Pubblicato il 19/02/16e aggiornato il

Come scegliere e ottenere una licenza Creative Commons.

Come avere una licenza Creative Commons per proteggere il copyright del nostro sito, quale delle sei licenze scegliere e come implementare nel sito il codice da mostrare ai lettori.
Praticamente tutti gli stati del mondo proteggono il diritto d'autore altrimenti chiamato copyright in modo più stringato. Anche in Italia il Codice Civile protegge la cosiddetta proprietà intellettuale. Il lavoro del blogger è sostanzialmente quello di cercare, filtrare, elaborare e condividere le informazioni per poi ripubblicarle per rendere un servizio ai suoi lettori.

Nessuno ha il monopolio delle idee che possono essere anche riprese da altri ma quello che non si può fare e copiare senza autorizzazione interi post o immagini altrui o anche solo un paragrafo. Quando un webmaster si sente in qualche modo in debito con un collega che prima di lui ha condiviso una informazione è bene che inserisca un link di attribuzione per dargli il giusto merito. Tale collegamento va inserito alla pagina che è stata utile e non alla Homepage come fa qualcuno maliziosamente. Un link di questo tipo sarà utilissimo al sito linkato perché i backlink sono uno dei fattori di ranking più importanti.

Il link di attribuzione in taluni casi può essere opzionale, in altri casi è consigliabile e in altri ancora è obbligatorio. Per fare un esempio  nel momento in cui esce un nuovo servizio web ci sono migliaia di blogger che ne fanno una loro recensione. Ovviamente nessuno è obbligato a linkare quello che l'ha pubblicata per primo. Se però la notizia è stata resa data con un comunicato nel blog della azienda è allora consigliabile linkare quella che è la fonte principale della notizia. Se invece in una di queste recensioni si usano le immagini, i video o si copiano interi paragrafi di un altro post allora il link di attribuzione è obbligatorio.  La maggior parte del blogger sono dei dilettanti e solo una piccola minoranza di loro sono avvocati o hanno nel loro curriculum degli studi giuridici. Inoltre l'obiettivo di ogni blog è quello di far conoscere a più persone possibile i contenuti pubblicati quindi l'espressione "Tutti i diritti riservati" dovrebbe essere sostituita da "Alcuni diritti riservati" perché se un altro sito riprende e ripubblica i nostri contenuti con la dovuta attribuzione ci fa un il doppio favore di pubblicizzarli e di darli più autorevolezza con un backlink.

Per queste ragioni è nata l'organizzazione Creative Commons che offre sei diverse articolazioni dei diritti di autore a beneficio di artisti, giornalisti, docenti, istituzioni, scrittori e anche blogger. Si tratta di tipologie semplificate che hanno una loro valenza giuridica in molti paesi del mondo Italia compresa. Per rendere le cose ancora più semplici le licenze contengono degli acronimi che ne sintetizzano il significato. Per esempio NC sta per Non Commerciale. Con una licenza NC non si autorizzano a usare i contenuti per scopi commerciali. Con la licenza ND, Non Opere Derivate, non si dà l'autorizzazione a creare delle opere a partire da i nostri contenuti. SA sta invece per Share-Alike cioè per Condividi Allo Stesso Modo. Con licenza SA si possono usare i contenuti ma dobbiamo condividerli sempre con SA.

LE SEI LICENZE CREATIVE COMMONS


licenza-cc-by Attribuzione - CC BY
Questa licenza permette a terzi di distribuire, modificare ed utilizzare la tua opera anche commercialmente con l'obbligo della attribuzione (link) alla creazione originale. Questa è la licenza più accomodante.

licenza-by-sa  Attribuzione - Condividi allo stesso modo CC BY-SA
Questa licenza permette a terzi di modificare, ottimizzare ed utilizzare la tua opera anche commercialmente con l'obbligo del credito alla creazione originale e autorizza le nuove creazioni con i medesimi termini. Questa licenza è spesso usata per licenze gratuite dai software opensource. Tutte le opere basate sulla tua avranno la stessa licenza, quindi tutte le derivate permetteranno anche un uso commerciale. Si tratta della licenza usata anche da Wikipedia, ed è consigliata per materiali che potrebbero beneficiare dell'incorporazione di contenuti.

attribuzione-non-opere-derivate  Attribuzione - Non opere derivate CC BY-ND
Questa licenza permette la ridistribuzione dell'opera anche commerciale con l'obbligo della attribuzione (backlink o credit). Non permette di creare opere derivate.

licenza-attribuzione-non-commerciale  Attribuzione - Non commerciale CC BY-NC
Questa licenza permette a terzi di modificare, ottimizzare ed utilizzare la tua opera come base. Le opere derivate dovranno avere il link di attribuzione ma non dovranno avere dei fini commerciali.

licenza-non-commerciale-condividi-stesso-modo Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo CC BY-NC-SA
Questa licenza permette a terzi di modificare, redistribuire, ottimizzare ed utilizzare la tua opera come base non commerciale con l'obbligo del credito di attribuzione e licenzino le loro nuove creazioni mediante gli stessi termini.

attribuzione-non-commerciale-non-opere-derivate  Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate CC BY-NC-ND
Questa licenza è la più restrittiva e permette a terzi soltanto di scaricare le tue opere e condividerle con altri con il link di attribuzione ma non possono cambiarle in nessun modo o utilizzarle commercialmente.

Si possono avere maggiori informazioni su queste licenze accedendo alla pagina predisposta di Creative Commons. Per ciascuna licenza c'è anche un link alla sua sintesi e al testo legale.

COME OTTENERE UNA LICENZA CREATIVE COMMONS


Dopo aver deciso quale licenza sia la più adatta alle nostre esigenze si apre la pagina internazionale CreativeCommons.org quindi si va su Choose a license

creative-commons

Non occorre nessuna registrazione, dobbiamo solo scegliere la licenza

selezionare-licenza-creative-commons
In Elementi della licenza si mettono le spunte alle nostre preferenze mentre nella sezione più in basso si compila il modulo che ci aiuta a creare il codice da implementare nel sito

codice-creative-commons

Si può anche scegliere tra una icona compatta e una normale. In un blog su Blogger si può incollare il codice su Layout > Aggiungi un gadget > Base > Sezioni del sito e posizionare l'elemento a piacere. In un blog Wordpress il codice invece si incolla su Aspetto > Widget > Testo. Visto che l'icona della licenza è caricata sul sito Creative Commons per diminuire il numero di richieste HTTP e quindi impedire di rallentare il sito è bene individuare l'URL della icona per poi scaricarla e caricarla su Picasa nel caso di Blogger o nella cartella Media di Wordpress per poi sostituirne il suo URL nel codice




Nessun commento :

Posta un commento

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti. Se ti ho aiutato con il post o con le risposte ai commenti condividi su Facebook o su Twitter. Grazie.