Pubblicato il 26/03/17 - aggiornato il  | Nessun commento :

Come ottimizzare le immagini con Guetzli il nuovo algoritmo di Google.

Come usare FileOptimizer per ottimizzare le immagini con Guetzli il nuovo algoritmo di Google per ridurre il peso dei file JPEG.
In questo blog mi sono occupato spesso della ottimizzazione delle immagini per renderle il più possibile leggere mantenendo una qualità accettabile.

Dieci giorni fa Google ha annunciato di aver messo a punto un nuovo algoritmo che ha rilasciato con licenza open source che è in grado di ottimizzare le immagini JPEG con dei file risultanti più piccoli del 35% rispetto ai metodi usati attualmente.

Guetzli è la traduzione tedesca della parola inglese Cookie o se volete della parola italiana Biscotti. I file ottenuti con la compressione con questo algoritmo sono compatibili con tutti i principali browser. C'è però una controindicazione nell'usare questo algoritmo di compressione delle immagini. Con Guetzli ci vuole infatti più tempo per comprimere i file JPEG. I test effettuati da Google anche con l'utilizzo di valutazioni umane hanno dimostrato come la qualità delle immagini ottimizzate con Guetzli sia preferita a quella delle immagini ottimizzate con altri metodi.






Google ha condiviso il progetto Guetzli su Github e già esiste un ottimizzatore di file che supporta l'algoritmo di Guetzli. File Optimizer si può scaricare scorrendo la pagina verso il basso e cliccando su Download per aprire una pagine di SourceForge in cui andare nuovamente su Download File OptimizerSetup.exe.






FileOptimizer non è solo un ottimizzatore di immagini ma un ottimizzatore universale di file. Per la sua installazione si fa un doppio click sul file .exe che si è scaricato. Fate andare il programma. Avrà una interfaccia molto spartana. Per la ottimizzazione si trascinano i file nell'area do File Optimizer. L'apertura di FileOptimizer porterà alla creazione di un file .ini come vedremo poi.

Guetzli non è uno dei decoder supportati di default perché non è senza perdita di dati. Su Esplora file si cerca il file di nome fileoptimizer.ini che dovrebbe trovarsi in un percorso tipo C:\Users\Ernesto\FileOptimizer.ini. Ovviamente va modificato il nome utente. Si clicca con il destro del mouse su tale file e si sceglie Apri con -> Notepad++ o addirittura con il Blocco Note.






Aiutandoci con Modifica -> Trova (in Blocco Note) si cerca la riga JPEGAllowLossy=false

fileoptimizer-guetzli

e si sostituisce false con true quindi si va su File -> Salva. Si riavvia FileOptimizer per fargli prendere questa nuova impostazione quindi si trascina un file immagine nell'area del tool.

usare-guetzli

Si clicca con il destro del mouse sul file o sui file aggiunti quindi si sceglie Optimize all files. Si visualizzerà nello Status la scritta Running Guetzli. La durata del processo è funzione della pesantezza del file.

Questa ottimizzazione con l'algoritmo Guetzli di FileOptimizer non deve considerarsi come alternativa a quelle che abbiamo già visto con Gimp e Riot, XnView e Riot, Caesium e Photoshop. Con Guetzli infatti si ottimizzano le immagini nel computer per averle più leggere. Quando si pubblicano sul web si può procedere a una successiva ottimizzazione. I file immagine ottimizzati da FileOptimizer verranno modificati nella cartella in cui risiedono. Se una ottimizzazione non dovesse andare a buon fine il file immagine originale viene posizionato nel Cestino e quindi potrà essere ripristinato con l'apposito bottone dopo averlo selezionato.




Nessun commento :

Posta un commento

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti. Se ti ho aiutato con il post o con le risposte ai commenti condividi su Facebook o su Twitter. Grazie.