Pubblicato il 28/11/11e aggiornato il

Come posso aumentare le visite al mio sito?

L'interazione con i lettori di questo blog avviene attraverso vari strumenti. Il più comune e da me auspicato è quello del commento al singolo post, preferibilmente pertinente. Ma ci sono persone che mi scrivono messaggi tramite il modulo di contatto, altri preferiscono scrivere sulla Bacheca della Pagina Fan di Idee per Computer ed Internet, altri ancora, che mi sono amici su Facebook, scrivono direttamente nella mia Bacheca. Ci sono poi quelli con cui scambio opinioni su Google Plus e altri che mi contattano direttamente tramite email visto che il mio indirizzo è visibile nella scheda Informazioni del mio Profilo su Google Plus. Lascio per ultimo quelli che mi contattano mediante messaggi privati su Facebook perché è il metodo che mi piace di meno. Ritengo infatti che debba essere riservato a scambi di idee esclusivamente con persone con cui sono legato da amicizia reale e non solo quella da quella fittizia di Facebook. In linea di massima rispondo comunque anche a quelli, però con minor entusiasmo e dando il minimo indispensabile di informazioni, o non dandole affatto, nella speranza che questi interlocutori comincino a privilegiare altri canali meno invasivi.

I commenti sul blog come i post sulla Pagina Fan li leggono anche gli altri utenti mentre i messaggi privati sono più variegati e si possono raggruppare in due categorie. Da una parte ci sono i lettori che vogliono una spiegazione supplementare sulla installazione di un widget, sul codice di un effetto, insomma chiedono ulteriori informazioni tecniche su un mio post o su un effetto che hanno visto in rete ma non sanno come incorporarlo nel blog. C'è poi una seconda categoria di persone che mi fanno domande di tipo generale che però si possono riassumere con questi tre esempi necessariamente un po' troppo schematici:

  1. Come posso attirare più visitatori nel mio sito?
  2. Di cosa devo parlare per avere più visite?
  3. Come posso fare a guadagnare molti soldi con un blog?

Parto dalla terza domanda perché forse è il caso una volta per tutte di sgombrare il campo da equivoci,  da leggende metropolitane e di denunciare il comportamento non proprio eticamente irreprensibile di certi frequentatori della blogosfera. Se voi pensate di creare un blog per fare soldi non iniziate neppure perché avete già cominciato con il piede sbagliato. In rete c'è una presenza massiccia di siti che promettono guadagni astronomici con quella affiliazione o con quell'altra partnership. Non è vero nulla. A prescindere dal metodo che si è scelto per monetizzare il nostro hobby, che può essere l'installazione di banner pubblicitari, la vendita di prodotti o l'affiliazione con grandi aziende, i guadagni non possono mai prescindere da una notevole quantità di visitatori.

Se il tuo blog non ha traffico è inutile che pensi ai guadagni, questi saranno sempre proporzionali al numero di persone che capitano più o meno saltuariamente sul tuo sito. Per guadagni veramente alti bisogna avere un numero di visitatori unici dell'ordine delle decine di migliaia al giorno. Solo in questo caso potrai dire che fai soldi con il tuo sito. Anche con qualche migliaio di visitatori giornalieri si può riuscire a ricavare delle cifre non disprezzabili ma non si può dire che si fanno i soldi con il blog perché qualsiasi attività, anche la più umile e meno pagata, svolta per un numero di ore corrispondente a quelle spese per il blogging porta a dei guadagni certamente superiori. Inoltre in questo caso ti pagano subito mentre per avere le prime soddisfazioni economiche con un sito bisogna aspettare come minimo sei mesi se non anni.

So che in rete ci sono persone che dicono cose molto diverse ma mi sento di poter dire con certezza che mentono. Non si possono avere grandi entrate se non si hanno grandi livelli di traffico. Credo che i blog che riescono a superare i diecimila visitatori al giorno siano pochissimi. Solo i siti collaborativi con autori che scrivono quasi a tempo pieno e che sfornano decine di articoli giornalieri possono pensare di raggiungere questi obiettivi. In questo caso c'è comunque successivamente la necessità di ripartire le entrate e quindi siamo punto e a capo.

La scelta della nicchia che deve trattare il nostro blog, e qui sono passato alla seconda domanda, non deve discendere da considerazioni economiche. Se facessimo una analisi di questo genere dovremmo andare su Statistiche Ricerca di Google e vedere i trend delle keyword più cercate per trovare l'argomento con il maggior numero di visitatori potenziali. Se avessi fatto questa considerazione non mi sarei messo a scrivere post su tutorial per Blogger ma magari avrei parlato di cellulari, di telefonia mobile, di cucina o di gossip che sono argomenti certamente molto più cercati.

Quello che conta veramente è essere appassionati dal tema che stiamo trattando. Non occorre essere degli esperti, anzi il fatto di spiegare le cose dal punto di vista del neofita può essere un importante atout in grado di fidelizzare i lettori che cercano cose semplici presentate in modo dettagliato. Se si tratta un tema con una certa continuità, se non si è proprio dei deficienti, saremo portati inevitabilmente a diventare sempre più esperti e a affrontare l'argomento in modo più specialistico. La prima domanda è quella veramente essenziale e è difficile dare una risposta in un singolo post. Elenco solo alcuni consigli di base:

  1. Bisogna avere un buono stile di scrittura. Non essere tropo prolissi ma neppure essenziali fino all'osso. Ricordiamoci che dobbiamo scrivere contemporaneamente per i lettori e per i motori di ricerca
  2. L'investimento del tempo che dedichiamo al blogging deve privilegiare la pubblicazione dei post alla cura della grafica. Meglio una grafica non proprio di primo livello con un post tutti i giorni che un blog con un aspetto da urlo ma che pubblica un articolo a settimana.
  3. Bisogna scrivere articoli originali. So bene che è difficile ma bisogna sforzarsi di dare qualche cosa in più al lettore rispetto a quello che ha ricevuto leggendo un articolo simile in un altro blog. Prima di scrivere un post occorre documentarsi per vedere se altri ne hanno scritto di analoghi prima di noi. Non seguire troppo quello che scrivono i blog italiani perché in genere prendono spunto dai siti in lingua inglese, quindi è meglio prendere le informazioni direttamente dalla fonte originale.
  4. Cercare il massimo delle sinergie di condivisione. Fare in modo che nei post siano presenti almeno i pulsanti per condividere la pagina su Facebook, Google Plus e su Twitter. E' assolutamente essenziale avere una pagina fan di supporto per il sito. Ben presto sarà altrettanto importante anche la Pagina Business su Google Plus.  
  5. Interagire con gli altri blogger. E' opportuno farsi delle amicizie tra i blogger che trattano il tuo stesso tema per avere utili scambi di idee. E' anche consigliabile cercare di imitare lo stile e il comportamento dei blog di riferimento del nostro segmento di interesse. 
  6. Informare i motori di ricerca della nascita e dello sviluppo del blog. Questo è un tema più tecnico; bisogna creare un account negli Strumenti per Webmaster per poi inviare le Sitemap e tenere sotto controllo i dati statistici del nostro sito.
  7. Trovare le parole chiave migliori e confezionare i titoli per i lettori e per i motori di ricerca. Una grande importanza nella creazione di un post deve essere data al titolo. E' bene fare una analisi con gli strumenti di Google sulle parole chiave più gettonate ricordando che i motori di ricerca non hanno il senso dell'umorismo e che nel titolo devono essere presenti le parole chiave più recettive dell'articolo.
  8. Scrivere il più possibile articoli svincolati dal contingente. I post che portano più visite sono spesso quelli scritti mesi se non anni prima. Si tratta di articoli che non invecchiano perché parlano di argomenti che non sono legati all'attualità.
  9. Leggere attentamente i commenti. Questa è una buona norma per migliorare la nostra produzione dei post visto che in questo modo possiamo conoscere meglio gli interessi e le aspettative del nostro bacino di utenza. Inoltre è un modo per fidelizzare ulteriormente i lettori specialmente se la risposta al commento è fatta rapidamente e a tema con la richiesta. Non bisogna vergognarsi di dire che non si è in grado di rispondere.
  10. Aumentare la velocità di caricamento del sito. Vi sarà certo capitato di tentare di aprire un sito e dover aspettare 10-15 secondi per visualizzarlo totalmente. La maggior parte dei navigatori non hanno la vostra pazienza e quando un sito è troppo lento chiudono semplicemente la scheda del browser. Occorre quindi inserire solo i widget che hanno una utilità intrinseca e tralasciare quelli meno importanti che hanno solo la funzione di rallentare la pagina. Anche con le immagini bisogna andarci cauti perché inserirne troppe può voler dire aumentare il tempo di caricamento a dismisura. Le immagini sono comunque molto importanti per un blog ed è opportuno cercare di ottimizzarle durante il loro inserimento.
  11. Facilitare l'usabilità e la navigabilità del blog. Quando un visitatore capita sul nostro blog deve riuscire a vedere al primo scroll della pagina quanto di meglio siamo in grado di offrire. E' quindi opportuno inserire uno o più menù con collegamenti alle pagine e agli articoli più interessanti. Non deve neppure mancare un widget che mostri gli Ultimi Articoli pubblicati con o senza miniature. Ritengo importantissima anche la presenza di una casella di ricerca per dare modo al navigatore di accedere a tutta la nostra produzione mediante l'inserimento di parole chiave.
  12. E' importante citare le fonti. Mettere un link a un altro blog da cui si è preso uno spunto o che ampli un tema solo sfiorato nel nostro articolo ha il duplice scopo di avere magari un link di ritorno dalla persona che si è citata e di venire visto in modo molto positivo dai motori di ricerca
  13. E' opportuno non allontanarsi troppo dal tema del post. Qualche divagazione è accettata ma l'argomento di fondo dell'articolo deve essere sempre posto in una posizione di preminenza. La parte iniziale del post deve essere considerata come il trailer di un film e quindi fare da riassunto.
  14. Scrivere in modo semplice e senza errori. E' importante rileggere sempre i post per eliminare possibili errori di battitura, qualche verbo sbagliato o qualche frase che non scorre come dovrebbe
  15. Evitare di scrivere nella stessa sezione del sito di argomenti molto diversi tra di loro. Sembra che questo sia malvisto dal Google Panda Update.  
  16. La lunghezza dell'articolo deve essere in linea con il tema trattato. Personalmente consiglio di scrivere articoli di lunghezza media che trattino la questione in modo adeguato però senza troppe inutili lungaggini. Molti siti sono soliti pubblicare post brevissimi. Questo ha il vantaggio di poterne scrivere molti di più nello stesso tempo ma verranno dimenticati da Google molto prima di quelli più correttamente strutturati.
  17. Non avere fretta di pubblicare. Anche se pubblichi un articolo dopo un'ora rispetto al previsto non succede nulla. L'importante è che sia ben confezionato e abbia tutte le caratteristiche per essere preso in considerazione dai motori di ricerca.
  18. E' meglio eliminare i commenti offensivi e quelli di spam specie nei blog che trattano di argomenti molto controversi come la politica e il calcio. Una certa dose di vis polemica può comunque far bene al sito visto che ci può portare dei backlink e a aumentare la conoscenza del nostro blog.
  19. Monitorare costantemente l'andamento del sito. E' essenziale conoscere i dati statistici del blog per poterli sfruttare ai fini di confezionare post su argomenti che già ci portano molte visite. A tale proposito consiglio Google Analytics e la scheda Statistiche per gli utenti di Blogger.
  20. Organizzare dei concorsi a premi. Per i blog che se lo possono permettere organizzare dei Giveaway tra i lettori è un ottimo modo per aumentarli.
  21. Mantenere vivi i vecchi post. Occorre aggiornare periodicamente i post più visti per mantenerli sempre vitali. Basta cambiare anche una piccola parte del testo. Google se ne accorgerà e eviterà di retrocedere il post nelle SERP troppo presto. 
  22. Scrivere post sullo stesso argomento. Quando un articolo che ci portava molte visite comincia a dare segni di stanchezza nonostante i tentativi di portarlo a nuova vita di cui al punto precedente, è opportuno scrivere un nuovo post sullo stesso tema. In questo caso sarà nostra cura linkare il vecchio articolo con l'accortezza di usare un anchor text diverso dalle parole chiave presenti nel titolo e nelle etichette.
  23. E' opportuno mettere dei link a nostri post precedenti sullo stesso tema. Questo è importante per indicizzare meglio e più velocemente il sito.
  24. Crearsi uno stile e usare molto elenchi e paragrafi. Avere uno stile di scrittura personale è importante per farsi riconoscere immediatamente dai lettori. Si possono anche inserire riferimenti alla nostra vita privata. L'importante è non perdere di vista l'obiettivo del post. La formattazione del contenuto deve essere fatta in modo da facilitarne la lettura. Usare elenchi e andare a capo per evitare dei testi senza righe bianche.
  25. Bisogna avere umiltà. Occorre saper riconoscere quando si sbaglia e ammetterlo senza problemi. La nostra autorevolezza non ne risentirà assolutamente. Ne risentirebbe di più se volessimo negare l'evidenza dei fatti
  26. L'ultimo consiglio un po' scherzoso è quello di continuare a seguire Idee per Computer ed Internet perché su questo sito si possono trovare sempre delle dritte utili a migliorare il nostro sito su Blogger o su altra piattaforma    




18 commenti :

  1. Concordo su tutto, ma soprattutto sul punto 21!!!!!

    RispondiElimina
  2. volevo solo farti i complimenti per il fatto che spieghi le procedure in modo così semplice che anche io che ne capisco poco di blog, procedure e altro grazie a te sto facendo un discreto lavoro, grazie grazie grazie!!!

    RispondiElimina
  3. Posso fare una domanda O.T. a Ernesto e Caterina: come si fa a inserire quel widget che ha Caterina nel suo blog (quello di collaborazioni e contest)? Grazie.

    RispondiElimina
  4. Grazie Ernesto :-) e ovviamente continuo a seguirti, mai neanche pensato di smettere.

    RispondiElimina
  5. @Stefano
    Il widget a cui fai riferimento è ottenuto con il tag marquee. Leggi questo post
    http://www.ideepercomputeredinternet.com/2009/01/come-inserire-una-scritta-scorrevole-in.html
    solo che nella direzione ci devi mettere up e al posto del testo l'HTML di immagini con link ai blog amici o con cui si collabora

    RispondiElimina
  6. Non so se scrivere qui o fare riferimento all'altro articolo. Abbi pazienza ma non ho capito. Il tag marquee lo utilizzo con le stesse modalità che hai citato tu nell'articolo. Per questo invece Html di immagini con link ai blog dove li prendo?

    RispondiElimina
  7. @Stefano
    Ecco il codice per inserire una immagine con un link

    <a href="URL DEL COLLEGAMENTO"><img src="URL DELLA IMMAGINE"></a>
    Ne puoi mettere anche altre magari con dei salti di riga che hanno il tag <br/>
    Questo codice lo metti al posto del testo dentro il tag marquee

    RispondiElimina
  8. Grazie Ernesto. Gentile come al solito.

    RispondiElimina
  9. L'ultimo consiglio è il migliore. ;D

    E aggiungo: facilitare la navigazione VELOCE del sito ed evitare di riempirlo di widget inutili che fanno solo andare in palla i pc!
    Alcuni blog saranno anche validi, ma se ci mettono 10 anni a caricarsi io non li visito più.

    RispondiElimina
  10. @Marguerite N.
    Grazie!!!! Me lo ero proprio dimenticato e dire che ho scritto un sacco di post sul tema. Lo aggiungo subito :D

    RispondiElimina
  11. Ciao Ernesto, se posso permettermi, anch'io ho un suggerimento:
    Evitare di riempire il sito di banner pubblicitari, infastidiscono il visitatore e non lo invogliano a tornare o a proseguire nella visita del sito
    Ciao

    RispondiElimina
  12. @Bizzo
    Verissimo anche questo, inoltre è penalizzante per il Google Panda Update.

    RispondiElimina
  13. Grazie dei consigli, devo salvarli per rinfrescare ogni tanto lo stile di lavoro sul blog.
    Mi ha incuriosito il n.22 che parla di "testi senza righe bianche", è come se facessero respirare il lettore per cui vengono apprezzati dai motori di ricerca?

    RispondiElimina
  14. sempre ottimi consigli!grazie

    RispondiElimina
  15. @Tamerice
    Usare i paragrafi in modo da evitare un malloppo di testo omogeneo non so quanto sia considerato dai motori. Certamente è apprezzato dai lettori. Così come il colore del testo che deve risaltare bene nello sfondo del blog e i caratteri sufficientemente grandi da essere ben visualizzati anche da chi ha problemi di vista. Le cose da dire sarebbero tantissime che forse ci vorrebbe un altro post ;)

    RispondiElimina
  16. grazie mille, sempre argomenti molto chiari e utili :=)

    RispondiElimina
  17. Prima di tutto ti faccio i miei complimenti per il sito, che probabilmente sull'argomento "blogger" è il migliore da me visitatato, ma per fare tante visite sicuro basta solo essere appasionati e scrivere argomenti originali??? il fattore seo non conta nulla??? io vedo siti che con la metà degli articoli che ho io fanno 10 volte le mie visite....
    ciao ; )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Conta molto scrivere articoli che rispondano alla domanda. Per esempio io scrivo principalmente per persone che hanno un blog e che quindi sono una piccola minoranza. Il volume di ricerche di parole chiave tipo "widget ultimi post" sarà la millesima parte del volume della ricerca di "spaghetti al pesto". Su queste parole chiave molto ricercate c'è però grande concorrenza. I blog che hanno successo con pochi post sono riusciti a essere indicizzate per delle parole chiave molto ricercate in cui ci sia poca concorrenza. Prova a leggere anche questo post
      http://www.ideepercomputeredinternet.com/2011/07/come-avere-piu-visite-imparando-dai.html
      In realtà poi io non seguo queste procedure e semplicmente scrivo quello che mi piace scrivere :))
      @#

      Elimina

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti. Se ti ho aiutato con il post o con le risposte ai commenti condividi su Facebook o su Twitter. Grazie.