Pubblicato il 14/12/10 - aggiornato il  | 7 commenti :

Scoprire le città di provenienza dei visitatori del blog con Google Analytics.

La maggior parte dei siti web si rivolgono a un pubblico nazionale, o meglio transnazionale con il solo vincolo della lingua. Ci sono lettori di questo blog del Canton Ticino ma anche provenienti da Paesi lontanissimi che hanno però una certa conoscenza dell'italiano. Esistono anche navigatori che arrivano sul blog e poi utilizzano i traduttori online per leggerne i contenuti.

Per quanto mi riguarda una analisi dei dati della provenienza geografica è quindi più che altro una curiosità. Invece nel caso  di un blog fortemente ancorato al territorio, conoscere le città o le regioni da cui provengono i visitatori può essere invece una operazione assolutamente necessaria. Questo vale soprattutto per i blog aziendali che hanno l'esigenza di convertire i visitatori in potenziali clienti. Il periodo antecedente a quello delle Feste Natalizie è quello in cui vengono fatti i maggiori affari. Alcuni commercianti riescono a fatturare in questo periodo anche più del 50% di tutto il giro di affari annuale. Un discorso analogo vale anche per gli investimenti pubblicitari che aumentano vertiginosamente e di questo ne traggono beneficio anche i publisher Adsense. In questo contesto, i blogger che usano questo programma di affiliazione è opportuno che usino lo strumento del targeting per il posizionamento per massimizzare le entrate.

Google Analytics è uno strumento gratuito potentissimo che permette di conoscere la provenienza dei lettori del sito, dandoci dei dati dettagliatissimi. Ricordo per i meno esperti la differenza tra visitatori, visite e pagine viste.

I visitatori sono tutti coloro che sono entrati almeno una volta in una pagina del sito. Le visite sono tutte le persone che sono arrivate sul blog. Sono in numero superiore ai visitatori perché un "singolo browser" può giungere sul nostro sito anche più di una volta in un certo lasso di tempo. Le visualizzazioni di pagina sono il dato totale di quanti articoli sono stati aperti complessivamente. E' evidente che questo numero è superiore ai due  precedenti. E' molto importante il rapporto Pagine viste: numero di visite. Il fatto che i navigatori che arrivano sul blog aprano altre pagine e non se ne vadano via subito è fortemente positivo per la reputazione del sito agli occhi dei motori di ricerca. Così come è importante il tempo medio speso sul sito. Ma torniamo alla analisi sulla provenienza del traffico.

Bisogna andare su Dashboard > Visitatori > Overlay Mappa. Si vedrà la cartina con il numero dei Paesi di provenienza. Ci sarà una colorazione di diverse tonalità di verde per quelli che ci portano le maggiori visite

google-analytics-overlay-mappa

In basso sono elencati tutti i paesi che hanno "contribuito" in ordine decrescente, nel mio caso sono 115. E' chiaro che per un blog nella nostra lingua, l'Italia sarà nettamente al primo posto. Probabilmente lo sarà anche per coloro che scrivono in lingua inglese, perché gli articoli saranno sempre indicizzati come provenienti dall'Italia e appariranno nelle SERP dei risultati soprattutto delle ricerche effettuate nella Penisola.

Per avere una visione più dettagliata bisogna cliccare su Città, nel punto indicato dalla freccia nel precedente screenshot

città-provenienza-visitatori

Come è lecito aspettarsi, le grandi città sono ai primi posti per questioni di forza demografica. Nella cartina vengono evidenziate anche alcune città straniere con un alto numero di arrivi. Scopro per esempio che ho ricevuto 71 visite da New York, 52 da Madrid, 169 da Londra, 117 da Parigi, ecc.

Il totale delle città, nel mio caso, è di 1810 e volendo si possono scorrere tutte e leggerne i dati. Se siamo curiosi di conoscere quante persone provengono da una certa località, non resta che inserirne il nome nella casella in basso e cliccare su Vai. Le città sono considerate fino al livello di provincia (da Isernia ho avuto 7 visite) e non si può vedere quanti sono stati gli arrivi da una piccola cittadina.

Per default il periodo preso in esame da Google Analytics è l'ultimo mese ma si può agire sul calendario in alto per selezionare un diverso intervallo di tempo inserendo la data iniziale e quella finale.




7 commenti :

  1. vado sempre a curiosare la mappa...una domanda: ma c'è modo di sapere, per esempio, quali pagine ha visitato il lettore proveniente da New York?

    RispondiElimina
  2. @filokalos
    Non credo. Per ciascuna pagina si possono visualizzare le "Origini del Traffico" andando su "Contenuti" e selezionando il post. Ma come origini si intende se provengono dai motori di ricerca, da siti referenti, ecc

    Se però clicchi su una città, per esempio New York, nella pagina successiva puoi sapere con che parole chiave ti hanno trovata e molte altre cose (OS, browser, ecc)
    Per esempio per New York ho 74 visitatori ma la parola chiave principale è (not set) nel senso che il sistema non è stato in grado di rivelarla

    RispondiElimina
  3. SGUP
    è arrivata la neve :)
    vediamo se riuscite a scoprire la provenienza
    ehehe

    RispondiElimina
  4. @Tex
    Chiederemo a Google se ha qualche idea :D

    RispondiElimina
  5. ciao, ci siamo sentiti qualche tempo fa in merito all'installazione di Google Analytics. Ti ringrazio ancora della risposta perché il problema è stato risolto. Ora una curiosità: per quale motivo, molto spesso, capita che nella funzione "statistiche" di blogger vengano segnalate visite da Paese stranieri mentre il giorno dopo queste non appaiono su Analytics? In realtà anche per le visite interne mi sembra ci sia un meccanismo analogo, una dicrepanza di dati tra i due strumenti. Non è una cosa che mi comporti problemi, il mio blog è recente e non ha molto pubblico; tuttavia mi piacerebbe conoscere da quali città estere mi proviene il traffico. Pura curiosità, ripeto. Grazie per l'attenzione. Un saluto

    RispondiElimina
  6. @fausta
    I dati di GA e di Blogger sono un po' diversi perché seguono dei principi non omogenei. In genere su Blogger le statistiche sono più generose che in GA ma qualche volta è il contrario. Considerale come tendenza più che come dati assoluti

    RispondiElimina

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti.
Info sulla Privacy