Pubblicato il 16/08/17 - aggiornato il  | Nessun commento :

Come navigare con una VPN con Opera senza estensioni.

Come attivare una connessione protetta VPN con il browser Opera per accedere a siti non visibili dal nostro paese e per nascondere l'indirizzo IP.
Quando navighiamo in internet viene individuato il nostro indirizzo IP che tra l'altro rivela la nostra posizione. Quando si apre una scheda per navigare in Incognito in un browser qualsiasi non si nasconde tale ID ma semplicemente si impedisce ai siti che visitiamo di depositare cookie nel browser e allo stesso browser di prendere nota delle pagine aperte durante la navigazione.

Uno dei sistemi più conosciuti per nascondere l'indirizzo IP e quindi la posizione è quello di usare il browser TOR che può servire anche per accedere al cosiddetto Deep Web o internet nascosto.  

Con TOR cvi si collega con una rete invece che con una connessione diretta e questo ci permette di nascondere l'indirizzo IP facendo rimbalzare tale indirizzo in modo casuale da un server all'altro rendendo impossibile la reale localizzazione.

TOR può essere usato anche per navigare nascosti anche su Android installando delle applicazioni specifiche. Oltre alla rete TOR si può nascondere l'indirizzo IP anche con una rete VPN che sta per Virtual Private Network e che ci permette di creare una connessione protetta in un altro luogo.

Il computer crea un tunnel virtuale criptato con il server VPN e tutta la nostra navigazione risulta provenire da tale server VPN. Tutto il traffico Internet passa attraverso questo tunnel criptato, impedendo ai dati di venire esposti a intercettazioni tra il computer e il server VPN.





Si può creare una rete VPN con Chrome utilizzando opportune estensioni. La creazione di una tale rete permette di mascherare la nostra posizione reale e di aprire dei siti internet facendo finta di essere in un altro luogo. Con questo sistema si può per esempio accedere a siti che sono bloccati nel nostro paese per questioni di censura. È noto per esempio che ci sono paesi che bloccano Facebook o Twitter.

Le limitazioni locali alla navigazione possono essere bypassate con una connessione VPN. Il browser Opera ci permette di creare una tale connessione in modo nativo senza bisogno di altri componenti aggiuntivi. In questo post vediamo come creare e come utilizzare una tale connessione VPN.






CREARE UNA VPN CON OPERA


Dopo aver aperto Opera si va sul menù in alto a sinistra su Impostazioni -> Riservatezza & Sicurezza

vpn-opera





In VPN si mette la spunta su Attiva la VPN. Il Proxy sicuro viene fornito da SurfEasy Inc., una società di Opera con sede in Canada. Quando si attiva la VPN automaticamente si accettano i suoi Termini di Servizio. Dopo aver attivato la VPN quando si apre una pagina web prima dell'URL si vedrà la scritta VPN con un lucchetto. Cliccandoci sopra si potranno avere più informazioni sulla connessione messa in atto.

opera-vpn

In basso si potrà vedere l'indirizzo IP della Posizione Ottimale con cui stiamo navigando. Tale posizione può essere cambiata andando sulla freccetta verticale e scegliendola in Canada, Stati Uniti, Germania, Paesi Bassi o Singapore. La scelta di un IP americano può per esempio essere dettata dall'esigenza di accedere a un sito disponibile solo per gli utenti statunitensi. 

Viene mostrata anche la quantità di dati di navigazione utilizzati benché questo servizio di Opera oltre ad essere gratuito permette anche di avere dati VPN illimitati. La navigazione tramite VPN è più lenta di quella standard ma con il browser Opera si ha una delle velocità di connessione migliori per la VPN.

I servizi di VPN sono fondamentali nei paesi che soffrono di censura per consultare siti di informazione vietati ma possono essere utili anche in paesi come il nostro per controllare come si vede un sito web in un determinato paese, per testare delle funzionalità appena aggiunte da qualche social network limitatamente a certi paesi, per accedere a contenuti che non è possibile visualizzare dall'Italia per motivi di copyright, per testare immediatamente siti che per il momento sono disponibili solo in certe zone del globo. Concludo osservando che per tornare alla connessione normale basterà togliere la spunta dal quadratino della attivazione della VPN.




Nessun commento :

Posta un commento

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti. Se ti ho aiutato con il post o con le risposte ai commenti condividi su Facebook o su Twitter. Grazie.