Pubblicato il 04/06/20 - aggiornato il  | Nessun commento :

Come recuperare spazio in Windows 10 dopo l'aggiornamento

Come liberare spazio nella Unità C di Windows 10 dopo l'aggiornamento con i tool Pulizia Disco e Sensoria Memoria dello stesso Sistema Operativo

Recentemente la Microsoft ha rilasciato l'aggiornamento primaverile per Windows 10 con l'update dalla versione 1909 a quella 2004. In genere l'azienda rilascia due aggiornamenti corposi ogni anno, oltre ad altri update per eliminare bug e falle nella sicurezza. Gli aggiornamenti sono automatici e l'utente può andare su Aggiorna ora, invece che su Arresta il sistema nel momento in cui clicca sul pulsante per spegnere il PC.

Chi volesse avere subito nel computer la versione più recente di Windows 10, può forzare l'aggiornamento scaricando un apposito tool andando su Aggiorna ora nella pagina della Microsoft, per poi effettuare un doppio click sul file .exe scaricato e seguire le finestre di dialogo. La Microsoft dà anche la possibilità all'utente di tornare alla versione precedente, nel caso in cui l'aggiornamento presentasse dei bug o dei malfunzionamenti.

Per poterlo fare, si va su Start -> Impostazioni -> Aggiornamento e Sicurezza -> Visualizza Cronologia degli Aggiornamenti -> Opzioni di Ripristino -> Torna alla versione precedente di Windows 10. Si clicca sul pulsante Inizia e si seguono le finestre di dialogo per disinstallare l'ultimo aggiornamento.

La possibilità di tornare alla versione precedente di Windows 10 viene però pagata dall'utente con il prezzo della presenza della cartella Windows.old, posizionata nella Unità C del sistema operativo che è pesante circa 25GB. Se dopo qualche giorno di utilizzo il computer non dà segnali di malfunzionamento e se avete bisogno di aumentare lo spazio libero in tale unità, si possono eliminare i file che servono per il downgrade del sistema senza alcun rischio.

In questo articolo vedremo appunto come recuperare i GB occupati dalla versione precedente di Windows 10. Ho pubblicato sul mio Canale Youtube il tutorial che mostra come procedere praticamente per poterlo fare.



Il primo passaggio è quello della pulizia del disco mediante un apposta app di Windows 10.


PULIZIA DISCO DI WINDOWS 10

Si clicca sul pulsante Start quindi si digita Pulizia Disco e si clicca sulla app che viene visualizzata nei risultati di ricerca. Verrà aperta una piccola finestra in cui selezionare l'Unità C e andare su OK.

eliminare installazioni windows precedenti

Nella finestra che si apre si possono selezionare gli elementi presenti e andare su OK per pulire il disco. Si tratta però di liberare solo un certo numero di MB e non di GB. Si va quindi su Pulizia file di sistema che aprirà un'altra piccola finestra in cui selezionare l'Unità C e andare su OK. Nella finestra successiva, si potrà mettere la flag agli elementi da cancellare per ottenere più spazio nel disco. La fetta più importante si trova su Installazioni di Windows precedenti. Come vedete dallo screenshot si tratta di 25,1GB su un totale di 25,6GB.

Si mette la spunta nell'apposito quadratino, quindi si va su OK per procedere alla pulizia. Si clicca su Eliminazione dei file nella finestra di dialogo e si attende la pulizia dei file che sono stati selezionati.

eliminazione dei file non necessari di windows 10

Prima di procedere, saremo avvertiti che se si puliscono le installazioni precedenti non sarà possibile ripristinare la versione precedente di Windows 10. Si va su e si attende la fine del processo. Alla fine dello stesso, la finestra in cui viene mostrato con un cursore l'andamento della eliminazione dei file, si chiuderà. Se adesso andiamo su Impostazioni -> Aggiornamento e Sicurezza -> Visualizza Cronologia degli Aggiornamenti -> Opzioni di Ripristino -> Torna alla versione precedente di Windows 10,, il pulsante Inizia per il ripristino della versione precedente non sarà più attivo. Si può liberare altro spazio con il Sensore Memoria.



AGIRE SUL SENSORE MEMORIA

Si va su Impostazioni -> Sistema -> Archiviazione -> Configura Sensore Memoria o eseguilo ora.

pulire disco con il sensore memoria

È bene tenere il Sensore Memoria Attivato e eseguirlo una volta al mese o anche una volta a settimana. Più in basso è opportuno mettere la spunta a Elimina i file temporanei non usati dalle app. Per liberare spazio subito, si clicca sul pulsante Pulisci ora e si attende che venga mostrata la scritta Fatto con lo spazio liberato. 

Per avere una pulizia del disco ancora più accurata, si può usare un programma esterno come CCleaner.

spazio liberato con la pulizia del disco

Nello screenshot precedente si vede come nel mio computer abbia recuperato circa 12GB nella Unità C che è quella in cui è installato il sistema operativo di Windows 10 e che è del tipo SSD (Solid State Drive).




Nessun commento :

Posta un commento

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti.
Info sulla Privacy