Pubblicato il 31/08/16e aggiornato il

14 app Android per monitorare terremoti in Italia e nel mondo.

Le 14 applicazioni Android per monitorare i terremoti, ricevere allerte, sapere cosa fare e chi contattare in caso di eventi sismici o di eruzioni vulcaniche.
Il recentissimo terremoto che ha scosso il centro Italia ha avuto un grosso impatto emotivo tra gli italiani. La prima reazione probabilmente è stata quella di controllare se la nostra abitazione si trovi in una zona ad alto rischio sismico. In seguito credo che in molti abbiano sentito l'esigenza di dotarsi di strumenti utili per avere più informazioni possibili su questo tema e anche per avere eventuali messaggi di allerta in caso di eventi sismici.

Già da anni sono presenti su App Store per iOS e su Google Play per Android un sacco di applicazioni in grado di informare gli utenti su tutti gli aspetti che coinvolgono i terremoti. Ci sono anche le serie storiche di tutti i terremoti accaduti nel nostro territorio a partire anche da più di mille anni fa.

La maggior parte di queste applicazioni sfruttano i dati pubblici dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, spesso abbreviato negli articoli di giornali in INGV. Per chi non abbia alcuna conoscenza di questi temi prima di passare a elencare le applicazioni installabili su Android ricordo che l'intensità del terremoto viene misurata secondo due unità di misura molto diverse anche concettualmente:
  1. La scala Richter è la più utilizzata e misura la magnitudo del terremoto vale a dire l'energia rilasciata nell'evento sismico nel punto di frattura della faglia tettonica chiamata anche ipocentro. Si tratta di una scala logaritmica di base 10 con un sismografo di torsione come unità di paragone. L'energia rilasciata da un terremoto è proporzionale all'ampiezza di oscillazione elevata a 3/2. Una differenza di magnitudo pari a 1,0 è equivalente ad un fattore 31,6 = (101,0 ) (3/2) . Una differenza di magnitudo di 2,0 equivale a un terremoto circa mille volte più forte (31,62).
  2. La scala Mercalli non prende in esame l'energia emessa dalla frattura ma gli effetti che produce nella superficie terrestre, segnatamente nell'epicentro che è la proiezione dell'ipocentro nella superficie. Questi effetti dipendono da molti fattori in primis dalla distanza dell'ipocentro dall'epicentro ovvero dalla profondità del terremoto. La scala Mercalli aveva inizialmente 10 gradi poi diventati 12. Il primo grado della scala Mercalli è rilevabile solo dagli strumenti mentre il 12° grado è apocalittico con sconvolgimento del suolo e fuoriuscita di lava.
Una bufala che sta girando sui social network molto condivisa dai più creduloni, facendo leva sulla diversità di queste unità di misura, fa credere che qualche mano ignota abbia volutamente abbassato la magnitudo del recente terremoto da 6,2 a 6,0 per non risarcire i terremotati in riferimento a una legge del governo Monti che però si riferisce alla scala Mercalli e non a quella Richter.

1) Terremoti Italia per rimanere aggiornati sui terremoti in Italia visualizzati in una mappa

terremoti-italia

Verifica la popolazione coinvolta (entro 20 km dall'epicentro), la distanza dalla casa dell'utente e la durata delle scosse. Ricerca i terremoti avvenuti dall'anno 1000. Disponibile l'avviso di nuove scosse e l'aggiornamento automatico quando l'applicazione non è attiva. Possono essere inclusi nell'elenco anche terremoti molto forti avvenuti in altre parti del mondo ma rilevati anche dagli strumenti italiani. I dati sono prelevati dal sito dell'INGV che li pubblica circa 15/30 minuti dopo la scossa.

2) Terremoto! è collegata all'INGV e permette di attivare le notifiche push

terremoto-app

Gli eventi vengono mostrati dopo che sono stati rilevati dall'INGV.

3) Rilevatore Terremoto contrariamente alle applicazioni precedenti rileva in tempo reale il sisma tramite una rete di smartphone. È presente un allerta sisma di qualche secondo per chi vive in località sufficientemente distanti dall'epicentro. Su richiesta invia email automatiche o manuali

rilevatore-terremoto

L'app ha anche un bottone per segnalare terremoti ed è proprio questa rete di smartphone che permette alla applicazione di emanare un allerta in tempo reale.





4) Avvisi di terremoto mostra gli ultimi terremoti scossi in tutto il mondo.

5) Terremoto è un'altra app che mostra i terremoti avvenuti in ogni parte del mondo. Le fonti sono diverse e comprendono oltre all'INGV anche EMSC, USGS, IRIS, CSUSP.

6) INGV Terremoti è l'app ufficiale dell'Istituto di Geofisica e Vulcanologia che mostra i dati degli ultimi terremoti in Italia e i più forti nel resto del mondo. I parametri mostrati sono origine tempo, coordinate dell'epicentro, profondità dell'ipocentro e magnitudo.

ingv-app-android

7) Vulcani e Terremoti oltre ai terremoti dà informazioni anche sui vulcani attivi e non attivi.

vulcani-terremotiRispetto alle precedenti ha una vocazione più internazionale. Le fonti sono in numero di 24 tra gli istituti simili al nostro INGV dei maggiori paesi del mondo.

8) Vibrometro è una app che secondo i suoi sviluppatori dovrebbe funzionare come un sismografo portatile utilizzando i sensori dei dispositivi Android.

9) Hai sentito il terremoto? è un'altra app ufficiale dell'INGV. Gli utenti sono invitati a raccontare quello che hanno visto e sentito e per segnalare nuove scosse per migliorare la ricerca.

10) LastQuake è l'app ufficiale del centro sismologico euro-mediterraneo. È stata progettata per fornire in tempo reale informazioni di prima mano sui terremoti.

11) Vibration Alarm è una app che utilizza il sensore accelerometro di Android che riesce a rilevare le vibrazioni del dispositivo. Può essere tarato per rilevare i terremoti. Tale app serve per mostrare le vibrazioni in tempo reale, salva le vibrazioni nella SD, si possono configurare suoni di allarme, rileva i terremoti quando stiamo dormendo e addirittura se qualcuno apre la porta della nostra camera da letto.

12) eWeather HD è una app che coniuga previsioni del tempo e widget con mappa dei terremoti. 
  
13) EQInfo Terremoti Globali con possibilità di sincronizzazione di liste di terremoti. Si possono anche selezionare le agenzie da cui si vogliono ricevere le informazioni

14) Associazione Europea Protezione Civile è l'applicazione con cui concludere degnamente questo elenco. Contiene tutte le informazioni utili su tutti i tipi di rischi presenti in una data zona geografica. In questa applicazione si trovano informazioni utili su rischio sismico, rischio meteo, idraulico e idrogeologico (alluvioni, esondazioni, frane), rischio incendio, rischio industriale, rischio vulcanico, rischio sanitario, rischio nucleare, rischio ambientale, rischio calore, rischio tecnologico, bioterrorismo, immigrazione. L’app della Protezione Civile trasformerà lo smartphone in uno strumento di scambio di informazioni per soccorritori, professionisti, volontari di Protezione civile, personale dei Vigili del Fuoco, Polizia di Stato e Polizia Locale, Enti Pubblici e normali cittadini. L’App Protezione Civile si concentra sulla gestione dell’emergenza da parte degli operatori e sulla risposta dei cittadini alla calamità.

L'app della Protezione Civile fornirà informazioni utili per un’adeguata risposta a tutte le tipologie di catastrofi e renderà fruibili a tutti le essenziali norme di comportamento da seguire nei casi di emergenza. Si avranno delle risposte semplici a dubbi o quesiti, anche in modalità offline: cosa fare? dove trovare aiuto? come prepararsi per rispondere a un evento? chi contattare in caso di emergenza?.




Nessun commento :

Posta un commento

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti. Se ti ho aiutato con il post o con le risposte ai commenti condividi su Facebook o su Twitter. Grazie.