Pubblicato il 29/03/19 - aggiornato il  | Nessun commento :

March 2019 Core Update dell'algoritmo di Google: promossi e bocciati

Analisi SEO dell'aggiornamento di Marzo 2019 da parte dell'algoritmo di Google con siti penalizzati e favoriti per i fattori EAT e backlink
Circa due settimane fa, più o meno tra il 14 e il 15 Marzo, mi sono accorto di un sensibile aumento delle visite ricevute da questo sito. L'aumento è diventato ancora più sensibile i giorni successivi. Sono andato a verificare su Search Console se fossi stato promosso da Google per qualche parola chiave ma la tendenza al miglioramento era generale.

Ho allora fatto delle ricerche per verificare che non fosse in atto un aggiornamento da parte dell'algoritmo di Google che avesse premiato il mio sito. In effetti era così. L'aggiornamento è iniziato il 12 Marzo 2019 e ha riguardato tutti i settori. Si è trattato di un aggiornamento corposo che è stato chiamato "March 2019 Core Update" e che arriva dopo dopo l'ultimo aggiornamento del 1 Agosto 2018 che aveva provocato diverse polemiche, soprattutto tra i siti che si occupavano di medicina e che erano stati particolarmente colpiti. Il fatto stesso che Google abbia dato un nome all'aggiornamento è inusuale e denota che è stato un update particolarmente importante.

Dopo 12 anni di attività sul web posso testimoniare che in genere gli aggiornamenti penalizzanti sono più numerosi di quelli premianti per una ragione ovvia. L'aggiornamento serve anche per far emergere forze fresche e quindi i siti già affermati subiscono solitamente una certa penalizzazione a favore di quelli emergenti.

Stavolta, almeno nel mio caso, c'è stato invece un forte miglioramento della posizione. Andando su Search Console ho potuto constatare che i click totali giornalieri sono sostanzialmente raddoppiati. L'1 Agosto 2018 scorso avevo ricevuto una penalizzazione con i click diminuiti di circa il 25% ma stavolta sono stato ripagato abbondantemente. Come fare per controllare se il nostro sito sia stato coinvolto in questo update? 





monitorare il SITO DOPO  IL MARCH 2019 CORE UPDATE


Si apre Google Search Console da loggati su Google e si clicca su Inizia ora. Si sceglie poi il sito da monitorare e si va su Introduzione. In Prestazioni si visualizza i grafico dei click totali sulla ricerca web.

march-2019-core-update

Ci saranno ovviamente delle variazioni dovute ai singoli giorni della settimana. Solitamente nel week-end c'è un calo vistoso del volume di ricerche e quindi del numero di click, ma si possono confrontare i valori tra gli stessi giorni della settimana per calcolare la percentuale di aumento e di diminuzione dei click.






COME MIGLIORARE IL SITO PER QUESTO UPDATE?


Google in un tweet di un suo account ufficiale dice che si tratta di un aggiornamento senza un preciso target. In sostanza per migliorare le prestazioni del nostro sito occorre continuare a offrire contenuti di qualità ai lettori.

Alcuni siti specializzati hanno fatto dei sondaggi tra i lettori per conoscere se fossero stati di più i siti favoriti o quelli penalizzati da questo aggiornamento. Sembra che chi era stato penalizzato lo scorso Agosto, sia stato favorito da questo aggiornamento di Marzo, che invece hanno visto peggiorare le performance se erano stati favoriti.





Da Google hanno fatto sapere che questo aggiornamento non è collegato neppure al Penguin Update. Sempre attraverso Twitter, Google ha affermato attraverso un suo ingegnere che questo è un aggiornamento rilevante ma non è il più grande aggiornamento mai apportato all'algoritmo.

Nei paesi europei l'aggiornamento ha iniziato a manifestare i suoi effetti 24-48 ore dopo e il March 2019 Core Update è stato completato nell'arco di una settimana. Questo significa che anche in Europa i dati dei click sui risultati di ricerca debbono essere considerati stabili e acquisiti dal 22-23 Marzo.

Ci sono stati utenti che hanno chiesto all'account ufficiale di Google come correggere i siti che sono stati colpiti da questo aggiornamento. La risposta è stata la seguente, che è quella che Google continua a ripetere da sempre:

Non esiste una "correzione" per le pagine che potrebbero essere meno efficaci se non quella di concentrarsi sulla creazione di contenuti di qualità. Nel tempo il contenuto potrebbe migliorare rispetto alle pagine concorrenti.

Secondo affermati esperti SEO l'aggiornamento potrebbe però non dipendere dalla qualità dei contenuti. Attraverso delle analisi sui siti più premiati e su quelli più svantaggiati, pare che in questo aggiornamento abbia avuto una grande rilevanza, oltre ai backlink, quello che è il fattore EAT.

EAT è l'acronimo di Expertise, Authoritative e Trustworthy che in italiano può tradursi come Competenza, Autorevolezza e Affidabilità. Il web è pieno di pagine cosiddette YMYL (Your Money or Your Life), scritte da persone del tutto inesperte sugli argomenti trattati, però ben ottimizzate per i motori di ricerca, che cercano di posizionarsi al solo scopo di ottenere traffico organico da monetizzare ma che non creano valore per il lettore. 

Questo aggiornamento potrebbe aver peggiorato le performance dei siti super ottimizzati ma realizzati da persone senza autorevolezza e senza competenze specifiche riguardo ai temi trattati. Il punto è come Google abbia fatto a capire se un autore è o meno esperto riguardo a quello che pubblica.

Potrebbero essere stati premiati i siti che da lungo tempo pubblicano post sullo stesso tema specifico e che abbiano una pagina biografica dell'autore con specificate le sue qualifiche. In definitiva l'opinione prevalente è che si sia trattato di un aggiornamento che abbia inciso in questo modo:
  1. Favoriti i siti con un buon EAT (Expertise Authoritative Trustworthy)
  2. In recupero i siti penalizzati da Penguin con penalità dovute ai backlink
  3. In recupero i siti che si occupano di salute e che erano stati penalizzati
  4. Retrocessi i siti che erano stati favoriti dall'aggiornamento del 1 Agosto 2018.




Nessun commento :

Posta un commento

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti.
Info sulla Privacy