Pubblicato il 21/07/13e aggiornato il

Non si può più acquistare un dominio personalizzato da Blogger.

Come configurare un dominio personalizzato in Blogger visto che non esiste più l'opzione dell'acquisto direttamente dalla Bacheca.
Dopo aver ricevuto almeno un paio di commenti in merito e dopo aver verificato di persona che qualcosa di importante era cambiato nella Bacheca di Blogger mi sono informato sul perché non fosse più presente l'opzione per acquistare direttamente dalla piattaforma un dominio personalizzato attraverso le joint venture con i Registrar Enom e GoDaddy così utilizzati dagli utenti di Blogger in passato.

Nel forum di Blogger di lingua inglese è stato postato un intervento di Brett from Blogger, impiegato di Google, che in meno di due righe illustra la situazione:

Blogger supporta ancora gli hosting di dominio personalizzato, anche se non offre più una opzione per l'acquisto di domini all'interno del prodotto. Per acquistare un dominio personalizzato, si prega di visitare un registrar di terze parti come GoDaddy o eNom. Grazie per la comprensione.

In altre parole chi volesse usare la piattaforma Blogger per creare un sito con un dominio del tipo www.esempio.com o www.esempio.it deve acquistarselo da solo e configurarselo autonomamente. In questo post vediamo come fare per configurare un dominio già acquistato. Sostanzialmente si segue la stessa procedura usata poco meno di un anno fa quando fu introdotta la verifica della proprietà del dominio. Il Team di Blogger non ha ancora aggiornato le istruzioni per la configurazione di un dominio personalizzato visto che è ancora presente l'opzione "Acquistare un dominio mediante Blogger"

acquistare-dominio-personalizzato
In fase di consultazione della guida si deve mettere però la spunta sulla opzione Ospitare il mio blog su un URL che ho già. Vediamo appunto cosa fare quando il dominio si possieda già.

CONFIGURARE I DNS PER BLOGGER

Si va su Bacheca > Impostazioni > Pubblicazione > Aggiungi un dominio personalizzato 

dominio-personalizzato-blogger[5]

In Impostazioni avanzate si incolla l'URL del dominio che già possediamo senza http:// iniziale e senza slash finale. Si va quindi su Istruzioni per le impostazioni. Il browser ci chiederà se vogliamo veramente abbandonare la pagina, rispondiamo positivamente e si aprirà una nuova finestra dove metteremo la spunta su On a top-level domain (www.example.com)

spunta-dominio-blogger

Le istruzioni per la configurazione dipenderanno dal dominio che abbiamo scelto che genererà una stringa univoca da inserire nel Pannello di Controllo del Registrar del dominio. La difficoltà per chi non lo ha mai fatto è proprio quella di accedere e intervenire appunto nel Pannello. Non ci può essere un tutorial unico perché la grafica è diversa tra Registrar e Registrar. In ogni caso all'atto dell'acquisto ci verranno fornite le credenziali di accesso al prodotto per la sua personalizzazione. Vi rimando al post su come configurare i DNS Enom e GoDaddy se avete scelto uno di questi due Registrar.

Ritornando alla pagina di istruzioni per il dominio che abbiamo aperto dalla Bacheca di Blogger, dopo aver messo la spunta di cui sopra si visualizzerà un messaggio come questo

configurazione-dns-blogger

Se non vedete bene lo screenshot aprite l'immagine in un'altra pagina. Dovremo creare due CNAME (Alias) di cui il primo con i dati evidenziati di verde e il secondo con i dati evidenziati di viola. I dati in verde sono gli stessi per tutti, cioè www per il Nome o Name e ghs.google.com per Destinazione o Address mentre i dati in viola sono diversi da dominio a dominio

configurazione-dns-blogger[6]
Finita la configurazione si va su Salva o Save. Opzionalmente si può fare anche un altro passaggio se vogliamo che il nostro sito venga raggiunto anche da chi ne digita l'URL senza il www iniziale. Se scegliamo questa possibilità sempre utile perché non costa nulla dobbiamo passare a configurare quattro A (Address). Nel menù a tendina scegliamo proprio questa opzione e in Nome mettiamo il simbolo della chiocciola @ mentre nella Destinazione gli indirizzi IP presenti nella pagina delle istruzioni

configurazione-dominio

Si va su Save o Salva per terminare l'operazione. Ci potrebbero essere delle difficoltà di salvataggio dovute a dei singoli Registrar. Il punto finale nella Destinazione del secondo CNAME potrebbe non essere compatibile e quindi va tolto. In altri casi non sono ammesse lettere maiuscole sia per il Nome sia per la Destinazione. Ho affrontato e risolto queste tematiche di compatibilità in un post di qualche mese fa. Dopo aver fatto queste modifiche si dovrà attendere almeno un'ora per la propagazione dei DNS.

CONFIGURAZIONE DI UN DOMINIO PERSONALIZZATO SU BLOGGER

Dopo aver atteso il giusto si va su Impostazioni > Pubblicazione e si incolla il nome del dominio. Adesso non occorre più andare su Istruzioni per le impostazioni ma si va direttamente su Salva

dominio-personalizzato-blogger[7]

Blogger sarà in grado di rilevare il dominio e Google potrà reindirizzare tutte le pagine e tutti i post che sono già stati pubblicati o che lo saranno in futuro. La transizione al nuovo dominio dovrebbe essere pressoché immediata per la homepage mentre potrebbero volerci fino a 48 ore per gli altri post. I link verso il nostro sito saranno reindirizzati e le immagini continueranno a essere viste come prima. Se dopo aver cliccato su Salva si visualizza invece un messaggio come questo

dominio-personalizzato-blogger[9]

con l'Errore 12 significa che a Blogger non è stato possibile verificare la proprietà perché abbiamo sbagliato qualcosa nella creazione dei CNAME o perché i DNS non si sono ancora propagati. Concludo ricordando che il dominio può essere acquistato anche con l'estensione .it la sua configurazione è più o meno la stessa. Vi rimando al tutorial per Tophost che ha dei prezzi molto buoni e le cui prestazioni non interessano più di tanto visto che i contenuti del sito rimangono nei server di Google.







28 commenti :

  1. Ciao.
    Grazie mille per l'info.

    RispondiElimina
  2. Peccato, era così comoda la procedura di prima!
    Domanda: ma se uno il dominio l'aveva acquistato precedentemente tramite Blogger, per il rinnovo funziona tutto come allora o cambiano le cose anche lì?
    Giuliana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il rinnovo si può fare sempre da Google Apps
      http://www.ideepercomputeredinternet.com/2013/06/google-apps-rinnovo-dominio-blogger.html
      http://www.ideepercomputeredinternet.com/2013/06/rinnovo-dominio-blogger.html
      @#

      Elimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. All'inizio il Page Rank si azzera ma in poche settimane torna tutto come prima
      http://www.ideepercomputeredinternet.com/2010/11/cosa-fare-durante-il-passaggio-da-un.html
      @#

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    3. Google guadagna un saccio di soldi dalla pubblicità che piazza nei siti di Blogger. La possibilità che Blogger chiuda è prossima allo zero. Si chiudono i servizi in perdita non quelli che producono guadagni. In ogni caso puoi sempre fare il backup del blog e, nel caso chiudesse, il dominio rimane tuo e potresti installare
      Wordpress e importare tutti gli articoli che avevi scritto su Blogger. Ecco come si fa un backup del blog
      http://www.ideepercomputeredinternet.com/2012/07/backup-modello-blog-blogger.html
      @#

      Elimina
    4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    6. Si tratta di cosa semplicissima. I permalink di un blog gratuito sono
      miosito.blogspot.com/2013/08/titolo-post.html
      Quando si passa a un dominio personalizzato www.miodominio.com saranno
      www.miodominio.com/2013/08/titolo-post.html
      I post già pubblicati verranno rediretti automaticamente modificando la prima parte dell'URL. La particolarità di Blogger risiede nel fatto che anche i nuovi permalink oltre a essere con il nuovo dominio potranno essere raggiunti pure con il vecchio. Questo perché in qualsiasi momento si potrà ripassare al vecchio dominio gratuito con la struttura di Permalink perfettamente funzionante. In sostanza è tutto automatico e questo è veramente l'ultimo dei problemi.
      Una cosa che non si può fare nel senso che è sconsigliabile è quella di passare da un dominio personalizzato a un altro dominio personalizzato perché il redirect si può usare solo dal gratuito verso quello a pagamento.
      @#

      Elimina
    7. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  4. Ernesto, possono esserci problemi al template e anche alla dashboard di Blogger inserendo un dominio di primo livello?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non c'entra assolutamente nulla. La grafica sarà sempre la stessa e indipendente dall'URL del dominio. I problemi potrebbero essere di alcuni widget con lo script caricato su Google Sites che non sono più compatibili (basta caricare i file su Dropbox, su Google Code o anche su Google Drive)
      @#

      Elimina
  5. Ernesto, ho acquistato il dominio, ho seguito tutte le procedure, ma il sito è disponibile a tutti. In pratica molti mi dicono che non riescono ad accederci. Il tutto l'ho fatto due ore fa. Cosa devo fare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non hai neppure incollato l'URL del tuo dominio :)
      Purtroppo non ho ancora sviluppato doti divinatorie :))
      @#

      Elimina
    2. www.nintendogalaxy.it
      Scusami Ernesto, ero in preda al panico. Comunque sono passate ormai più di 15 ore e alcune persone hanno ancora problemi nel visualizzare il sito.

      Elimina
    3. Il sito ha ancora la pagina di cortesia di GoDaddy. Forse non hai configurato ben i DNS
      @#

      Elimina
    4. Quindi inserisco un'altra volta i CNAME?

      Elimina
    5. Oppure non hai configurato bene la Bacheca di Blogger in cui fare il redirect. Prova a rifare tutta la procedura spiegata in questo post
      @#

      Elimina
  6. Ernesto, scusami se ti trascino nella mia agonia. Ma è normale che ogni volta che vedo, il CNAME personalizzato cambia sempre?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ernesto ultimo commento. Prima di tutto ti ringrazio per il supporto. In pratica il problema è che quando inserivo ghs.google.com diventava automaticamente una @ e ciò faceva un pò impallare il dominio (poi c'era un A(Host) in più). :D

      Elimina
  7. Ciao fabrizio, ho appena acquistato il nome dominio del mio secondo blog su godaddy e sono riuscita a configurarlo. Ora però non so configurare l'indirizzo email personalizzato, ma soprattutto non riesco a capire se un indirizzo email è ancora compreso o meno. Sapresti aiutarmi? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non mi chiamo Fabrizio :)
      Mi stai scambiando con un altro. Non viene più dato un account gratuito di Google Apps come avveniva fino a qualche mese fa. Si potrebbe comunque entrare nel Pannello di controllo di GoDaddy per creare email personalizzate ma non conosco la grafica. Magari in futuro quando acquisterò un nuovo dominio.
      @#

      Elimina
  8. Ciao Enresto, dopo tante ricerche in rete rinuncio. Spero che tu potrai darmi una risposta.
    Vorrei comprare anche io il dominio su Aruba per trasferirci il mio blog su blogger.
    Vorrei comprare il .com ma anche il .it (per evitare che lo prendano)
    Mi chiedo: quale devo comprare? Hosting windows? Basta gestione dns? dns con mail?
    Per il .it basta comprare il redirect?

    In rete si trovano 3000 post su trasferimento blog, ma nessuno chiarisce questo punto.
    Grazie in anticipo!
    Cristina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se vuoi avere sia il .it sia il .com devi acquistare due domini tipo www.dominio.it e www.dominio.com poi in uno dei due fai il redirect all'altro. Il redirect però funziona con la home ma se hai un post con URL
      www.dominio.com/2014/02/articolo.html
      questo non sarà rediretto a
      www.dominio.it/2014/02/articolo.html
      Potresti farlo solo manualmente
      @#

      Elimina
    2. Grazie Ernesto! si capisco. Ma io vorrei fare il redirect sulla home (il .it lasciarlo vuoto)

      Ma quel che non so è cosa acquistare tra le tante opzioni di aruba tipo: Hosting windows? gestione dns? dns con mail? ...boh.. :(

      Elimina

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti. Se ti ho aiutato con il post o con le risposte ai commenti condividi su Facebook o su Twitter. Grazie.