Pubblicato il 17/03/10 - aggiornato il  | 8 commenti :

13 segreti per aumentare i guadagni di Adsense.

Come ottimizzare al meglio i guadagni con Google Adsense.
Molti lettori di questo sito hanno loro stessi un blog con gli annunci Adsense e sono particolarmente interessati a conoscere come aumentare i loro guadagni. Dopo diversi mesi che si è aperto un blog, anche con un esplicito scopo di lucro, se i risultati non sono pari alle attese subentra uno stato di frustrazione che può portare a interrompere tutto il lavoro.

Ho già detto che, a mio modesto avviso, coloro che si avvicinano al mondo dell'editoria online per la prima volta, dovrebbero seguire i seminari via web (webinar) del Team Adsense che sono veramente utili per focalizzare bene l'argomento. Adesso, quelli di base, non li seguo più perché li ho già ben assimilati ma li consiglio vivamente a chi sta iniziando. Ricordo che non importa seguirli in diretta visto che sono sempre a disposizione online, se si assiste live però si possono fare delle domande e chiedere delucidazioni alle ragazze alla consolle. 


Posizione dell'annuncio 

E' assolutamente fondamentale la zona in cui si inseriscono i banner. Girando per blog noto con stupore che spesso la pubblicità è inserita in zone marginali. Può essere una precisa scelta estetica ma è chiaro che poi non ci si può lamentare se i ricavi sono modesti. La posizione migliore è quella che viene definita "above the fold" cioè quella parte della pagina che appare e si carica per prima. Solitamente la zona subito sotto il Titolo del post. Nella mappa termica sono indicate le zone con il maggior rendimento in quanto a percentuale di click (CTR)

mappa-termica

Armonizzare l'annuncio agli altri contenuti

I navigatori sono più inclini a cliccare su pubblicità che appaiono come una continuazione dei contenuti dell'articolo quindi bisogna che gli annunci vengano percepiti come facenti parte integrante del blog. Sono da evitare colori troppo accesi o sfondi troppo evidenti e da privilegiare gli stessi caratteri e gli stessi colori del sito.




Cercare di inserire parole chiave pertinenti e molto remunerative

Gli annunci che si visualizzano all'interno di un articolo dipendono dal contenuto dell'articolo stesso. Talvolta vedo post di poche righe che praticamente non hanno nessun contenuto ma sono pieni di pubblicità. E' chiaro che in questo caso i compensi per click saranno molto modesti perché per Adsense sarà difficile associare un annuncio pertinente e ne metterà uno di pubblica utilità (a rendimento zero) oppure uno commerciale ma dal rendimento bassissimo.




Creare diversi tipi di banner e utilizzare anche gli insiemi di link

Non tutti i siti sono uguali e non tutti i navigatori agiscono nello stesso modo. Bisogna dare quindi opzioni diverse a lettori diversi. Possiamo inserire fino a tre annunci per pagina quindi si possono provare formati orizzontali o verticali, rettangoli o quadrati. Consiglio vivamente di utilizzare anche gli insiemi di link che hanno un buonissimo rendimento e mostrano delle parole chiave pertinenti con il post. Inoltre occupano pochissimo spazio.




Utilizzare Adsense per la ricerca  

Se si ha un sito già piuttosto grande si può inserire una casella di ricerca in modo da aiutare il lettore a trovare i contenuti del sito che gli interessano. Si può farlo in modo da monetizzare eventuali click avuti nei link sponsorizzati che appaiono insieme ai risultati.




Utilizzare i Canali di Adsense

E' fondamentale conoscere quanto è la performance di ciascun annuncio, se rende di più o di meno in caso di sua modifica, quali sono le risultanze se si cambia posizione o colore, ecc. Lo stesso Team Adsense invita i publisher a sperimentare continuamente nuove combinazioni di colori, nuove posizioni, nuovi tipi di annuncio per arrivare ad una ottimizzazione delle revenue. Per questo abbiamo a disposizione ben 200 canali per gli annunci e 200 per i motori di ricerca. Prima questo strumenti venivano chiamati "criteri di monitoraggio" e servono sostanzialmente per dare un nome a ciascun annuncio per poterne monitorare il rendimento.




Pubblicità nei forum 

La mappa termica di un forum è molto diversa da quella di un blog perché è diverso il tipo di navigazione. Bisogna tenerne conto quando si inseriscono gli annunci
mappa-termica-forum

 In questo caso è molto premiante anche la pubblicità inserita nella sidebar di sinistra.




Dimensioni e tipo degli annunci

Quando si acquisisce un codice Adsense ci sono i formati consigliati; sono quelli di maggiori dimensioni cioè rettangolo medio, rettangolo grande, quadrato grande e leaderboard. E' dimostrato che più è grande il banner maggiore è il suo rendimento. C'è anche da considerare che alcuni formati quali il rettangolo grande sono compatibili con gli annunci video che possono arrivare da Youtube.

L'annuncio che viene visualizzato in un post è quello che ha vinto l'asta tra gli inserzionisti rispetto alla parola chiave generata dai contenuti. Maggiore è il numero dei partecipanti a quest'asta, più alto è il costo per click che si può riuscire a spuntare. Occorre quindi evitare qualsiasi limitazione riguardo ai contenuti della pubblicità. Si può fare un'eccezione solo per gli annunci di ditte concorrenti (nel sito della Fiat si impedisce di vedere annunci della Mercedes) con il filtro degli annunci o per pubblicità verso cui proviamo particolare disgusto o obiezioni di natura morale, politica, ecc.



Utilizzare lo strumento del targeting per il posizionamento 

Il targeting per il posizionamento è un modo di disgiungere gli annunci dai contenuti del nostro sito. Ci possono essere degli inserzionisti a cui piace talmente il nostro blog che sono disposti a pagare una certa somma per click a prescindere dal post in cui vengono inseriti i loro banner. Più investitori ci sceglieranno maggiore sarà il nostro guadagno visto che questi inserzionisti andranno ad allargare la platea di coloro che parteciperanno all'asta.



Mostrare il nostro sito attraverso Double Click Ad Planner

Coloro che vogliono sceglierci per il targeting per il posizionamento devono essere informati sulle prestazioni del nostro sito, sul tipo di pubblicità che offriamo, insomma su tutta una serie di dati che possono essere desunti anche da Google Analytics. Lo strumento Ad Planner recentemente ha cambiato nome in Double Click Ad Planner ma sostanzialmente il suo compito è rimasto immutato. Conviene entrare con le nostre credenziali Adsense e mostrare il banner nel sito per gli inserzionisti che volessero investire su di noi.



Studiare il funzionamento di AdWords e monitorare le parole chiave più retribuite

Google raccoglie la pubblicità attraverso AdWords e poi, in parte, la redistribuisce ai publisher con Adsense. Se ricevete degli inviti promozionali per AdWords approfittatene, non solo per poter fare un po' di pubblicità gratis al blog ma per capire i meccanismi di chi sta dall'altra parte e investe denaro in pubblicità. Ci sono a disposizione degli strumenti per cercare le keyword con il maggiore rendimento che possono essere utili per ottimizzare contenuti e soprattutto titoli e URL.



Collegare l'account Adsense a quello Analytics

Questa funzionalità è relativamente recente ed è possibile associare il nostro account Adsense a Google Analytics in modo da conoscere quali sono gli articoli che ci procurano le maggiori entrate. Vi posso dire per esperienza diretta che i post più visti non è detto che siano anche quelli con più click e che portano i maggiori guadagni. Questi dati servono per conoscere più nel dettaglio gli argomenti che inducono i visitatori a cliccare maggiormente e che hanno un maggior rendimento come keyword.



Aumentare le visite al blog

Tutti questi discorsi sono perfettamente inutili se non si riesce ad avere un numero di visitatori adeguato e costantemente in crescita. Le metodologie per attirare più visitatori nel blog sono numerosissime e ne ho parlato spesso. La più immediata e che non ha controindicazioni è quella di scrivere articoli di qualità che per meccanismi complessi che vanno dai link ricevuti al tempo di permanenza sul post finiscono spesso nelle parti alte dei risultati di ricerca.




8 commenti :

  1. ciao caro amico,vedo che hai tanti fan su F.B.ma purtroppo non è il mio posto preferito,a parte che faccio già fatica ad essere presente nei vari blog seguiti.
    Son contenta per te.
    un caro saluto
    Lella

    RispondiElimina
  2. @lella
    Non sono amici su F.B ma sono fan del blog :-)
    Di amici su Facebook ne ho meno di 50 :-(

    RispondiElimina
  3. ottimi punti, ma rimango sempre dell'idea che il traffico sia la cosa più importante, per cui bisogna puntare tutto sui contenuti!!! Li metterei in prima posizione

    RispondiElimina
  4. @prototipo88
    E' che mi sembrava scontato che senza traffico non si può pretendere di guadagnare chissà cosa :D

    RispondiElimina
  5. Ciao, sto creando il mio secondo blog ma ho riscontrato un fastidioso problema con adsense: in pratica ho inserito 3 unità pubblicitarie (2 all'interno del post e una posizionata in alto a destra). Quando apro un post in pratica i due annunci posizionati all'interno del post si caricano immediatamente, mentre l'annuncio posizionato in alto a destra si carica dopo 1 minuto dal caricamento della pagina.
    Se invece vado nella Home (dove i 2 annunci all'interno del post non ci sono) l'annuncio in alto a destra si carica immediatamente.
    Utilizzo gli stessi codici degli annunci che ho inserito nel mio primo blog (e nella stessa posizione).
    Come posso risolvere questo problema? Grazie.

    RispondiElimina
  6. @Emanuele
    Non si possono condividere i dati di Adsense secondo il loro regolamento. I posizionamenti ottimali sono quelli vicini al titolo

    RispondiElimina

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti.
Info sulla Privacy