Pubblicato il 12/02/12e aggiornato il

Come ottenere una licenza Creative Commons per il blog.

Si possono pubblicare articoli per il blog seguendo le metodologie più diverse in ogni caso a monte di ciascun post c'è sempre un lavoro di documentazione o quanto meno di sperimentazione. Questo ovviamente per i blog seri.  In fondo i blogger non fanno altro che acquisire informazioni dalla rete, filtrarle, elaborarle e quindi ripubblicarle secondo i propri interessi e quelli dei lettori. La maggior parte dei blogger che pubblicano post per passione magari possono usare anche delle idee altrui ma comunque mettono sempre del proprio in ogni post. Poi c'è una minoranza che non ha voglia di mettersi a creare un articolo per il gusto di essere utile ai lettori ma si limita a copiare quello altrui. Ma questo è un altro discorso.

E' buona norma inserire un link di attribuzione al sito o ai siti da cui abbiamo acquisito quelle informazioni che ci hanno permesso di confezionare l'articolo. Bisogna però intendersi su quando è opportuno farlo o quando è solo consigliabile e quando invece non è necessario.

Facciamo un paio di esempi pratici. Ho recentemente pubblicato un effetto dei cuoricini che cadono per San Valentino. Se un altro sito pubblica un articolo simile al mio non ha la necessità di linkare il mio post. E' invece obbligato a farlo se usa il mio codice. Nel momento in cui esce un nuovo servizio web ci sono migliaia di blogger che ne fanno una recensione. Non è che tutti siano obbligati a linkare quello che l'ha pubblicata per primo. Lo sono invece se sfruttano le immagini, i video o copiano interi paragrafi di un altro articolo per realizzare il proprio.

La proprietà intellettuale è protetta dal codice civile di praticamente tutti gli stati del mondo. Quindi anche un articolo di un blog, un video, una immagine che sia stata creata in modo originale hanno la tutela della legge italiana e non solo. Qualche tempo fa pubblicai un post su come scoprire coloro che copiano articoli o immagini del nostro sito che ha avuto un certo successo visto che la pagina ha Page Rank 3 e che ha avuto ben 38 Mi Piace

Nel mondo del web non c'è solo l'esigenza di evitare di essere copiati ma anche quella di rendere disponibili i nostri contenuti al maggior numero di persone e quindi di favorire la condivisione. In questo senso può essere utile ottenere una licenza Creative Commons per il nostro sito.

Si tratta di scegliere tra una gamma di sei diverse opzioni per i diritti d'autore che vengono usate da artisti, giornalisti, docenti e anche blogger per tutelare i propri lavori lasciando libertà di condividerli ma mantenendo alcuni diritti riservati. Per avere una panoramica di tutte le licenze potete consultare questa pagina. Faccio un breve elenco degli acronimi che vengono usati a tale scopo

  1. CC BY : La più elastica e permette di condividere le nostre opere anche per scopi commerciali inserendo il solo link di attribuzione
  2. CC BY-SA : Si possono modificare i contenuti dell'opera anche a scopo commerciale ma possono essere condivisi solo allo stesso modo
  3. CC BY-ND : Permette la condivisione anche commerciale senza però la possibilità di modifiche
  4. CC BY-NC : Si può modificare l'opera ma solo per scopi non commerciali
  5. CC BY-NC-SA : Si può condividere l'opera per scopi non commerciali e con la stessa modalità di condivisione
  6. CC BY-NC-ND : La più restrittiva visto che si può scaricare e condividere le opere con il relativo credito ma non si può modificare o usare per scopi commerciali

In genere gli acronimi vengono così sintetizzati

  1. SA: Condividi allo stesso modo (la licenza di Wikipedia)
  2. ND: Non opere derivate (non si può modificare il video, la foto o il post)
  3. NC: Non commerciale (non si può utilizzare l'opera per fini commerciali)

Per ottenere una licenza Creative Commons da inserire nel nostro sito dobbiamo recarci nella pagina di CreativeCommons.org e cliccare su Choose a license. Nella pagina successiva bisogna compilare il modulo con i nostri dati e le nostre preferenze per il tipo di licenza

licenza-creative-commons

Le prime due domande sono obbligatorie e chiedono se si vuole permettere che la nostra opera venga utilizzata per scopi commerciali e se possa essere modificata. Questa seconda domanda ha anche l'opzione che si possa modificare ma condividendola nello stesso modo vale a dire utilizzando lo stesso tipo di licenza. Più in basso su Ulteriori informazioni possiamo inserire anche informazioni aggiuntive opzionali relative al contenuto, al nome dell'autore, all'URL di attribuzione, all'indirizzo dell'opera originaria e al modulo di contatto in cui ottenere altri permessi dall'autore. Cliccando su Scegli una licenza possiamo selezionare il tipo di logo da inserire nel blog e visualizzare il codice da incollare su Layout > Aggiungi un gadget > HTML/Javascript



Questa licenza non è che dia una protezione in più ma serve per informare il lettore quali siano le possibili modalità di condivisione dei nostri contenuti.





6 commenti :

  1. Grazie mille, per questa utile info e per le moltissime altre di cui ho fatto frutto per il mio blog.

    RispondiElimina
  2. grazie come sempre..
    volevo chiederti se sai come inserire questa specie di popup (ne gergo come si chiamano?)
    http://www.ilsole24ore.com/art/tecnologie/2012-02-07/bilancio-2011-profondo-rosso-133858.shtml?uuid=AauymMoE
    una volta caricata la pagina mentre scorri nell'angolo in basso a destra appare una notizia correlata penso

    RispondiElimina
  3. @Mark86
    Lo avevo visto anch'io sul Sole 24 Ore. Si tratta di un plugin ma non ho idea del suo nome e se sia applicabile a tutte le piattaforme

    RispondiElimina
  4. c'è pure sul giornale.it, sarà qualche script che si attiva mentre si scorre la pagina o meglio quando si arriva a una certa 'altezza'..va bè prendilo come uno spunto..un saluto ;)

    RispondiElimina
  5. E se nel codice fornito da Creative Commons aggiungo il rel nofollow e anche l'altro per aprirla su una nuova pagina pensi che perde di valore la licenza?

    RispondiElimina
  6. La licenza ha poco valore di suo ma quel poco non lo perde certo per il target e il nofollow
    @#

    RispondiElimina

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti. Se ti ho aiutato con il post o con le risposte ai commenti condividi su Facebook o su Twitter. Grazie.