Pubblicato il 10/03/19 - aggiornato il  | Nessun commento :

Come calcolare la giacenza media del conto corrente

Come calcolare la giacenza media del conto corrente bancario per compilare il DSU ai fini ISEE
A partire dal prossimo 1 Settembre 2019 entrerà in vigore il nuovo ISEE precompilato che funzionerà più o meno come la dichiarazione dei redditi precompilata già in essere. Da quella data quindi dovrebbe essere non più necessario recarsi ai CAF per ottenere l'ISEE familiare, documento necessario per accedere a molte prestazioni sociali. A partire da quest'anno più che di ISEE si deve però parlare di Dichiarazione Sostitutiva Unica ai fini ISEE ovvero DSU ai fini ISEE.

Nel documento DSU debbono essere indicati reddito e patrimonio familiare. Eventuali immobili vengono indicati nell'ISEE con i dati catastali, che sono già conosciuti dalla Agenzia delle Entrate. Il discorso è più complesso per quello che riguarda le attività mobiliari.

Tali dati vanno indicati nel  nuovo modello ISEE 2019 nel MODULO FC.1 - QUADRO FC2 “PATRIMONIO MOBILIARE". Se si decide di compilare una DSU ai fini ISEE adesso, dovremo indicare in tale modulo il saldo del conto bancario al 31 Dicembre 2018. Dovranno essere indicati altresì conti postali,  titoli di stato, rapporti finanziari detenuti all'estero, partecipazioni azionarie, somme di denaro date in gestione patrimoniale, ecc...  detenuti al 31 dicembre dell’anno precedente a quello di presentazione della DSU.

Questi dati possono essere trovati presso la Banca in sui sono depositate queste attività. Una informazione che mi risulta non sia reperibile in tutte le Banche, o dal gestore finanziario, è quello della Giacenza Media del conto corrente, ovvero la media dei saldi del conto corrente dell'anno precedente. L'importo della Giacenza Media deve essere inserito nel modello ISEE nel Quadro FC.2, sezione "depositi e conti correnti bancari e postali".





In questo post vediamo come calcolarlo, facendo una veloce premessa su come si calcolano gli interessi in Banca. La semplice formula per calcolare gli interessi bancari è la seguente:

Interesse= (Capitale depositato x tasso di interesse annuo x numero di giorni) / 36500

Visto che il tasso di interesse in linea di massima non varia, viene moltiplicato il saldo del conto bancario per il numero di giorni che mancano alla fine dell'anno. Tale valore viene chiamato dei Numeri Creditori. Va anche ricordato che in molti contratti gli interessi sul conto corrente sono pari allo 0%.

I numeri debitori/creditori vengono calcolati moltiplicando il saldo giornaliero per il numero di giorni in cui il saldo è rimasto invariato. A seconda che il saldo sia passivo (negativo) o attivo (positivo), si avranno numeri debitori o creditori. Alla fine del trimestre vengono sommati i numeri creditori e debitori per calcolare gli interessi.






Per calcolare la giacenza media occorre quindi avere a disposizione i 4 estratti conti trimestrali, che la banca invia ai propri clienti e che possono anche essere scaricati dal sito online della propria filiale. Molte banche mostrano in tali documenti la giacenza media del conto corrente, specie nell'estratto conto della fine dell'anno.

Altre banche dividono già i numeri creditori per 100. Altre ancora mostrano il dato dei numeri creditori complessivi di tutto l'anno. Lo si può desumere dalla data di decorrenza degli stessi. In altri termini, se il dato della giacenza media non fosse disponibile, si  considera quello dei Numeri Creditori di tutto l'anno. Se anche questo dato non fosse presente, si sommano i Numeri Creditori di tutti e quattro i trimestri.

giacenza-media-conto-corrente-bancario


Dopo aver sommato i Numeri creditori non resta che dividerli per 365. Naturalmente la giacenza media deve essere coerente con i movimenti del conto corrente, quindi sarà facile stabilire se i numeri creditori erano già stati divisi o meno per 100, altrimenti dovremo farlo noi stessi. Infine ricordo che in alcune banche i numeri creditori vengono indicati con altri nomi come calcolo delle competenze, calcolo degli interessi, riassunto scalare o scalare per valuta. Dal prossimo 1 Settembre 2019 pare che non sarà più necessario calcolare la giacenza media del conto corrente visto l'entrata in vigore del DSU ai fini ISEE precompilato.




Nessun commento :

Posta un commento

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti.
Info sulla Privacy