Pubblicato il 11/09/20 - aggiornato il  | Nessun commento :

Come creare punti di ripristino manuali in Windows 10

Cosa sono e a cosa servono i punti di ripristino, come crearli manualmente su Windows 10 e ripristinare il PC a una configurazione in cui funzionava

Il vostro computer Windows 10 funzionava molto bene quando, dopo aver installato un certo software o configurato un nuovo driver, ha iniziato a fare le bizze e a mostrare malfunzionamenti? Il primo pensiero che viene in mente è quello di irritazione nell'aver installato qualcosa che abbia in qualche modo danneggiato il PC.

Il secondo pensiero è invece quello su come tornare alla situazione antecedente, quando il computer era perfettamente funzionante. Il ritorno al passato con i sistemi operativi Windows lo si può fare configurando e creando i punti di ripristino. Nelle versioni precedenti dei sistemi operativi della Microsoft i punti di ripristino venivano creati automaticamente tutte le volte che si installavano nuovi software o driver.

Con Windows 10 è stata scelta una soluzione diversa, per non appesantire troppo il sistema, e i punti di ripristino possono essere creati solo manualmente. Credo che configurare e creare almeno un punto di ripristino sia doveroso per una questione di sicurezza. Possiamo creare un punto di ripristino una volta al mese, per poi eliminare i precedenti, quando è palese che non ci servono più. In questo modo saremo sempre in grado di ritornare a una situazione in cui siamo sicuri che il computer funzionava perfettamente.

La creazione dei punti di ripristino la si effettua tramite il Pannello di Controllo.  Se non avete pinnato il Pannello di Controllo nella Barra delle Applicazioni e se non avete creato un suo collegamento nel desktop, per aprirlo, potete andare su Start e digitare Pannello di Controllo per poi aprire l'app omonima oppure andare su Impostazioni e digitare Pannello di Controllo nella casella di ricerca per poi cliccare sul risultato.

Ho pubblicato sul Canale Youtube un tutorial per configurare e creare un punto di ripristino in Windows 10.



Nel Pannello di Controllo si sceglie Visualizza per Categorie e si va su Sistema e Sicurezza. Nella schermata successiva si clicca su Sistema quindi su Impostazioni di sistema avanzate per aprire una finestra in cui scegliere Protezione Sistema. Più semplicemente si può cliccare su Start e digitare Crea un punto di ripristino per visualizzare l'app omonima, su cui cliccare per aprire la finestra della Protezione sistema

creare punto di ripristino in windows 10

Se ancora non avete creato nessun punto di ripristino, sarà mostrata la scritta Disattivata accanto alle Unità del PC. Si seleziona l'Unità C, che è quella del sistema, quindi si va su Configura per aprire un'altra finestra.

Si mette la flag sulla opzione Attiva Protezione Sistema poi si va in basso su Applica quindi su OK.

configurare la protezione di sistema in windows 10

Nella finestra precedente la scritta Disattivata muterà in Attivata. Se il vostro computer ha una unità di memoria SSD probabilmente avrete anche una Unità D che può a sua volta essere selezionata

Si va su Configura e si ripete l'operazione per attivare la Protezione di Sistema anche a questa unità, specie se non la usate solo per l'archiviazione, ma anche per installarvi dei programmi per liberare spazio nella Unità C.

Per fare un backup al sistema si va su Crea dopo aver selezionato l'unità a cui farlo.

creazione di un punto di ripristino su Windows 10

Nella piccola finestra che apre si digita il nome da dare al punto di ripristino. Non importa indicare la data perché quest'ultima verrà aggiunta automaticamente insieme all'ora della creazione. Si va ancora su Crea.

Ci verrà mostrato un piccolo popup con un cursore che mostra il procedere del processo. Alla fine visualizzeremo un avviso che la creazione del punto di ripristino è stata completata. Si va su Chiudi. Si può ripetere l'operazione anche per altre Unità. Selezionando una Unità e andando su Configura si può visualizzare lo spazio occupato.

spazio occupato dai punti di ripristino

Verrà mostrato la spazio corrente utilizzato e quello massimo, oltre alla percentuale di spazio già occupata. Quando si creano altri punti di ripristino verrà occupato altro spazio. Se si supera quello massimo, i punti di ripristino meno recenti verranno eliminati. Anche l'utente può eliminare i punti di ripristino andando sul pulsante Elimina.

Se il computer mostra dei malfunzionamenti, possiamo ritornare a una configurazione precedente, archiviata nei punti di ripristino che abbiamo salvato. Nella finestra Protezione Sistema si clicca su Ripristino configurazione di sistema. Verrà aperta una finestra in cui andare su Avanti.

ripristino della configurazione di sistema in windows 10

Nella finestra successiva si seleziona il punto di ripristino a cui riportare il PC. Successivamente abbiamo due opzioni. La più radicale è quella di andare su Avanti e tornare alla configurazione del punto di ripristino selezionato.

L'alternativa più selettiva è quella di cliccare sul pulsante Cerca programmi interessati. Nella finestra che si apre verranno mostrati i programmi e driver installati dopo la creazione del punto di ripristino. Tali programmi potranno essere eliminati e  simmetricamente ripristinati i programmi che nel frattempo sono stati rimossi.




Nessun commento :

Posta un commento

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti.
Info sulla Privacy