Pubblicato il 23/06/16e aggiornato il

Come monitorare l'indicizzazione di un sito da parte di Google.

Come verificare lo stato di indicizzazione di post, immagini, etichette, pagine statiche e articoli recenti di un blog su Blogger.
Leggendo i commenti che giornalmente ricevo su questo sito emerge il timore, da parte soprattutto di chi gestisce un blog da pochi mesi, di non avere indicizzati tutti i post che ha pubblicato, che le pagine non siano state rilevate e che le immagini pubblicate siano sostanzialmente ignote a Google.
Con questo articolo spero di fare chiarezza e di togliere qualche preoccupazione a chi si sente vittima della onnipotenza di Google. Se avete un blog su Blogger sarà la stessa piattaforma a creare una sitemap per il vostro sito. È comunque consigliabile in certi casi integrare manualmente questa sitemap andando su Search Console dove dovrebbe essere già stato rilevato il vostro blog su Blogger.

SITEMAP


Se avete un sito su Wordpress dovrete invece aggiungerlo e verificarlo manualmente. La sitemap di un sito su Blogger potrà essere aperta accedendo a questo URL generico
nomeblog.blogspot.com/sitemap.xml

Per questo sito la si potrà visualizzare a questo indirizzo

www.ideepercomputeredinternet.com/sitemap.xml

Si potrà scaricare la sitemap cliccando con il destro del cursore e scegliendo Salva con nome... Tale file potrà poi essere aperto con Notepad++. Si  possono aprire anche le singole pagine e.g.
  1. http://www.ideepercomputeredinternet.com/sitemap.xml?page=1
  2. http://www.ideepercomputeredinternet.com/sitemap.xml?page=2
  3. http://www.ideepercomputeredinternet.com/sitemap.xml?page=3
Per una ragione che mi è ignota ciascuna pagina delle sitemap contiene un massimo di 150 elementi per un numero massimo di 20 pagine. Se si sono pubblicati più di 3000 post alcuni non saranno presenti nelle pagine di sitemap. Con un escamotage non troppo complicato si riesce a completare le sitemap anche per blog con più di 3000 post.
 

COME CONTROLLARE CHE UN POST SIA STATO INDICIZZATO DA GOOGLE


Per una analisi rapida della indicizzazione è opportuno, il giorno seguente alla pubblicazione di un articolo, incollare nel campo di ricerca di Google l'esatto titolo del post seguito dal nome del blog. Nei risultati di ricerca il link al post pubblicato dovrebbe essere nei primi posti se non il primo

indicizzazione-google-plus



 

COME FORZARE GOOGLE A INDICIZZARE UN POST


Se il link al post non fosse presente nei risultati di ricerca significa che Google non l'ha ancora indicizzato. Ricordo ai possessori di blog gratuiti su Blogger del tipo nomeblog.blogspot.com di usare sempre l'estensione canonica .com e non quella localizzata .it. Si può però forzare Google a indicizzare una singola pagina direttamente da Search Console.

Dopo aver effettuato l'accesso si va su Scansione -> Visualizza come Google. Si può scegliere la Visualizzazione Desktop o quella da Mobile per poi incollare la parte finale dell'URL del post e cliccare su Recupera e Visualizza. Dopo aver verificato che Google abbia rilevato la pagina si clicca su Invia all'indice per indicizzare da soli il post.

forzare-google-indicizzazione

Il giorno dopo se faremo la stessa ricerca sicuramente visualizzeremo il link al post nei risultati.

COME OTTENERE L'ELENCO DI PAGINE E IMMAGINI INDICIZZATE


Mediante l'operatore site: è possibile visualizzare tutte le pagine di un sito che sono state indicizzate. Se si incolla nel campo di ricerca di Google la stringa  seguente e si va su Cerca su Google

site:www.ideepercomputeredinternet.com

si ottengono 6.250 risultati. Sono di più dei post che ho pubblicato perché vengono indicizzati anche altri elementi come vedremo in seguito (pagine, etichette e anche commenti). Sopra il numero dei risultati si visualizzeranno le schede Tutti, Immagini, Notizie, ecc. Cliccando su Immagini visualizzeremo tutte le immagini presenti nei nostri post che sono state indicizzate.

immagini-indicizzate-google

Cliccando su ciascuna immagine si visualizzeranno due opzioni: Visita la pagina e Visualizza Immagine. Nel secondo caso si aprirà la scheda del browser con il link diretto all'immagine mentre nel primo caso si aprirà il post che contiene l'immagine indicizzata.

CASO INTERESSANTE

Mi sono imbattuto casualmente in una indicizzazione particolare. Tra le immagini presenti ce n'è pure una che ha questo indirizzo http://i.imgur.com/MxA8v9C.png. È stata quindi pubblicata con Imgur. Il fatto è che carico tutte le foto su Picasa e non su Imgur. L'URL della immagine precedente l'ho infatti pubblicato in un commento di risposta a un lettore come testo e senza link.

In un colpo solo è quindi dimostrato che Google non solo indicizza i contenuti dei commenti come ci si poteva aspettare ma anche le immagini di cui si sia incollato l'indirizzo senza link attivo.

COME VERIFICARE CHE UNA IMMAGINE SIA STATA INDICIZZATA


Per favorire l'indicizzazione delle immagini occorre utilizzare i tag Alt e Title. Il tag Alt è chiamato anche Testo Alternativo e il suo contenuto è quello che si legge quando il browser non riesce a caricare l'immagine. Il testo che contiene il tag Title è invece quello che si legge nel tooltip che appare quando si passa sopra a una immagine con il mouse. Lasciare in bianco i tag Alt e Title significa pubblicare una immagine senza darle un nome. Anche se Google la indicizzerà difficilmente saprà collegarla a delle parole chiave nei risultati di ricerca. Se si vuole verificare se una foto è stata indicizzata occorre utilizzare la Ricerca per Immagini.

Si apre la pagina Google Immagini quindi si clicca sulla icona della macchina fotografica. Si incolla l'URL della immagine di cui si vuole monitorare l'indicizzazione quindi si va su Ricerca tramite immagini. Se nei risultati di ricerca c'è il post da cui abbiamo ricavato l'URL della foto allora vuol dire che è stata indicizzata. Con questo sistema si può trovare anche chi eventualmente ce l'ha copiata. Ricordo che per trovare l'indirizzo di una immagine pubblicata ci si clicca sopra con il destro del cursore e si clicca su Copia l'indirizzo della immagine.

ricerca-immagini-google


QUALI PAGINE DI ETICHETTE SONO STATE INDICIZZATE IN BLOGGER?


In Blogger il file robots.txt ha un comando per ordinare a Google di non indicizzare le pagine di etichette. La riga Disallow: /search serve appunto per impedire l'indicizzazione delle pagine delle etichette. Questa scelta di Blogger serve per non rendere ridondante l'indicizzazione

Nonostante questo Google indicizza ugualmente le pagine delle etichette. Le pagine delle etichette in un blog su Blogger hanno un indirizzo dato da questa sintassi

http://nomeblog.blogspot.com/search/label/nome-etichetta

Se nel campo di ricerca di Google si incolla una query di ricerca come questa

site:ideepercomputeredinternet.com/search/label

e si va su Cerca su Google si visualizzerà un solo risultato ma in basso ci sarà il link per ripetere la ricerca includendo i risultati omessi. Cliccandoci sopra scopriremo le pagine di etichette di questo sito che sono state indicizzate o che comunque Google ha rilevato

indicizzazione-etichette-google

Google in questo sito ha indicizzato 669 etichette che sono un gran numero anche se inferiore al numero effettivo di etichette che ho creato.


VERIFICARE CHE SIANO STATE INDICIZZATE LE PAGINE STATICHE DI BLOGGER


Come è noto la pagine statiche non vanno a finire nei Feed del sito ma vengono rilevate da Google. Anche le pagine di Archivio sono solitamente rilevate da Google e fanno spesso parte dei primi risultati di ricerca.  Se abbiamo dei dubbi sulla indicizzazione di una o più pagine dobbiamo impostare una ricerca su Google che abbia questa struttura sintattica

site:ideepercomputeredinternet.com/p/

visto che le pagine statiche hanno /p/ subito dopo l'URL del dominio

pagine-statiche-indicizzate-google 

Dopo essere andati su Cerca con Google si visualizzeranno tutte le pagine statiche indicizzate.




Nessun commento :

Posta un commento

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti. Se ti ho aiutato con il post o con le risposte ai commenti condividi su Facebook o su Twitter. Grazie.