09 aprile 2010

Come colorare e rendere nidificate le etichette di GMail.

Il servizio di posta elettronica di Google altrimenti detto anche GMail si propone come uno dei migliori in assoluto forte anche delle continue migliorie che vengono apportate attraverso i Labs. E' notizia di poche ore fa che è adesso possibile creare delle etichette nidificate per archiviare la posta in modo di avere cartelle e sottocartelle di messaggi omogenei.

Per tutti coloro che non conoscono GMail, che consiglio caldamente come servizio di posta elettronica principale, è bene riepilogare alcune sue caratteristiche.

gmail-1 

Le etichette si applicano mettendo un segno di spunta al messaggio da archiviare, un'altra flag all'etichetta selezionata quindi si clicca su Applica. Il messaggio di posta potrà essere comunque riaperto in seguito andando a cercarlo nell'etichetta che gli si è assegnata.

Questo metodo fa sì che non occorre eliminare i messaggi che non siano puro spam visto che lo spazio a disposizione è enorme (addirittura 7.500MB). Anche a distanza di anni potranno essere rintracciati mediante le etichette e la barra di ricerca posta in alto scegliendo l'opzione Cerca nella posta

gmail-screenshot-2

Nella colonna di sinistra possono essere visualizzate le etichette più importanti. Alcune possono essere nascoste o eliminate attraverso la configurazione della scheda Etichette che si trova in Impostazioni.

E' pure possibile contrassegnare con un colore ciascun etichetta per meglio evidenziarla

 etichette-colori

L'operazione si svolge aprendo il menù con la freccetta verticale e selezionando uno dei colori disponibili.

Torniamo però all'argomento principale del post e alla possibilità, anche per gli account italiani, di creare delle etichette nidificate. Poniamo che si abbia l'etichetta generica "amici", potrebbe essere utile avere anche le sotto-etichette con i nomi di ciascuno.

Possiamo per esempio creare le etichette nidificate amici/Silvia, amici/Mario, amici/Manuela, ecc.

Si va su Crea nuova etichetta che, se non è visibile, si troverà cliccando su Altre alla fine dell'elenco di tutte le etichette. Si dovrà quindi inserire il nome della etichetta secondaria insieme a quello di quella principale divise da una slash in questo modo

etichette-nidificate

Nella parte sinistra della finestra di GMail si potranno così aprire e gestire con più facilità. Non ci sono limiti alla nidificazione quindi possiamo, per esempio creare un etichetta amici/lavoro/Sergio

 etichette-nidificate-3

Come vedete dal precedente screenshot si possono creare tutte le cartelle di archiviazione che si vogliono e gestirle in modo ottimale.



3 commenti:

  1. E' da stanotte, subito dopo aver letto il post ufficiale e abilitato la nidificazione in Labs che provo a nidificare, ma non mi riesce.
    Come è possibile?

    Gianluigi.

    RispondiElimina
  2. @Gianluigi Filippelli
    La inserisci correttamente la slash?
    Prova a creare un etichetta ex novo tipo prova quindi inserisci prova/esempio.
    Anche io all'inizio non sono riuscito a capire bene il meccanismo.
    E' per questo che ho fatto un post analitico.
    Se hai già un'etichetta aperta, creandone un'altra ti diventa una sotto-etichetta della prima.
    Spero che risolvi.
    Ciao

    RispondiElimina
  3. Sono riuscito a risolvere: in questo modo si riesce a rendere le etichette molto ordinate!

    Grazie,
    Gianluigi!

    RispondiElimina

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti al post.