26 luglio 2016 Ultimo aggiornamento:

Modificare la larghezza del blog e delle sidebar in Blogger.

Con l'avvento sei anni fa del Designer Modelli gli utenti di Blogger possono crearsi il layout che preferiscono. Dopo aver scelto il Template si va su Modello -> Personalizza quindi si sceglie la scheda Layout in cui ci sono 8 opzioni per il corpo del post e 3 per il footer o piè di pagina. Per il footer si può optare per una, due o tre colonne mentre per il corpo del post si può scegliere un layout senza sidebar, con una sidebar a sinistra e una a destra, per una sola sidebar (a sinistra o a destra), per due sidebar (tutte a destra o tutte a sinistra) o per tre sidebar (due a sinistra e una a destra o viceversa).

Queste configurazioni debbono essere fatte all'inizio perché dopo che si sono inseriti dei widget o delle personalizzazioni si rischierebbe di sfalsare tutto. Un discorso analogo va fatto per la scheda Modifica le larghezze in cui settare la larghezza dell'intero blog e della/e sidebar. Infatti già il solo cliccare su Modello -> Personalizza può portare a delle modifiche non volute del modello se si sono già inserite delle personalizzazioni.

Si pone quindi il problema di come modificare le larghezze senza usare il Designer Modelli.

designer-modelli-blogger

Lo si può fare operando nel codice. Dopo aver salvato il template per un eventuale ripristino si va su Modello -> Modifica HTML e si cerca la sezione  <b:template-skin> che si trova nella primissima parte. Si clicca sulla freccetta nera posta alla sinistra per visualizzare tutto il codice della sezione. Proprio all'inizio visualizzeremo le righe che impostano le larghezze del sito

<b:template-skin>
      <b:variable default='960px' name='content.width' type='length'/>
      <b:variable default='0' name='main.column.left.width' type='length'/>
      <b:variable default='310px' name='main.column.right.width' type='length'/>

Il blocco di codice precedente si riferisce a un modello con una sola sidebar sulla destra. In caso di un layout diverso ci possono essere più righe. La riga con content.width imposta la larghezza di tutto il blog, quella con main.column.left la larghezza della sidebar di sinistra e quella con main.column.right la larghezza della sidebar di destra. Nel codice del modello che ho preso come test la colonna di sinistra non c'è e quindi ha larghezza 0. Tutto il blog è largo 960 pixel e la sidebar di destra è invece larga 310 pixel. La main area cioè la larghezza dell'area del post sarà quindi strettamente inferiore a 960-310=650 pixel.

Modificando i valori delle larghezze e salvando il modello potremo cambiare l'aspetto del layout senza rischiare di perdere le altre personalizzazioni. Concludo ricordando che è meglio non impostare un valore troppo grande di larghezza perché ci potrebbero essere delle difficoltà di visualizzazione con dispositivi che abbiano una bassa risoluzione anche se è stata attivata la versione per il mobile o se si utilizza un modello di tipo Responsive.

Come creare un account @hotmail.com, @outlook.com o .it e come inoltrare la posta a Gmail.

Dopo aver illustrato come creare un account Gmail adesso vediamo come creare un account con il servizio di posta elettronica della Microsoft. Creare un account Microsoft è importante anche per accedere ai computer Windows ed è fondamentale averne almeno uno al pari di quello di Google.

In passato con la Microsoft si potevano creare account con domini live.it e hotmail.it mentre adesso sono disponibili solo le opzioni @outlook.com, @outlook.it e @hotmail.com. Se già avete un account Microsoft per crearne un altro aprite una pagina in incognito oppure un browser in cui non vi siete mai loggati con Outlook o da cui avete eliminato i relativi cookie

Si apre la pagina iniziale di Outlook per l'Italia e si clicca su Iscriviti. Si visualizzerà un'altra scheda in cui compilare tutti i campi. Si tratta di Nome, Cognome, Nome utente, Password (due volte), Area Geografica, Data di Nascita, Codice Paese (+39 per l'Italia), Numero di telefono, Indirizzo email alternativo (per il recupero della password), Caratteri del controllo visivo.


25 luglio 2016 Ultimo aggiornamento:

Come aggiungere altri destinatari visibili o nascosti a un messaggio Gmail o Outlook.

Ho appena ricevuto un commento a un mio post che mi ha una volta di più persuaso che le cose più semplici non sono mai scontate. Ci sono blog di informatica che hanno fatto la loro fortuna su post dal titolo "Come spegnere l'iPhone" o "Come aumentare il volume del PC" con parole chiave che hanno volumi di ricerca nettamente superiori a query di ricerca più sofisticate. 

È quindi una buona norma alternare articoli di buon livello dedicati ai più esperti con post che trattano temi molto più semplici che spesso vengono considerati come scontati e che vengono affrontati solo da pochi siti e colpevolmente tralasciati da molti altri. Vi sarà certamente capitato di ricevere una email collettiva cioè un messaggio di cui non siete il solo destinatario. In queste mail inviate a più persone possono essere visibili tutti gli indirizzi oppure essere nascosti.


Come attivare le risposte automatiche e predefinite su Gmail.

Gmail ha moltissime funzionalità davvero interessanti. Abbiamo già visto come con i Filtri di Gmail possiamo creare una sorta di Macro per applicare determinate azioni ai messaggi che rispondano alle chiavi inserite nel filtro. Tra queste azioni c'è anche quella di inviare delle risposte predefinite che sono cosa ben diversa dalle risposte automatiche. In questo articolo vedremo appunto come utilizzare queste due funzionalità.

COME ATTIVARE LE RISPOSTE AUTOMATICHE IN GMAIL


Le risposte automatiche servono quando per una qualsiasi ragione siamo impossibilitati a accedere al nostro account per gestire la posta. Potremo per esempio essere in vacanza e non vogliamo scocciature magari anche solo per un week-end. Con la risposta automatica invieremo lo stesso messaggio di risposta a tutte le email che ci arrivano durante l'attivazione del servizio.


Come bloccare un mittente email con Gmail e Outlook.

Tutti i servizi di posta elettronica hanno un filtro automatico per rilevare le email indesiderate che verranno inviate nella cartella di spam per poi essere eliminate solitamente dopo 30 giorni. Questi filtri sono certamente utili ma talvolta sbagliano e inseriscono nella cartella Spam delle conversazioni che invece non lo sono.

Ogni tanto quindi è bene dare una scorsa a tale cartella per verificare che non vi siano state inserite delle email per sbaglio. Questi sistemi di difesa però sono inefficaci nei confronti di persone che insistentemente ci inviano email indesiderate. Se si tratta di newsletter si può andare nella parte bassa del messaggio e cliccare su Unsubscribe per cancellarci dal database ma nel caso di messaggi non automatici questa opzione è impraticabile.

COME BLOCCARE UN MITTENTE CON OUTLOOK


I servizi di posta elettronica ci mettono comunque a disposizione diversi strumenti per proteggerci dalle persone moleste. Con Outlook ci sono almeno due sistemi per bloccare un indirizzo di posta elettronica. Come prima opzione si clicca con il destro del mouse sulla email in oggetto precedentemente selezionata. Nel menù contestuale si clicca sull'ultima voce che è Per questo mittente. Si apriranno altre voci del menù


24 luglio 2016 Ultimo aggiornamento:

Come creare filtri su Gmail per automatizzare la posta.

Dopo aver visto come creare e gestire le etichette in Gmail in modo manuale adesso vediamo come utilizzare i Filtri che servono per aggiungere automaticamente la posta a delle etichette determinate ma anche per altre interessanti funzionalità.

I Filtri come dice il nome sono dei meccanismi per filtrare la posta e per abilitare delle azioni automatiche e conseguenti a quei messaggi che passano un determinato filtro. Si tratta di una funzionalità molto potente che può servire per esempio per etichettare la posta che ci è stata inoltrata da altri account Gmail che abbiamo creato.


Come creare etichette su Gmail per organizzare la posta.

Gmail è il servizio di posta elettronica preferito a livello mondiale, almeno dai frequentatori più assidui e informati del web. Con Gmail si possono creare un numero indefinito di account che possono essere gestiti anche da una sola schermata come abbiamo visto nel post precedente su come creare un account Google.

Un'altra particolarità molto importante di un account Gmail è che più correttamente dovrebbe definirsi account Google visto che con le stesse credenziali si può accedere senza ulteriori passaggi a servizi quali Google Maps, Youtube, Android, Play Store, Google News, Google Drive, Google Sites, Blogger, Google+, Foto, Calendar, Hangouts, ecc. 


23 luglio 2016 Ultimo aggiornamento:

Come creare un account Gmail.

Il servizio di posta elettronica di Google è uno dei più utilizzati del mondo per la grande versatilità delle sue funzioni. Non mi risulta che esistano dei limiti per il numero di account Gmail che si possono creare. È quindi possibile creare più indirizzi di posta per poterli diversificare tra scuola, lavoro, amici, pubblica amministrazione, servizi commerciali, ecc.

Se siamo loggati con Google si può creare un altro account direttamente dalla pagina principale di Google cliccando sul nostro avatar per poi cliccare su Aggiungi account.  Però per evitare confusione è consigliabile aprire la pagina iniziale di Gmail con una scheda in incognito.  Si clicca in alto a destra su Crea un account. Dovrà essere compilato il modulo di Gmail con Nome, Cognome, indirizzo scelto, password (due volte), data di nascita, sesso, numero di cellulare, indirizzo email attuale per poi andare su Passaggio successivo.