Pubblicato il 05/05/21 - aggiornato il  | Nessun commento :

Come usare il filtro Time Remap di Shotcut

Come usare il filtro Time Remap di Shotcut per velocizzare, rallentare, frizzare o far andare al contrario parti di un video anche con i keyframes

Il 2 Maggio scorso il video editor Shotcut ha ricevuto l'aggiornamento alla versione 21.05.01 che ha introdotto una interessante novità, oltre a risolvere numerosi bug. Chi volesse conoscere le nuove funzionalità nel dettaglio può consultare la relativa pagina del Blog di Shotcut. La nuova funzione a cui ho fatto riferimento non è stata ancora tradotta in italiano e viene chiamata Time Remap. Non escludo che in seguito tale espressione venga tradotta.

L'aggiunta del Time Remap ha comportato l'inserimento della nuova scheda Time nelle categorie dei Filtri che potevano già contare sulle schede Favorito, Video e Audio. La scheda Time al momento contiene solo il filtro Time Remap che sarà l'oggetto di questo articolo. L'aggiunta della scheda Time comporta un piccolo problema.

Se si salva un progetto in formato .MLT con questa nuova versione, andando su File -> Salva come, il file relativo non potrà essere caricato su una vecchia versione di Shotcut, come potrebbe essere quella portatile installata per poter usufruire dei Filtri Testo:3D e Testo: HTML. Il filtro Time Remap, per essere applicato, ha bisogno della funzionalità dei Fotogrammi Chiave. Inoltre, per poter essere attivato, occorre che le clip non posseggano Fotogrammi di tipo B. Faccio un breve inciso per spiegare la differenza tra le varie tipologie di fotogrammi.

I fotogrammi di tipo I sono i meno compressi e non richiedono i dati di altri fotogrammi per essere decodificati. I fotogrammi di tipo P sono più compressi e richiedono i dati dei fotogrammi precedenti per la loro decodifica. Infine i fotogrammi di tipo B sono i più compressi e per la loro decodifica richiedono i dati dei fotogrammi precedenti e successivi. Vengono spesso indicati più sinteticamente con la loro espressione inglese rispettivamente come I‑frame (Intra-coded frame), P‑frame (Predicted frame) e B-frame (Bi-predictive picture).

Per installare la nuova versione di Shotcut non occorre disinstallare la precedente. Si apre la home del programma dal precedente link e si va sul link Click to Download. Si sceglie il file di installazione adatto al nostro sistema operativo Windows, Mac o Linux. Un utente Windows scaricherà il file Windows Installer da uno dei due siti mirror FossHub e GitHub del tutto equivalenti. Si tratta di un file in formato .exe su cui fare un doppio click per poi seguire le finestre di dialogo del wizard per completare il processo di installazione che non desta problemi.

Ho pubblicato sul Canale Youtube un tutorial che illustra come applicare il Filtro Time Remap di Shotcut.



Si fa andare Shotcut e, come al solito, nella scheda Editing, si clicca su Elenco Riproduzione sotto al menù. Nella finestra che si apre in alto a sinistra, si trascina il file video su cui operare. Sempre con il drag & drop del cursore, si aggiunge tale file in basso nella Timeline. Verrà creata automaticamente una traccia video.

Si seleziona con un click la clip aggiunta e si va su Filtri per poi cliccare sul pulsante del Più. Insieme alle schede Favorito, Video e Audio, ci sarà pure la scheda Time. Ci si clicca sopra. Conterrà solo il filtro Time Remap.  

applicare il time remap con shotcut

Ci si clicca sopra per aggiungerlo al filmato selezionato nella Timeline. Quasi sempre i nostri video conterranno dei B-frame e, in tal caso, visualizzeremo una finestra popup in cui cliccare su OK per convertire il file in un formato con solo fotogrammi di tipo I-frame. Verrà aperto Esplora File (OS Windows) in cui selezionare la cartella di output, mentre il nome del file verrà inserito in automatico come [nome file] - Convertito. Si clicca su OK e si attende la fine della conversione la cui percentuale di completamento viene mostrata nella finestra Attività posta in alto a destra. Nella Timeline il vecchio file sarà sostituito automaticamente da quello convertito.

Adesso potremo tornare su Filtri -> pulsante del Più -> scheda Time -> Time Remap per applicare il filtro.

come applicare il time remap a un video

Il Time Remap può essere applicato in due modi: direttamente dalla finestra di configurazione che si apre nei Filtri oppure   dai Fotogrammi Chiave. Il Time Remap serve per velocizzare o rallentare la riproduzione della clip in determinati punti. Si sposta quindi l'indicatore di riproduzione nel punto in cui operare.

Nella finestra di configurazione si può cliccare sul pulsante del Più per incrementare la durata della clip oppure su quello del Meno per diminuirla. Nel caso in cui il video avesse l'audio, si può mettere la spunta a Enable Pitch compensation per far mantenere all'audio la stessa tonalità. Queste operazioni sono però facilitate se si utilizzano i Keyframes. Si va sul menù su Visualizza -> Fotogrammi Chiave per vederne la Timeline.

Se si applica una modifica nella finestra di configurazione del Time Remap, verrà aggiunto un fotogramma chiave nella Timeline di questi ultimi. Senza alcuna modifica del filtro, sotto alla Timeline, si visualizzerà una linea retta con pendenza costante. Questo significa che la clip verrà riprodotta così come è stata caricata.

spostare indicatore di riproduzione

Se sono state introdotte delle modifiche nella finestra di configurazione del filtro Time Remap, verranno visualizzati i relativi Fotogrammi Chiave sotto forma di rombi. Tali Keyframe possono essere aggiunti anche direttamente dalla Timeline dei Fotogrammi Chiave. Cliccando sull'apposito pulsante verrà aggiunto un Keyframe nella posizione in cui si trova l'indicatore di riproduzione. I Fotogrammi Chiave possono essere selezionati con un click e si può passare da uno all'altro cliccando sui pulsanti direzionali.

Un Keyframe selezionato può essere eliminato andando sul pulsante del Cestino. Si possono spostare lateralmente oppure verticalmente. Con lo spostamento orizzontale il fotogramma chiave agirà in un punto precedente o successivo mentre gli spostamenti verticali servono per velocizzare o rallentare la riproduzione.

Spostando un Keyframe verso l'alto si aumenta la velocità di riproduzione che verrà indicata nella finestra di configurazione. Se un Keyframe si sposta più in basso di quello precedente la clip si riprodurrà al contrario. Se invece due Keyframe si posizionano alla stessa altezza, in quell'intervallo, la clip sarà frizzata, cioè sarà come se si visualizzasse lo stesso fotogramma. Dopo aver inserito e posizionato i fotogrammi chiave, si riproduce la clip per visualizzare il risultato. Il video poi potrà essere salvato come al solito andando su Esporta.

Si sceglie Predefinito su Assortimento per un video in MP4 con codec video H.264 e codec audio AAC. Si clicca su Esporta File, si seleziona la cartella di destinazione, si dà un nome al file e si clicca su Salva. Il processo di codifica del filmato esportato verrà mostrato in percentuale nella finestra Attività in alto a destra.




Nessun commento :

Posta un commento

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti.
Info sulla Privacy