Pubblicato il 25/03/19 - aggiornato il  | Nessun commento :

Come creare indirizzo email temporaneo

Come creare un indirizzo di posta elettronica temporaneo per iscriverci a siti di dubbia affidabilità in modo da non ricevere messaggi di spam
Quando ci si iscrive a un servizio o un sito, molto spesso non occorre neppure indicare nome e cognome, ma quello che è sempre richiesto è un indirizzo di posta elettronica. Tale indirizzo email servirà al sito a cui intendiamo iscriverci per verificare che siamo effettivamente gli amministratori di quella casella di posta.

Il servizio a cui ci siamo iscritti ci invierà una email con un link per confermare e verificare la registrazione. Sono sicuro che in molti di voi rinunciano alla iscrizione a dei servizi per il timore che l'indirizzo email venga utilizzato per pratiche non consentite come per esempio inserito in qualche mailing list che invia messaggi di spam.

La soluzione è quella di usare un indirizzo email usa e getta, da utilizzare solo per la registrazione al sito che ci interessa e eventualmente e per completare la registrazione cliccando sul link di verifica che ci verrà inviato all'indirizzo digitato. Si tratta di una soluzione più prudente di quella dell'utilizzo degli alias Gmail o degli alias Outlook, che permettono comunque di risalire al proprietario della email principale.


In rete esistono servizi che offrono un indirizzo email usa e getta da poter utilizzare alla bisogna senza doversi registrare e quindi in modo del tutto anonimo. Quando voglio registrarmi a un servizio di dubbia affidabilità indico un indirizzo email temporaneo generato con questi servizi in modo che non si possa risalire alla mia identità.





Ho pubblicato sul mio Canale Youtube il video tutorial di come usare uno dei migliori strumenti in tal senso.


Il servizio che utilizzo più spesso è Yopmail, disponibile anche in italiano, e che permette senza registrazione di creare indirizzi email del tipo nomeutente@yopmail.com dove la prima parte dell'indirizzo può essere scelta a piacere. Al posto del dominio @yopmail si possono usare anche i domini visibili in basso a sinistra ovvero @yopmail.fr, @yopmail.net, @cool.fr.nf, @jetable.fr.nf, @nospam.ze.tc., @nomail.xl.cx, @mega.zik.dj, @speed.1s.fr, @courriel.fr.nf, @moncourrier.fr.nf, @monemail.fr.nf, @monmail.fr.nf.






In sostanza si sceglie il nome utente per poi scegliere il dominio tra quelli disponibili. I messaggi inviati ai vari domini andranno a finire comunque nella stessa casella di posta elettronica.

indirizzi-email-temporanei

Cliccando su Controlla posta si aprirà una pagina in cui visualizzeremo i messaggi ricevuti. Facciamo l'esempio pratico di una registrazione a un sito a cui non vogliamo dare un nostro indirizzo di posta elettronica. All'atto della iscrizione come indirizzo email si incolla quello impostato su Yopmail con il nome utente scelto da noi e con uno dei domini disponibili come parte finale dell'indirizzo. Alternativamente al nome utente prescelto si può usare un indirizzo alias che ci viene mostrato nella parte alta della casella di posta generata.





La maggior parte dei servizi ci invierà un messaggio di benvenuto con un link su cui cliccare per verificare che quella sia la nostra email e per confermare la registrazione. Dopo l'iscrizione si apre la pagina di Yopmail in cui riceveremo i messaggi. Se questi non fossero arrivati si va su Attualizzare per rinfrescare la pagina.

verifica-email
Nella casella di posta saranno visibili tutti i messaggi che ci sono stati inviati. Potremo eventualmente cliccare sui link di verifica acclusi per completare la registrazione. In questo modo potremo iscriverci a dei servizi o siti a cui non vogliamo far conoscere i nostri veri indirizzi di posta elettronica. Yopmail funziona senza registrazione.

La casella di posta temporanea che abbiamo creato rimarrà attiva per otto giorni, un tempo assolutamente sufficiente per completare qualsiasi registrazione. In linea di massima non occorre neppure tenere a mente il nome utente che abbiamo scelto perché nel browser rimarrà il cookie di Yopmail che ce lo ricorderà. Concludo ricordando che si tratta di un servizio senza connessione protetta e chiunque conoscesse il nome utente che abbiamo scelto potrebbe visualizzare i messaggi che abbiamo ricevuto ma che comunque non riportano a noi in nessun modo.




Nessun commento :

Posta un commento

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti.
Info sulla Privacy