Pubblicato il 24/11/16e aggiornato il

Google Sites nuova versione per creare gratis siti statici.

Come creare e pubblicare un sito statico con Google Sites e come integrare questo servizio a Blogger, Google Drive, Youtube, Maps, ecc.
Un blog creato con un CMS come Blogger o Wordpress è un sito cosiddetto dinamico perché i contenuti presenti nella homepage cambiano via via che se ne pubblicano di nuovi. C'è da dire che con Wordpress oltre ai blog si possono creare siti di altro genere.

I siti statici sono invece quelli formati da pagine web che sostanzialmente non variano nel tempo. Naturalmente si possono modificare ma i contenuti non sono automaticamente aggiornati. Mentre un blog è uno strumento utile se si vogliono pubblicare articoli con una certa frequenza, i siti statici sono utilizzati come portali di imprese o come landing page di professionisti.

Mentre Blogger è la piattaforma di Google per la creazione di siti dinamici, Google Sites lo è per la creazione di siti statici. Recentemente questa piattaforma ha avuto un aggiornamento che ha introdotto delle novità interessanti specie per la condivisione in team e per la creazione di siti per il commercio.

Nella colonna di sinistra della nuova versione di Google Sites è comunque presente il link per tornare alla vecchia versione fino a che non si abbia preso pratica con la nuova. D'altra parte nella vecchia versione c'è un link gemello che ci fa passare alla nuova interfaccia.






Con la nuova versione di Google Sites si crea una pagina web come fosse un documento o una presentazione. Si fa click sulla icona del più ( + ) in basso per creare il nostro primo sito

google-sites-interfaccia

Nella finestra successiva si digita il titolo della pagina web e si può anche aggiungere una immagine di intestazione della pagina. Sulla destra sono presenti molti servizi di Google a cui accedere per inserire Immagini, video di Youtube, Calendari, Mappe e file di Google Drive.

titolo-inserimenti-pagina






Gli inserimenti potranno essere trascinati e posizionati nella pagina che sarà la Home del sito.

google-sites-pagine-temi

Su Temi si può scegliere il tema preferito per il nostro sito tra Semplice, Aristotele, Diplomatico, Livellato, Impressione. Si può anche selezionare lo stile del carattere e il colore del Tema. Su Pagine si possono aggiungere al sito altre pagine cliccando sulla apposita icona.

google-sites-pagine-interne

Si può digitare il testo o incollarlo nelle pagine create. Quello che manca è un Editor integrato. Si può però usare Google Drive per creare le pagine per poi importarle su Google Sites. Quando siamo soddisfatti si va su Pubblica per mettere online il sito. Prima di farlo però si può andare su Anteprima, icona dell'occhio, per visualizzarlo prima della pubblicazione. È interessante anche la icona accanto a Pubblica che serve per aggiungere altri Editor vale a dire altri utenti di Google Sites a cui dare delle autorizzazioni per modificare il sito. Dovremo digitare la parte finale dell'indirizzo

pubblicare-siti-google-sites 

e controllare che l'URL sia disponibile quindi si va su Pubblica. Si clicca quindi sulla freccetta verticale accanto a Pubblica e si sceglie Visualizza sito pubblicato.

google-sites-siti-statici

L'indirizzo del sito sarà di terzo livello e avrà questa struttura

https://sites.google.com/view/nomesito/home

per la homepage e quest'altra

https://sites.google.com/view/nomesito/nomepagina

per le pagine collegate.

Tutti i siti creati con la nuova versione verranno mostrati nella Home di Google Sites con una grafica che ricorda quella di Google Drive. I siti creati con la precedente versione potranno essere aperti tornando appunto alla vecchia visualizzazione cliccando sul link della colonna di sinistra.

Google Sites non è quindi utile solo per creare siti statici indipendenti ma può essere usato anche in sinergia con Blogger per creare pagine particolari o documenti che non vogliamo aggiungere al blog. Una possibilità per esempio è quella di creare la Pagina di Informazioni Estesa per la Cookie Law con Google Sites per poi linkarla nel blog. In questa pagina non ci sarebbero banner pubblicitari. Nei prossimi articoli vedremo altre caratteristiche e funzioni di Google Sites. Ricordo infine che si possono caricare script e file su Google Sites con la opzione Schedario per ottenerne il link diretto.




4 commenti :

  1. Oltre che dalla home di Google Sites, si può creare un sito direttamente da Google Drive: nuovo > altro > Google Sites.

    RispondiElimina
  2. Anche Blogger, mi sembra, abbia avuto piccole modifiche all'interfaccia...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, una modifica molto piccola che ha allargato lo spazio della Bacheca
      @#

      Elimina

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti. Se ti ho aiutato con il post o con le risposte ai commenti condividi su Facebook o su Twitter. Grazie.