Pubblicato il 12/05/13e aggiornato il

CCleaner per Windows rende il PC più veloce e più sicuro.

Come velocizzare e liberare spazio su discocon CCleaner per Windows e Mac.
Se come me avete un vecchio computer poco capiente e avete fatto il passaggio da Windows XP o Vista a Windows 8 vi sarete accorti che lo spazio a disposizione su disco tende a diminuire velocemente più che con i precedenti sistemi operativi. Inoltre anche le performance del computer dopo un certo periodo perdono qualche colpo. Questo significa che è giunto il momento di fare pulizia nell'hard-disk.

Advanced System Care potrebbe essere una soluzione visto che contiene anche una sezione in cui si può deframmentare il disco. In questo post vediamo invece come utilizzare la versione gratuita di CCleaner che è stato recentemente aggiornata. Di CCleaner esiste tra l'altro anche una versione per Mac. Dopo il download si fa doppio click sul file scaricato per procedere alla installazione.

La prima finestra di dialogo ci permette di scegliere la lingua italiana mentre con la seconda si possono aggiungere opzionalmente i comandi di CCleaner al menù contestuale del Cestino. Finita l'installazione si può passare a aprire il software che ha questa interfaccia

ccleaner-interfaccia

Nella scheda Pulizia si può iniziare a analizzare per poi pulire tutti i file inutili soprattutto quelli creati dai browser temporaneamente. Vi consiglio di togliere la spunta a cookie sia per Internet Explorer sia per gli altri browser che utilizzate e che sono su Applicazioni accanto alla Sezione Windows. Se non lo fate dovrete loggarvi nuovamente nella maggior parte dei siti. Si va su Analizza se non addirittura direttamente su Avvia Pulizia per eliminare un passaggio. CCleaner vi avvertirà che la pulizia porterà alla eliminazione definitiva di file di sistema. Personalmente non ho mai avuto problemi al riguardo ma comunque per estrema prudenza è sempre consigliabile creare un punto di ripristino, una unità di ripristino e una immagine del sistema.

pulizia-ccleaner

Quando la pulizia è completata si può visualizzare lo spazio su disco che è stato liberato. La manutenzione del sistema non finisce però qui perché già che ci siamo possiamo passare alla scheda Registro per poi procedere alla sua scannerizzazione

ccleaner-registro
Dopo aver trovato i problemi si può passare a riparare quelli che vengono selezionati che di default sono la totalità. Prima di procedere ci verrà chiesto se fare un backup del registro, cosa che è sempre utile fare in modo da ripristinare la situazione antecedente se qualcosa non andasse a buon fine.

riparazione-registro-ccleaner
Si va quindi su Ripara Selezionati. Nella sezione Strumenti possiamo tra l'altro impedire a dei programmi di aprirsi contestualmente all'avvio di Windows andando. Su Impostazioni possiamo gestire i cookie singolarmente per lasciare solo quelli che interessano nella navigazione

cookie-da-conservare-ccleaner

Si può effettuare il passaggio di un cookie che riteniamo utile dalla sezione cookie da eliminare a quella cookie da conservare. Dopo aver provveduto a questa configurazione si possono anche eliminare i cookie non utili dai browser. Su CCleaner non c'è un tool per procedere alla deframmentazione ma si può sempre scaricare il programma gratuito Defraggler per deframmentare l'intero hard-disk o solo dei file individuali. Dopo queste operazioni il computer ritornerà veloce e scattante come quando era nuovo.




1 commento :

  1. ottimo software lo uso da sempre
    mentre non ho mai effettuato alla "pulizia del registro" più che altro per pigrizia e per paura di sbagliare , grz alla tua guida proverò anche quello...

    RispondiElimina

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti. Se ti ho aiutato con il post o con le risposte ai commenti condividi su Facebook o su Twitter. Grazie.