Pubblicato il 17/07/11e aggiornato il

Il Panda Update è già arrivato in Italia dai primi giorni di Maggio.

Mi rendo conto che una affermazione così perentoria è molto impegnativa e anche rischiosa e forse un titolo con un punto interrogativo o con una espressione più dubitativa sarebbe stato più opportuno. Ai pochi che non lo sapessero, ricordo che il Panda Update è un nuovo parametro inserito da Google nel suo algoritmo di ricerca per penalizzare quelle che sono state definite le Content Farm cioè siti che hanno un numero molto limitato di contenuti originali.

Nei siti americani il Panda Update è stato applicato il 24 Febbraio mentre in quelli di lingua inglese nelle altre parti del mondo l'11 Aprile. Per l'Italia non abbiamo notizie certe. Si sa solo che alla fine del mese di Giugno c'è stato l'aggiornamento del Page Rank. L'ultimo risaliva al 30 Aprile 2010. Mi sono detto che dopo il Page Rank sarebbe stata inevitabilmente la volta del Panda per i siti di di tutto il mondo. Probabilmente mi sbagliavo perché questo aggiornamento era già stato introdotto. Secondo gli intendimenti di Google dovrebbero venire penalizzati i siti aggregatori anche se in misura molto diversa tra loro. Alcuni tra quelli di lingua inglese se la sono cavata molto bene mentre altri hanno avuto un vero tracollo poi mitigato con un nuovo aggiornamento applicato qualche settimana più tardi. Forse proprio questo approccio molto incisivo usato negli USA, ha convinto Google ad applicare il nuovo algoritmo per il resto del mondo con maggiore gradualità. Con spirito di pura curiosità scientifica sono andato a vedere l'andamento dei visitatori di alcuni siti fortemente indiziati ad avere un sensibile calo degli arrivi in relazione al Panda Update: Liquida, Wikio, Diggita, Il Bloggatore e OKNotizie.

Andando su Google Trends ho inserito gli URL di questi portali per controllare l'andamento dei visitatori unici in funzione del tempo 

dati google trends su aggregatori 

Si nota che per tre di questi servizi c'è stato un vistoso calo delle visite a partire dall'inizio di Maggio. Potrebbe essere un fatto contingente o relativo all'inizio del periodo estivo? Sembra di no perché se si prende lo stesso periodo dell'anno scorso il grafico mostra un andamento decisamente diverso. Si può datare da Maggio 2011 l'introduzione del Panda Update per l'Italia? Forse sì. Vediamo anche quest'altro grafico che mostra i visitatori unici di OKNotizie e Diggita 

oknotizie diggita visitatori

relativo agli ultimi 12 mesi. A partire da Maggio anche qui si nota un calo ma meno significativo rispetto a quelli di Wikio e Liquida. Forse OKNotizie si è parzialmente salvato perché i suoi utenti pubblicano molti commenti (contenuti originali) e stanno moltissimo sul sito a seguire le notizie che vi postano. Sembra che la durata media delle visite su un sito sia uno dei parametri più importanti per determinare la qualità dei suoi contenuti. Può anche darsi che la mia analisi sia sbagliata e che il Panda Update non sia ancora arrivato da noi. Voi avete riscontrato cambiamenti significativi nel numero delle visite al blog?





10 commenti :

  1. Sicuramente è già partito e proprio nel periodo indicato, monitorando quasi giornalmente il posizionamento dei miei siti, ho notato da un giorno all'altro variazioni significative, parzialmente rientrate alcuni giorni dopo "misteriose" visite dall'america... naturalmente parlo dei quality rater incaricati di monitorare i "danni" fatti dal nuovo algoritmo, comunque globalmente devo dire che nel mio caso specifico ho avuto miglioramenti del posizionamento delle chiavi dei titoli pagina, ma la perdita completa di alcune chiavi ottenute con anchor text e backlink...
    saluti da hackeronza

    RispondiElimina
  2. Non ho notato cali di visite sul mio blog principale.Forse però bisognerebbe fare questa analisi a settembre, quando la gente torna a connettersi in massa sul web. Da maggio ad agosto le visite calano perché ci sono meno persone collegate.

    RispondiElimina
  3. Speriamo davvero che Google diventi ancora più stringente su tali politiche. Internet, che agli esordi era un luogo davvero pieno di idee e originalità, negli ultimi anni è diventato il regno del copia/incolla. Facebook in particolare ha davvero azzerato la creatività, delegando il tutto a un "mi piace" e "condividi". Noi di CAINA che sui contenuti originali facciamo il grosso del lavoro, ci siamo ritrovati con PG=4.

    RispondiElimina
  4. @ ...
    Quello che mi fa pensare che il Panda Update sia già attivo è che
    1)La tendenza di tutti gli aggregatori dall'inizio di Maggio è negativa
    2)In Maggio dello scorso anno per esempio Wikio ha avuto una crescita positiva, questo mi fa pensare che non ci siano effetti stagionali

    I blog di contenuti in linea di massima non hanno avuto variazioni significative perché una perdita di posizioni per i post di questi aggregatori non porta benefici sensibili. Se qualcuno clicca sopra ai loro post finisce sempre per arrivare all'articolo originale.
    Tra un mese quando avremo i dati anche di Luglio potremo dare dei giudizi più precisi.

    RispondiElimina
  5. Ernesto carissimo, perdona la mia impertinenza.
    Il mio è un blog satirico e non ho saputo resistere..

    http://testimonedeltempo.blogspot.com/2011/07/ansia-da-prestazione.html

    RispondiElimina
  6. Bisogna fare attenzione a comparare dati statistici non comparabili tra loro, in particolare se limitati nel tempo e nello spazio, per trarne delle conclusioni affrettate. E' come se dicessimo che poiché in Italia si consumano più gelati e nascono meno bambini la conclusione è che i gelati causano infertilità. A maggio e giugno, secondo google trend anche siti come repubblica.it, corriere.it, lastampa.it, rai.it hanno avuto un crollo delle visite. Attribuiamo questo crollo a Panda Update? Sicuramente no, i motivi sono da cercare altrove, come da cercare altrove sono le motivazioni per gli altri siti richiamati in questo blog. Eccessivo è pure attribuire a Panda le variazionii sull'andamento dei propri blog le cui visite possono dipendere da centinaia di fattori diversi da Panda. Inoltre, a meno che questi blog non siano totalmente scopiazzati o zeppi di pubblicità, Panda nemmeno li guarderà, perchè gli obiettivi di Panda sono ben più elevati e mirati e non riguarderanno i piccoli blog o i piccoli siti. Io dico che Panda non è arrivato in Italia. Quando vedrò sparire dalla Serp pagine con 30 righe di testo e 50 link pubblicitari in primo piano allora sì che potrò dire: ecco Panda è arrivato!

    RispondiElimina
  7. @InChanto
    E' chiaro che questo post voleva essere solo un contributo alla discussione e non di verità assoluta e incontrovertibile. Poi se segui questo link
    http://trends.google.com/trends?q=www.repubblica.it%2Cwww.corriere.it%2C&ctab=0&geo=all&date=ytd&sort=0
    vedrai che Il Corriere e La Repubblica hanno avuto un forte aumento a Maggio seguito da un calo alla metà di Giugno ma questo è ovviamente dovuto alla conclusione degli appuntamenti elettorali.
    Con gli strumenti a disposizione di un umile blogger si possono fare solo delle ipotesi e le mie non valgono più di quelle di qualsiasi altro :)

    RispondiElimina
  8. aggiungo che Panda è più precisamente partito l'11 aprile in Italia, in concomitanza con quello che doveva essere l'aggiornamento per tutti i portali in lingua inglese al di fuori degli states.
    La "botta" però c'è stata questo 12 agosto, assolutamente da vedere la tabella per capire quanto i grandi aggregatori hanno perso (almeno secondo searchmetrics): http://moneyfarm.noblogo.org/2011/08/19/google-panda-ecco-tutti-i-siti-italiani-che-vincono-e-che-perdono-col-nuovo-algoritmo/

    In ogni caso già sono molti i portali che negli states hanno recuperato visite cercando appunto di aumentare l'originalità e la qualità degli articoli, quindi nei prossimi mesi sarà interessante vedere chi uscirà indenne nel dopo panda.

    RispondiElimina
  9. @diggita
    E' facile aspettarsi un ulteriore aggiornamento di assestamento a brevissimo termine. Per il futuro staremo a vedere quello che accadrà.

    RispondiElimina

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti. Se ti ho aiutato con il post o con le risposte ai commenti condividi su Facebook o su Twitter. Grazie.