Pubblicato il 12/09/18 - aggiornato il  | Nessun commento :

Come pianificare la manutenzione del PC in Windows 10

Come impostare le attività di manutenzione automatica su Windows 10 quali la pulizia del disco e la deframmentazione
Il corretto funzionamento di un computer Windows 10 richiede una certa manutenzione che però, e questa è la buona notizia, viene svolta automaticamente dallo stesso sistema operativo.

Già con Windows 8 era stato introdotto un sistema automatico che programmava le attività di manutenzione, che adesso con Windows 10 si è ancora evoluto. Queste attività riguardano l'aggiornamento del sistema operativo, gli aggiornamenti delle definizioni di sicurezza, l'ottimizzazione e la deframmentazione del disco insieme ad altre attività di diagnostica.

Alcune di queste attività potevano essere potenziate da risorse esterne come CCleaner, che però ultimamente ha deluso gli utenti. Non è possibile disattivare la manutenzione automatica ma la si può personalizzare e integrare.







Lo si può fare dal Pannello di Controllo e si può impostare l'orario in cui questa avviene. Si va su Pannello di Controllo -> Sistema e Sicurezza -> Sicurezza e Manutenzione.

manutenzione


Si clicca sulla freccetta accanto a Manutenzione per visualizzarne le impostazioni e la cronologia. Andando su Visualizza Cronologia affidabilità potremo visualizzare eventuali segnalazioni.

cronologia-affidabilità-windows

Verranno mostrate le criticità riscontrate negli ultimi giorni con un indice di stabilità che varia da 1 a 10. Le icone rosse indicano quando dei programmi non troppo stabili, come Kodi e Shotcut, hanno crashato e sono stati terminati. Si va su Modifica Impostazioni di Manutenzione per la loro personalizzazione.






Solitamente l'orario di inizio della manutenzione è impostato sulle ore 02:00. Si può scegliere però un altro orario.

manutenzione-automatica

Si può anche consentire alla manutenzione pianificata di riattivare il PC all'ora pianificata. Nel caso Windows riattivasse il computer, lo sospenderebbe automaticamente alla fine della manutenzione. Si va su OK.

COME PULIRE IL DISCO AUTOMATICAMENTE


Gli utenti di Windows 10 che hanno aggiornato il computer almeno a Creators Update, aggiornamento di circa un anno e mezzo fa, possono usare una piccola utility che è stata aggiunta a questo scopo.

Si va su Impostazioni -> Sistema -> Archiviazione -> Sensore Memoria.

sensore memoria

Si sposta il cursore su Attivato. Si clicca sul link Cambia il modo in cui viene liberato spazio automaticamente per eventualmente modificare le impostazioni relative.

impostazioni-sensore-memoria

Una scelta prudente è quella di usare il Sensore di memoria quando decide Windows o ogni mese. È consigliabile anche di impostare una eliminazione dei file temporanei non usati dalle app ogni 14 giorni così come i file presenti nella cartella Download da più tempo. Se ne abbiamo la necessità, si può andare in basso su Libera spazio ora -> Pulisci ora per poi seguire le istruzioni di questo articolo.





STRUMENTO PULIZIA DISCO


Se si va su Start e si digita Pulizia disco, si visualizzerà una applicazione desktop su cui cliccare. Si seleziona l'unità da pulire quindi si va su OK. Si aprirà una finestra in cui vengono mostrati i file superflui.

file-da-pulire

Si seleziona la tipologia di file da eliminare e si va su OK.

CENNI SULLA DEFRAMMENTAZIONE DEL DISCO


I dischi del tipo SSD, acronimo di Solid State Drive, ovvero Unità di memoria a stato solido, cioè dischi che non hanno organi meccanici quali piatti, testine e motori, non debbono essere deframmentati.

Nel caso in cui si abbia un hard-disc tradizionale, Windows 10 programma la deframmentazione automaticamente, solitamente ogni mercoledì alle 01:00. Si clicca sul bottone Start e si digita deframmenta e ottimizza unità. Verrà mostrata l'app desktop omonima su cui cliccare.

deframmentazione

Nello stato corrente delle unità del computer verrà mostrato lo stato di frammentazione. Se si ha uno 0% di frammentati, lo stato è OK. Si verifica che la ottimizzazione pianificata sia attivata e si va su Modifica Impostazioni per eventuali personalizzazioni. Si sceglie la frequenza tra ogni giorno, ogni mese e ogni settimana (di default). Si va su OK per rendere le modifiche effettive o su Annulla per lasciare tutto invariato.




Nessun commento :

Posta un commento

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti.
Info sulla Privacy