Pubblicato il 14/06/16e aggiornato il

Come creare un immagine di sistema con Windows 10.

Come creare una immagine di sistema di un PC Windows 10 e salvarla in un hard disc esterno per ripristinarlo esattamente come era.
Anche se i computer costano meno rispetto a qualche anno fa è bene prendere tutte le precauzioni per farli durare il più a lungo possibile soprattutto se sono di alta gamma. Quindi oltre a navigare con accortezza per evitare virus e malware è ben impostare tutti gli strumenti di ripristino per farli ritornare a nuova vita nel caso avessero dei problemi.

Abbiamo già visto come creare un punto di ripristino su Windows 10 che serve però solo se si può accedere al Pannello di Controllo. Se non siamo in grado di avviare il computer allora è fondamentale aver creato una unità di ripristino per aprire Windows da una chiavetta USB da 32GB.

In questo articolo illustreremo quella che è l’ultima precauzione da prendere per salvare i file e i programmi presenti nel PC. Si tratta in sostanza di creare una perfetta copia di tutto quello che è presente nel disco rigido in modo da poterlo ripristinare esattamente come era quando abbiamo creato l’immagine. Prima di procedere è bene ripulire il computer di tutto quello che è inutile come programmi che non usiamo più, file presenti nel Cestino o i dati di navigazione. Per fare le cose più veloci possiamo usare un programma come CCleaner che serve proprio a questo scopo.

Su Windows 10 come negli OS precedenti è possibile creare una immagine di sistema in modo molto semplice che può essere salvata in una serie di DVD, in un hard-disc esterno o anche nel cloud se abbiamo uno spazio sufficiente a disposizione. La scelta più logica è quella di un disco rigido esterno che può essere usato anche per altre tipologie di archiviazione. 

Si accede al Pannello di Controllo e nel campo del percorso si incolla questa stringa

Pannello di controllo\Sistema e sicurezza\Backup e ripristino (Windows 7)

che dà l’idea come la procedura sia rimasta invariata negli ultimi due sistemi operativi di casa Microsoft. Si aprirà una finestra di configurazione come questa 

immagine-sistema-windows10

in cui cliccare su Crea immagine di sistema. Subito dopo collegate l’hard-disc esterno con un cavetto USB. Il sistema lo rileverà e mostrerà un’altra finestra simile a questa

immagine-sistema-hard-disc

Se preferite usare i DVD o il percorso di rete mettete la spunta in una delle altre opzioni. Si va su Avanti e ci verrà mostrato lo spazio richiesto e quello disponibile nell’hard-disc.

immagine-ripristino-sistema

Si va ancora su Avanti e nella finestra successiva ci sarà data conferma delle unità che verranno copiate. Si andrà su Avvia backup per iniziare a copiare tutto quello che c’è nel PC. Vedremo il procedere del backup e quando è finito potremo cliccare su Chiudi.

creare-immagine-sistema-window10 

Ci sarà anche mostrato un messaggio per creare un disco di ripristino necessario per avviare il computer, operazione che abbiamo già visto in un post precedente. Quando creeremo una nuova immagine di sistema potremo salvarla nello stesso hard-disc esterno. L’immagine vecchia sarà sovrascritta in modo automatico da quella nuova per risparmiare spazio.

RIPRISTINO DELLA IMMAGINE DI SISTEMA


Per ripristinare il computer alla situazione precisa di quando abbiamo creato l’immagine dovremo innanzitutto avviarlo e questo sarà possibile con la unità di ripristino. Il computer rileverà l’unità di ripristino e ci chiederà di premere un tasto qualsiasi per procedere con il ripristino. Ci verrà chiesto di scegliere la lingua per poi andare su Risoluzione dei problemi –> Opzioni avanzate. Tra le opzioni avanzate potremo scegliere tra il ripristino da un punto di ripristino registrato nel PC, il ripristino dell’Avvio e il ripristino immagine del sistema. Sarà proprio questa ultima opzione che sceglieremo nel caso volessimo riportare il PC nella situazione in cui abbiamo creato l’immagine. Ovviamente va collegato l’hard-disc in cui è presente l’immagine di sistema da ripristinare.




Nessun commento :

Posta un commento

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti. Se ti ho aiutato con il post o con le risposte ai commenti condividi su Facebook o su Twitter. Grazie.