4 luglio 2015 Ultimo aggiornamento:

Come nascondere o pixellare un volto in una foto con Photoshop, Gimp o Paint.NET.

Tra i neologismi che si sentono in televisione uno dei più curiosi è pixellare riferito a una foto quando appunto con quel processo si sfoca o comunque si rende non visibile nei dettagli una regione della foto stessa. L'espressione deriva da pixel che è l'unità di misura delle dimensioni dell'immagine e consiste nel mostrare una regione della foto così sgranata da nasconderla.

L'oscuramento delle immagini presenti nei quotidiani e nelle riviste è motivata da varie cause. Per esempio non si possono mostrare i volti dei minorenni che infatti vengono nascosti quando per esempio sono fotografati insieme al genitore che invece è personaggio pubblico. Altro caso in cui si censura una parte della foto è quando vengono mostrate aree del corpo da tenere invece nascoste. Infine vengono oscurati i volti di persone che non hanno nulla a che vedere con il contesto della immagine.

Come inserire un logo trasparente in un video.

Per affermare la proprietà di una immagine i fotografi professionisti o anche i blogger che utilizzano loro foto negli articoli sono soliti inserire un watermark che può essere testuale con richiamo al nome del sito o anche il logo del sito stesso.

Si può usare la stessa tecnica anche per i video. D'altra parte basta accendere la televisione per vedere in ogni canale il logo della emittente. Certamente loro lo fanno per essere immediatamente riconoscibili ma è anche un modo di affermare la proprietà dello streaming nel caso venisse registrato. In un articolo di qualche giorno fa abbiamo visto come togliere il logo da un video con VirtualDub mentre in questo post vedremo come aggiungere un watermark anche trasparente con iWisoft Free Video Converter.

3 luglio 2015 Ultimo aggiornamento:

Come accedere al Web nascosto con Tor Browser.

Alcuni quotidiani hanno recentemente pubblicato una notizia secondo cui il web nascosto, o Deep Web, o Darknet sarebbe circa 10-20 volte più grande del web visibile. Sono francamente perplesso su questo dato ma indubbiamente si tratta di un fenomeno di grossa entità.

L'accesso a questa parte oscura del web non è vietato e può essere fatto da chiunque, sono invece naturalmente contro la legge le pratiche illegali che possono essere fatte sfruttando l'anonimato che offre questo tipo di connessione. Il Deep Web è però anche utilizzato a fini positivi dai giornalisti quando si trovano in situazioni di pericolo e dagli stessi militari. È certo che anche gli specialisti delle forze dell'ordine frequentino i meandri del web nascosto per rintracciare terroristi, trafficanti e malviventi di tutti i tipi che lo usano per le loro transazioni commerciali specialmente in bitcoin.

Come creare PDF di alta qualità da immagini con Photoshop.

Il formato PDF che è lo standard per i moduli e per i documenti è simile ai formati delle immagini. Quando si scannerizza mediante lo scanner o con un stampante multifunzione si può salvare il risultato sia come immagine sia come PDF. Le scannerizzazioni ma anche qualsiasi altra foto possono essere convertite in PDF utilizzando programmi di grafica come Gimp o Photoshop.

L'unione di più immagini o PDF in un unico file possono invece essere realizzate solo con Photoshop. Anche la versione ridotta Photoshop 12 Elementi non è in grado di unire più immagini in un solo PDF. Naturalmente però sarà possibile farlo con il software di elezione Adobe Acrobat XI Pro.

CONVERTIRE UNA IMMAGINE IN UN FILE PDF


Questa semplice operazione può essere fatta non solo con Photoshop ma anche con il software gratuito Gimp che è uno di quei programmi che non possono mancare in ogni computer che si rispetti. Si va su File > Apri e si seleziona l'immagine da importare

2 luglio 2015 Ultimo aggiornamento:

Pubblicare foto con Effetto Polaroid usando il CSS.

La gloriosa azienda Polaroid con l'avvento della fotografia digitale ha terminato la produzione delle sue macchine fotografiche che erano le sole fino a qualche decennio fa in grado di ottenere la foto già sviluppata dopo pochi secondi. La Polaroid comunque ha diversificato i suoi prodotti ed è tuttora sul mercato con le cosiddette photoprinter una specie di stampanti portatili e altri prodotti simili.

Le foto fatte con la Polaroid erano un po' diverse da quelle ottenute con la stampa tradizionale. Di qualità inferiore con però un fascino particolare che è rimasto immutato nel tempo. Anche adesso nei filtri di siti come Instagram, di applicazioni web o di app per cellulari l'Effetto Polaroid è sempre presente.

Modificare le dimensioni di un PDF per adattarle alla stampa.

I file in formato PDF sono diventati lo standard dei documenti e della modulistica. Nei rapporti con la pubblica amministrazione in generale c'è sempre da scaricare un modulo in formato PDF, da compilarlo per poi inviarlo per email o per la normale posta all'ufficio di competenza. Questa operazione credo che sia capitata almeno una volta a tutti noi. Naturalmente si possono creare PDF anche da soli con un sacco di strumenti professionali o anche gratuiti.

Qualche volta può esserci l'esigenza di adattare le dimensioni di un PDF al foglio in cui si deve stampare. Vediamo come si possa fare questa semplice operazione utilizzando dei tool gratuiti.

1 luglio 2015 Ultimo aggiornamento:

30+ siti in cui leggere libri e scaricare ebook gratis.

Quando sono in auto ho l'abitudine di ascoltare musica da CD o chiavette USB ma stamani ho fatto una eccezione e, vista la situazione internazionale, ho acceso la radio in un canale della RAI aspettando il notiziario. Ho quindi iniziato a ascoltare un dibattito sul Premio Strega, la cui conclusione ci sarà domani 2 Luglio, e sulla cinquina di opere che sono giunte all'atto conclusivo.

Non voglio certo fare delle previsioni sul vincitore anche se pare che finalmente conosceremo la vera identità di una finalista di quest'anno Elena Ferrante che nessuno ha mai visto e che si sospetta non sia neppure una donna. Come sempre accade quando si disputa di letteratura il discorso è subito andato a toccare l'annoso problema che in Italia si leggono pochi libri.

C'è chi dava la colpa al loro costo e chi invece puntava il dito contro le famiglie che non educano i giovani alla lettura. Insomma le solite cose che si sentono dire da sempre. La mia modestissima opinione è che invece il problema sia un altro. Gli operatori culturali e quelli della narrativa in particolare non sono ancora ben sintonizzati con le nuove tecnologie che invece potrebbero essere veramente il toccasana per tutta l'industria culturale.

30 giugno 2015 Ultimo aggiornamento:

Come abilitare lo zoom nella versione mobile di Blogger.

Per impostazione di default, che ho constatato in tutti i modelli che ho visualizzato, viene impedito all'utente di aumentare le dimensioni della pagina visualizzata tramite dispositivo mobile. Chi usa lo smartphone conosce la semplice operazione di toccare lo schermo del cellulare con due dita unite e quindi di allargarle per visualizzare meglio i dettagli della pagina aperta.

Nella versione mobile dei blog su Blogger tale operazione di solito è impossibile effettuarla. Lo zoom invece è perfettamente funzionante nella versione desktop di Blogger e può essere usato pure con le dita se si ha un touch screen. Vediamo come fare una piccola modifica al codice per renderla invece possibile. Si utilizza la riga di codice del tag viewport di cui ho parlato nel post sulla Media Query.