Pubblicato il 05/11/10 - aggiornato il  | 16 commenti :

Come mantenere sempre freschi e attuali i post più visitati.

Chi ha uno o più blog da diversi mesi se non da anni si sarà reso conto che pochi articoli monopolizzano da soli la gran parte degli arrivi sul blog. Se si usa Google Analytics o le nuove statistiche di Blogger ce ne possiamo rendere conto facilmente; per esempio andando in Bacheca > Statistiche > Post e guardando i grafici presenti nella videata. Quasi mai gli articoli più visti sono quelli più recenti perché i motori di ricerca hanno bisogno di digerirli, i lettori di commentarli, di linkarli e di condividerli.

In genere dopo la pubblicazione di un post si assiste a un progressivo aumento delle visite giornaliere che raggiungono un loro culmine per poi stabilizzarsi. Inevitabilmente dopo un po' ci sarà  un declino che potrà essere più o meno rapido e sarà dovuto alla pubblicazione di pagine più fresche su quell'argomento. Sembra che per Google abbia grande importanza anche il gradimento dei lettori verso un determinato post. Gradimento che viene misurato anche in funzione di quanto tempo i lettori rimangono in quella data pagina. La "parabola" del numero delle visite che riceve un post può avere un andamento che dura una sola settimana o anche degli anni.

La maggior parte degli articoli non avrà mai una gran mole di visite ma ce ne sarà sempre qualcuno che, per qualche strana alchimia, verrà benvisto dai motori che lo posizioneranno ai primi posti nei risultati di ricerca. Questo in genere accade per gli articoli particolarmente ricchi di contenuti, però ci sono anche delle eccezioni. Questi post vengono definiti "articoli pilastro"; delle volte sono costruiti e pubblicati coscientemente, spesso lo diventano per quella dose di imperscrutabilità che è presente in Google.

L'obbiettivo del blogger quindi dovrà essere quello di non far dimenticare a Google gli articoli più visti che magari sono stati scritti molti mesi prima. In questo blog uno dei post che mi portano maggiori visite è "Scaricare gratis Windows 7 in italiano". Si tratta di un vecchissimo post (14 Gennaio 2009) scritto all'indomani della decisione della Microsoft di permettere il download gratuito della versione Beta di Windows 7. I contenuti sono praticamente inesistenti visto che all'inizio erano presenti solo due link, però è stato molto commentato e questo la dice lunga su quanto possa influire il numero dei commenti nella determinazione della SERP. Il download di Windows 7 è stato disabilitato dalla Microsoft da più di una anno e quella versione Beta del sistema operativo non è più attiva, nonostante questo l'articolo viene giudicato ancora attuale dagli algoritmi di Google che lo posizionano benissimo per quelle keyword.

Quello che ho appena illustrato rappresenta un caso limite che potrebbe anche essere una eccezione ma, in linea di massima, per mantenere sempre vivo un post che ci porta molte visite, quasi tre anni di esperienza di blogging mi hanno portato a fare queste considerazioni che vado a elencare.

  1. Ogni tanto è opportuno riaprire l'articolo in questione, apportare qualche modifica, anche piccola, e ripubblicarlo. Questo servirà per convincere Google che si tratta di un contenuto ancora attuale
  2. Se abbiamo scritto altri post su argomenti simili, è consigliabile inserire un richiamo del genere "Ti potrebbe interessare leggere anche questo articolo" in modo da trasferire i visitatori da quel post a un altro che riteniamo possa essere altrettanto valido per capitalizzare al massimo le potenzialità del blog
  3. Linkare ogni tanto l'articolo in altri post sempre per la stessa ragione di mantenerlo fresco
  4. Nel caso in cui abbia perso la sua attualità, inserire delle note di aggiornamento con la funzione di continuare a interessare anche i lettori oltre che i motori di ricerca
  5. Potrebbe essere utile inserire nel blog il widget dei Post più popolari perché un richiamo in homepage rappresenta sempre comunque una spinta al post. Un aiuto a scalare posizioni certo non paragonabile a un backlink di qualità ma comunque importante anche secondo Matt Cutts.
  6. Se avete un menù non lasciatevi sfuggire l'occasione di inserirvi gli articoli che hanno il maggior numero di visite per la ragione di cui al punto 5)
  7. Queste accortezze bisognerebbe averle per tutti i post che ci portano molte visitatori e che stanno inesorabilmente invecchiando
  8. Se, nonostante tutti gli sforzi, un articolo perde posizioni dopo essere stato molto visitato, il mio consiglio è quello di scriverne un altro sullo stesso argomento, avendo l'accortezza di inserire un link al post precedente. Google si ricorderà che il vostro dominio ha avuto un articolo ben posizionato concernente quel tema e avrà un occhio di riguardo. Riprendendo l'esempio precedente, nel caso dovessi scrivere una guida per qualche funzionalità di Windows 7, sarà mia cura mettere un collegamento al post citato, inserendo la parola chiave principale nell'anchor text.
  9. Se utilizzerete queste tecniche assisterete sicuramente a un aumento delle visite complessive del blog perché i nuovi post produrranno nuovi arrivi mentre i vecchi articoli pilastro non perderanno visitatori. In alcuni casi, con questi accorgimenti, ho potuto constatare una rinnovata vitalità in articoli vecchi di mesi.




16 commenti :

  1. ciao sono sempre michele corvo, assiduo fan del tuo sito!!!
    hai scritto: "Questo dipende dal fatto che nel web sono state pubblicate pagine più recenti su quell'argomento che stanno riscuotend...". Attento ti volevo solo avvisare che si dovrebbe dire: "Questo dipende dal fatto che nel web SIANO state pub..". Ok?? Non è una critica e non serve che questo commento venga pubblicato! Amo questo blog e te ne sono eternamente grato! ciaoo
    P.S. ricordati da dare un occhiata ogni tanto al mio blog (se hai qualche suggerimento scrivimi, sempre se hai un minutino, a: michele.corvo@hotmail.com! Grazie mille!
    http://alltriviumvideos.blogspot.com/

    RispondiElimina
  2. Corvo Michele,
    qualche volta mi capita di pubblicare il post dopo una rilettura affrettata e di incappare in questi inconvenienti. Comunque ho notato che nei miei blog sono in genere più rari che altrove, almeno credo :D

    RispondiElimina
  3. @parsifal32 ovviamente pensavo che fosse per la mancanza di tempo (infatti mi sembri un tipo piuttosto colto e il tuo modo di spiegare è di tipo universitario!)
    In ogni caso grazie mille per la tua disponibilità nel rispondere sempre a tutti i commenti! :)

    RispondiElimina
  4. Articolo molto interessante, come sempre d'altronde! Ti ho LINKATO nel mio blogroll in mezzo a tutti i podisti (sei l'unico off-topic) eh eh :-))

    1. off-topic - l'altro giorno di chiesi su WLW che non pubblicava la foto sul blogroll ...anche con la versione 2011 lo risolvo pubblicandola prima sull'editor di blogger e poi copia e incolla nell'origine ...grazie del consiglio!

    2. ho messo linkwithin ...ho visto in giro che qlc ha tradotto il "You might also like:" in ITA ....sul tuo post dici che non è possibile, hai delle novità o sai come si fa?

    sei un riferimento prezioso, continua così
    Ciao!

    RispondiElimina
  5. ora vedo che anche tu l'hai fatto (linkwithin) ...e come si fa a mettere solo i testi senza immagini? ....

    altra cosa (scusa eh eh) ...non mi correla ancora nulla, ci vuole tempo? è normale?

    thx ancora!

    RispondiElimina
  6. @Lucky73
    L'articolo a cui ti riferisci è molto datato e all'inizio quel widget aveva solo la dicitura in inglese, poi hanno risolto mettendo la traduzione automatica nelle altre lingue. LinkWithin non si può personalizzare, tutti gli script stanno sui loro server. In sostanza è una di quelle cose o prendere o lasciare. Comunque se hai inserito linkwithin tra un po' dovresti vedere la scritta "Ti potrebbero interessare..."

    RispondiElimina
  7. interessante e stimolante questo post, il messaggio adesso fa parte della mia lista di "cose da fare" , rimandate sempre per mancanza di tempo, comunque penso che sia un ottima strategia quella di "rinfrescare" le tematiche che più gradimento hanno trovato
    saluti
    Blas

    RispondiElimina
  8. un altra serie di buoni consigli!

    RispondiElimina
  9. si funziona tutto bene ...vorrei solo togliere le immagini e lasciare solo il testo ...tu usi qualcosaltro quindi ....

    RispondiElimina
  10. @Lucky73
    Uso questo vecchissimo widget
    http://www.ideepercomputeredinternet.com/2008/07/inserire-gli-articoli-correlati-in.html
    che ha tre anni. Non so se sia possibile inserirlo anche nei modelli più recenti

    RispondiElimina
  11. grazie poi provo ...io ho un modello vecchissimo e non intendo cambiarlo...

    RispondiElimina
  12. Ciao,ho un piccolo problemino...
    Ho appena notato che i dati delle statitiche mi dice che ieri sono state lette 533 pagine,mentre se vado su google analitic mi dice che ho avuto un visitatore con una visualizzazione di pagina...adesso a che devo credere?e che sta succendedo?

    RispondiElimina
  13. @Petra
    C'è qualcosa che non va su Google Analytics. Se la cosa persiste, elimina il vecchio codice e reinstallalo nuovamente.

    RispondiElimina
  14. Ciao...prima di tutto complimenti per il sito, sta già da molto tempo nei miei preferiti...
    volevo domandarti, ma nel punto 1, quendo dici di fare qualche piccola modifica e "ripubblicarlo", per ripubblicarlo intendi dire "aggiornarlo" ovviamente????

    RispondiElimina

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti.
Info sulla Privacy