Pubblicato il 04/04/11e aggiornato il

Guida SEO di Google all'ottimizzazione del blog per i motori di ricerca (aggiornamento).

Google ha messo a disposizione degli webmaster una guida per l'ottimizzazione del blog nella sua interezza e per i singoli articoli. Se siete miei lettori da qualche tempo, non ci troverete molto di più di quello che avete appreso dai miei post, ma il fatto di avere tutta la materia SEO in un unico documento, per giunta ufficiale di Google, è sempre importante anche per andare a spulciare tra le righe un dettaglio che era sfuggito a una prima analisi.

La guida più datata, disponibile anche in italiano, è stata presentata da Google Blog Italia nell'Aprile del 2009. Si può scaricare la Guida SEO in formato PDF. Recentemente è stato fatto un aggiornamento che però è disponibile in lingue quali l'ungherese, il finlandese, lo svedese, naturalmente l'inglese ma non l'italiano. Si può scaricare il PDF della nuova Guida SEO in inglese. Gli aggiornamenti, da quel poco che ho avuto modo di consultare, riguardano essenzialmente la versione mobile dei blog e questo la dice lunga su quale importanza dia Google alla navigazione tramite dispositivi mobili.

Molti di voi conosceranno benissimo i comportamenti da tenere per migliorare il posizionamento su Google dei post ma farò un sintetico riepilogo delle 20 azioni più importanti da intraprendere in questa ottica:

  1. Bisogna pubblicare post con titoli diversi e accurati. Devono essere brevi ma descrittivi.
  2. Accludere la descrizione del blog. Inserire i metatag description in tutti i post, con Blogger è praticamente impossibile farlo, in ogni caso Matt Cutts ha recentemente dichiarato che Google ne fa tranquillamente a meno da anni.
  3. L'URL della pagina non deve essere troppo lungo. Questo è un problema di chi ha Wordpress perché con Blogger gli URL dei post vengono troncati automaticamente; però è possibile ottimizzarli.
  4. Creare una Sitemap e inviarla agli Strumenti per Webmaster
  5. Usare link di testo per le pagine interne e limitare l'uso di collegamenti a immagini per spostarsi sul sito. Evitare una navigazione interamente basata su Menù, Flash, Javascript. Questo non significa che non sia utile inserirli ma non devono essere l'unico sistema per accedere ai contenuti interni del blog.
  6. E' opportuno creare una mappa del sito con tutti gli articoli pubblicati o con i più importanti se questi sono migliaia.
  7. Creare del contenuto originale e utile per i visitatori. Evitare di copiare interi articoli o anche solo alcuni paragrafi da altri siti. Il passaparola è lo strumento di marketing più efficace per un sito.
  8. Evitare gli errori grammaticali e ortografici. E' anche sconsigliato mettere del testo pertinente all'interno delle immagini perché i lettori potrebbero volerlo copiare e i motori potrebbero non riuscire a leggerlo. Questo non significa che non si possano creare immagini con scritte, bisogna solo ricordarsi che i motori potrebbero non vederle e occorre quindi inserirle anche nel contenuto del post.
  9. I contenuti dei post non possono discostarsi troppo dall'argomento principale del sito e dalla descrizione che se ne è fatta.
  10. Utilizzare parole chiave di diverso approccio cognitivo. Usare cioè un linguaggio tecnico accompagnato anche da parole più comprensibili anche ai profani. Google indicizzerà il post sia per keyword specialistiche che per parole chiave più elementari, inducendo dei benefici in termini di indicizzazione complessiva.
  11. Si deve scrivere per i lettori e non per i motori di ricerca (questo lo dice Google ma non so quanto sia veritiero)
  12. Utilizzare anchor text (testi di ancoraggio) ottimizzati. Devono essere descrittivi, concisi e facili da individuare.
  13. Utilizzare l'anchor text ottimizzato anche per i link interni al blog per favorire determinate parole chiave.
  14. Usare gli heading tag in modo ottimale. Un articolo può essere suddiviso in varie sezioni attraverso i tag <h1>, <h2>, ecc. In Blogger abbiamo pochi problemi al riguardo. L'importante è scrivere un post con una chiara gerarchia di paragrafi. E' opportuno usare i tag <strong> e <em> per evidenziare i contenuti più importanti (si tratta del grassetto e del corsivo)
  15. Ottimizzare l'uso delle immagini tramite il tag Title ma soprattutto attraverso il tag Alt. E' opportuno anche diminuirne la pesantezza con strumenti come Sharper Photo o WP Smushit per chi ha Wordpress. Ricordo che la velocità di caricamento della pagina è diventato un parametro fra i più di duecento che sono stati inseriti nell'algoritmo di Google.
  16. Nominare le immagini in modo descrittivo. Non usare nomi come Immagine.png oppure Imm.jpg o ancora 1.GIF ma per esempio gatto-soriano.jpg. Usare solo formati PNG, GIF, JPG e BMP.
  17. Utilizzare il tag nofollow tutte le volte che si hanno dei dubbi su una pagina che si sta linkando. In questo modo si informa Google di non trasferire alla pagina la reputazione del nostro blog. Va sempre fatto con siti che lasciano dei dubbi in quanto a liceità di contenuti. Mantenere il tag nofollow nei commenti per evitare danni provocati dai commenti di spam.
  18. Usa i servizi di statistiche quali Google Analytics e gli Strumenti per Webmaster per tenere sotto controllo tutti i dati del sito
  19. Promuovere il blog attraverso i social network in modo discreto senza trascurare la promozione offline.
  20. Il file robots.txt, che dà le istruzioni di scansione ai bot dei motori, non può essere editato dagli utenti di Blogger ma solo da chi possiede un dominio proprio e può accedere al file manager. Gli utenti di Blogger, compresi tutti coloro che hanno acquistato un dominio personalizzato, hanno questo file con la stessa identica  struttura. Può essere visionato a questo indirizzo www.ideepercomputeredinternet.com/robots.txt, dove si deve semplicemente sostituire l'URL del blog. L'unico comando presente è Disallow: /search per evitare l'indicizzazione delle etichette.

Il recente aggiornamento alla Guida si occupa principalmente di come ottimizzare i siti in modo da renderli più facilmente indicizzabili da Google Mobile. Provate a fare ricerche su Google M con una parola chiave molto importante per il vostro blog oppure direttamente con il nome del sito per vederne lo stato dell''indicizzazione sui dispositivi mobili

idee per computer ed internet indicizzazione

Direi che per quello che riguarda questo sito non mi posso proprio lamentare.





3 commenti :

  1. Interessantissimo, questo articolo, mi meraviglio che non ci siano commenti.
    Vorrei farti un paio di domande. Anzi quattro, ma mi accontento di risposte velocissime ;)

    1) Ho trovato questo post cercando riferimenti sugli heading tag, perchè non sapevo cosa fossero. Mi pare di aver capito che chi scrive su blogger non deve fare nulla per inserirli nei propri post, è esatto? Cioè, basta solo prestare attenzione a distanziare un po' un paragrafo e l'altro?

    2) Se io inserisco il tag "alt img" nel mio post per dare il nome ad un'immagine, occorre per forza inserire anche quello "title", o uno esclude l'altro?

    3) Se io inserisco manualmente in un'apposita pagina tutti i link ai miei post, equivale alla creazione di una mappa? O bisogna per forza crearla mediante appositi comandi perche Google la consideri tale?
    (Te lo chiedo perchè io ho creato un archivio per ordine cronologico, uno per categoria e uno per argomento, però inserisco tutti i link manualmente)

    4) C'è la possibilità di fare comparire nelle prime righe di anteprima di un articolo quello che vogliamo? Mi spiego meglio: come quando inseriamo la meta description del blog in modo che quando uno lo trova legge la descrizione di quello che ci trova dentro, c'è modo di fare la stessa cosa per ogni singolo post? Perchè vedo che a volte sul motore di ricerca compare il titolo di un post e di seguito frasi o parole che non corrispondono al suo contenuto. Addirittura a volte compaiono i nomi delle etichette o parti di testo di alcuni gadget.. Non si può ovviare alla cosa?

    Nota personale: ti prego Ernesto, inserisci il pulsante donazioni nel tuo blog perchè mi sento uno schifo a non poter nemmeno offrirti un caffè per ricambiarti di tutto l'aiuto che mi hai dato e che mi dai. Dico sul serio, mi sento una sfruttatrice e il bello è che non riesco a smettere, il tuo blog è diventato come una droga!

    Un saluto, grazie immensamente
    Giuliana

    RispondiElimina
  2. @Giuliana
    E meno male che ti contenti di risposte veloci. Ho tolto il pulsante delle donazioni perché in tre mesi non aveva generato neppure un euro e quindi non ho intenzione di rimetterlo (almeno per ora)
    1)Lascia stare gli heading tags, con Blogger siamoi limitati e fa tutto Google in automatico
    2)E' sempre bene inserire entrambi i tag alt e title in tutte le immagini. Il tag alt è più importante. Puoi usare Windows Live Writer e Sharper Photo per fare tutto in automatico
    http://www.ideepercomputeredinternet.com/2011/02/videotutorial-di-windows-live-writer-il.html
    http://www.ideepercomputeredinternet.com/2010/04/sharper-photo-e-un-plugin-per.html
    3)Bisogna creare la Sitemap che aiuta Google a indicizzare i nostri articoli. Sul tema ho solo dei post un po' vecchi
    http://www.ideepercomputeredinternet.com/search/label/sitemap
    4)E' un problema di tutti coloro che usano Blogger a cui non è stata trovata una soluzione accettabile. Comunque nelle ricerche compaiono le parole del contenuto del post che sono state ricercate insieme al titolo dello stesso.

    RispondiElimina
  3. Grazie davvero, Ernesto.
    Vorrà dire che quando passi da Trento ti offrirò da bere :)

    RispondiElimina

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti. Se ti ho aiutato con il post o con le risposte ai commenti condividi su Facebook o su Twitter. Grazie.