Pubblicato il 10/09/21 - aggiornato il  | 11 commenti :

Banner GDPR automatico per chi ha Adsense e soluzione per Blogger

Come applicare il banner automatico per il GDPR di Adsense ai blog di Blogger, come personalizzarlo nell'aspetto e nel testo e aggiungervi il logo

Poco più di tre anni fa fu introdotto dalla UE il cosiddetto GDPR, acronimo di General Data Protection Regulation, per uniformare la privacy a livello europeo. Tutti coloro che hanno un sito, per sottostare a queste regole, sono tenuti a mostrare un banner con un pulsante per avere più informazioni sulla politica della privacy del sito che si è aperto per la prima volta, e un altro pulsante per dare il consenso e continuare la navigazione.

Le informazioni sul trattamento dei dati devono essere pubblicate in una apposita pagina del sito sotto forma di Informativa Estesa, mentre nel banner visibile da parte dei navigatori basta mostrare una informativa breve. Chi vuole più info con un click aprirà quindi l'Informativa Estesa. Mi sono occupato lungamente del GDPR pubblicando diversi post su temi collegati alla piattaforma Blogger. Ho scritto articoli su come impostare moduli di contatto, commenti, newsletter e su come personalizzare il banner che è stato aggiunto nativamente a Blogger.

Recentemente la UE ha diramato un nuovo regolamento su GDPR per rendere più dettagliata l'accettazione dei cookie da parte dei navigatori in modo da poter scegliere quelli da attivare. Il banner di Blogger, che è molto minimalista, non è più quindi in grado di soddisfare a queste richieste, specie se il sito viene monetizzato.

Il programma di affiliazione Google Adsense però ha implementato una funzionalità che permette a tutti i publisher di utilizzare un banner automatico creato e personalizzato direttamente dall'account Adsense. In tale banner potrà essere personalizzato il testo, l'aspetto e anche aggiungere il logo del sito. In questo post vedremo come disattivare il banner nativo di Blogger, come sostituirlo con quello di Adsense e come personalizzarlo.

Non mi ero accorto di questa funzionalità che mi è stata comunicata in un commento da un lettore di questo sito. Ho pubblicato sul Canale Youtube un tutorial per disattivare il banner di Blogger e attivare quello di Adsense.



Il banner per il GDPR di Adsense funziona presumibilmente su molte piattaforme, sicuramente su Wordpress e Blogger. Per quanto riguarda quest'ultima, visto che abilita in modo nativo il banner, bisogna disattivarlo prima di attivare quello di Google Adsense. Se lo abbiamo personalizzato è consigliabile eliminare anche quel codice.

Si apre quindi la Bacheca di Blogger, si sceglie il blog in cui eliminare il banner e si clicca su Tema. Si va sulla freccetta accanto a Personalizza quindi si clicca su Esegui il backup che serve per salvare il modello del blog sotto forma di file in formato .XML, da selezionare andando su Ripristina, nel caso in cui le modifiche non andassero a buon fine. Nello stesso menù si va poi su Modifica HTML per visualizzare il codice del Tema.

bacheca di blogger

Si clicca in un'area del codice quindi si digita Ctrl + F nella tastiera per visualizzare la ricerca in alto.

In tale riga si digita </head> che indica la fine della sezione <head>. Si va su Invio per evidenziare la riga.

evidenziazione di riga nel codice

Vi si posiziona sopra il cursore e si va ancora su Invio per creare dello spazio in cui incollare questo codice.

<!-- No Blogger Banner Inizio -->
    <script type='text/javascript'>cookieChoices = {};</script>
<!-- No Blogger Banner Fine -->

Si va poi in alto a destra e si clicca sulla icona del floppy disc per salvare il Tema. La prima e la terza riga colorate di verde sono dei commenti e servono solo per ritrovare il codice più facilmente ma non sono essenziali.

Se adesso apriamo una qualsiasi pagina del nostro blog su Blogger con una scheda in Incognito, non visualizzeremo più il banner nativo di Blogger. Non resta che aggiungere quello di Google Adsense.

BANNER GDPR DI GOOGLE ADSENSE

Si accede a Adsense con il nostro account quindi si va su Annunci in alto a sinistra. In Panoramica si sceglie la scheda Per Sito. Si clicca quindi sulla icona della matita accanto al sito a cui aggiungere il banner.

Si aprirà la pagina in cui attivare o disattivare gli annunci automatici. Non è necessario attivare tali annunci per visualizzare il banner GDPR però è necessario che nel nostro Tema sia presente un codice Adsense qualsiasi.

Al centro della pagina verrà mostrata l'anteprima del nostro sito da desktop e mobile. Nella colonna di destra ci sono due schede: Impostazioni Annunci e Altre Funzionalità. La prima scheda serve per gli annunci automatici.

Si clicca sulla seconda scheda per poi attivare il cursore Messaggio per il consenso GDPR.

messaggio per il consenso GDPR

Si visualizzerà un modulo in cui incollare l'indirizzo della nostra Informativa Estesa. Tale indirizzo può anche essere cambiato in futuro andando sulla icona della matita accanto al dominio del sito. Si va su Conferma. In alto della scheda Altre funzionalità si clicca su Ulteriori Informazioni per aprire una pagina con le istruzioni.

Ci sono due opzioni di consenso:

  1. ① Acconsenti o ② Gestisci le opzioni
  2. ① Acconsenti, ② Nega il consenso o ③ Gestisci le opzioni.

Al centro della pagina verrà mostrata l'anteprima su browser desktop e mobile. Si clicca su Applica al sito.

Se adesso apriamo il nostro sito con una scheda in incognito, visualizzeremo il banner del GDPR di Adsense. Il lettore potrà andare su Acconsento per continuare la navigazione oppure su Gestisci le opzioni per selezionare i cookie da archiviare nel browser. Il messaggio può anche essere personalizzato da parte del publisher.

PERSONALIZZARE IL BANNER PER IL GDPR DI ADSENSE

Dopo essere andati su Applica al Sito verrà creato automaticamente un account Funding Choises. Si tratta di un servizio simile a Iubenda solo che è di proprietà di Google ed è gratuito. L'account sarà associato al nostro pub- ID di Adsense. Vi si potrà accedere automaticamente. Saranno elencati tutti i siti che vi abbiamo associato.

Accanto a ogni sito ci sarà la scritta Attivo se vi abbiamo applicato il banner. Si clicca sopra al dominio del sito.

personalizzazione messaggio GDPR

Ci sono due opzioni distinte a seconda che si abbia scelta o meno l'opzione Nega il consenso. La terza opzione, Messaggio sulla Privacy in conformità al CCPA, riguarda una disposizione dello stato della California.

Personalmente non l'ho abilitato perché dubito di avere molti lettori da quelle parti però per maggiori informazioni si può consultare la pagina sulle Impostazioni della Privacy per il CCPA che consente agli utenti di disattivare la vendita delle loro informazioni personali mostrando loro il link "Non vendere i miei dati personali".

Si clicca su Messaggio GDPR per aprire una finestra in cui personalizzare il messaggio stesso. Consiglio di non modificare il testo del messaggio anche se lo si può fare seguendo le istruzioni dello stesso Google.

Si può però facilmente aggiungere  il logo del nostro sito nella parte alta del messaggio. L'Editor di Funding Choises è formato da tre step. Il testo lo si modifica nel secondo, Gestisci le Opzioni, cliccando sulla matita accanto a ciascuna porzione di testo che è modificabile. In Richiesta di consenso si agisce invece sull'aspetto.

modificare aspetto del banner GDPR

Si possono modificare colori, famiglia di font e allineamento di tutti gli elementi: Titolo, Intestazione, Corpo e Pulsanti. In Intestazione, se si attiva il cursore Elemento Logo si può selezionare una immagine dal computer e visualizzarla nella parte alta del messaggio. Di default viene allineata al centro e, tramite il cursore, se ne può regolare la dimensione. Si va in alto a destra su Salva per salvare le modifiche apportate.

Le Opzioni Fornitori mostrano anche la durata in giorni dei cookie che ciascuno di essi invia al nostro browser. Dopo ogni modifica salvata potrebbero essere necessari dieci minuti per vederla applicata al sito.



11 commenti :

  1. Cosa deve fare chi non utilizza adsense e non ha un sito monetizzato?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Niente. Il banner di Blogger ritengo sia sufficiente. Non ci sono annunci quindi non c'è profilazione degli interessi
      @#

      Elimina
    2. Ernesto buongiorno, ho attivo Adsense ma per ora non ho banner sul blog stando io in stand by con la nail art... potrei lasciare il banner vecchio secondo te? Grazie. Roberta

      Elimina
  2. Il link dell'informativa estesa dove viene visualizzato? Io non lo trovo nemmeno nel tuo blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non c'è. Bisogna inserire il suo URL ma anch'io non ho trovato il pulsante per aprire l'informativa estesa. Potrebbe essere una dimenticanza oppure non servire visto che vengono prese in esame tutte le possibili opzioni di personalizzazioni degli annunci. Ho mandato un feedback, non so quanto possa incidere.
      @#

      Elimina
  3. Ernesto, stai perdendo colpi 🙂.. L'informativa estesa di ogni sito si apre cliccando su 'Norme sulla privacy', link che appare, ad esempio, espandendo nella home del banner la voce 'In che modo posso modificare la mia scelta' in 'Ulteriori informazioni'.

    RispondiElimina
  4. Ernesto ciao, ho attivo Adsense ma non ho banner sul blog per ora, dato che sono in pausa con la nail art. Secondo te potrei lasciare il banner vecchio? Grazie.
    Roberta
    p.s. da Chrome non mi fa lasciare commenti, come mai?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se non hai annunci basta quello di Blogger nativo o personalizzato. Ho dovuto applicare la moderazione dei commenti perché ne ricevevo a centinaia di spam. Forse è per quello che non vedi il commento ma dopo la moderazione viene pubblicato.
      @#

      Elimina
    2. Sì, ora lo vedo, scusa è commento doppione. Grazie mille.

      Elimina
  5. Ernesto, se non ci fossi, bisognerebbe inventarti!! Grazie!

    RispondiElimina

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti.
Info sulla Privacy