28 gennaio 2015

Come creare un widget ufficiale di Pinterest.

Pinterest è il social network delle immagini dove gli elementi postati e condivisi sono esclusivamente foto e che possono essere organizzate in Bacheche o Board. Il traffico che proviene da Pinterest è diventato estremamente importante soprattutto per i siti che hanno nelle immagini i contenuti più interessanti. 

Si può collegare il proprio blog a Pinterest per sfruttare meglio queste sinergie come si può incorporare una foto di Pinterest in un post. È inoltre possibile inserire il bottone di Pinterest su Blogger come è possibile utilizzare i metatag per attivare i Rich Pins anche in Blogger. Da qualche tempo lo stesso social network ha messo a disposizione degli utenti una pagina in cui crearsi il proprio widget personalizzato.

27 gennaio 2015

8 Trucchi per gestire al meglio Google Drive.

Google Drive è uno spazio gratuito messo a disposizione da Google che può essere usato non solo per conservare e organizzare i file ma anche per creare dei documenti, fogli di lavoro e presentazioni senza utilizzare la suite Office o l'analogo Libre Office. Lo spazio di 25GB può essere utilizzato oltre che con Google Drive anche con GMail e Google+ Foto (o Picasa).

Ci sono molte cose che possono essere fatte e che forse non sono conosciute da tutti. Vediamone alcune.

VISUALIZZARE LO SPAZIO A DISPOSIZIONE


Prima di acquistare altro spazio è sempre opportuno vedere quello che stiamo utilizzando. Il sistema più semplice per farlo è quello di porre il cursore in basso a sinistra su Acquista altro spazio di archiviazione per visualizzare in che modo viene utilizzato quello gratuito

25 gennaio 2015

Come aggiungere l'URL del post quando vengono stampate pagine del nostro sito.

Ci sono siti che per i contenuti che propongono vengono molto stampati dagli utenti o le cui pagine vengono salvate in PDF. Penso soprattutto ai siti di ricette ma anche a quelli di moda, di make-up o di abbigliamento in genere. Si può anche aggiungere un bottone per facilitare la stampa da parte dei lettori. 

In questo senso può essere utile aggiungere in calce alla stampa in automatico l'URL della pagina che si è stampata a beneficio dello stesso lettore che così può facilmente consultarla anche senza aver preso nessun appunto. Questa funzione esiste in molti siti e coinvolge anche le stampanti virtuali come potrebbe essere quella utilizzata per salvare una pagina in PDF presente di default su Google Chrome.

24 gennaio 2015

Come modificare la forma del mouse con i fogli di stile.

Vi sarete certamente accorti che la forma del cursore varia a seconda di dove viene posizionato. In linea di massima per esempio se si tratta di un campo di testo allora la forma del mouse sarà quella di una linea verticale intermittente mentre l'aspetto più comune è quello di una freccia bianca leggermente inclinata verso sinistra. Non è raro quando si naviga su internet di vedere il mouse che prende la forma di un punto interrogativo quando per esempio si passa sopra a un paragrafo o un link con delle info.

Anche un blogger alle prime armi può "stupire" i propri lettori mostrando un cursore personalizzato con i CSS a seconda della zona del post in cui lo posizionano. Non mi riferisco alla modifica pura e semplice del mouse che si vede in molti blog femminili con animaletti, oggetti grafici carini e altre amenità. Per questo tipo di modifiche si possono seguire le istruzioni su come personalizzare il cursore.

23 gennaio 2015

Come inserire una barra di notifica sull'uso dei cookie nello stile di quella di Google.

Forse non tutti gli webmaster sono a conoscenza del fatto che a partire dal Giugno 2015 dovranno inserire nei loro siti un annuncio che informi i visitatori sulla possibilità che venga tenuta traccia dei loro comportamenti tenuti sul sito. Questo può essere fatto da un programma di affiliazione pubblicitaria ma anche da Google Analytics o da un semplice bottone di Facebook. Si può trovare una trattazione più completa di questo tema nel post dedicato appunto alle determinazioni del Garante della Privacy.

Lo stesso Google ha dato agli webmaster degli strumenti in grado di inserire a scelta una Schermata iniziale in cui il visitatore può cliccare per accettare la politica dei cookie del sito e continuare la navigazione oppure una Barra di Notifica fissa allo scrollare della pagina con la stessa funzione. 

22 gennaio 2015

Creare un bottone originale con Google Fonts e CSS3.

Nell'articolo precedente abbiamo visto come si possano usare i Google Fonts per personalizzare anche una sola piccola porzione di testo con una famiglia di caratteri personalizzata scelta tra le oltre 650 offerte da Google Fonts. In questo post ne vedremo un esempio e esattamente come sia possibile selezionare una famiglia di font particolari che non sia adatta ad essere usata nel resto del sito. 

Penso a siti per bambini o a blog che si occupano di cartoon o anche di musica che vogliano realizzare dei bottoni per invitare il lettore all'accesso ad altri contenuti usando dei font particolari. Il pulsante che vado a presentare può essere naturalmente personalizzato in ogni sua parte a partire da quelli che sono i codici dei colori. Al bottone verrà aggiunto un link in modo da indirizzarvi il lettore che vi cliccherà sopra

21 gennaio 2015

Come usare una famiglia di caratteri di Google Fonts per una porzione di testo.

Abbiamo già visto come si possano usare le famiglie di caratteri di Google Fonts per il nostro sito per personalizzare i caratteri del post, del titolo o della data. In questo articolo vediamo come utilizzare questa grande opportunità anche solo per personalizzare il font di un bottone, o il font di un paragrafo che vogliamo mettere in particolare evidenza.

Possiamo fare tutto direttamente dall'HTML dell'articolo oppure inserire il codice nel template per poi riprendere la regola in tutti i post in cui lo riterremo opportuno.

OTTENERE IL CODICE DA GOOGLE FONTS


Si accede a Google Fonts e si cerca il carattere tra i 667 attualmente disponibili. Si deve cliccare nella icona Quick-use per procedere nella configurazione  

17 gennaio 2015

Con Google Domains si potranno acquistare domini per Blogger.

Fino a qualche anno fa si poteva direttamente acquistare un dominio personalizzato per creare il nostro sito con la piattaforma Blogger. Google aveva creato una joint venture con i Registrar americani eNom e GoDaddy con i quali veniva effettivamente acquistato il dominio. A tutti gli utenti che sceglievano questa opportunità veniva anche offerto un account gratuito di Google Apps con cui si poteva per esempio creare fino a 50 indirizzi email personalizzati.

Tutto questo non  è più possibile e per quello che riguarda Google Apps sembra proprio che non lo sarà neppure in futuro. Qualcosa di importante però si sta muovendo. Nel Giugno del 2014 è stato lanciato il nuovo servizio Google Domains all'inizio disponibile solo su inviti. Nonostante fosse disponibile solo per utenti USA chiesi un invito per due account che mi furono inviati di lì a poco.