Pubblicato il 13/01/21 - aggiornato il  | Nessun commento :

PicPick per Windows programma gratuito per fare e editare screenshot

Come catturare lo schermo in un PC Windows con PicPick, gratuito e in italiano e come editare le catture, o altre foto, con grafica, effetti, forme...

Il miglior programma per catturare e editare screenshot è probabilmente Snagit che però ha due difetti, non supporta la lingua italiana ma soprattutto è a pagamento. La migliore alternativa a Snagit è sicuramente PicPick che può essere installato gratuitamente per solo uso personale e che supporta anche l'italiano.

Si tratta di un software che ha pure degli strumenti che non si trovano su Snagit e che lo rendono particolarmente utile anche per editare immagini qualsiasi e non solo screenshot visto che ha una vasta gamma di scelte grafiche.

Inoltre PicPick ha anche una sua versione portatile ma è supportato solo dai sistemi operativi della Microsoft compreso Windows 10. Dopo aver aperto la sua Homepage si va su Download per scaricare il file .exe di installazione. La versione gratuita potrà essere aggiornata solo manualmente e non gode di supporto tecnico.

Si fa un doppio click sul file picpick_inst.exe da 14,8MB per poi seguire le finestre di dialogo. Se si fa andare il programma, visualizzeremo una finestra di benvenuto, che si può anche scegliere di non vedere più in futuro, mettendo la spunta nell'apposito quadratino di controllo. PicPick verrà aggiunto nell'area delle icone nascoste della Barra delle Applicazioni ed è da lì che lo potremo usare al meglio oltre che utilizzando le scorciatoie da tastiera.

Ho pubblicato sul Canale Youtube una recensione completa di PicPick, app per catturare e editare screenshot.



Cliccando sulla icona di PicPick ne potremo visualizzare il menù con tutte le opzioni e gli strumenti disponibili.

schermata benvenuto e menu picpick

Possiamo scegliere una attività nella schermata iniziale del programma o dal menù verticale, visibile cliccando sulla icona di PicPick nella TaskBar. Prima di iniziare, si va su su Info su PicPick per aprire la finestra relativa.

Nella scheda Generale si può lasciare o meno la spunta al quadratino di controllo per aprire automaticamente PicPick all'avvio di Windows. Nella scheda Editor ci sono le opzioni per nascondere PicPick durante la cattura dello schermo e quella per uscire da PicPick quando si chiude l'Editor del programma.

Se si sceglie Cattura dalla colonna di sinistra, si seleziona dove inviare l'immagine catturata. Meglio lasciare Editor PicPick, selezionato di default. In Nome File si possono cambiare il nome e il formato delle immagini catturate.

impostazioni di picpick

I formati supportati sono JPG, PNG, BMP, GIF e PDF e il nome dei file salvati saranno di default Immagine 1, Immagine 2, ecc... Nella scheda Salvataggio si sceglie la cartella di output per i file che salviamo.

Nela scheda Tasti Veloci si impostano le scorciatoie da tastiera per le varie attività. Alla fine della installazione, probabilmente si aprirà una finestra per configurare queste opzioni, se alcune hotkeys fossero già impegnate da altri software installati su Windows. Nelle attività che non ci interessano si può scegliere Nessuno e andare su OK.

impostare le scorciatoie da tatiera

Nella scheda Immagini si sceglie la qualità massima per gli screenshot catturati mentre FTP serve (in rarissimi casi) per caricare le immagini in un server remoto. Per rendere le modifiche effettive, si va su OK. Le catture possono essere fatte dal menù oppure anche utilizzando le scorciatoie da tastiera che sono state configurate.

Il Righello serve per misurare le distanze scegliendolo orizzontale o verticale e l'unità di misura (pixel, pollici, centimetri). La Lente di Ingrandimento è utile per visualizzare ingrandita un'area quadrata dello schermo.

Si può anche impostare la quantità di ingrandimento. Lo strumento dei Crocini serve per le coordinate di un punto.

strumenti di picpick

Il tool del Rapportatore serve per determinare la grandezza di un angolo fissato il vertice e i due lati. Ci sono poi la Palette dei Colori e il Selettore dei Colori per scoprire il colore di un pixel dello schermo cliccandoci sopra.

palette e selettori dei colori di picpick

Questi menzionati fino adesso sono tutti degli strumenti accessori di PicPick. La sua funzione primaria è quella di catturare regioni dello schermo. In Barra Strumenti ci sono pulsanti per arricchire di grafica lo schermo.

Si possono aggiungere tratti, forme quali ellissi o quadrati, scegliendo i colori. C'è anche il pulsante della Gomma e quello del floppy disk per salvare la grafica creata. Lo schermo si cattura dal menù o con le hotkeys.

cattura picpick

Come detto in Tipo Output è meglio scegliere Editor PicPick ma ci sono anche le opzioni per inviare le catture negli Appunti, alla Stampante, a un servizio Cloud, a Facebook, a Twitter, per Email, a Word, a Excel, a Powerpoint, a Skype o a un programma esterno. Le opzioni di cattura sono Schermo Intero, Finestra Attiva, Controlla Finestra, Finestra Scorrevole, Area Rettangolare, Area Rettangolare Fissa, Area a Mano Libera.

La scelta più comune è Area Rettangolare con cui disegnare un rettangolo nello schermo per catturarne il contenuto.  Molto interessante anche la Finestra Scorrevole con cui catturare intere pagine web.

Dopo aver cliccato su tale pulsante si clicca nell'area p.e. della pagina web. Lo schermo inizierà a scorrere verso il basso catturando tutta la pagina. Con Area a Mano Libera si può invece disegnare una forma qualsiasi di cui catturare il contenuto. Dopo la cattura, l'immagine dello screenshot verrà aperta nell'Editor di PicPick.

editor di picpcik

La grafica dell'Editor di PicPick ricorda molto quella di Paint e delle app della suite Office della Microsoft. Nella scheda File ci sono le opzioni per salvare e stampare l'immagine catturata ma si può anche importare una immagine diversa dal PC, per editarla con PicPick. La scheda Generale è quella con gli strumenti grafici.

Oltre ai pulsanti del Taglia, Copia e Incolla c'è anche il menù degli Effetti con cui aggiungere filigrana, sfocatura, pixellatura, scala di grigi e regolare il bilanciamento del colore. Più a destra ci sono i pulsanti per ruotare e ridimensionare l'immagine. Ancora più a destra ci sono i bottoni per selezionare aree rettangolari della foto.

Con lo strumento Riempi si aggiunge il colore in primo piano, o quello contiguo a una selezione, mentre con Disegno si possono aggiungere manualmente dei tratti colorati. C'è anche il tool del Testo con la possibilità di scegliere famiglia di font, dimensione dei caratteri, grassetto, corsivo, colore e allineamento.

Con i Timbri si possono aggiungere numerazioni progressive, frecce di ogni genere e altri oggetti e forme grafiche. Cliccando su Colore 1 e Colore 2 si aprono le tavolozze per modificare quelli visibili che possono anche essere scambiati tra di loro. È disponibile anche il selettore dei colori per scoprirne il codice HEX o RGB.

Nella scheda Condividi si può condividere l'immagine editata con i servizi e i social già menzionati. In Visualizza ci sono le opzioni per visualizzare o meno il Righello, la Barra di Stato e la Scheda. Quando si aggiunge della grafica all'immagine, viene mostrata anche la scheda Formato con tutti gli strumenti per editarla.

Per salvare lo screenshot così editato si va su File -> Salva Come per poi selezionare il formato di uscita.

salvataggio del formato di uscita

Gli screenshot a mano libera è opportuno salvarli in PNG, per mantenere la trasparenza, mentre i rettangolari è preferibile salvarli in JPG, formato più leggero. Sono disponibili anche le opzioni BMP, GIF e PDF.

Verrà aperto Esplora File in cui selezionare la cartella di destinazione, dare un nome al file e cliccare su Salva. Da notare che con PiPick si può convertire una foto in PDF aprendola con l'editor e salvandola in quel formato.




Nessun commento :

Posta un commento

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti.
Info sulla Privacy