Pubblicato il 18/07/13e aggiornato il

Come farsi pagare con un tweet o con un post su Facebook.

Pay With a Tweet per farsi pagare con un tweet o con un post su Facebook il download di un ebook o di altri contenuti messi a disposizione dei lettori gratuitamente.
I contenuti postati dai blogger nei loro siti sono in linea di massima di libero accesso e possono essere consultati da tutti i lettori. Molti autori di siti si sono pure cimentati nella realizzazione di ebook più o meno voluminosi con lo scopo di migliorare il brand del sito e di offrire un ulteriore servizio ai lettori. Si può decidere di vendere il libro elettronico tramite Amazon o qualche servizio analogo oppure di offrirlo liberamente. In questa seconda ipotesi chi scrive l'ebook spera in una sua condivisione sui social network e su un buon numero di tweet, di Mi Piace e di +1 su Google+.

Come esperienza personale devo dire che questo non sempre accade. Specialmente in Italia c'è una grossa ritrosia a twittare un post o a condividerlo sulla propria Bacheca di Facebook. Diciamo che a noi italiani non piace molto fare una cosa che in qualche modo potrebbe portare un beneficio a un'altra persona anche se questo atto non ci costa assolutamente nulla. Posso affermare senza tema di smentita che gli articoli di questo sito in percentuale sono dieci volte più condivisi da persone che mi leggono dall'estero rispetto agli italiani. Ecco quindi che per avere un qualche beneficio dai contenuti extra liberamente condivisi ci si può far pagare con un semplice tweet o con una condivisione su Facebook.

Pay With a Tweet è un servizio che permette appunto ai lettori di un sito di scaricare un ebook o comunque altro materiale informatico al prezzo di una condivisione. Dopo essere andati sul sito che ha anche una sua versione grafica in italiano si clicca su Crea un pulsante di pagamento e si riempiono i relativi campi prestando un po' di attenzione a alcuni passaggi

pay-with-a-tweet

Oltre al nostro nome e all'indirizzo email va inserito il nome del file e la sua descrizione. Non conviene caricare il file ma semplicemente incollare il suo URL dopo aver fatto il suo upload su una cartella di DropBox, di SkyDrive o di Google Drive. Gli altri campi riguardano il testo del tweet da postare per un massimo di 110 caratteri e l'URL della pagina web in cui è presente il pulsate Pay With a Tweet. Per evitare di superare la lunghezza massima si può accorciare l'URL con servizi tipo goo.gl o bit.ly.  Il campo con il numero massimo di persone che possono pagare con un tweet può essere lasciato in bianco per un numero illimitato di condivisioni.

I social network in cui ci si può far pagare la condivisione sono Twitter, Facebook, Linkedin e VKontakte che è un network russo. Dopo aver impostato la data della fine della campagna si mette la spunta sulla accettazione dei termini & condizioni e si clicca su Crea il mio pulsante. Ci verranno proposti una serie di pulsanti di diverse dimensioni e forme con il relativo codice. Si seleziona e si copia il codice per poi incollarlo in una pagina web o in un widget HTML/Javascript.

L'ho utilizzato per la Guida all'HTML che ho scritto qualche tempo fa. Si tratta di un ebook gratuito che per essere scaricato deve essere preceduto da un tweet o da un post su Facebook.


Chi clicca sul pulsante aprirà una finestra popup di questo tipo

pay-with-a-tweet[5]

in cui decidere di pagare con Twitter o con Facebook. Dopo aver twittato si potrà accedere all'URL del download su Dropbox. Il testo del tweet potrà anche essere modificato. Con Facebook funziona più o meno nello stesso modo. Ci vuole l'accortezza di andare su Accedi adesso dopo aver postato

post-facebook-tweet

Pay With A Tweet mi sembra veramente una idea geniale per permettere di condividere gratuitamente dei contenuti ricevendo in cambio delle condivisioni che non costano nulla agli utenti ma che invece possono essere utili all'autore per migliorare il rank e il posizionamento del sito in ottica SEO. I file da offrire ai navigatori in cambio di un tweet possono spaziare dagli ebook ai contenuti multimediali, da presentazioni alle raccolte di foto, da filmati a documenti di ogni tipo.





16 commenti :

  1. non sai quanto condivida questa "triste" verità... la cosa peggiore è poi che proprio gli amici ed i familiari siano i primi a pubblicare tutto di tutto, tranne i contenuti di chi si conosce. Ci sono rarissime eccezioni ma su una cerchia di centinaia di contatti, solo 2 o tre (sorella compresa) ti aiutano... Bah...
    Grazie per la dritta :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse sei un po' troppo pessimista ma in Italia la condivisione forte esiste solo per gli utenti di OKNotizie che si votano reciprocamente i post e per i gruppi di blogger che si ritwittano gli articoli su Twitter :)
      @#

      Elimina
    2. più che pessimista, l'ho vissuto e lo vivo sul campo :)

      Elimina
  2. Anch'io qualche tempo fa ho posto questa domanda sul blog 'perche' non condividete?'. Non parlo solo dei miei contenuti ma anche in generale. Si preferisce fare il like o share a una foto carina che contiene una citazione {ma anche immagini un po' stupidine e volgari} che clicare i pulsanti sociali dei blog amici che si leggono tutti i giorni.

    Al contrario, a me viene proprio in automatico condividere almeno su G+ e FB un post che ho trovato interessante... e poi ci vuole un secondo.

    bah, che razza strana siamo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Negli altri Paesi non è così. Senza parlare poi dei backlink! Neppure se ti copiano tutto il post te li mettono :P
      @#

      Elimina
  3. Ho provato il pulsante ma quando condivido su facebook appare solo il link senza immagine come posso fare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devi andare su Pubblica su Paga con un post su Facebook quindi su Pubblica su Facebook. Dopo aver pubblicato tramite Condividi link vai su Accedi Adesso
      @#

      Elimina
    2. Aspetti 10 secondi poi vai su Scarica per l'ebook
      @#

      Elimina
    3. si il pulsante funziona è tutto ok, l'unica cosa che non mi appare l'immagine nel post di facebook (in bacheca) ma solo il link da condividere.

      Elimina
    4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  4. Ho creato il pulsante solo che il mio logo non viene visualizzato come il tuo nella guida html ( logo della tv e link) ma solo il link senza immagine.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo è un altro discorso, non c'entra nulla con il bottone ma è solo come vengono condivise le pagine del sito su Facebook. Per ottimizzare la condivisione si deve procedere in questo modo per un blog su Blogger
      http://www.ideepercomputeredinternet.com/2013/03/open-graph-facebook.html
      @#

      Elimina
    2. capito..mentre per wordpress cambia?

      Elimina
    3. Sì ma i metatag sono gli stessi. Devi cercare un plugin adatto
      @#

      Elimina
    4. Grazie per la precisione delle risposte! :)

      Elimina
  5. tutto vero nella premessa.
    Per il resto ho trovato l'articolo molto ben fatto, grazie per il contenuto dato free!!!

    RispondiElimina

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti. Se ti ho aiutato con il post o con le risposte ai commenti condividi su Facebook o su Twitter. Grazie.