Pubblicato il 06/06/12e aggiornato il

Creare dei sottodomini di un dominio personalizzato di Blogger.

Come creare dei sottodomini in un dominio personalizzato di un blog su Blogger che sia stato acquistato da Google o da un altro hosting.
Un commento che ho appena ricevuto ha stimolato la mia curiosità riguardo alla alla creazione di sottodomini di domini personalizzati di Blogger. Dato che il tema presumibilmente interesserà diversi lettori e che si presta a sviluppi di ogni genere, è altamente probabile che questo non sia l'ultimo articolo che dedico a questo argomento.

Prima di iniziare la trattazione fissiamo quali sono i nostri obiettivi. Poniamo che si abbia un blog su piattaforma Blogger con dominio personalizzato di indirizzo www.miodominio.com oppure un sito, sempre su Blogger, con indirizzo www.miodominio.it. Nel primo caso significa che abbiamo acquistato il dominio da Google mentre nel secondo caso che abbiamo usato un hosting italiano tipo Tophost.

Vogliamo creare un sottodominio che abbia come URL foto.miodominio.it e un altro che invece abbia come indirizzo galleria.miodominio.com. Ovviamente i nomi dei sottodomini foto e galleria sono assolutamente arbitrari e possono essere scelti a piacere con la sola limitazione di usare caratteri consentiti. Nel sottodominio così creato potremo addirittura pubblicare un nuovo blog che può essere visto come una sezione del blog principale. Lascio le questioni estetiche e organizzative a ciascuno di voi ma potremo creare delle sezioni non solo dedicate alle foto o ai video ma anche a dei prodotti che vendiamo o reclamizziamo con il sito. Se ci occupiamo di ricette di cucina potremo per esempio creare le sezioni primipiatti, carne, pesce, contorni, dolci, dessert, ecc.


COME CREARE UN SOTTODOMINIO CON GOOGLE APPS

Se avete acquistato il dominio personalizzato direttamente da Google allora automaticamente avrete anche il vostro account Google Apps per gestire il prodotto in tutte le sue sfaccettature e usando i numerosissimi tool che Google mette a disposizione.

Per prima cosa occorre accedere a Google Apps con le credenziali che abbiamo creato la prima volta che siamo entrati cliccando sul link che ci è stato inviato per email all'atto dell'acquisto. Prima cliccare su Sign in, digitare l'URL del nostro blog e selezionare Domain management

accedere-google-apps

Appena entrati su Google Apps andiamo su Domain setting > Domain names > Advanced DNS Setting

domain-setting

Lo screenshot si riferisce a un dominio acquistato tramite Google da Enom ma anche con GoDaddy i passaggi sarebbero gli stessi, varierebbe solo un po' la grafica. Dopo aver cliccato nel link Advanced DNS settings si aprirà una pagina simile a questa 

dns-settings-enom

dove saranno visibili il nome del dominio e la password di ingresso. Si clicca su Sign in to DNS console con la rotella del mouse in modo da far aprire la pagina in un'altra scheda. Nei due  campi si incollano nome del dominio e password in modo da accedere al pannello di controllo dei DNS. Nella sezione Host Records clicchiamo su Edit quindi su Add New quando si paleserà questo bottone

configurazione-dns-enom

Sotto alle righe già presenti se ne visualizzerà un'altra in bianco che dovrà essere compilata inserendo il nome del sottodominio, la stringa ghs.google.com. e selezionando l'opzione CNAME (Alias) dal menù a discesa. Si clicca su Save per terminare l'operazione di configurazione

sottodominio-blogger

Il sottodominio (galleria in questo caso) è già stato creato e avrà un indirizzo del tipo 

galleria.miodominio.com 

Vediamo come possiamo pubblicarci dei contenuti. Andiamo nella Bacheca di Blogger > Nuovo blog. Scegliamone il nome e un indirizzo che sia libero, selezioniamo un modello e andiamo su Crea Blog.

Vogliamo che questo blog sia visibile all'indirizzo galleria.miodominio.com che abbiamo appena configurato. Dopo aver aperto i tool di Blogger relativi a questo nuovo blog andiamo su Impostazioni > Di base > Pubblicazione >  Aggiungi un dominio personalizzato > Passa alle impostazioni avanzate

redirect-blog-sottodominio-blogger

Si incolla l'indirizzo del sottodominio come mostrato nello screenshot e si clicca su Salva dopo aver tolto la spunta al quadratino che prevede il redirect di tutto il blog verso il sottodominio. A questo punto potrebbero passare pochi istanti o anche alcune ore prima che il redirect diventi operativo. A quel punto cliccando su Visualizza blog vedremo il sito appena creato che avrà come URL un sottodominio

blog-sottodominio

Questo sottodominio di fatto è un nuovo blog e può essere personalizzato come modello e contenuti.







COME CREARE UN SOTTODOMINIO DI BLOGGER CON UN DOMINIO ESTERNO A GOOGLE

Poniamo che si sia preferito creare un dominio personalizzato con l'estensione .it. Google non offre questa estensione e quindi per poterlo fare ci saremo dovuti appoggiare a un hosting diverso da quelli che usa Google nelle sue joint ventures. Ho già parlato di come creare un blog con dominio personalizzato con Tophost quindi vediamo come creare uno o più sottodomini con lo stesso servizio.

Con altri servizi di hosting il procedimento sarà analogo, muterà solo la grafica. Si accede al Pannello di controllo di Tophost e si va su Servizio DNS > Vai al Pannello del DNS. Andiamo in alto a sinistra su Aggiungi Record quindi nella nuova riga aggiungiamo i dati visibili nello screenshot

sottodominio-blogger[5]

In Nome dovremo scegliere la prima parte del sottodominio (es: foto), in Tipo selezioniamo CNAME mentre in valore incolliamo ghs.google.com (stavolta senza il punto finale). Su Priorità possiamo inserire un numero tra 0 e 50. I numeri più bassi hanno una priorità maggiore. Si clicca su Aggiungi per terminare l'operazione. A questo punto abbiamo creato il sottodominio foto.miodominio.it.

Per pubblicare dei contenuti in questo sottodominio usiamo la stessa procedura fatta in precedenza. Creiamo un blog con un qualsiasi indirizzo, scegliamo un modello e andiamo su Crea blog. Quindi su Impostazioni > Di base > Pubblicazione > Aggiungi un dominio personalizzato > Passa alle impostazioni avanzate incolliamo l'URL del sottodominio appena creato

reindirizzamento-dominio-personalizzato

Si va su Salva. Dopo un certo periodo di tempo che dipenderà dal servizio che abbiamo utilizzato, quando cliccheremo su Visualizza blog ci apparirà una scritta che ci informa che il dominio al quale indirizziamo il blog è esterno e che quindi potrebbe essere anche presente dello spam o del malware. Clicchiamo su e potremo vedere il blog appena creato in un sottodominio di un altro nostro blog

sottodominio-blogger[7]

Se l'argomento interessa nei prossimi articoli potremo vedere come personalizzare i contenuti di queste nuove sezioni create nei sottodomini.




36 commenti :

  1. GRAZIEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE !!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  2. http://tools.mybloggertricks.com/generator/sitemap.php

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Domenico...
      Vediamo se migliora qualcosa...

      Elimina
  3. Interessantissimo, questo articolo.
    Ti chiedo tre cose:

    1) Se uno ha acquistato il dominio presso blogger, mi pare di capire che la creazione di sottodomini è gratuita, giusto?
    2) Lo scopo di questa operazione è quello di favorire ciascun sottodominio per delle specifiche keywords? O ci sono anche altre motivazioni/vantaggi?
    3) I motori di ricerca rilevano i sottodomini come dei blog veri e propri (anche a livello di seo/serp)?
    4) Si possono creare sottodomini anche senza far accorgere il lettore che si trova in un sottodominio, creando dei blog identici fra loro e collegati tramite una normale barra menù? Cioè, facendo sembrare che si tratti di un unico blog.

    Ti ringrazio per lo spunto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @DietaEDintorni
      Dal lato SEO è difficile valutare i benefici però se si pubblicano articoli su temi molto diversi avere una sezione per ciascuno di essi è certamente positivo anche per i motori. Avere delle keyword nell'URL del sottodominio credo che abbia dei vantaggi innegabili. I motori di ricerca considerano il blog come un tutt'uno anche se diviso. Negli strumenti per Webmaster ci sarà un unico sito ma rileveranno che è diviso in varie sezioni. La creazione dei sottodomini è ovviamente gratuita. Il lettore se vede che l'indirizzo è diverso si accorge che ha cambiato blog ma se vede che solo la prima parte è cambiata per esempio dessert.dietaedintorni.com invece di dolci.dietaedintorni.com non si rende conto che si tratta di un altro blog. E in effetti è così perché il redirect manda tutti i blog in sottodomini dello stesso sito.
      Per altre informazioni leggiti anche questo post
      http://www.ideepercomputeredinternet.com/2012/06/come-creare-un-network-di-blog-su.html

      Elimina
  4. Mi hai salvata, grazie!!! Finalmente dopo aver letto 1000 tutorial ne ho trovato uno davvero efficace e semplice. Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Romina
      Si vede che non sei una lettrice abituale di questo blog :) Prima di pubblicare un articolo ne testo sempre il risultato e quindi i miei tutorial, specie quelli recenti, funzionano sempre (problemi con i alcuni template personalizzati a parte)

      Elimina
    2. In effetti era la prima volta che ti leggevo :)

      Elimina
    3. @Romina
      Spero sia la prima di molte altre volte :)

      Elimina
  5. Ieri pomeriggio appena ho comprato il dominio personalizzato, ho subito creato un sottodominio seguendo la guida fino alla fine, solo che quando vado a vedere nella sezione Pubblicazione del blog/sottodominio è presente la scritta:

    "Il registro DNS per il tuo dominio non è ancora correttamente impostato. Se hai appena acquistato il dominio, il processo di impostazione può richiedere un giorno."

    E se provo ad accedere a visulizza blog nella barra indirizzi mi compare l'indirizzo prova.miosito.com ed invece di aprirsi il blog/sottodominio compare la scritta:

    "Impossibile contattare il server"

    E' normale tutto ciò o bisogna attendere?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Ennio
      Hai sbagliato a creare subito i sottodomini. Dovevi aspettare che i DNS andassero a regime per il dominio personalizzato. Ora prova ad attendere 48 ore e se non va tutto a posto riprova a fare tutta la procedura.

      Elimina
    2. Non so cosa sia successo ma ha il sottodominio ha preso a funzionare da solo senza che facessi nulla.
      Ho solo un dubbio...appena creato il nuovo dominio, ho inviato la sitemap tramite strumenti per i webmaster (come dicevi nel tuo articolo) per il nuovo dominio; la situazione è la seguente: per mioblog.blogspot.com mi risultano 45 URL inviati e 45 URL indicizzati mentre per mioblog.com mi risultano 45 URL inviati e 0 URL indicizzati; la cosa assurda è che se cerco su google site:mioblog.com mi risultano 46 pagine indicizzate (tutti i miei post + la home). E' normale che ci sia questa differenza tra i dati mostrati con la sitemap e quelli trovati su google?

      Volevo anche sapere secondo la tua lunga esperienza quanto tempo ci vuole affinchè mioblog.blogspot.com venga reindirizzato a mioblog.com ed i risultati su google dei vari post mioblog.blogspot.com vengano reindirizzati ai rispettivi post mioblog.com (o sostituiti).

      Volevo poi cogliere l'occasione per ringraziarti dell'aiuto che dai ai blogger italiani! e dovrebbe farlo anche google!

      Elimina
    3. @Ennio
      Leggi gli articoli dedicati a questo tema
      http://www.ideepercomputeredinternet.com/2010/11/cosa-fare-durante-il-passaggio-da-un.html
      Si tratta di cose normali

      Elimina
    4. Ok, grazie. Ma secondo la tua esperienza personale visto che hai acquistato più di un dominio personalizzato, quanto tempo ci vuole affinché avvenga il passaggio completo?

      Elimina
    5. @Ennio-+-+
      Mi ci sono voluti solo pochi minuti per visualizzare il blog nel nuovo dominio. Per il passaggio completo di tutti i post circa quindici giorni

      Elimina
    6. Ok grazie per l'informazione, molto chiaro come al solito.

      Elimina
  6. ciao Ernesto,
    mi sto cimentando nella realizzazione di un nuovo blog per il mio brand con sottodominio, nello specifico dovrei realizzare:
    www.wishlist.iconadeironchi.com

    Ho il dominio personalizzato e registrato tutto i passaggi di creazione di "wishlist" su google spps come puoi vedere qui: http://i49.tinypic.com/b61yrq.jpg
    ma al momento della registrazione dell'indirizzo del nuovo blog come www.wishlist.iconadeironchi.com , mi da questo problema: http://i49.tinypic.com/vifu9w.jpg
    non capisco perchè...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @GaiaVincenzi
      Devi verificare la proprietà del sito
      http://www.ideepercomputeredinternet.com/2012/09/blogger-dominio-personalizzato.html
      http://www.ideepercomputeredinternet.com/2012/10/configurare-dns-dominio-personalizzato-blogger.html

      Elimina
  7. Ciao! intanto super grazie per la guida, ma volevo chiederti una cosa, non è possibile creare il sottodominio al contrario? cioè invece di foto.miodominio.com, non potrebbe essere: miodominio.foto.com ? :) Grazie in anticipo!
    Esse

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Esse
      No, con questo meccanismo si può scegliere solo la parte precedente al nome del dominio.

      Elimina
  8. Vorrei tradurre il mio blog in inglese , se creassi un sottodiminio en.guide-informatica.com sarebbe lo stesso ? Verrei indicizzato o mi conviene aprirne un altro ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @# La tua domanda non può avere una risposta certa e netta. Non si può sapere cosa a Google possa piacere di più tra le due soluzioni. Scegli quella che ti sembra più efficiente perché in ogni caso nessuna delle due mi sembra penalizzante in ottica SEO a prima vista.

      Elimina
  9. Ciao. Leggo adesso questo interessante post. Sono ancora valide queste procedure?
    Lo chiedo perché ho provato a seguirle, ma giunto in "Sign in to DNS Console" mi riporta alla Console dell'Amministratore di Google Apps. Eppure mi dà Username, Password, e Pin, esattamente come nel tuo screenshot. Sbaglio qualcosa? Si può ancora creare un sottodominio in Google Apps? Come si fa se è diverso? Spero non spiano troppe domande ma alla fine si riconducono alla stessa. Mi farebbe proprio piacere avere un sottodominio. Ti ringrazierei tanto per una risposta e complimenti per la tua competenza e il tuo Blog.
    PS: Ho provato anche ad entrare in Godaddy con quelle credenziali ma non mi riconosce. BoooHHH...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se riesci a entrare nella interfaccia di GoDaddy è ancora valida. Il fatto è che da circa un anno non c'è più la joint venture tra GoDaddy e eNom con Google che permetteva di acquìstare il dominio direttamente da Blogger e quindi alcune funzionalità non sono più accessibili
      @#

      Elimina
    2. Grazie per la risposta.
      No, Godaddy (il sito) non mi riconosce (devo entrare con le credenziali dello screenshot?). Se invece premo il link che c'è anche nel tuo screenshot mi riporta indietro (alla console dell'Amministratore).
      PS: Su Godaddy ho provato anche ad entrare con la mail di Google Apps (inutilmente). Devo rinunciare a creare un sottodominio secondo te?

      Elimina
  10. Confermo. Il link non funziona più e le credenziali che sono mostrate non fanno accedere da GoDaddy. Speriamo che sia solo un caso di manutenzione e che presto il link ricominci a funzionare
    @#

    RispondiElimina
  11. Ciao Ernesto
    Ho letto il tutorial e gli ultimi commenti: sono molto interessato a questa cosa ma sapendo bene che ora non c'è più la partnership tra Google e GoDaddy ed Enom, vorrei chiederti se per caso sai se è ancora possibile farla (preferirei Enom a GoDaddy, ma se è il caso va bene anche Tophost o altro).
    Grazie mille!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Creare dei sottodomini e possibile però bisogna configurare tutti i redirect da soli. Puoi scegliere l'azienda che credi considerando che ognuna ha una sua grafica del Pannello di Controllo
      @#

      Elimina
  12. Grazie della risposta
    Quello che mi interessava sapere è se appunto ci fosse ancora questa possibilità: se non ho capito male, dopo aver comprato il dominio e impostato i sottodomini dal pannello dell'host, poi si fa il solito reindirizzamento nelle impostazioni di blogger, come indicato sopra nell'articolo, per ogni blog? partendo prima con un blog che avrà come indirizzo dominio.it e che mi farà da home, poi gli altri con indirizzo sottodominio1/2/...X.it ? se è corretto mi sembra fattibile, userei enom come prima opzione per sfruttare il tuo tutorial ma anche perchè già l'ho usato... vabbè ma in questo caso la scelta tra enom, godaddy o tophost è più che sufficiente; ovviamente prendo anche come istruzioni i tuoi tutorial "Come creare un network di blog su Blogger con i sottodomini" e "Come accedere ai DNS di un dominio personalizzato acquistato da Blogger": un insieme di guide chiare e precise e molto attuali, che mettono insieme informazioni che si trovano on line tutte sparpagliate, invece grazie a te si ha un quadro molto preciso ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tutorial è quello che ho scritto dopo averlo testato. Ricordati però che ora bisogna dimostrare di essere i proprietari del sito aggiungendo un nuovo CNA. I post relativi li trovi sempre su questo sito
      @#

      Elimina
  13. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  14. Buongiorno Ernesto, innanzitutto grazie per il suo lavoro che mi è utilissimo. Ho un dominio registrato: startculture.net . Ho registrato il cname, il valore "art" e la destinazione "ghs.google.com". il tutto sembra essere andato a buon fine. Poi ho fatto il redirect da st-art-fr.blogspot.com verso art.startculture.net . Lì però quando provo a vedere il blog, mi dice che non trova il server. Ha qualche consiglio? Grazie, Stefano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho aperto questo URL
      http://art.startculture.net/
      e si vede benissimo un blog che credo sia quello che hai rediretto. Forse il tuo problema è che hai scelto HTTPS invece che HTTP. Cambia questa impostazione
      @#

      Elimina
    2. È vero, adesso funziona! Quindi era solo una questione di tempo. Anche per questo e per tutti i consigli che trovo sul suo sito, grazie.

      Elimina

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti. Se ti ho aiutato con il post o con le risposte ai commenti condividi su Facebook o su Twitter. Grazie.