stati sviluppati a questo scopo.

Le applicazioni per creare screencast con il cellulare Android solitamente hanno bisogno di telefoni sbloccati in cui ci sia l'accesso ai privilegi di root. Ho però trovato una app gratuita per registrare lo schermo Android che non solo non ha bisogno di root ma che funziona anche molto bene. Vi posto il video che ho registrato con questa applicazione free e che poi ho pubblicato su Youtube.


AZ Screen Recorder No Root è l'applicazione per Android che ho utilizzato. Dopo l'installazione si apre la app. Si visualizzerà sulla sinistra dello schermo la sua icona. Se ci si clicca sopra verranno 

az-recorder-android

mostrate altre quattro icone. Andando sulla prima si apriranno le sue Impostazioni, cliccando sulla seconda si inizierà la Registrazione, con la terza si aprirà la cartella di AZ Recorder con i video realizzati mentre con l'ultima si nasconderanno le quattro icone. Si può iniziare la registrazione anche andando nella Barra di Stato su Rec. Sempre dalla notifica sulla Barra delle Notifiche si può interrompere la registrazione o mettere in pausa. Le Impostazioni sono molto ricche

impostazioni-az-recorder

Ecco quali sono le principali:
  1. Opzioni di controllo Encoder
  2. Usa il pulsante magico (Funzione Pro)
  3. Opzioni di interruzione (Interrompi alla notifica, Mostra pallino rosso lampeggiante, Interrompi a schermo spento, Scuoti e ferma la registrazione, Limita durata)
  4. Risoluzione video da scegliere tra un massimo di 1920x1080 a un minimo di 426x240. Scegliendo Custom si può scegliere una risoluzione diversa e una ratio 16:9 o 4:3.
  5. In Frequenza fotogrammi si possono scegliere 30 fotogrammi al secondo (default) oppure un altro valore tra 24 FFPS a 60 FPS (frame al secondo).
  6. In BitRate si setta la qualità di trasferimento. Auto è quella di default ma si può scegliere tra 1MBps e 12MBps. La scelta migliore dipende dalla potenza del cellulare.
  7. In Orientamento si può optare per Verticale, Orizzontale o Auto.
  8. In Time-Lapse si può settare la velocità del video. Disabilitato di default.
  9. In Configurazione Audio si può scegliere se registrare o meno anche l'audio
  10. In Informazioni in Overlay si può decidere di aggiungere un nostro logo o testo come fosse un watermark. Si può anche caricare l'immagine.
  11. Mostra tocchi è molto utile per mostrare il punto dello schermo che si è toccato
  12. Visualizza fotocamera è utile per gli screencast di tipo classico perché permette di visualizzare la fotocamera anteriore o posteriore e e quindi anche di inquadrare chi effettua la registrazione. Si tratta però di una funzione Pro a pagamento come vedremo in seguito.
  13. Impostazioni fotocamera è susseguente al punto precedente e permette di scegliere la dimensione, opacità effetti, la camera anteriore o quella posteriore.
  14. Timer Durata di registrazione per visualizzare la durata della registrazione nello schermo
  15. Conto alla rovescia. Di default è presente un conto alla rovescia di 3 secondi prima che l'applicazione inizi la registrazione. Si può togliere o modificare il numero di secondi
  16. Cartella di output per selezionare la cartella di destinazione del video.
Il passaggio alla versione Pro della applicazione costa 3,33 euro.

versione-pro-az-recorder

Oltre alla fotocamera anteriore con la versione Pro si può convertire il video in GIF, tagliarlo e editarlo come vedremo in un prossimo articolo.

COME SCARICARE IL VIDEO CREATO CON AZ SCREEN RECORDER


Il sistema migliore per il download di un video sarebbe quello di collegare il telefono Android a un computer con un cavo USB utilizzando il giusto driver del dispositivo. Per il mio One Plus 3 non ho però ancora trovato un software funzionante. Quelli disponibili sono ancora per le versioni OnePlusOne e OnePlusTwo. Si può usare l'applicazione Astro e copiare o spostare il video su Dropbox ma si tratta solitamente di molti MB di pesantezza e il processo può essere lungo. Aspettando il driver per OnePlus3 ho optato per l'applicazione AirDroid che permette di scaricare il video dopo la connessione allo stesso segnale Wi-Fi. Ricordo che la cartella di default in cui vengono salvati i video è AzRecorderFree.




Nessun commento :

Posta un commento

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti. Se ti ho aiutato con il post o con le risposte ai commenti condividi su Facebook o su Twitter. Grazie.