Pubblicato il 30/04/15e aggiornato il

Installare Wordpress in un sottodominio o in una sottocartella.

Come creare un sottodominio e una sottocartella in un dominio acquistato su Tophost e come installarvi Wordpress per avere il blog in una sezione del sito.
Avrete certamente notato che per molti siti importanti il blog ne rappresenti solo una sezione. In un sito di commercio online è meglio avere una pagina iniziale con l'accesso ai prodotti posti in vendita piuttosto che avere un elenco dei post scritti dall'autore. Dal punto di vista pratico se il sito principale ha URL www.dominio.com allora il blog si trova all'indirizzo www.dominio.com/blog oppure ha URL blog.dominio.com

Nel primo caso il blog fa parte di una sottocartella del dominio mentre nel secondo caso fa parte di un sottodominio. Dal punto di vista SEO sembra che non ci siano differenze sostanziali di posizionamento nei motori di ricerca tra le due diverse soluzioni. La installazione del blog in una sottocartella è più semplice di quella in un sottodominio e in questo post vedremo in dettaglio come si procede se abbiamo comprato il dominio su Tophost. Per altri provider il procedimento è molto simile, anzi forse sarà anche più semplice visto che quando il costo di un servizio è più alto si presuppone che ci siano maggiori funzionalità nel Pannello di Controllo.

INSTALLARE WORDPRESS IN UNA SOTTOCARTELLA


Si apre il Pannello di Controllo del dominio e si accede al File Manager

file-manager-tophost

Si clicca sulla cartella htdocs che è la radice di archiviazione quindi si va su Nuova Cartella

nuova-cartella

Si digita il nome della cartella che poniamo sia blog quindi andiamo sul baffo verde

blog-nuova-cartella

Verrà creata questa nuova cartella blog vuota su cui dovremo cliccare per aprirla

cartella-dominio
Dopo aver scaricato la versione più recente di Wordpress si va su Carica e si seleziona il file ZIP
 
installare-wordpress

Si va sul baffo verde in alto per iniziare l'upload del file ZIP di Wordpress. Dopo che il processo è stato completato si ritorna su File Manager e si clicca su Creazione e Modifica Database.

creazione-database-tophost

Su Tophost come su altri provider è possibile creare più Database e quello sulla cartella blog sarà diverso da quello utilizzato per il dominio di secondo livello www.dominio.com. Si clicca in basso sul bottone Crea Database per avere i dati della configurazione

creazione-database-tophost[4]

Dovremo copiare i dati di accesso al database

dati-database

Adesso nel browser apriamo la pagina http://www.dominio.com/blog che ci darà questo messaggio

installazione-wordpress

e che ci consentirà di installare Wordpress nella nostra sottocartella cliccando in basso a sinistra su Iniziamo. Per le istruzioni fate riferimento al post su come si Installa Wordpress su Tophost ricordandosi che dovremo digitare quando ci sarà richiesto i dati del Database appena creato

installazione-wordpress[5]

Nella finestra successiva si digita il nome utente, la password dell'accesso al sito che non avrà nulla a che vedere con quella di accesso al database, e l'indirizzo email per il recupero della stessa. Si accederà quindi alla Bacheca del nostro sito aprendo la pagina http://www.dominio.com/blog/wp-admin/. Verrà automaticamente anche pubblicato il primo post con il classico titolo Ciao Mondo

installazione-wordpress-sottocartella

Il blog potrà quindi essere gestito dalla Bacheca in tutta autonomia e potrà avere anche un Tema diverso da quello del sito principale. Si può anche installare Wordpress sul dominio principale e in una sottocartella per poi gestire le due Bacheche in totale autonomia





CREARE UN BLOG IN UN SOTTODOMINIO


Il blog creato in un sottodominio in ultima analisi avrà tutte le sue  cartelle e i suoi file in una sottocartella del File Manager. Quindi per prima cosa si procede come nella sezione precedente per creare una nuova cartella e per installarvi al suo interno Wordpress.

Dopo questa operazione si accede al Pannello di Controllo > Servizio DNS > Vai al Pannello DNS

servizio-dns-tophost

e si va in alto su Aggiungi Record

aggiungere-record-tophost

Si aggiunge un Record di tipo CNAME con nome "blog" e con Valore dominio.com  

creare-sottodominio

Si va su Aggiungi e si attende la fine del breve processo. Si torna al Pannello di Controllo per aprire nuovamente il File Manager nella cartella htdocs  che avrà un file .htaccess.

file-htaccess[4]

Se non ci fosse va creato andando su Nuovo file e digitando .htaccess nel campo del nome. Questo file farà parte di Wordpress se l'avete installato anche nel dominio principale www.dominio.com. Si va sulla destra su Modifica e si incolla questo codice

RewriteCond %{HTTP_HOST} blog.dominio.com
RewriteCond %{REQUEST_URI} !blog/
RewriteRule ^(.*)$ /blog/$1 [L]

nella posizione mostrata nello screenshot qui sotto modificando ovviamente il nome del dominio e della cartella utilizzata (se diversa da blog

incollare-codice

cioè prima di prima del tag </IfModule>. Si salva il file cliccando sulla icona del floppy disc. Se adesso apriamo l'URL http://blog.dominio.com visualizzeremo il sito Wordpress appena installato

creazione-sottodominio


mentre il dominio di livello superiore avrà una gestione e un tema diverso dal sottodominio

landing-page-dominio

Da notare che se si apre la pagina http://www.dominio.com/blog/ arriveremo comunque nel sottodominio. In conclusione se volete creare un blog in una sezione del vostro dominio utilizzate una sottocartella poi, se vi riesce, potete configurare anche il sottodominio per essere indifferentemente raggiunti con gli URL www.dominio.com/blog o blog.dominio.com. Questo sistema è utile quando si voglia utilizzare un Tema statico per la homepage del nostro sito e un Tema dinamico per la sezione dedicata al blog che potranno essere gestiti separatamente.




18 commenti :

  1. Ho un sito chiamato www.contemplazione.it, vorrei creare una sotto cartella chiamata test (ottenendo www.contemplazione.it/test) e in essa vorrei clonare il sito in produzione per avere a disposizione un sito/test.
    Nel database su Aruba ho due database liberi.
    Non so come procedere..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Basta un database libero. Non conosco la grafica di Aruba ma devi installare WordPress nella cartella test come illustrato nella prima parte del post
      @#

      Elimina
  2. bel articolo , da dire che in molti hosting la creazione del database non basta ma bisogna anche creare un nome utente al database vedi godaddy ,

    RispondiElimina
  3. io ho provato a creare una sottocartella e installarci wp . il sito principale continua a funzionare ma quando inserisco i dati del database come da procedura standard e poi clicco su installa wp...invece che arrivare alla pagina in cui wp chiede di registrare il primo utente del sito mi appare una pagina di cortesia di tophost ...nell'url c'è scritto /wp-admin/install.php ... e insomma non so come proseguire ... nessuno mi sa aiutare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non devi aprire la pagina del tuo sito ma la pagina della cartella. Esempio:
      Se hai un sito di dominio http://.www.esempio.com e hai creato una cartella chiamata blog dovrai aprire la pagina http://.www.esempio.com/blog per poi continuare nella installazione
      @#

      Elimina
    2. si io ci vado, wp mi chiede di inserire i dati del db e lo faccio. a quel punto clicco su installa.
      poi solitamente wp ti chiede di inventare username e password ma invece a me compare la pagina install.php di tophost... che è una pagina di cortesia loro---- e nn mi sanno dire come mai succede questo. dice che forse ho caricato male i files di wp. ma io ho fatto come sempre. e ha sempre funzionato.... nn capisco

      Elimina
    3. Ultimamente Tophost è diventatomolto molto lento e a me è successo che non aveva caricato tutti i file quindi la installazione non si completava. Forse ti è successo lo stesso e ti conviene eliminare la cartella e ripetere tutto
      @#

      Elimina
    4. per il momento ho provato a ripeterla 3 volte, cambiando sempre anche il nome della sottocartella per evitare qualsiasi "conflitto" ma non ho ottenuto risultati, comunque grazie per la dritta... magari provo a capire se anche a me non li carica tutti e magari nn me ne sono accorta

      Elimina
  4. Salve

    ottima guida, precisa e dettagliata.
    Vorrei però capire quale dei due metodi sarebbe meglio utilizzare se il mio fine è quello di creare un nuovo sito wordpress, mantenendo online quello esistente, per poi fare la sostituzione una volta che la nuova pagina sarà pronta.
    Quali passaggi dovrò effettuare per il passaggio?
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La sottocartella è più semplice. È stata scelta anche nel blog di Matt Cutts uno degli ingegneri top di Google. Questo per creare un sottodominio di un sito esistente. Se invece vuoi invece creare un nuovo sito ti consiglio di usare un dominio www.esempio.com e non optare per un sottodominio. Questa scelta è valida solo se si vogliono tenere collegati più siti
      @#

      Elimina
  5. Scusami, ma non ho capito bene.
    Se io volessi cambiare grafica al mio sito già esistente, installando un nuovo template, mi consigli creare una sottocartella per lavorarci? Il sito attuale, una volta pronto quello nuovo, non mi servirà più e lo eliminerò del tutto.
    Fare il passaggio da nuovo a vecchio è semplice?
    Grazie per le risposte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi installare un secondo tema e lavorarci nella stessa installazione. Poi quando il tema è pronto fai il passaggio. Il resto non l'ho capito. Riepiloghiamo.
      Hai un sito www.esempio.com
      Vuoi creare un nuovo sito ma sempre con indirizzo www.esempio.com oppure cambiare URL?
      Se hai intenzione di cambiare URL del vecchio blog puoi fare quello che ti pare. Se invece vuoi mantenere il dominio e cambiare tema e contenuti ugualmente non ci sono problemi. Cambi il tema e cancelli i post
      @#

      Elimina
    2. Scusami se non sono stato chiaro.
      Il dominio, www.esempio.com, resterà sempre uguale. non ho intenzione di cambiarlo.
      Secondo il tuo consiglio dovrò quindi procedere con una sottocartella, ovvero www.esempio.com/test. Installo wordpress ed il nuovo template in questa nuova cartella "test" e quando sarò pronto farò il trasloco, giusto?

      Un'ultima domanda. Se avessi un altro dominio (dello stesso host), che per adesso è completamente inutilizzato e completamente vuoto, mi conviene fare tutto questo lavoro su questo altro dominio e una volta personalizzato il nuovo template, procedere con la migrazione?

      Vorrei solo sapere se la migrazione da un url all'altro (come in quest'ultimo caso) o da una sottocartella dello stesso dominio al root principale, quale delle due sia più semplice e conveniente.
      Grazie ancora per la tua disponibilità

      Elimina
    3. Nel tuo caso non si può parlare di migrazione ma semplicemente di importare tema e post da un blog all'altro. Si parla di migrazione quando un blog con un URL www.esempiouno.com viene trasferito in un altro URL www.esempiodue.com impostando i redirect da post a post. Oppure quando si passa da un CMS a un altro come da Blogger a Wordpress
      @#

      Elimina
    4. Esatto, proprio questo volevo dire.
      Ai fini pratici conviene di più optare per la migrazione, visto che dipingo di un altro sitonon utilizzato, o semplicemente creare una sottocartella?

      Elimina
    5. Se la sottocartella ti serve per testare il nuovo aspetto del sito, da quanto ho capito, puoi semplicemente installare Wordpress in una cartella del computer e fare tutti gli esperimenti che vuoi
      http://www.ideepercomputeredinternet.com/2013/02/wordpress-install-localhost.html
      @#

      Elimina
  6. Con Top Host, ho eseguito una nuova istallazione Wp in una sottocartella, ho cercato di caricare invano il tema Divi di Elegants Themes, infatti all'atto dello scompattamento dei file il sistema riferisce che è impossibilitato a proseguire.

    Stesso problema reistallando wordpress, non funziona.

    La mia domanda è il problema è Top host, che presenta questi problemi?.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì. È un provider che costa poco però è molto lento nel caricare. Riprova a farlo in ore con meno traffico internet. Anche io ho avuto problemi simili. Cmq non è che con gli altri Registrar sia tutto rose e fiori...
      @#

      Elimina

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti. Se ti ho aiutato con il post o con le risposte ai commenti condividi su Facebook o su Twitter. Grazie.