Pubblicato il 14/09/19 - aggiornato il  | Nessun commento :

Evoluzione del nofollow per indicare ai motori la natura dei link

Il nofollow diventerà un suggerimento per i motori di ricerca e sono stati introdotti i nuovi attributi UGC (acronimo di User Generated Content) e sponsored per indicare ai motori la tipologia dei link
L'attributo nofollow fu introdotto quasi 15 anni fa per combattere lo spam nei commenti. In quel periodo era pratica comune inserire dei collegamenti attivi ai nostri siti nei commenti su siti altrui per aumentarne il Page Rank. I link nei commenti furono quindi denotati come nofollow per non far fluire il Page Rank del sito in cui si trovavano alle pagine web collegate.

Successivamente tale attributo è stato usato per indicare ai motori di ricerca i link verso contenuti pubblicitari o sponsorizzati. Il web però si è evoluto e l'attributo nofollow non è più sufficiente per indicare tutti i tipi di collegamenti da non considerare nel fluire del Page Rank.

Con un post sul Google Webmaster Central Blog è stata annunciata una evoluzione del nofollow, che comunque rimane un attributo ancora valido. Una pagina linkata con il nofollow fino ad ora non veniva considerata dai motori, mentre in futuro questo sarà per Google solo un suggerimento. Ricordo che il nofollow può essere inserito in un collegamento utilizzando questo tipo di sintassi nel codice HTML di un link:


<a href="#" rel="nofollow"> Testo di ancoraggio </a>

dove al posto del cancelletto ( # ) va messo l'indirizzo della pagina che verrà aperta cliccando sul link.





Per definire meglio la tipologia dei link sono stati introdotti dei nuovi attributi:

1) rel="sponsored" -  Si può utilizzare questo attributo al posto del nofollow per identificare i collegamenti sul proprio sito in riferimento a annunci pubblicitari, sponsorizzazioni o ad altri accordi di compensazione.

2) rel="UGC" - UGC è l'acronimo di User Generated Content e il valore dell'attributo ugc è consigliato per i collegamenti all'interno del contenuto generato dall'utente, come commenti e post sul forum. P.e. l'amministratore di un sito su Blogger può linkare un commento pubblicato da un lettore inserendo questo attributo.

3) rel="nofollow" - Rimane valido anche il vecchio attributo quando ci si vuole collegare a una pagina senza che questo implichi un qualsiasi tipo di approvazione da parte nostra, compreso il fluire del Page Rank.






Tutti i collegamenti con questi attributi verranno trattati dai motori di ricerca, e segnatamente da Google, come suggerimento su quali considerare e su quali escludere all'interno degli algoritmi di ricerca, ovviamente integrati insieme ai molti altri fattori che vengono presi in esame per l'algoritmo dei risultati di ricerca.

nofollow-seo

La differenza tra i due nuovi attributi, sponsored e UGC con quello nofollow, è che il motore non ignorerà completamente questi link come accadeva con il nofollow. Questi collegamenti infatti potrebbero contenere informazioni preziose che possono aiutare Google a migliorare la ricerca, ad esempio il modo in cui le parole all'interno dei collegamenti descrivono il contenuto. Per questa ragione, oltre al testo di ancoraggio, o anchor text, ritengo sia utile inserire anche l'attributo title con la descrizione della pagina di arrivo del collegamento.

COSA CAMBIA CON QUESTI NUOVI ATTRIBUTI?


1) Occorre cambiare gli attributi nofollow che già esistono nel sito?

Se viene usato il nofollow per indicare i link sponsorizzati o la dubbia qualità della pagina collegata, non è assolutamente necessario modificare i collegamenti nofollow esistenti.

2) Si possono usare più valori rel in un link?

È possibile usare più di un valore in un collegamento. P.e. rel="ugc sponsored" è un attributo del tutto valido che suggerisce che il link proviene da contenuti generati dagli utenti (ugc) ed è sponsorizzato (sponsored).





3) Se sto utilizzando il nofollow per annunci o link sponsorizzati devo modificarli?

Non occorre modificare nulla. Si può continuare a usare il nofollow come metodo per contrassegnare tali collegamenti e quindi evitare possibili penalizzazioni per schemi di link. Non è necessario modificare alcun attributo esistente. Per i link sponsorizzati e per la pubblicità, viene comunque consigliato di usare l'attributo sponsored al posto del nofollow per i link futuri di questo tipo.

4) Devo ancora contrassegnare con tali attributi annunci o link sponsorizzati?

Sì. Se si desidera evitare una possibile penalità per schema di collegamento, si deve usare gli attributi rel="sponsored" o rel="nofollow" per contrassegnare questi link e informare i motori di ricerca. Google preferisce l'uso di "sponsored", ma vanno bene entrambi e saranno trattati allo stesso modo.

5) Cosa rischio se uso un attributo sbagliato al posto di un altro?

Non c'è alcun rischio perché al massimo non verrà considerato il link. Il vero pericolo sta solo nel non contrassegnare link come nofollow o sponsored nel caso lo fossero e potrebbero essere considerati come link venduti.

6) Perché devo conoscere l'esistenza di tali attributi?

L'uso dei nuovi attributi consente ai motori di elaborare meglio i collegamenti per l'analisi del web. Ciò può includere anche i contenuti dei nostri siti, se sono oggetto di link con tali attributi.

7) Questo nuovo approccio di "suggerimento" al posto della "non considerazione" potrebbe incoraggiare lo spam nei link dei commenti o nei contenuti generati dagli utenti?

La maggior parte dei siti che consentono a terzi di contribuire ai contenuti già scoraggiano lo spam dei collegamenti in vari modi, inclusi gli strumenti di moderazione che possono essere integrati in molte piattaforme di blog unitamente a delle revisioni visive. Gli attributi "ugc" e "nofollow" saranno un ulteriore deterrente.

8) Quando entrano in vigore questi nuovi attributi?

Tutti gli attributi dei link, sponsored, ugc e nofollow, già oggi funzionano come suggerimenti. Ai fini della scansione e dell'indicizzazione, il nofollow diventerà un suggerimento a partire dal 1 ° marzo 2020.




Nessun commento :

Posta un commento

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti.
Info sulla Privacy