Pubblicato il 08/02/17 - aggiornato il  | Nessun commento :

Come inviare messaggi che si autodistruggono con Facebook, WhatsApp, Telegram e Viber.

Come inviare messaggi, foto e video che si distruggono automaticamente dopo un certo tempo con Telegram, Viber, Facebook Messenger e WhatsApp
L'applicazione Snapchat ha fondato i suoi successi sulla funzionalità fino ad allora unica della autodistruzione dei messaggi che venivano condivisi tra gli utenti. Le app concorrenti hanno capito l'antifona e si sono attivate per aggiungere questa opzione alle loro chat.

Specialmente Facebook dopo aver tentato di acquistare Snapchat offrendo pare fino a 3 miliardi di dollari si è dovuta accontentare della acquisizione di applicazioni similari con l'intento di incamerarne la tecnologia. Al momento non mi risulta ci siano delle funzioni native su Facebook che permettono di inviare messaggi che si autodistruggono.

Invece queste funzioni sono state implementate da Telegram e da Viber mentre WhatsApp che è il servizio di messaggistica istantanea più usato al momento e che è di proprietà di Facebook non ha ancora una funzione per l'autodistruzione. Ci sono però delle app di terze parti che consentono l'autodistruzione di messaggi. In questo post vedremo come procedere per inviare messaggi di questo tipo.





COME INVIARE MESSAGGI CHE SI AUTODISTRUGGONO CON FACEBOOK


Occorre avere Facebook Messenger (Facebook Messenger per iOS) nel cellulare che è diventata una app indipendente dalla applicazione principale di Facebook. Per la autodistruzione dei messaggi come su Snapchat occorre anche installare Kaboom - Self Destructing Post.






Non è necessario creare un account su Kaboom per poter utilizzare questa app e non occorre neppure che l'utente a cui si invia il messaggio che si autodistrugge abbia installato questa app.  Il metodo utilizzato da Kaboon è semplice e nello stesso tempo efficace. Quando con Kaboon si mette online un messaggio o altro contenuto, viene creato un link che potrà essere condiviso con Facebook, WhatsApp, Twitter. Tale link sarà valido solo per tutto il tempo che abbiamo impostato.

Dopo aver aperto Kaboon si visualizzerà la camera attiva per scattare un foto così come avviene su Snapchat. Potremo però andare sulla icona della matita per scrivere un messaggio

kaboom

Si potrà poi allegare una foto, un video o uno scatto della camera fatta al momento.

inviare-messaggi-kaboom

Toccando nella icona dell'orologio si potrà scegliere il tempo della autodistruzione scorrendo le due colonne. Nella prima colonna si sceglie il numero mentre nella seconda si possono selezionare secondi, minuti, ore o giorni. Si va su Set quando si è terminato quindi si tocca l'icona della freccia per inviare il messaggio. Verrà generato un link che dovremo condividere.

Sotto Share Kaboom to si sceglie l'applicazione con cui farlo. Le app che non vengono visualizzate lo saranno andando su More. Dopo aver selezionato Messenger si sceglie il contatto quindi si va su Invia. Il contatto riceverà il messaggio di Kaboom con il link

messaggio-che-si-autodistrugge

che però rimarrà attivo solo per il tempo che è stato settato.






COME INVIARE MESSAGGI CHE SI AUTODISTRUGGONO CON WHATSAPP


La procedura per inviare messaggi con WhatsApp che si autodistruggono è la stessa di quella già vista con Facebook Messenger. Si crea il messaggio con Kaboom, si imposta il tempo di autodistruzione quindi si invia, si seleziona l'applicazione WhatsApp quindi il contatto a cui inviare il messaggio.

Il link rimarrà attivo per il periodo di tempo che è stato impostato. Nulla vieta naturalmente a chi lo riceve di salvare immagini o video prima della autodistruzione.

COME INVIARE MESSAGGI CHE SI AUTODISTRUGGONO CON TELEGRAM


Lo stesso meccanismo con l'app Kaboom può servire anche a inviare messaggi che si autodistruggono con Telegram ma questo servizio ha anche una sua funzionalità nativa.  Si va sul menù in alto a sinistra, si sceglie Nuova chat segreta quindi si seleziona il contatto.

chat-segreta-telegram

Si clicca poi sulla icona dell'orologio per impostare il tempo di autodistruzione dei messaggi. Si possono scegliere da 1 a 10 secondi, 1 minuto, 1 ora, 1 giorno o 1 settimana. Se si imposta un tempo di autodistruzione in un dispositivo questo varrà anche per il dispositivo collegato.

Non appena si è finito con l'impostazione del tempo di autodistruzione, tutti i messaggi di testo, emoji, adesivi, foto, video, contatti, localizzazione e altri file che si invieranno al contatto tramite Telegram per Android o per iPhone scompariranno automaticamente dallo schermo della Chat Segreta una volta che il tempo assegnato si esaurirà. I messaggi che si autodistruggono svaniranno da entrambi i dispositivi automaticamente. Un'altra caratteristica interessante di Telegram è che se uno dei due utenti prende uno screenshot del contenuto del messaggio l'altro ne verrà informato.

COME INVIARE MESSAGGI CHE SI AUTODISTRUGGONO CON VIBER


Anche Viber ha una funzione nativa per l'autodistruzione dei messaggi. È disponibile solo per foto e video ed è stata attivata con l'ultimo aggiornamento della applicazione.

Il destinatario non vedrà un'anteprima dell'immagine inviata. Il messaggio che si autodistrugge apparirà come all'interno di un box con la scritta Wink. Il destinatario dovrà toccare questo box per aprire l'immagine. Una volta che l'immagine si apre, un timer in stile countdown si visualizzerà nell'angolo in alto a destra. Quando scade il tempo i contenuti non potranno più essere recuperati. Un utente non potrà salvare le immagini condivise con il timer. Non è possibile scegliere il tempo di autodistruzione per per i video. I video si autodistruggeranno automaticamente dopo che sono stati riprodotti una volta vale a dire che il limite di tempo della autodistruzione per un video su Viber è uguale alla sua lunghezza.




Nessun commento :

Posta un commento

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti. Se ti ho aiutato con il post o con le risposte ai commenti condividi su Facebook o su Twitter. Grazie.