Pubblicato il 27/07/17 - aggiornato il  | Nessun commento :

Calcolare a quanto è possibile affittare camere o case con Airbnb.

Come valutare il prezzo che si può ottenere affittando una o più camere o una casa tramite il servizio Airbnb con un tool online.
Come è già successo in altri settori anche in quello delle camere in affitto le applicazioni web stanno modificando e influenzando il mercato in modo pesantissimo. Uber per esempio con lo sharing delle auto sta convertendo normali autisti in potenziali tassisti con grande risentimento della categoria.

Airbnb è invece l'applicazione che aiuta a affittare camere o intere case. Chi voglia avere uno o più posti letto a disposizione in una certa località e in un determinato intervallo di date può cercarle appunto su Airbnb e ottenere ciò che vuole a un prezzo decisamente migliore di quello che pagherebbe in un Hotel.

In sostanza Airbnb mette in contatto i proprietari che vogliono affittare con chi ha invece ha bisogno di una casa o di una camera in affitto. D'altra parte quello di fare da intermediario tra interessi coincidenti è da sempre una delle missioni di internet. Airnbnb agisce in moltissimi paesi del mondo e questo portale può essere usato per trovare un alloggio temporaneo per le vacanze, per un congresso o anche per la luna di miele a New York come a Rio De Janeiro, a Rimini come a Londra.


L'Italia ha un patrimonio immobiliare piuttosto vasto anche se ci sono problemi per trovare case in affitto con contratto pluriennale. Molte persone però hanno a disposizione non solo case libere ma anche camere che potrebbero affittare tramite questo servizio per incrementare il proprio reddito.





Anche lo Stato si è reso conto di questo fenomeno e nella legge finanziaria dell'anno scorso è stato approvato un provvedimento che fissa lo status fiscale dell'affitto concluso con Airbnb. Sono state definite quelle che si chiamano locazioni brevi di durata non superiore ai 30 giorni. A questi contratti si applica la cedolare secca del 21% sull'ammontare dei corrispettivi lordi. È sostituiva dell'IRFEF e delle addizionali sui redditi.

QUANTO VALE L'AFFITTO DELLA NOSTRA CASA?


Per diventare degli affittacamere occorre registrarci a Airbnb con sono tre tipologie di offerte: Affittare lo spazio, Ospitare nel quartiere o Proporre esperienze uniche. Prima però di passare alla fase pratica è consigliabile conoscere l'ordine di grandezza dell'affitto che possiamo spuntare con la nostra offerta.






Estimator di Eliot & Me ci permette di avere una valutazione realistica di base che può variare in positivo o in negativo in funzione della qualità della casa o della camera che intendiamo affittare.

Nella casella di ricerca si digita l'indirizzo della abitazione in oggetto

valutazione-affitto





Attraverso i suggerimenti di Google visualizzeremo l'indirizzo anche prima di averlo finito di digitare. Si va su Estimate per procedere con la valutazione. Dobbiamo naturalmente inserire anche altre informazioni. La prima è quella di scegliere tra Entire place o Private room cioè se intendiamo affittare un intero fabbricato o solo delle stanze private. Nelle opzioni successive si indicano i Posti Letto (Sleeps), le Camere (Bedrooms) e i Bagni (Bathrooms). Si va su Update Estimate per aggiornare la stima di quanto possiamo chiedere.

stima-affitto

Ci sarà mostrato un valore per l'affitto di un giorno e quello per l'affitto di una settimana. Nel test che ho effettuato con una Stanza Privata nell'immediata periferia di Firenze con una camera per due persone e un bagno si può chiedere 45€ per un giorno e 270€ per una settimana.

Sono previste anche possibili variazioni dovute a particolari date di festività e eventi. Scorrendo verso il basso

airbnb-affitti

la pagina presa come test vediamo che si può aumentare il prezzo dell'affitto del 3,5% per l'evento Pitti Immagine dal 9 al 13 Gennaio, del 19,5% per le Feste di Natale e del 28% per Capodanno.

Questi dati sono ovviamente indicativi e vengono desunti da dati di altre offerte presenti nella nostra zona. Scorrendo la pagina ancora più in basso verranno visualizzate altre proprietà nella zona

mappa-proprietà-vicinanze

con le differenze in percentuale rispetto ai prezzi propostici per l'affitto. Ci sono camere con un costo dell'affitto più basso del 36% e con costo più alto del 107%. La differenza sta chiaramente nella diversa qualità delle camere proposte. In conclusione se avete delle camere libere che volete affittare con Airbnb lo potete fare pagando una cedolare secca senza altri obblighi fiscali e con questo tool vi potete già rendere conto di quanto potete spuntare per un fitto giornaliero o settimanale. È chiaro poi che il successo o meno della vostra iniziativa dipenderà dalle foto inserite nel vostro account di Host Airbnb, dalle offerte aggiuntive (TV, Internet, Riscaldamento, ecc), dalla descrizione della casa e del luogo in cui è situata, dai servizi di trasporto disponibili e dalle recensioni dei clienti.




Nessun commento :

Posta un commento

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti. Se ti ho aiutato con il post o con le risposte ai commenti condividi su Facebook o su Twitter. Grazie.