2 luglio 2015 Ultimo aggiornamento:

Pubblicare foto con Effetto Polaroid usando il CSS.

La gloriosa azienda Polaroid con l'avvento della fotografia digitale ha terminato la produzione delle sue macchine fotografiche che erano le sole fino a qualche decennio fa in grado di ottenere la foto già sviluppata dopo pochi secondi. La Polaroid comunque ha diversificato i suoi prodotti ed è tuttora sul mercato con le cosiddette photoprinter una specie di stampanti portatili e altri prodotti simili.

Le foto fatte con la Polaroid erano un po' diverse da quelle ottenute con la stampa tradizionale. Di qualità inferiore con però un fascino particolare che è rimasto immutato nel tempo. Anche adesso nei filtri di siti come Instagram, di applicazioni web o di app per cellulari l'Effetto Polaroid è sempre presente.

Modificare le dimensioni di un PDF per adattarle alla stampa.

I file in formato PDF sono diventati lo standard dei documenti e della modulistica. Nei rapporti con la pubblica amministrazione in generale c'è sempre da scaricare un modulo in formato PDF, da compilarlo per poi inviarlo per email o per la normale posta all'ufficio di competenza. Questa operazione credo che sia capitata almeno una volta a tutti noi. Naturalmente si possono creare PDF anche da soli con un sacco di strumenti professionali o anche gratuiti.

Qualche volta può esserci l'esigenza di adattare le dimensioni di un PDF al foglio in cui si deve stampare. Vediamo come si possa fare questa semplice operazione utilizzando dei tool gratuiti.

1 luglio 2015 Ultimo aggiornamento:

30+ siti in cui leggere libri e scaricare ebook gratis.

Quando sono in auto ho l'abitudine di ascoltare musica da CD o chiavette USB ma stamani ho fatto una eccezione e, vista la situazione internazionale, ho acceso la radio in un canale della RAI aspettando il notiziario. Ho quindi iniziato a ascoltare un dibattito sul Premio Strega, la cui conclusione ci sarà domani 2 Luglio, e sulla cinquina di opere che sono giunte all'atto conclusivo.

Non voglio certo fare delle previsioni sul vincitore anche se pare che finalmente conosceremo la vera identità di una finalista di quest'anno Elena Ferrante che nessuno ha mai visto e che si sospetta non sia neppure una donna. Come sempre accade quando si disputa di letteratura il discorso è subito andato a toccare l'annoso problema che in Italia si leggono pochi libri.

C'è chi dava la colpa al loro costo e chi invece puntava il dito contro le famiglie che non educano i giovani alla lettura. Insomma le solite cose che si sentono dire da sempre. La mia modestissima opinione è che invece il problema sia un altro. Gli operatori culturali e quelli della narrativa in particolare non sono ancora ben sintonizzati con le nuove tecnologie che invece potrebbero essere veramente il toccasana per tutta l'industria culturale.

30 giugno 2015 Ultimo aggiornamento:

Come abilitare lo zoom nella versione mobile di Blogger.

Per impostazione di default, che ho constatato in tutti i modelli che ho visualizzato, viene impedito all'utente di aumentare le dimensioni della pagina visualizzata tramite dispositivo mobile. Chi usa lo smartphone conosce la semplice operazione di toccare lo schermo del cellulare con due dita unite e quindi di allargarle per visualizzare meglio i dettagli della pagina aperta.

Nella versione mobile dei blog su Blogger tale operazione di solito è impossibile effettuarla. Lo zoom invece è perfettamente funzionante nella versione desktop di Blogger e può essere usato pure con le dita se si ha un touch screen. Vediamo come fare una piccola modifica al codice per renderla invece possibile. Si utilizza la riga di codice del tag viewport di cui ho parlato nel post sulla Media Query.

Come convertire il codice dei colori da Hex in RGB e viceversa.

Non è mia intenzione riprendere in toto il post sui codici dei colori che è tuttora valido ma solo presentare dei tool che possono essere utili per modificare per esempio i colori di un widget che si sia scaricato da internet. In alcuni commenti ho potuto constatare che mentre il concetto di codice HEX sia stato sostanzialmente assimilato quello RGB non lo è ancora del tutto tanto che alcuni non riescono neppure a capire di che colore si tratti.

CODICI DEI COLORI


La rappresentazione True Color dei colori del web ha introdotto tre colori primari che sono Rosso, Verde e Blu. Da questi tre colori possiamo crearne molti altri mischiandoli in determinate proporzioni. Visto che possono essere usati 8 bit per definire la quantità di ciascun colore si hanno 28=256 possibilità di calibrare ciascun colore primario da un minimo di 0 a un massimo di 255.  Dato che i colori primari sono tre si hann0 quindi 256x256x256 possibili colori cioè ben 16.777.216 superiori al numero di quelli che possono essere apprezzati dall'occhio umano.

CODICE RGB


La rappresentazione dei colori più ovvia è quindi la cosiddetta RGB che è formata da una terna ordinata di numeri naturali da 0 a 255.  Ciascun numero rappresenta la quantità di quel colore primario da mischiare agli altri due. Nell'HTML questa rappresentazione ha la forma

Media Query per smartphone e tablet su Blogger (iPhone, iPad, Galaxy, HTC, Nexus).

Una delle sfide maggiori per gli webmaster  è quella di adattare il layout del sito al dispositivo con cui viene aperto. Gli utenti di Blogger che abbiano un modello ufficiale di Blogger sotto questo aspetto possono stare tranquilli mentre quelli che hanno un template scaricato da internet magari da molto tempo è bene che controllino la presenza di alcuni tag fondamentali.

TAG VIEWPORT


Tramite il tag viewport si definisce la larghezza dell'area di visualizzazione in questo modo il browser del device la rileva e la adatta automaticamente alla larghezza del dispositivo. Affinché questa operazione vada a buon fine bisogna che tale tag sia correttamente impostato.

29 giugno 2015 Ultimo aggiornamento:

Come installare e gestire i 6 migliori componenti aggiuntivi di Google Drive.

La suite Office di Microsoft sta perdendo sempre più colpi non solo perché i suoi concorrenti gratuiti come Libre Office e Open Office offrono soluzioni alternative sempre più all'altezza ma soprattutto perché il temibile concorrente online Google Drive è riuscito a implementare una galleria di componenti aggiuntivi veramente notevole.

D'altra parte la storia dei browser dovrebbe insegnare qualcosa. Microsoft forte del monopolio o quasi nei sistemi operativi ha lasciato a sé stesso per anni Internet Explorer con il risultato che è stato soppiantato prima da Firefox poi da Chrome che hanno avuto invece per una politica di inclusione verso gli sviluppatori che aggiungevano funzionalità a questi browser con le loro estensioni.

Come scegliere quali notizie vedere nella Home di Facebook.

L'algoritmo di Facebook è strutturato in modo da mostrare solo alcuni dei post condivisi dagli amici o dalle pagine che abbiamo sottoscritto. Tale sistema è denominato EdgeRank ed è stato reso noto fin dal 2010. Uno dei parametri più importanti è quella della età del post in modo da privilegiare quelli più recenti. Da qualche mese inoltre vengono penalizzati gli articoli provenienti dalle pagine fan a tutto vantaggio di coloro che invece hanno accettato di pagare per sponsorizzare la propria pagina.

Non sono un grande lettore della Home di Facebook e quando la apro spesso la scorro senza grande attenzione e anche i miei Mi Piace sono piuttosto rari. Come credo a tutti i frequentatori di Facebook anche a me danno fastidio un certo tipo di condivisioni che magari ad altri invece possono piacere. Sul web ci sono una gran quantità di siti che prosperano inventandosi notizie false. Si tratta quasi sempre di notizie confezionate in modo da creare indignazione. Come se non bastassero le notizie vere su attentati, morti, stupri, atrocità si mettono pure a inventarle. Ognuno è libero di leggere quello che vuole quindi anche la spazzatura ma credo che si dovrebbe stare più attenti a condividerle con gli amici su Facebook. Purtroppo sono in molti che non hanno questa accortezza.