17 settembre 2009

Le fonti di informazioni, i link, il plagio e le azioni da intraprendere.

Tutti i blog che hanno appena un po' di successo sono spesso sottoposti ad operazioni di copiatura dei contenuti che può venire fatta in tre modi

  1. Riscrivere un articolo simile ispirandosi a quello del tuo blog
  2. Copiare direttamente tutto il contenuto dei feed dell'articolo
  3. Copiare tutto l'articolo immagini comprese

Il primo modo non è eticamente giusto ma non viola direttamente nessuna norma, gli altri due sono invece chiaramente in rotta di collisione con le regole non solo della licenza Creative Commons ma anche con quelle di Google.

Ci sono webmaster che creano siti proprio con lo scopo di succhiare i feed e che quindi si alimentano degli articoli degli altri blog senza che l'autore abbia necessità di scrivere una riga.

Non mi riferisco a siti, come Il Bloggatore, che pubblicano solo una parte dell'articolo e che per leggerlo tutto bisogna andare nel blog originale, ma a quelli che copiano tutto l'articolo e non mettono neppure un link attivo come fonte.

Attualmente è in atto una querelle che credo possa interessare anche i lettori di questo blog perché ci sono delle informazioni che comunque possono servire. Tutto ha preso vita dall'articolo

Sono interessanti soprattutto i commenti che danno un'idea di che genere di "battaglia" si stia combattendo. E' anche interessante leggere

  • Digital Millennium Copyright Act - Legge sul copyright digitale - in cui ci sono le linee guida indicate dallo stesso Google che un autore o proprietario di un sito deve seguire nel caso si senta colpito da fenomeni di plagio. C'è anche l'eventualità che Google chiuda gli account ai proprietari  dei siti "copiatori".

In conclusione vorrei dire che

  1. Quando scriviamo qualcosa molto spesso ci ispiriamo a qualcuno che ha scritto prima di noi qualcosa di simile
  2. Ciascun blogger ha una vasta collezione di feed da cui ricava in parte le notizie che poi ripubblica. Possono essere siti informatici americani per chi scrive di quell'argomento o semplicemente i feed delle agenzie di stampa o quelli dei quotidiani online per chi si occupa di attualità 
  3. Il compito del blogger è quello di raccogliere le notizie, elaborarle e renderle fruibili ai propri lettori in una nuova forma
  4. Nella piattaforma Blogger non si ha la possibilità di verificare se dei nostri articoli hanno ricevuto dei backlink come accade invece in Wordpress
  5. Può capitare, come è capitato a me, che un mio articolo copiato venisse nei risultati di Google prima del mio articolo originale. Il copiatore infatti lo aveva postato su un aggregatore di notizie che aveva una SERP migliore della mia
  6. Conviene sempre inserire negli articoli almeno un link interno al nostro blog per avere comunque un ritorno di backlink anche dai "copioni" 
  7. Spero di poter continuare a far leggere integralmente i miei feed  attraverso FeedBurner anche se la vedo dura
  8. Sono ben accetti commenti o esperienze personali. 



6 commenti :

  1. Eh si, anche io ho dovuto combattere con questo genere di nemici.

    Mi è capitato una volta di vedermi succhiare gli articoli da un aggregatore, (se vuoi posso dirti il nome), che pubblicava il post per intero e metteva un link piccolissimo in fondo ad esso. In pratica, il lettore, sul mio blog non ci veniva perchè già lì aveva letto tutto.

    Oltre a posizionarmi sistematicamente prima di me nella SERP, mi penalizzava anche agli occhi di Google, che alla fine non indicizzava quasi mai questi miei articoli, probabilmente perchè li riteneva duplicati ~x(

    Ho fatto una richiesta a loro di togliere tutto, ed effettivamente è stato eliminato tutto in poco tempo...e con esso anche i guai per la SERP e l'indicizzazione.

    Ora, mi sono accorto che un'altro mio articolo, è stato ripreso sempre dallo stesso aggregatore, ma furbescamente non direttamente dal mio blog, ma indirettamente dal sunto che pubblica il bloggatore, anche se sono riusciti a succhiarlo per intero.

    Adesso non so se scrivere nuovamente a loro, o avvisare stavolta il bloggatore, dicendo ai loro responsabili che c'è qualcuno che si attacca anche alle loro "aggregazioni".

    RispondiElimina
  2. Questo problema sta diventando veramente grave. Guardo se trovo qualcosa non dico per risolverlo ma per mitigarlo.
    Grazie del commento

    RispondiElimina
  3. Ciao Parsifal, ho letto il tuo articolo, e non ho nulla da aggiungere, tanto lo sai come la penso.

    Volevo solo darti un informazione, io non ho scoperto il plagio tramite Wordpress, che ad esempio mi segnala il link che hai inserito in questo articolo, ma non quelli provenienti dai siti truffaldini, perché si avvalgono di un sistema che impedisce la notifica, piuttosto uso Fairshare, che ti invito a provare.

    Si tratta di un servizio gratuito, in cui dovrai inserire il feed del tuo blog e il tipo di licenza CC che usi (se non ne hai uno la devi creare, ci vuole un attimo), a questo punto ti viene fornito un feed RSS che puoi aggiungere al tuo feed reader. Ogni volta che Fairshare scopre un articolo che contiene anche solo una frase identica a quella di un tuo post, ti invierà l'aggiornamento nel feed. Nell'aggiornamento è compreso il link all'articolo originale, quello all'articolo copiato (entrambe con la parte del testo copiato in evidenza), e numerose altre informazioni, come il numero di parole copiate, la presenza del link verso la fonte, la presenza di pubblicità sul sito clone, il numero di post copiati nell'ultimo mese, e molto altro ancora.

    E' uno strumento molto valido, con cui ho scoperto decine di siti che copiavano, ma modificando abilmente alcune parti del testo. Un operazione cosi non la si può fare altrimenti, perché anche se ti capita di leggere un articolo ripubblicato in cui sono state modificate alcune parole, è difficile che si riesca a ricordare perfettamente il testo che abbiamo scritto. Non ci crederai, ma in questo modo ho beccato un sito famos"issimo" in Italia che attingeva a piene mani dal mio feed (se vuoi in privato ti invio i link dell'originale e della copia, giusto per farti capire, quali sono in Italia i siti che dovrebbero fare da guida a me e a te, che scriviamo per diletto, e non abbiamo nemmeno un decimo delle loro risorse).

    Intanto, per quanto riguarda la mia disputa, ieri il webmaster mi ha detto che ha interrotto la ripubblicazione dei miei contenuti rimuovendo il feed dal bot, ma giusto ora Fairshare mi ha segnalato altri 4 articoli.

    Ciao Parsifal e buon fine settimana a te e ai tuoi lettori.

    RispondiElimina
  4. @Tuttovolume
    Guarda che uso già FairShare e lo so bene che non mettono mai il link per non farsi scoprire dai blog su Wordpress. Addirittura mettono la fonte come semplice trascrizione dell'URL ma senza il collegamento attivo.
    Fairshare ti dà anche i link degli aggregatori che legittimamente ripubblicano il tuo feed come FaiInformazione ma sia pure in Beta è un ottimo prodotto.
    Devo dire che ho avuto anche delle segnalazioni da parte di lettori di questo blog su miei articoli copiati di sana pianta.
    Credo che questo tema sarà centrale in futuro soprattutto per i blog di media grandezza. Quelli professionali credo che abbiano meno problemi perché chi si azzarda a copiare un articolo dei top blog?
    Ci sono però diversi blogger alle prime armi che lo fanno senza malizia non rendendosi conto che per scrivere un articolo serve tempo e impegno.
    Mi sembra comunque che questa tua querelle si stia risolvendo per il meglio :)
    Buon fine settimana anche a te

    RispondiElimina
  5. Ciao! Il mio blog l'ho creato per diffondere le mie idee e le notizie che trovo interessanti. Dunque chiunque può copiare, ovviamente preferisco che il mio blog sia citato. Purtroppo c'è un tipo che ha aperto un blog solo per copiare tutti i miei post e tutti i posti di altri blog amici, ci insulta e ci diffama, ecc. Persino il titolo del suo blog è quasi uguale ad uno dei blog dei miei amici. Per favore mi-ci puoi consigliare cosa fare?

    RispondiElimina
  6. @giuditta
    E' incredibile che esistano persone di questo tipo. Se il blog è su Blogger e ritieni di essere stata diffamata puoi rivolgerti al Gruppo di assistenza
    http://www.google.com/support/forum/p/blogger?hl=it
    Se ha anche la pubblicità di adsense e ritieni che il tuo blog sia stato copiato puoi seguire le indicazioni di questa pagina
    http://www.google.it/dmca.html.
    Ciao

    RispondiElimina

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti al post.