Pubblicato il 01/08/15e aggiornato il

Come inviare file con Android tramite WhatsApp, DropBox, Google Drive o OneDrive.

Come condividere file tra due dispositivi mobili Android utilizzando le app WhatsApp, OneDrive, Google Drive, DropBox. Per dividere e comprimere i video invece si usano le app Video Dieter e AndroVid.
Una delle applicazioni più usate nei cellulari è senza dubbio WhatsApp e oltre che per chattare è anche usata per la condivisione di immagini e di video. Si tratta quindi di un modo di inviare file che ha sostituito la classica email con l'allegato almeno per quello che riguarda i file multimediali supportati da WhatsApp. Il limite imposto da questa applicazione per i video è attualmente 16MB.

Per inviare video lunghi quindi WhatsApp non è particolarmente indicata. Possiamo però ovviare in vari modi. È disponibile per esempio l'applicazione WaSend Pro al costo di 95 centesimi che risolve il problema ma che però ha il grosso limite che per funzionare deve essere installata nel cellulare di chi invia il video e in quello di chi lo riceve.

Un'altra interessante soluzione potrebbe essere quella di Video Dieter 2 - trim & edit

video-dieter

che ci consente di comprimere i video mantenendo però una buona qualità per poi condividerli via WhatsApp ma anche tramite Facebook o altre applicazioni.

Se la compressione del video non è sufficiente per poterlo condividere possiamo pensare di dividerlo in più parti. Una applicazione Android adatta a questo scopo è AndroVid utile anche ritagliare i video in modo da eliminare parti non importanti. Video Trimer AndroVid permette anche di eliminare parti centrali dei video ed è completamente gratuita

androvid


COME USARE DROPBOX E GOOGLE DRIVE PER CONDIVIDERE I FILE


Dropbox e Google Drive sono insieme a OneDrive i servizi di cloud più utilizzati e possiamo quindi usarli per condividere file su Android visto che hanno anche delle ottime applicazioni per questi dispositivi mobili. Se ancora non li avete nel vostro smartphone potete scaricarli da qui
Per condividere un file tramite DropBox bisogna aprire la cartella con la nostra applicazione quindi selezionare il file e fare tap sulla icona della condivisione

condividere-file-dropbox

Si va quindi su Invia un link a… e si sceglie per esempio WhatsApp per una condivisione praticamente immediata. Occorre che il destinatario abbia le app DropBox e WhatsApp.

Una metodo simile si usa anche con Google Drive. Si apre Google Drive si va sulla icona rossa del più a forma circolare per caricare su Google Drive il file da condividere se ancora non lo avessimo fatto. Si tiene il dito premuto sul file per selezionarlo quindi si va sulla icona del collegamento per inviare il link. Si apriranno tutte le app supportate per poi selezionare p.e. WhatsApp

google-drive-condividere


Naturalmente anche con OneDrive possono essere condivisi file di ogni genere. Dopo aver aperto l'applicazione per caricare i file si fa tap sulla icona del più che ricorda moltissimo quella di Google Drive quindi si seleziona il file da condividere, si va sul menù e si sceglie Condividi un link

onedrive-condividere-file

Nella schermata successiva potremo mettere la spunta sulla opzione di far solo visualizzare il link o anche di modificarlo. Dopo essere andati su OK si apriranno tutte le applicazioni con cui condividere tale link. Si può scegliere WhatsApp ma anche Facebook in cui poi selezionare il contatto specifico a cui inviare il link del file.

Concludo questo post ricordando che ci sono anche applicazioni specifiche per la condivisione dei file con Android. Share Files permette la condivisione tramite Whatsapp, Instagram, Twitter, Google+, Gmail, Bluetooth e altre ancora. Send My funziona nello stesso modo ma in entrambi i casi si tratta di app inutili se si riesce a condividere i file con uno dei tre servizi cloud menzionati.




Nessun commento :

Posta un commento

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti. Se ti ho aiutato con il post o con le risposte ai commenti condividi su Facebook o su Twitter. Grazie.