Pubblicato il 07/03/18 - aggiornato il  | 7 commenti :

Passare a un dominio personalizzato di Blogger con Google Domains

Come configurare il passaggio da un dominio gratuito blogspot.com a uno personalizzato acquistato con Google Domains a 12€ l'anno.
Dallo scorso Dicembre è di nuovo possibile acquistare un dominio personalizzato direttamente da Blogger. La differenza tra un blog gratuito e quello con un dominio personalizzato sta nel suo indirizzo. I blog gratuiti di Blogger hanno come indirizzo generico miosito.blogspot.com mentre quelli con dominio personalizzato hanno come URL www.miosito.com.

L'estensione del dominio gratuito .com si localizza automaticamente, in funzione dell'area geografica del browser che apre il sito. Lo stesso blog di Blogger del tipo blogspot avrà come estensione .it se aperto dall'Italia e .fr se aperto dalla Francia, oppure .es se aperto dalla Spagna e .de se aperto dalla Germania.

Questo avviene tramite un redirect automatico, che può essere impedito da un javascript e che non consiglio di applicare. D'altra parte l'estensione .com del dominio personalizzato è puramente indicativa e può essere sostituita da qualunque estensione disponibile per quel dominio nel Registrar in cui lo abbiamo acquistato (.it, .net, .info, ecc).


Il dominio si può acquistare dove si vuole, per esempio da Tophost, che ha dei prezzi molto vantaggiosi con uno spazio sufficiente anche per blog con molte visualizzazioni. Un'altra scelta che permette di risparmiare, è quella di Google Domains. Si può acquistare il dominio direttamente da Blogger oppure farlo da Google Domains, per poi effettuare la configurazione in un secondo tempo.





Nel precedente post abbiamo visto come acquistare un dominio da Google Domains e in questo vedremo come reindirizzarvi il nostro sito blogspot. Si apre la Bacheca di Blogger e si sceglie Impostazioni -> Base nel blog che si vuole reindirizzare al dominio personalizzato.

reindirizzare-blogspot-google-domains






Su Pubblicazione -> Indirizzo del blog si clicca su +Configura un URL Google Domains per il tuo blog. Se il dominio lo avessimo comperato da un altro Registrar, andremo su Configura un URL di terze parti per il tuo blog. Nel caso di Google Domains verrà rilevato il nome del dominio acquistato. Se ne avessi acquistati più di uno, devi cliccare sulla freccetta verticale per scegliere quello verso cui impostare il redirect

sottodominio-blogger

Si dovrà solo digitare il sottodominio con cui visualizzare il blog, solitamente www quindi si va su Salva. Andando su Bacheca -> Post e cliccando su Visualizza sotto a un qualsiasi post, verrà aperta questa pagina

reindirizzamento

in cui i lettori verranno informati del reindirizzamento. Si clicca su per aprire il post. Niente paura, questa pagina di avviso del redirect durerà un tempo molto breve e dopo poco il redirect sarà automatico.

COME IMPOSTARE LA CONNESSIONE HTTPS


Nella Bacheca su Impostazioni -> Base viene mostrato un avviso sulla indisponibilità della connessione protetta HTTPS per i domini personalizzati. Si può però bypassare la difficoltà aprendo la versione sperimentale di Blogger ovvero Blogger in Draft. Infatti in questa versione esiste già la disponibilità HTTPS.

https-disponibilità

Su Disponibilità HTTPS si sceglie l'opzione . Ci sarà una elaborazione della richiesta

elaborazione-richiesta-https

Si torna dopo qualche minuto per controllare che il processo di passaggio alla connessione HTTPS sia terminato. Sarà quindi attivabile il Reindirizzamento HTTPS da spostare sul Sì. Per maggiori informazioni consultate il post su Come attivare la Connessione HTTPS nei domini personalizzati di Blogger. Se adesso andate su Bacheca -> Post e cliccate su Visualizza sotto uno di essi, si aprirà la pagina con URL che inizia con https:// e con la scritta Sicuro con il lucchetto visibile su Chrome, anche da mobile, e con solo il lucchetto su Firefox.




7 commenti :

  1. Considero un buon segno la possibilità di registrare nuovamente i domini con google e anche l'introduzione dell'https. Questo significa che google continua a investire nei blog, molti li consideravano già rami morti da tagliare.

    RispondiElimina
  2. Portano soldi, non saranno mai tagliati. Questa sorte toccherà ai rami secchi, servizi gratuiti in pedita come già successo con Google Reader, Google Code, ecc. Credo rischi Feedburner
    @#

    RispondiElimina
  3. Si è anche il mio pensiero, ma leggendo altri blog pro Wordpress li davano quasi per spacciati. E' vero, wordpress pare essere il più utilizzato, ma io con blogger mi trovo benissimo e non vorrei dover cambiare. Approfitto ancora della tua conoscenza di entrambe le piattaforme per chiederti... su wordpress esistono i pingback, e parlando con un'altra blogger ho capito che possono essere usati anche per costruire la rete di link interni, vengono riconosciuti come tali su entrambi i post? Sarebbe comodissimo su blogger perché ogni volta che aggiungo un post devo aprirne altri 5 o 6 per linkarlo nelle parole pertinenti. Però è anche vero che un link generico a fondo pagina forse non ha lo stesso valore di un link apposto su parola specifica...

    RispondiElimina
  4. Io linko i vecchi post in sutomautom con la funzione automatic link di Open Live Writer
    https://www.ideepercomputeredinternet.com/2017/02/open-live-writer-opzioni-blogger-wordpress.html
    Senza esagerare e cambiando ogni tanto l'anchor text
    @#

    RispondiElimina
  5. Che succede se uno non rinnova dopo un anno? Si torna al dominio con blogspot?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il dominio blogspot rimane sempre vita natural durante
      @#

      Elimina

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti.
Info sulla Privacy