Pubblicato il 03/07/15e aggiornato il

Come accedere al Web nascosto con Tor Browser.

Come navigare in incognito con il browser TOR e come accedere alla parte nascosta del web (Deep Web, Darknet)
Alcuni quotidiani hanno recentemente pubblicato una notizia secondo cui il web nascosto, o Deep Web, o Darknet sarebbe circa 10-20 volte più grande del web visibile. Sono francamente perplesso su questo dato ma indubbiamente si tratta di un fenomeno di grossa entità.

L'accesso a questa parte oscura del web non è vietato e può essere fatto da chiunque, sono invece naturalmente contro la legge le pratiche illegali che possono essere fatte sfruttando l'anonimato che offre questo tipo di connessione. Il Deep Web è però anche utilizzato a fini positivi dai giornalisti quando si trovano in situazioni di pericolo e dagli stessi militari. È certo che anche gli specialisti delle forze dell'ordine frequentino i meandri del web nascosto per rintracciare terroristi, trafficanti e malviventi di tutti i tipi che lo usano per le loro transazioni commerciali specialmente in bitcoin.

PROGETTO TOR


Da diversi anni è attivo il Tor Project che si ripromette di difendere l'anonimato in rete. Con una sorta di P2P vengono creati dagli utenti dei nodi per formare una rete di server in modo da accedere al web senza che venga rilevata la posizione reale ma solo dei collegamenti virtuali che possono essere anche dall'altra parte del mondo. Tor viene utilizzato oltre che da giornalisti anche da organizzazioni non governative per interagire con i loro membri senza far conoscere al paese nel quale risiedono la loro presenza. Anche le imprese possono utilizzare questo strumento per analizzare la concorrenza e per proteggere informazioni sensibili quali i brevetti industriali.

Per accedere alla rete in modo anonimo bisogna quindi scaricare Tor Browser nella versione adatta al vostro sistema operativo e alla vostra lingua.

tor-browser

Dopo il download si farà doppio click suk file .exe per procedere alla installazione. Si sceglie la lingua italiana si seleziona la cartella in cui installare TOR che di default verrà creata nel desktop

cartella-tor

Si va su Installa per procedere nella installazione. Si aprirà quindi una finestra di configurazione in cui andare su Connetti se non siamo in una situazione particolare tale da configurare un server proxy

connetti-tor-browser

Si aprirà TOR Browser che non è altro che una versione rivisitata di Firefox.


tor-browser[4]

Come Firefox può essere personalizzato e vi si possono importare i nostri preferiti per navigare in incognito. Oltre che per navigare anonimi si può anche accedere al web nascosto.

DEEP WEB


Le pagine del web nascosto non sono come quelle a cui siamo abituati ma hanno una estensione .onion che è uno pseudo-dominio top-level creato appunto nel 2004 dal network TOR. Anche alcuni siti di primissima grandezza hanno un dominio con estensione .onion. Facebook per esempio si può raggiungere con il TOR Browser a questo indirizzo facebookcorewwwi.onion.


facebook-tor-browser

Le pagine del Deep Web non vengono indicizzate da Google ma è disponibile il motore Torch a questo indirizzo xmh57jrzrnw6insl.onion. C'è anche Hidden Wiki che nello stile di Wikipedia è un elenco di link a forum, punti di incontro e altre risorse a cui si può accedere da questa pagina zqktlwi4fecvo6ri.onion/wiki/index.php/Main_Page. Un elenco simile di link si può trovare anche su Onion Anonymity in questa pagina 32rfckwuorlf4dlv.onion.

NAVIGARE IN INCOGNITO CON ANDROID E IOS


Oltre che con il computer si può accedere alla rete TOR con dei browser presente su Google Play e su AppStore. Per Android si installa Orbot che è il client ufficiale di TOR. Dopo esserti connesso puoi usarlo anche senza permessi di root. Per connetterti al web nascosto devi tenere premuta l'icona Power per qualche secondo quindi andare su Check Browser per aprire l'app OrWeb che dovrai aver già scaricato. Con iPhone e iPad si installa invece Onion Browser che costa 0.99 dollari.

Mi rendo conto che la curiosità non è solo donna e che dare uno sguardo al web nascosto tanto per vedere di cosa si tratta è cosa concepibile. Però una occhiata deve essere più che sufficiente. I pericoli classici di internet riguardo a virus, phishing, furti di identità o peggio sono naturalmente enormemente più grandi nel Deep Web rispetto a una normale connessione. Ricordo poi che le forze dell'ordine sono assolutamente consapevoli della sua esistenza e che non si tratta di un porto franco. Inoltre voglio specificare che queste brevi informazioni le ho riportate solo a titolo di curiosità, non mi assumo responsabilità dell'uso che ne verrà fatto e non è assolutamente mia intenzione promuovere nulla che sia illegale anche incidentalmente.




Nessun commento :

Posta un commento

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti. Se ti ho aiutato con il post o con le risposte ai commenti condividi su Facebook o su Twitter. Grazie.