Pubblicato il 02/11/08 - aggiornato il  | 27 commenti :

Come usare i Canali o Criteri di Monitoraggio di Adsense per aumentare i guadagni del blog.

Se siete registrati ad AdSense vi porrete certamente il problema di come aumentare i vostri introiti. Saprete anche che vengono pagati i singoli click fatti dai visitatori sugli annunci. Ci sono delle sigle un po' astruse che vengono utilizzate per semplificare questi concetti.
Mentre le impressioni sulla pagina sono il numero di pagine del tuo blog che sono state viste il CTR e eCPM sono dei dati che danno un'idea della performance del blog. Il rapporto tra numero di click e impressioni degli annunci è espresso in percentuale ed è chiamato CTR della pagina. In base al CTR AdSense calcola l'ECPM della pagina (costo per mille impressioni), ossia il ricavo che l'utente ottiene ogni 1000 visite della pagina. Questi dati sono visibili nel vostro account. Se vogliamo sapere altre cose dobbiamo inserire dei criteri di monitoraggio. I più semplici da utilizzare sono i Criteri URL. Mettiamo che vogliamo sapere quanti ricavi ci procura p.e. Diggita che dà la possibilità di inserire la pubblicità nei post che si inseriscono; si procede così. Si va in Impostazioni AdSense>Criteri di monitoraggio>Criteri URL>Aggiungi nuovi criteri URL e si inserisce l'URL di Diggita, quindi si clicca su Aggiungi criteri monitoraggio.

image
Se si possiede più di un blog è chiaro che vogliamo sapere quanti sono i ricavi che si ottengono da ognuno. Si usa lo stesso procedimento e si inserisce l'URL di ciascun blog. Quando siete in Rapporti di AdSense accanto a Adsense per i contenuti ci sarà criteri principali che, se aperto, mostrerà i ricavi per ogni sito monitorato
image
Oltre ai criteri URL ho inserito anche altri criteri un po' più sofisticati che permettono di valutare i rendimenti di ogni singolo annuncio. In questo blog ci sono tre tipi di annunci
  • Sotto il titolo prima del post
  • Alla fine del post
  • A destra in alto del post
Per poter monitorare i rendimenti nel dettaglio ho inserito questi criteri di monitoraggio. Quelli per questo blog li ho chiamati
  • ideealtotesto
  • ideealtotutto
  • ideealtoillustrati
  • ideebassotutto
  • ideebassoillustrati
  • ideebassotesto
  • ideedestratutto
  • ideedestraillustrati
  • ideedestratesto
Gli annunci possono essere infatti di tre tipi
  • Testo o illustrati
  • Solo testo
  • Solo illustrati
Quindi per verificare quelli che rendono di più ho inserito dei tipi di annunci per un mese, poi il mese successivo cambierò e vedrò la differenza di rendimento per scegliere quello più performante. Si va in Impostazioni AdSense>Criteri di Monitoraggio>Aggiungi nuovi criteri personalizzati quindi si inserisce un nome del criterio chiamiamolo altotesto
image


Questo ci farà capire che nell'annuncio in alto nel post abbiamo scelto di mettere solo annunci di testo. Adesso  otteniamo il codice andando su Ottieni annunci; sceglieremo annunci di solo testo, e quando ci chiederanno di inserire il criterio di monitoraggio inseriamo alto testo come mostrato nello screenshot che segue
image
Il codice così ottenuto lo inseriamo nel template nella parte alta e avremo quindi quando apriamo i criteri il suo rendimento effettivo. Se non sapete come inserire la pubblicità di Adsense direttamente nel template leggetevi questo articolo. Facciamo la stessa cosa con gli altri annunci. Per quanto riguarda il mio blog e il mio modello vi posso dire quello che fino a questo momento ho potuto constatare
  • Gli annunci illustrati sono belli ma pagano meno di quelli di testo
  • Il 90% dei click vengono fatti negli annunci sotto il titolo e prima del testo del post. Qualcuno neppure arriva a leggere tutto l'articolo
  • Bisogna provare continuamente nuove combinazioni e testarle per periodo di tempo non inferiore ai 15 giorni
  • Forse è il caso di togliere gli annunci che rendono pochissimo perché questo potrebbe provocare un aumento del rendimento degli altri
  • Le fluttuazioni sul compenso dei click sono qualche volta inspiegabili. 
  • Se qualcuno ne sa più di me sull'argomento, me lo scriva nei commenti che non mi offendo sicuramente
  • Lo studio di come aumentare il rendimento del proprio blog è una cosa che verosimilmente continuerà finché il blog avrà vita.
Si può inserire più di un criterio di monitoraggio per annuncio. Se si vuol cambiare annuncio si può farlo unitamente al cambio di criterio di monitoraggio. Dalla pagina delle impostazioni di Adsense si va su Gestione degli annunci quindi si seleziona l'annuncio che si vuole modificare contestualmente al criterio di monitoraggio. E' fondamentale il colore dell'annuncio e in questo caso ci sono due scuole di pensiero
  • C'è chi pensa che debba avere un colore vivace per farlo notare meglio
  • C'è invece che ritiene che debba confondersi con il testo per farlo apparire come un pezzo dell'articolo
Scegliendo Modifica impostazioni annuncio si può variare i colori degli annunci e, contestualmente, unirgli un altro criterio di monitoraggio
 image
Nella finestra che si apre si può modificare la tavolozza dei colori e far diventare gli annunci dello stesso colore del testo (nel mio caso nero) e quindi scegliere un altro criterio di monitoraggio
image image
Il nuovo criterio l'ho chiamato ideealtonerotesto e ho tolto il vecchio ideealtotutto. Prima di modificare gli annunci denominate i criteri, se ne possono scegliere fino a 200 per Adsense per i contenuti e 200 per Adsense per la ricerca. Nel caso di Adsense per la ricerca c'è una funzione che genera automaticamente il criterio, quando si acquisisce il codice.
Aggiornamento importante: (08/01/2011) Bisogna sempre scegliere Annunci illustrati e Annunci di testo perché così aumenterà la base degli inserzionisti che partecipa all'asta per i nostri spazi e si potrà spuntare un compenso più elevato.





27 commenti :

  1. ottimo davvero...capire come funzionano i criteri sul singolo annuncio nn è cosa semplice

    RispondiElimina
  2. ciao,
    molto più chiaro questo post di tutte le pagine lette in google adsense.
    mi sono rimasti dubbi su come creare nuovi criteri e eliminare i precedenti perchè avevo letto che non si possono fare più di 5 criteri e poi se si cancellano si perde tutto il guadagno prodotto da quel criterio.
    Bho!!?!?!?!
    Poi quando vado sui rapporti leggo per esempio adsense per i contenuti 120, poi allargocliccando su criteri principali e il mio unico criterio riporta 187 ma che significa???

    RispondiElimina
  3. @Vit
    Si possono creare fino a 200 criteri di monitoraggio per ogni settore (contenuti, ricerca, ecc)quindi vai tranquillo. I criteri non possono essere eliminati ma li puoi togliere dagli annunci con gestione annunci quando vuoi passare ad altri criteri.

    RispondiElimina
  4. scausa l'ignoranza parsifal ...ma cosa significa "diggita"? Dovrei mettere gli annunci google ma sono una frana!!

    RispondiElimina
  5. Ci sono servizi che servono per postare gli articoli. Il più conosciuto è OKNotizie, ma Diggita dà la possibilità anche di guadagnare se qualcuno clicca sui tuoi post in quel sito. Il guadagno può essere rilevato attraverso i criteri di monitoraggio

    RispondiElimina
  6. ok grazie. ho creato nuova pubblicita' con adsense e mi ha dato un codice...ma ora dove lo incollo? ...su blogger.
    grazie.

    RispondiElimina
  7. @Anonimo
    Leggiti questi articoli, c'è tutto quello che occorre sapere

    RispondiElimina
  8. ciao parsifal ti prego dammi un consiglio......sottolineo che non sono brava come te e vorrei un consiglio per quanto riguarda i guadagni con un blog. ho google adsense ma non si ricava molto.......puoi darmi qualche consiglio su altre fonti dove iscrivermi. qualcosa di facile pero'....grazie infinite in anticipo!! una vera immensa fonte qui!! complimenti!! :)

    RispondiElimina
  9. @Anonima
    Per guadagnare in internet bisogna avere "traffico" cioè molte persone che ti leggono e ti trovano nelle ricerche. Occorre quindi scrivere molti articoli che possano interessare. Non occorre che piacciano a tutti ma basta che abbiano una loro nicchia. Oltre ad Adsense c'è Sprintrade che comunque non è che porti dei guadagni automatici. Se sei interessata a scrivere articoli per fare dei soldi puoi scrivere dei post sui singoli prodotti pubblicizzati da Sprintrade e ricavare le commissioni per tutti coloro che li acquistano dopo essere passati per il tuo sito.
    Auguri

    RispondiElimina
  10. ok parsifal provero' Sprintrade.
    ma dimmi anche con molte visite come si fa il guadagno se nessuno clicca sulle pubblicita?

    solo con le impressioni di google??
    e' pochissimo il ricavato.
    grazie della risposta. ciao

    RispondiElimina
  11. @Anonima
    E' un fatto puramente statistico. Ogni 10-15 persone che entrano nel blog una clicca sugli annunci, paradossalmente perché nel blog non ha trovato quello che cercava. Le persone che cliccano sono quelle che ti trovano facendo delle ricerche e non quelle che ti leggono regolarmente. Bisogna crearsi delle parole chiave in cui siamo ai primi posti di Google per ricevere visite e conseguentemente dei click.
    Questo vale anche se si ha un sito che vende hi-tech, libri o altro. Conta molto anche avere la pubblicità nei punti giusti del blog e averla molto visibile. Inoltre bisogna scrivere articoli che abbiano un contesto che ti porta ad avere un compenso medio per click più elevato.
    Ciao

    RispondiElimina
  12. @Anonima
    Volevo dire una persona ogni 15-20 ti clicca sulla pubblicità :)

    RispondiElimina
  13. ho capito ...sei stato molto chiaro .
    puoi spiegarmi l'ultima frase...."scrivere articoli che abbiano un contesto che ti porta ad avere un compenso medio per click più elevato." grazie :)

    RispondiElimina
  14. I compensi per click dipendono
    1)Dalla parola chiave con cui sei stato trovato. Quelle che pagano di più sono le banche, assicurazioni, prestiti, medicina, ecc
    2)Dall'articolo più o meno pertinente rispetto a questa parola chiave.
    Se io scrivo un post su un programma di grafica e metto, come esempio di fotomontaggio, una foto di Valentino Rossi ecco che una parola chiave è Valentino Rossi. Se ricevo un click per un annuncio collegato a questa parola chiave il compenso sarà però basso perché ho scritto un articolo di come modificare delle immagini e non uno sulle novità del Motorshow di Bologna. Il mio articolo era cioè poco pertinente rispetto alla keyword con cui sono stato trovato.
    Spero di essere stato chiaro :)

    RispondiElimina
  15. ho capito parsifal, sono l'anonima di ieri. tutto ok.....cmq e' molto difficile gestire il tutto.. almeno per chi non ne sa molto....forse per te e' facile. cmq grazie dei consigli utili, ciao :)

    RispondiElimina
  16. ciao parsifal, ma il fatto delle parole chiave vale anche con Adsense?

    RispondiElimina
  17. @SkAsS^89^
    Il compenso per click dipende moltissimo dalle parole chiave dell'articolo. Quelle che pagano di più in Italia sono legate al mondo delle assicurazioni, a quello bancario e a quello medico.
    L'informatica in genere paga molto poco perché ha dei lettori avveduti e più alfabetizzati.

    RispondiElimina
  18. posso evitare questa cosa? Sarà che sono stanca e ho mal di testa ma mi sono persa... io ho scelto sia testo che figure e si alternano mi sembra.... dimmi che può bastare -.-'

    RispondiElimina
  19. @Soffio Di Dea
    Lo puoi fare con comodo quando avrai preso più pratica

    RispondiElimina
  20. Buongiorno Ernesto,
    una domandina riguardo gli adsense: a parte quelli che ho inserito direttamente nel codice html e che compaiono all'interno dei singoli post, io ne ho messi un paio anche nelle pagine statiche, però in questo caso li ho inseriti direttamente nella pagine, senza andare a toccare il codice html.
    Pensi che funzionino anche quando inseriti in questo modo?
    Perchè andando a vedere in Adsense quanto guadagna ogni annuncio vedo che gli unici che rendono sono i tre all'interno dei singoli post, come se quelli messi nelle pagine statiche non esistessero... Premetto che quando guardo nell'interfaccia Adsense questi annunci delle pagine statiche risultano attivi e che gli unici canali personalizzati che ho creato riguardano gli annunci messi all'interno dei post.
    Ti ringrazio, Giuliana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @GiulianaMosetti
      I visitatori delle tue pagine statiche sono molto ma molto di meno di quelli che aprono i post. La differenza sta tutta lì.

      Elimina
  21. Buongiorno: articolo interessante come tutti quelli del blog che seguo giornalmente. Qualcosa non mi torna però: si dice di 1 click ogni 20 visite circa. Il mio blog ottiene circa 30 visite giornaliere (ok sono pochissime) da motore di ricerca (dati GA) ma adsense non registra neanche un click giornaliero. Ma con zero click in un mese mi sembra che qualcosa non torni. Volevo chiedere se sbaglio qualcosa oppure si parla di 1 click ogni mille visite. Vi lascio l'indirizzo di un post.
    http://pensierifrasiconsigli.blogspot.it/2012/04/libro-bruce-lee-la-perfezione-del-corpo.html
    Grazie per i suggerimenti, non è per diventare ricco.. magari bastassero due post su un blog.. è solo per capire. Magari è utile anche ad altri.. e complimenti ancora.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @NeverGiveUp
      Non si possono fare paragoni tra blog. Dipende molto dai temi trattati. Il gossip, la cronaca, la politica e la finanza inducono i visitatori a cliccare di più sugli annunci che non argomenti come l'informatica o la poesia. Poi bisogna vedere se ci sono degli annunci pertinenti da visualizzare con i temi trattati nei singoli post. Comunque fai bene a non aspettarti un granché :)

      Elimina
    2. Sull'informatica avrei detto il contrario.. a parte questo sono d'accordissimo con te sulla validità degli annunci. Quello che mi chiedevo era se è un comportamento normale e mi sembra di capire di si. Solo una precisazione: "il faccio bene a non aspettarmi granchè" è riferito ad adsense, ai miei contenuti o al posizionamento dei banner?? Apertissimo a qualunque critica. Grazie ancora.

      Elimina
    3. non avevo dubbi.. sembra inoltre che peggiorino sempre più (in generale).

      Elimina

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti. Se ti ho aiutato con il post o con le risposte ai commenti condividi su Facebook o su Twitter. Grazie.