Pubblicato il 25/01/20 - aggiornato il  | Nessun commento :

Ridimensionare tutte le immagini di una cartella con un plugin di GIMP

Come ridimensionare più foto in gruppo con il plugin BIMP di GIMP che può essere usato anche per altre operazioni in batch da fare con GIMP
Talvolta nei lavori grafici occorre eseguire la stessa operazione su più immagini, e farlo singolarmente può essere davvero frustrante, specie se si tratta di decine se non centinaia di foto.

Con il software gratuito e multipiattaforma GIMP c'è però la possibilità di installare un plugin molto interessante che ci permette di fare delle operazioni in gruppo (batch).

In questo articolo mostrerò come ridimensionare contemporaneamente più immagini, che possono essere selezionate singolarmente oppure archiviate in in una cartella. Il plugin in oggetto è disponibile solo per l'ultima versione di GIMP, la numero 2.10, e non funziona con le versioni precedenti del programma.

Lo stesso plugin può però essere utile in molte altre operazioni in batch, ovvero che riguardino un numero più o meno grande di immagini a cui applicare lo stesso tipo di modifica. Se ancora non avete GIMP nel vostro computer o se volete aggiornarlo all'ultima versione, aprite la sua Homepage e cliccate su Downaload 2.10.14 per poi scegliere il file di installazione adatto al vostro sistema operativo (Wind0ws, Mac o Linux).

Gli utenti Windows possono cliccare su Download GIMP 2.20.14 directly per scaricare un file in formato .exe su cui fare un doppio click e procedere alla installazione seguendo le finestre di dialogo.





Ho pubblicato su Youtube un tutorial che illustra l'installazione e l'utilizzo del plugin per ridimensionare le foto. 


Il plugin in oggetto mi è stato indicato in un commento sul canale Youtube. Si chiama Bimp 2.0, è stato sviluppato da un italiano, Alessandro Francesconi di Bologna, e si può scaricare dalla pagina di BIMP 2.0 su GitHub.

Si scorre la pagina fino in fondo e, in Assets, si clicca sul link gimp-plugin-bimp_win32.exe per scaricare il rispettivo file. Non occorre seguire le istruzioni del post per l'installazione dei plugin di GIMP perché basterà fare un doppio click sul file .exe scaricato per installare il plugin BIMP.






Si va su Next quindi su I Agree, ancora su Next e infine su Close. Nell'ultima finestra di dialogo, visualizzeremo una immagine con l'informazione che il plugin aggiunge un'altra opzione nella voce File del Menù. 

Si fa andare GIMP e si va su File -> Batch Image Manipulation per aprire la finestra del plugin BIMP.

bimp-plugin-gimp

Il plugin rileva la lingua impostata su GIMP e quindi è visibile in italiano, se è stata scelta questa lingua. La prima operazione sarà quella di scegliere la cartella di destinazione delle immagini modificate, cliccando su Salva in per poi scegliere la cartella di output che può essere creata anche sul momento.

Successivamente si clicca su +Aggiungi in alto per scegliere l'operazione in batch da eseguire.

operazioni-batch-gimp

Nel caso preso in esame si va su Ridimensiona ma, come vedete dallo screenshot precedente, si possono applicare modifiche a più immagini per quello che riguarda il ritaglio, la riflessione, la rotazione, la correzione del colore, la nitidezza, la sfocatura, l'aggiunta di un watermark, il cambio di formato e compressione.





Ma non finisce qui perché si può cliccare su Altra procedura di GIMP per poi selezionarla da un elenco. Si possono anche aggiungere più modifiche per poi salvarle in un set. Si possono p.e. riflettere le foto di una cartella, aggiungerci un watermark e salvare questa impostazione, per poi caricarla all'occorrenza.

Limitandoci al caso in esame in questo post, dopo essere andati su Ridimensiona, verrà aperta una nuova finestra.

configurare-ridimensiona-bimp-gimp

Si può scegliere un ridimensionamento in percentuale oppure una misura esatta in pixel. Con la seconda opzione, si può scegliere un ridimensionamento per entrambe le dimensioni, per la sola altezza (height) o per la sola larghezza (width). Ci sono anche le flag di controllo per permettere l'allungamento (stretching) delle foto, per mantenere lo stesso rapporto tra le dimensioni e per riempire le parti vuote con un colore di padding da selezionare.

Più in basso si digita la quantità di pixel per la larghezza e/o per l'altezza, se si è scelta la dimensione esatta. In Qualità di interpolazione si può scegliere tra Nessuna, Lineare, Cubica, BassAura e NoAura. Sulla destra si può cambiare la risoluzione, indipendentemente per l'asse X e l'asse Y che di default è di 72dpi.

Si va su OK per chiudere la finestra di configurazione. In quella precedente si va su Aggiungi immagini.

ridimensionare-immagini-batch

Si possono aggiungere immagini singole oppure contenute in un cartelle. In ogni caso si aprirà Esplora File in cui selezionarle. Quelle aggiunte verranno mostrate in un elenco. Si possono anche rimuovere singolarmente, selezionandole e andando su Rimuovi Immagini. Si clicca su Applica per ridimensionarle in contemporanea.

Verrà mostrato un cursore con la progressione della modifica. Alla fine potremo aprire la cartella di destinazione e controllare che la dimensione delle foto sia quella desiderata. Ricordo che, per controllare, si clicca sul file con il destro del mouse, si sceglie Proprietà dal menù contestuale quindi la scheda Dettagli. Scorrendo tale scheda verso il basso si visualizzerà larghezza e altezza della foto. Le immagini di partenza possono avere anche dimensioni diverse tra di loro mentre le immagini modificate avranno tutte le dimensioni cha abbiamo impostato.



Nessun commento :

Posta un commento

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti.
Info sulla Privacy