Pubblicato il 16/03/16e aggiornato il

Come creare una formula in Excel utilizzando una funzione.

Come inserire una formula in Excel utilizzando una delle funzioni presenti nelle varie categorie Finanziarie, Data e Ora, Statistiche ecc.
Riprendo il tema dei Fogli di Lavoro o Fogli di Calcolo creati nelle Cartelle di Excel. Nei precedenti post abbiamo visto come usare Excel in generale, come creare grafici e come usare l'Analisi Rapida, come fare il controllo ortografico e come impostare il salvataggio automatico. Excel come i programmi simili di Libre Office e di Google Drive utilizza le celle in cui inserire testo o numeri. Ciascuna cella è individuabile da una lettera che indica la colonna e un numero che indica la riga. Per esempio D6 è la cella posizionata nella sesta riga e nella quarta colonna.

In questo articolo vedremo come usare una funzione per creare delle formule. La sintassi delle formule iniziano sempre con il simbolo di uguale ( = ). Se per esempio nella cella A4 inseriamo questa formula =A2+A3 e andiamo su Invio si visualizzerà la somma delle celle A2 e A3. Altre formule semplici, oltre alla somma, sono la sottrazione =A2-A3, la moltiplicazione =A2*A3, la divisione =A2/A3 e l'elevamento a potenza =A2^A3 dove A2 e A3 sono le variabili e rappresentano i valori presenti nelle rispettive celle.

Invece della formula con sintassi =A2+A3 potremo usare la funzione =SOMMA(A2:A3) dove le variabili sono le stesse ma si usa la funzione SOMMA al posto della formula. Su Excel ci sono moltissime categorie di funzioni predefinite. Per creare una formula con una funzione si clicca su una cella quindi si va sulla icona della funzione che aprirà una finestra di configurazione

funzioni-excel

Nella prima colonna sono elencate le varie funzioni in ordine alfabetico mentre mentre nel menù a discesa si può scegliere le categorie delle funzioni tra Finanziarie, Data e Ora, Statistiche, Ricerca e Riferimento, Database, Testo, Logiche, Informative, Progettazione, Cubo, Compatibilità e Web. Tutte le funzioni di Excel sono elencate nella pagina delle funzioni del supporto di Office. Ad esempio la funzione GIORNI dà come risultato il numero di giorni compresi tra due date.  

ESEMPIO DI FUNZIONE


A puro titolo di esempio inseriamo nella prima riga dei valori numerici e nella seconda riga vogliamo calcolare il valore dell'arcotangente di ciascuno. Si tratta cioè di creare una funzione specifica. Si seleziona la cella sotto al primo numero quindi si va sulla icona della funzione che aprirà la finestra

finestra-configurazione-funzioni 

Si sceglie la categoria Matematiche e Trigonometriche quindi si seleziona ARCTAN. Si visualizzerà anche il significato della funzione che in questo caso restituisce l'arcotangente di un numero espresso in radianti compreso nell'intervallo -pi greco/2 e +pi greco/2. Nella cella selezionata si visualizzerà automaticamente il simbolo dell'uguale. Si va su OK.

funzione-excel

Si aprirà una nuova finestra in cui digitare l'argomento della funzione. In questo caso ho messo A1 che è la cella che sta immediatamente sopra a quella selezionata. Si va su OK e si visualizzerà il valore della funzione nella cella in oggetto che era visibile anche nella finestra.

funzione-excel

La procedura seguita per inserire la funzione su A2 si potrebbe ripetere anche per A3, A4, ecc. Se però il nostro obiettivo è quello di trovare l'arcotangente di tutti i numeri presenti nella prima riga possiamo copiare la funzione cliccandoci sopra con il destro del mouse e scegliendo Copia

copiare-funzione-excel

Si possono quindi selezionare tutte le celle che stanno sotto alla prima riga,

image

cliccare con il destro del cursore e andare sulla icona di Incolla

funzione-excel-arcotangente

Excel calcolerà la funzione in tutte le celle selezionate con la stessa sintassi della cella che è stata copiata. Il risultato sarà che nella seconda riga ci saranno tutti i valori dell'arcotangente del numero della prima riga. Ho preso in esame una funzione  con una sola variabile ma si possono creare funzioni più complesse come per esempio per trovare l'importo complessivo di una fattura partendo dalla quantità dei singoli prodotti, dal loro costo unitario, dalla percentuale dell'IVA applicata a ciascuno e dalle spese di spedizione unitarie o complessive.




Nessun commento :

Posta un commento

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti. Se ti ho aiutato con il post o con le risposte ai commenti condividi su Facebook o su Twitter. Grazie.