Pubblicato il 12/04/17 - aggiornato il  | Nessun commento :

Come fare il backup di smartphone e tablet Android anche senza root.

Come effettuare il backup di un telefonino o tablet Android utilizzando gli strumenti di Google, in modo manuale con AirDroid o con l'app Helium.
Il backup dei file presenti in un computer è una operazione necessaria per non perderli se il computer smettesse di funzionare. Con Windows 10 possiamo anche creare una immagine di sistema che non è altro che un backup di tutto quello che è presente nel computer per un eventuale ripristino.

Il backup di un dispositivo Android è importante quando dovessimo essere costretti a ripristinare le impostazioni di fabbrica cioè riportare il telefonino o lo smartphone nella stessa condizione di quando lo abbiamo acquistato. Evidentemente avrà solo le applicazioni installate di default senza tutte quelle che abbiamo aggiunto in mesi o anni di utilizzo. Per velocizzare le nuove installazioni delle app e per non perdere foto, video o documenti dobbiamo procedere al backup del dispositivo mobile che può essere fatto con diverse modalità.

Per far ritornare il telefonino alle impostazioni di fabbrica si va su Impostazioni -> Backup e ripristino -> Ripristino dati di fabbrica.  Prima di prendere questa decisione è quindi opportuno salvare tutti i file che ci servono. Vediamo alcuni metodi applicabili a un dispositivo Android senza permessi di root.






BACKUP CON L'ACCOUNT GOOGLE


L'account Google come è noto permette la sincronizzazione di Preferiti, Estensioni e di altre impostazioni del browser Chrome. Per utilizzare un dispositivo Android è necessario avere un account Google che possiamo usare per salvare nel cloud molti dati del telefono.

backup-automatico-android






Si va su Impostazioni -> Backup e Ripristino e si tocca su Backup dei miei dati per visualizzare la scritta ON. Verranno quindi salvate le password di accesso al Wi-Fi, la cronologia delle chiamate, impostazioni e file archiviati dalle app, ecc. Questi dati saranno salvati periodicamente in remoto dai server di Google e potranno essere ripristinati.

backup-google






Si possono anche selezionare i dati da sincronizzare nel cloud e visualizzare la data dell'ultima sincronizzazione. Si va su Impostazioni -> Account -> Google e si attiva o disattiva il cursore delle app di Google da sincronizzare. Ce ne sono di moltissime: Calendario, Chrome, Contatti, Dettagli Persone, Documenti, Drive, Fogli, Gmail, Google Play Edicola, Google Play Libri, Google Play Musica, Google+, Inbox, Keep, Notizie e Meteo, Presentazioni.

SINCRONIZZAZIONE DI GOOGLE FOTO


Recentemente Google Foto è stato svincolato da Google+ quindi va controllato se è attiva la sincronizzazione. Si apre l'app Foto quindi si va sul menù in alto a sinistra, si sceglie Impostazioni

sincronizzazione-google-foto

quindi si attiva Backup e Sincronizzazione. Va ricordato che la sincronizzazione su Google Foto permette di salvare automaticamente nell'account ogni foto scattata che poi sarà visibile anche da altre postazioni dopo l'accesso con lo stesso account. Le foto possono essere salvate privatamente o pubblicamente.

Quando accederemo a un dispositivo Android con lo stesso account ci verrà chiesto se ripristinare i dati del backup salvati nel cloud e in questo modo non perderemo praticamente nulla dopo che avremo riportato il telefono alle impostazioni di fabbrica o dopo che lo avremo sostituito con un altro nuovo.

BACKUP MANUALE


Se vi interessa salvare una particolare cartella del telefonino che contiene video, foto o documenti di particolare interesse potete collegare il dispositivo al computer con un cavo USB dopo aver installato il driver relativo al vostro  dispositivo. Leggi p.e. come collegare con il PC lo smartphone One Plus 3.

Se non riuscite a trovare il driver giusto potete usare l'ottima app AirDroid che consente di copiare file e cartelle del dispositivo mobile nel computer con una semplice azione di copia incolla.

BACKUP CON L'APPLICAZIONE HELIUM


Se non si possiedono i permessi di root del telefonino che quindi non è sbloccato, la scelta delle applicazioni da usare per effettuare il backup si riduce a una soltanto.

Helium AppSync & Backup è una app gratuita che contiene annunci e che permette di creare un backup del nostro dispositivo Android. Le istruzioni di utilizzo di questa app si trovano su GitHub. Occorre installare Helium su Android e sul PC. Si raccomanda di farlo attraverso l'applicazione di Chrome Helium Backup. L'app Helium Backup aggiungerà una icona nella pagina delle app chrome://apps/.

Si connette il dispositivo via USB quindi si apre l'app di Chrome o quella di Windows dopo averla installata. Dobbiamo seguire le indicazioni che appaiono nella app di Helium nel telefonino

helium

Ci verrà chiesto di abilitare il debug USB per poi ricevere il messaggio che è stato abilitato il backup delle app Android. Si selezionano le app quindi si va su Backup. Si sceglie quindi la destinazione del backup: Memoria interna, Backup programmato o un account di un servizio di Cloud Storage da abilitare come Google Drive, Dropbox o Box. Alla fine del backup si potranno ripristinare le app salvate toccando la scheda Ripristino e Sincronizzazione che si trova accanto a Backup. Se si sono effettuati più backup si può scegliere quello da ripristinare. Helium può essere aggiuntivo al backup di Google per ripristinare app non supportate dall'account Google perché installate al di fuori di Google Play. Concludo ricordando che esistono delle impostazioni specifiche per effettuare il backup delle conversazioni su WhatsApp




Nessun commento :

Posta un commento

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti. Se ti ho aiutato con il post o con le risposte ai commenti condividi su Facebook o su Twitter. Grazie.