Pubblicato il 12/11/13e aggiornato il

Come attivare i Rich Pins di Pinterest su Blogger.

Come attivare i Rich Pins di Pinterest nel dominio del nostro sito su Piattaforma Blogger per visualizzare le immagini pinnate insieme alle informazioni su blog, autore, descrizione e titolo del post.
Personalmente non uso molto Pinterest e credo di aver pinnato delle immagini di questo blog solo come test. I siti che usano molto le foto come potrebbero essere quelli di moda, di make-up o anche di architettura possono avere con Pinterest un valido strumento per rendere virali delle immagini attraverso i Pin e i RePin dei lettori del blog e di quelli sullo stesso Pinterest. La condivisione delle immagini si riflette ovviamente in un aumento dei visitatori del blog. Dopo i Rich Snippet di Google con le informazioni sull'autore e le Twitter Cards per visualizzare i tweet in modo più analitico anche Pinterest ha deciso di offrire agli webmaster degli strumenti simili.

I Rich Pins di Pinterest servono per rendere più usabili i nostri articoli, i nostri prodotti o le nostre ricette. Il sistema si basa su dei metatag che debbono essere inseriti nelle pagine web del nostro sito. Si può usare il metodo oEmded o quello del Sematic Markup. Quest'ultimo è più semplice soprattutto se abbiamo già inserito nel modello i metatag di Schema.org e di Open Graph di Facebook.

Per i blog su Blogger dobbiamo applicare la documentazione di Pinterest ai tag di Blogger. Al momento non sono riuscito a usare dei metatag funzionanti con pagine diverse dai post d'altra parte lo stesso Pinterest sembra che supporti esclusivamente i post di Blogger per i Rich Pins. Dopo aver salvato il template si va su Modello > Modifica HTML > Vai al widget > Blog1

modello-blogger-blog1

Si cerca la riga seguente
<b:includable id='post' var='post'>
e si clicca sulla freccetta nera alla sua sinistra per visualizzare tutto il codice che contiene

modifica-template-blogger

Subito sotto a tale riga si incolla il seguente codice

<!-- Metatag Pinterest Inizio -->
<b:if cond='data:blog.pageType == &quot;item&quot;'> 
<meta expr:content='data:post.title' property='og:title'/>
<meta expr:content='data:blog.metaDescription' property='og:description'/>
<meta content='article' property='og:type'/>
<meta expr:content='data:blog.url' property='og:url'/>
<meta expr:content='data:blog.title' property='og:site_name'/>
<meta expr:content='data:post.author' property='article:author'/>
<meta expr:content='data:post.timestampISO8601' property='article:published_time'/>
<meta content='Technology' property='article:section'/>
<b:loop values='data:post.labels' var='label'>
<meta expr:content='data:label.name' property='article:tag'/>
</b:loop>
</b:if>
<!-- Metatag Pinterest Fine -->

in questo modo

metatag-pinterest

Technology rappresenta la sezione del sito e ovviamente può essere sostituito da un altro argomento. Si salva il modello. Adesso si apre il Pinterest Validator. Se incollate l'URL della Homepage del vostro blog visualizzereste un messaggio come questo

pinterest-validator

che vi invita a incollare l'indirizzo di un post. Sceglietene un articolo qualsiasi e cliccate su Validate. Visualizzerete l'Anteprima di come saranno le vostre immagini pinnate su Pinterest

rich-pins-validator

Nella colonna di sinistra gli utenti di Pinterest potranno visualizzare il Nome del sito, la sua Favicon, il Titolo del post da cui è presa l'immagine, il Nome dell'Autore dell'articolo e la Descrizione inserita tramite Editor di Blogger dopo aver attivato le Preferenze di Ricerca. È evidente il vantaggio di avere tutte le immagini del sito che verranno pinnate con a fianco queste informazioni. Adesso bisogna andare su Apply now per due volte per abilitare il nostro dominio

abilitare-dominio-rich-pins-pinterest

Per il formato dei dati è opportuno lasciare HTML Tags come di default. Visualizzeremo il messaggio

rich-pins

con l'informazione che riceveremo una email dopo una revisione del nostro sito. Se la cosa dovesse andare a buon fine come sembra probabile pubblicherò un aggiornamento a questo articolo.




9 commenti :

  1. SALVE ernesto
    dovrei integrare un video di youtube in un pdf(che sto creando con google docs) e pubblicare il pdf come gadget in blogger
    come posso fare?
    grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non si possono implementare video in file PDF. I PDF sono statici per loro natura
      @#

      Elimina
  2. ho seguito le tue istruzioni e ho notato che il nome dell autore e la data non vengolo visualizzati nel test. vengono marcati con un pallino giallo invece che verde, come mai?
    E possibile inserire anche un incipit dello scritto nel caso si voglia pinnare un articolo di un blog?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo dire che ho inserito queste metatag ma su Pinterest non ho visto differenze. Come vedi nello screenshot i pallini sono tutti verdi con questo codice. Non so se sia cambiato qualcosa o se tu non abbia incollato il codice correttamente
      @#

      Elimina
    2. mah!....io sto aspettando da ieri sera che mi arrivi la mail di validazione, ho cambiato da personale ad aziendale l account e inserito i tuoi codici, tu hai modificato ad aziendale!? Altrimenti non funziona!

      Elimina
  3. Questa dell'aziendale non la sapevo :))
    @#

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per forza allora che non ti funziona e! https://pinterest.com/login/?next=%2Fbusiness%2Fconvert%2F

      Elimina
  4. Ciao Ernesto io ho fatto un account businees, attivato rich pins recipe e validato mi hanno confermato via mail la conferma. La mia domanda é? ma ora come si passano su pinterest?Vanno in automatico quando pubblico una ricetta sul blog? Grazie ma non riesco proprio a capirlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non l'ho capito bene neppure io :)
      Mi sono fermato a questo post. Magari tra un po' riprenderò questo argomento
      @#

      Elimina

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti. Se ti ho aiutato con il post o con le risposte ai commenti condividi su Facebook o su Twitter. Grazie.