30 agosto 2016 Ultimo aggiornamento:

Come contattare Google per telefono o via internet per ricevere assistenza.

Google è una azienda che fornisce una quantità amplissima di prodotti e ha anche diversi strumenti di interazione con gli utenti clienti che però non sono conosciuti da tutti e facilmente accessibili. In questo articolo vedremo quali siano i diversi modi per metterci in contatto con dei dipendenti Google qualora avessimo una problematica da risolvere.

Andando sulle Pagine Bianche si può facilmente trovare il numero di telefono di Google e anche risalire all'indirizzo. Se il quesito riguarda un particolare prodotto è però opportuno passare dal forum apposito in cui oltre agli utenti volontari che rispondono alle domande ci sono anche dipendenti Google che possono prendere in carico il nostro caso specifico.




Come creare un sottodominio di un dominio di Blogger.

Come certo saprete i blog gratuiti su Blogger possono essere reindirizzati verso un dominio proprio. In sostanza si possono reindirizzare tutti i post in modo automatico da un blog con indirizzo nomeblog.blogspot.com verso l'altro URL www.esempio.com o www.esempio.it. La procedura è diventata più complessa da quando non è più possibile acquistare il dominio tramite Blogger ma comunque è una cosa fattibile anche per chi non sia particolarmente esperto.

Rispetto a qualche anno fa dovremo dimostrare di essere effettivamente i proprietari di quel sito inserendo delle particolari chiavi nei DNS. In un prossimo articolo vedrò di riprendere questo tema pubblicando un tutorial completo su come configurare un dominio personalizzato di Blogger. In questo post affronterò invece il tema del sottodominio. Poniamo che si possieda un blog su Blogger con indirizzo www.dominio.com e vediamo come sia possibile creare dei sottodomini blog.dominio.com, foto.dominio.com, galleria.dominio.com, ecc




29 agosto 2016 Ultimo aggiornamento:

Come trovare l'altitudine con un cellulare Android.

Mentre è piuttosto semplice trovare le normali coordinate di latitudine e  longitudine con Google Maps o la sua applicazione su Google Play, le cose non sono così immediate quando si voglia trovare l'altitudine della nostra posizione o di un punto qualsiasi della mappa.
Nella versione desktop di Google Maps andando sul menù in alto a sinistra e scegliendo Rilievo si visualizzeranno le curve di livello cioè delle linee che uniscono i punti con la stessa altitudine. Tali curve che passano per i punti di uguale quota sono anche dette isoipse al contrario delle isobate che invece sono le curve che uniscono i punti di uguale profondità sotto il livello del mare. Con una semplice interpolazione tra due curve possiamo approssimativamente determinare l'altitudine di un punto.




Come trovare latitudine e longitudine di un luogo con Android.

Le carte geografiche o mappe non sono altro che una rappresentazione biunivoca della superficie terrestre cui ogni  suo punto è individuato da una coppia di numeri chiamati latitudine e longitudine. Tali numeri sono la distanza angolare rispettivamente dall'equatore e da un meridiano di riferimento che passa per lo stesso parallelo del punto in oggetto. Il meridiano di riferimento come certo saprete è quello di Greenwich nei pressi di Londra.

Nei dispositivi Android è solitamente preinstallata l'applicazione Google Maps che ci consente di trovare le coordinate di un punto digitandone l'indirizzo. Si possono anche trovare le coordinate della posizione in cui ci troviamo utilizzando il GPS che è presente praticamente in tutti i dispositivi. Andando sul menù in alto a sinistra si può anche andare su Aree Offline per scaricare aree di nostro interesse che potrebbero essere anche molto distanti dal nostro luogo di residenza. Le aree online possono essere navigate anche senza connessione internet e Wi-Fi.




28 agosto 2016 Ultimo aggiornamento:

15 importanti funzioni delle Opzioni Sviluppatore di Android.

In un precedente articolo abbiamo visto come sia molto semplice visualizzare le Opzioni Sviluppatore in Android. Si fa tap sulle Impostazioni quindi si scorre verso il basso fino alla sezione Sistema. Si tocca la voce Info sul telefonino per poi toccare in rapida successione per 7 volte il Numero Build fino a che non compare la scritta Ora sei uno sviluppatore. Questa operazione può essere fatta in tutti i cellulari Android e non occorre avere i permessi di root.

L'attivazione delle Opzioni Sviluppatore abbiamo visto come sia utile per esempio per connettere One Plus 3 con un cavo USB al computer Windows. Ci sono però molte altre funzioni disponibili nelle Opzioni Sviluppatore che possono essere utilizzate per migliorare la sicurezza e l'esperienza d'uso del telefonino Android.

1) PASSWORD DI BACKUP DESKTOP


Attivando questa opzione si possono proteggere con password i backup del telefonino cioè i backup scaricati tramite cavo USB nel computer saranno crittografati con una password scelta nella finestra che si apre e in cui dovrà essere digitata due volte unitamente alla vecchia password, se fosse già stata impostata. Il ripristino del cellulare con il backup può avvenire solo se è stata attivata l'opzione Debug USB presente sempre sulle Opzioni Sviluppatore. In questo modo i backup saranno protetti da sguardi indiscreti. Occorre però tenere bene a mente la password oppure prenderne nota in una cartella.




27 agosto 2016 Ultimo aggiornamento:

Cosa significano 2G, 3G, 4G, E, H, H+ e LTE visualizzati accanto alla connessione del telefonino.

Se siamo nella nostra abitazione con una connessione Wi-Fi attivata allora non ci preoccupiamo più di tanto della connessione che invece è stata stabilita con il provider telefonico prescelto.  Come impostazione predefinita viene infatti privilegiato lo Wi-Fi per scaricare o inviare dati. Si possono anche scegliere le impostazioni per aggiornare le applicazioni solo in presenza di segnale Wi-Fi a cui ci si possa connettere.

Anche fuori casa adesso è possibile sfruttare lo Wi-Fi specie in situazioni particolari come le facoltà universitarie, le stazioni ferroviarie, i treni e anche gli aerei. Se invece siamo in zone in cui non sia possibile tale connessione allora per navigare su internet dobbiamo affidarci alla connessione dati del nostro telefonino che talvolta è particolarmente veloce mentre altre volte è di una lentezza impressionante.




Come mostrare un contenuto di blogger solo su smartphone, solo su tablet o solo su desktop.

Partiamo dal problema per poi mostrare una possibile soluzione dello stesso. Molto spesso vengono pubblicati elementi in un post che vengono visualizzati correttamente se la pagina viene aperta con un computer ma che invece non lo sono quando sono visualizzati con dispositivi mobili.

Ci potrebbero essere delle immagini particolarmente larghe che debordano dal layout della pagina da mobile oppure dei video postati con larghezza di 560 pixel che sono troppi se il post viene aperto da smartphone. Il trucco che voglio proporre parte dalla possibilità che hanno tutti gli webmaster (anche quelli su piattaforma Wordpress) di inserire delle condizioni per mostrare i contenuti a seconda della risoluzioni del dispositivo con cui viene aperta la pagina.




26 agosto 2016 Ultimo aggiornamento:

Quali estensioni installare in Opera e come farlo.

Opera è un browser molto interessante che viene utilizzato stabilmente solo da un piccola percentuale di navigatori. Ha anche nativamente l'opzione per non visualizzare gli annunci pubblicitari senza dover installare addon come AdBlock. Personalmente uso Opera come browser secondario quando mi serve accedere con account diversi a uno stesso servizio. Si può installare gratuitamente dalla sua Pagina di Download. Opera non ha la miriade di addon di Chrome o Firefox però quelle principali e irrinunciabili non mancano.

Per installare le estensioni si clicca sulla icona del menù posta in alto a sinistra per poi scegliere Estensioni -> Scarica nuove estensioni. Si può anche aprire la pagina degli Addon di Opera per poi scegliere quelle da installare. Alcuni addon possono anche essere posizionati in una barra laterale posta a sinistra per facilitare l'accesso ad alcuni siti e per migliorarne l'esperienza d'uso. Gli addon possono poi essere gestite e eventualmente disinstallate o disabilitate andando sempre nel menù su Estensioni -> Gestione delle estensioni