Pubblicato il 22/07/17 - aggiornato il  | Nessun commento :

5 browser per Android che supportano TOR per navigare in incognito.

Come navigare in incognito senza salvare cookie e cronologia in Android usando uno dei 5 browser che supportano la rete TOR.
Il progetto TOR è nato per difendere l'anonimato in rete e, attraverso dei nodi simili al P2P, viene configurata una rete di server degli utenti connessi che ci permette di accedere a internet senza che sia possibile rilevare la nostra posizione reale ma solo i collegamenti che sono stati creati dalla rete di server.

Il network TOR è fondamentale anche per accedere a quello che viene definito Deep Web ovvero l'internet nascosto che pare sia decine di volte più frequentato di quello propriamente detto. Sempre con TOR si può accedere anche al Dark Web che è la parte più oscura del Deep Web ed è quella in cui prosperano anche interessi criminali.

Tutti i principali browser offrono quella che viene chiamata la Navigazione Privata o In Incognito che si può attivare appunto aprendo una scheda di Private Browsing che non accetterà cookie e non salverà le pagine visitate nella Cronologia. Con questa modalità il browser non memorizza un record dei siti che sono stati visitati ma queste informazioni possono essere ricavate da altre fonti come il provider internet, il datore di lavoro, se si usa il computer dell'ufficio, e i siti web che si visitano. Si possono però scaricare file dalle pagine aperte e si possono anche aggiungere nei Preferiti.


Abbiamo già visto come da desktop si possa migliorare questo standard di sicurezza usando uno dei cinque browser che servono proprio per una navigazione in incognito sul tipo di quella offerta da TOR.





Anche la navigazione da dispositivi mobili Android può essere resa più sicura con dei browser che supportano la rete TOR. Anche se non è necessaria per tutti i browser che andrò a elencare è consigliato installare l'app Orbot che usa TOR per cifrare il traffico internet. Ecco un elenco dei 5 browser Android per la navigazione privata.

1) FIRE.ONION (BROWSER + TOR)


Le pagine del Deep Web hanno la estensione .onion ed è da questo che prende il nome il browser Fire.onion che ha il supporto nativo a TOR e non è quindi necessario installare nessun'altra app per utilizzare i nodi di TOR.

fire.onion


Il motore di ricerca di default è DuckDuckGo che è specifico per chi voglia fare ricerche in sicurezza e che non traccia gli utenti. Andando in alto a destra si visualizza il menù in cui scegliere Schede, Preferiti, Downloads, Impostazioni, New Identity e Exit.

In Settings si può decidere di caricare o meno i javascript delle pagine, usare il Mobile User Agent, permettere la localizzazione o gli screenshot, ecc. Andando su New Identity si riavvia il browser e ci si riconnette con una nuova identità e un nuovo circuito TOR.






2) ORFOX TOR BROWSER PER ANDROID


Anche Orfox lavora con la rete TOR per mantenere la sicurezza e la privacy. Non lo supporta però nativamente a differenza di Fire.onion e quindi per usare questo browser occorre la già citata app Orbot.

orfox

Il motore di ricerca di riferimento è sempre DuckDuckGo. Dopo aver installato e aperto Orfox si apre anche Orbot e si connette a TOR. Cliccando sul pulsante Browse di Orbot si aprirà Orfox che potrà quindi essere usato per navigare in incognito. Altre caratteristiche di Orfox:
  1. Navigazione a schermo intero
  2. Può salvare collegamenti fino alla prossima apertura di Orfox
  3. Homepage completamente personalizzabile
  4. Disabilita i cookie
  5. Gestisce gli accessi
  6. Si può proteggere Orfox con password
  7. Cancella Cronologia di navigazione, di ricerca, di cache, ecc.





3) INBROWSER


InBrowser è un altra app che utilizza i server e i nodi di TOR ma non lo supporta nativamente quindi ha bisogno della applicazione Orbot già menzionata. Supporta la lingua italiana.

inbrowser

Nella sua descrizione  su Google Play questo browser viene definito come quello perfetto per visitare siti per adulti, siti per incontri, siti medici, controllare Facebook nel dispositivo di un amico e guardare video senza che nessuno lo scopra. Come motori di ricerca oltre al solito DuckDuckGo supporta anche StartPage, Bing e Google.

Dopo aver aperto le impostazioni basta abilitare l'opzione TOR Support Via Orbot. Altre caratteristiche:
  1. I dati di navigazione vengono eliminati automaticamente all'uscita dall'app
  2. Si può modificare l'User Agent e simulare di essere su un iPhone, su Chrome, ecc
  3. Integra l'app LastPass per generare password forti
  4. Rende il tracciamento web molto più difficile aggiungendo una stringa casuale all'User Agent.

4) LIGHTNING WEB BROWSER


Lightning Web Browser è un altro browser che supporta TOR via Orbot. Utilizza il motore di rendering del tipo Webkit come Chromium e quindi l'esperienza di navigazione è più morbida.

lightning-web-browser


Il motore di ricerca di default è Google. La cosa più positiva è la grande semplicità di questo browser. Si apre Orbot e si connette a TOR quindi si apre Lightning Web Browser e si naviga. Ecco le altre sue caratteristiche:
  1. Blocca immagini e javascript
  2. Può cambiare User Agent simulando di essere su desktop o su altro dispositivo
  3. Importa e Esporta i Segnalibri
  4. Blocca i cookie di terze parti e la richiesta di localizzazione
  5. Elimina cache, cronologia e memorizzazione all'uscita dalla app.

5) MINT BROWSER


Mint Browser - Secure & Fast va usato insieme a Orbot come gli altri browser ad eccezione di Fire.onion. Dalle opzioni di questo browser si deve selezionare quella per abilitare TOR per iniziare a navigare.

mint-browser

Mint Browser ha le funzioni standard dei browser quali la gestione dei Segnalibri, download dei file, ricerca in incognito. In aggiunta ecco le sue altre principali caratteristiche:
  1. Esperienza di navigazione veloce e bel layout
  2. Cancella automaticamente i cookie all'uscita dalla app
  3. Blocco annunci incorporato
  4. Durante la navigazione si possono prendere appunti
  5. Scansiona le impronte digitali
In conclusione tra i 5 browser che ho presentato quello che è da usare per primo è sicuramente Fire.onion per il suo supporto diretto a TOR. Se siete interessati a caratteristiche aggiuntive quali quelle offerte dai browser alternativi allora potete provarli per scegliere la soluzione per voi più efficace.




Nessun commento :

Posta un commento

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti. Se ti ho aiutato con il post o con le risposte ai commenti condividi su Facebook o su Twitter. Grazie.