Pubblicato il 19/11/17 - aggiornato il  | Nessun commento :

Come configurare Firefox Quantum il nuovo browser di Mozilla.

Qualche anno fa Firefox era diventato il browser più utilizzato del pianeta superando il vetusto Internet Explorer. Questa posizione di preminenza però era durata poco visto che Google Chrome ha continuato a guadagnare utenti e Firefox a perderne.

In casa Mozilla sono però pronti alla riscossa e con la nuova versione 57 di Chrome hanno apportato modifiche tali da renderlo il più veloce tra tutti i concorrenti. Chi volesse provare il nuovo Firefox senza averlo nel computer può andare nella pagina di Firefox Quantum per poi cliccare su Scarica ora.

Ci sarà il download del file Firefox Installer.exe su cui fare un doppio click per poi seguire il wizard di installazione. Chi invece avesse già Firefox nel computer lo dovrà semplicemente aggiornare andando nel menù in alto su Aiuto -> Informazioni su Firefox. Verrà visualizzata la versione installata e, se non fosse l'ultima, partirà il processo di aggiornamento che si concluderà con la richiesta di riavvio. La versione denominata Quantum è la numero 57 ed era già stata rilasciata in Beta Tester.




Pubblicato il 18/11/17 - aggiornato il  | Nessun commento :

Come attivare le funzioni sperimentali di Labs in Gmail.

Lo stesso Google ha definito Labs come il terreno sperimentale in cui testare le nuove funzionalità di Gmail prima di rilasciarle a tutti gli utenti. La funzione antipanico per annullare l'invio di un messaggio di posta elettronica è stata provata su Labs prima di essere rilasciata a tutti gli utenti.

Se si vogliono conoscere le funzioni che Google sta sperimentando con Gmail occorre andare su Labs per attivarle anche solo per vedere se possono aumentare la nostra produttività. Infatti in ogni attività in internet sia essa di lavoro, di studio o puramente ludica, la lettura delle email, la loro organizzazione e le risposte ai messaggi impegnano per diverso tempo. Con Labs vengono appunto sperimentate delle nuove funzioni con l'intento di migliorare l'esperienza degli utenti.

Le funzionalità in Labs per la loro natura potrebbero essere eliminate se non riscontrano i favori degli utenti, possono essere modificate nei loro compiti, oppure smettere di funzionare per la loro natura instabile. È evidente quindi che occorre abilitarle con una certa prudenza e una per volta per poterle testare con calma. Inoltre le funzioni di Labs funzioneranno solo quando Gmail viene aperta con un client desktop vale a dire con un browser da computer.




Pubblicato il 17/11/17 - aggiornato il  | Nessun commento :

I migliori editor video online.

Lo scorso 20 Settembre 2017 Google ha ritirato il supporto a Youtube Editor con cui si potevano modificare i video direttamente online prima di scaricarli o di pubblicarli su Youtube. D'altra parte il software gratuito della Microsoft per creare i video ovvero Windows Movie Maker, non è più disponibile per il download.

A beneficio di coloro che non intendono spendere cifre importanti per acquistare software di Editor Video di tipo professionale ho pubblicato delle recensioni di Openshot e Shotcut che sono due ottimi programmi di Editing Video e per giunta multipiattaforma.

Si tratta però di due programmi piuttosto corposi che non tutti vogliono installare  per mantenere il computer con solo i programmi strettamente necessari.

Ecco che in questi casi si fa interessante la scelta di Video Editor Online come alternativa ai programmi desktop che hanno anche il vantaggio di essere quasi sempre gratuiti. Qualche volta ci sono degli inconvenienti come la comparsa di watermark nel video o la possibilità di scaricare il filmato modificato con una qualità non ottimale.




Come pixellare o nascondere volti di una foto con 6 tool online.

In Italia esiste una legge che impone agli editori di nascondere i volti delle persone minorenni. Questa norma presumibilmente vale anche per le foto messe online in pagine web di libero accesso.

Per questa ragione si vedono spesso foto con i volti dei minorenni nascosti con una metodologia che in inglese si chiama pixelate. In realtà il vocabolo pixelate originariamente significava "convertire una immagine in pixel per digitalizzarla". Ha preso però un altro significato quando per rendere irriconoscibile un volto si allarga la dimensione dei pixel di una determinata zona di una foto rendendola sgranata.

In italiano il vocabolo inglese viene solitamente tradotto in pixellare e in pixellato per un volto reso irriconoscibile da questa operazione che ne nasconde i tratti somatici. In post precedenti abbiamo visto come nascondere un volto con Photoshop, Gimp e Paint.NET con gli ultimi due programmi che sono gratuiti e facilmente scaricabili e installabili.




Pubblicato il 16/11/17 - aggiornato il  | Nessun commento :

Applicazioni per creare video e gestire il Canale di Youtube.

Da pochi giorni ho superato i mille iscritti nel mio Canale di Youtube. Non si tratta certo di un grandissimo risultato in senso assoluto visto che ci sono canali con centinaia di migliaia, se non con milioni, di iscritti. Per me però è un risultato importante visto che i video che pubblico sono solo di tipo tecnologico adatti a un pubblico ristretto.

Come certo saprete ci sono ragazzi ma anche persone più adulte che attraverso Youtube si sono inventati una professione. I video pubblicati sono dei contenuti in cui possono essere implementati degli annunci pubblicitari di vario genere e l'autore del video riceve una percentuale dei ricavi così come accade per chi scrive per il web.

Per poter aggiungere dei messaggi pubblicitari ai nostri video occorre che il nostro canale risulti idoneo. Si controlla lo status del nostro account per verificare che abbia i requisiti per la monetizzazione dei contenuti. Per l'idoneità occorre che il canale abbia buona reputazione e che non abbia violazioni di copyright.

Se queste condizioni sono soddisfatte si può chiedere di diventare Partner di Youtube per guadagnare una percentuale sulle entrate generate dai banner pubblicitari. Per essere accettati occorre avere anche un certo numero di visualizzazioni e di minuti di visualizzazione mensili adeguati che però non si conosce esattamente.




Siti e App per viaggi.

L'organizzazione di viaggi sta subendo una modificazione genetica dall'avvento di internet e di tutti i sevizi connessi con la mobilità. Fino a qualche anno fa chi voleva organizzare un viaggio si rivolgeva a una agenzia che gli offriva dei pacchetti già predisposti per le destinazioni che preferiva.

Questi pacchetti raramente potevano essere personalizzati aggiungendo una nuova città da visitare o togliendone una che non ci interessava. Ecco che i viaggiatori più intraprendenti prendevano in mano la situazione e provavano a organizzare da soli il viaggio facendo lo slalom tra orari di aerei e di treni, tra prenotazioni alberghiere e servizi di autonoleggio.

C'erano poi quelli che partivano alla ventura senza aver previsto quasi nulla e programmando la vacanza giorno per giorno. Adesso è diventato tutto più semplice e questo a tutto vantaggio degli utenti che non solo possono programmare tutto con più facilità ma che possono pure risparmiare scegliendo gli hotel e i mezzi di trasporto più convenienti a parità di servizio offerto.

Se si ha già una idea precisa dell'itinerario del viaggio che intendi intraprendere si possono consultare siti, applicazioni web o applicazioni per il mobile che aiutano il viaggiatore a districarsi tra mille problemi, anche burocratici. Basta pensare al problema delle vaccinazioni quando ci si reca in paesi non del primo mondo, a quello dei documenti e dei permessi e a quello della valuta circolante nei vari paesi che si intende toccare.



Pubblicato il 15/11/17 - aggiornato il  | Nessun commento :

Come usare Google Assistant in italiano su Android.

Da qualche giorno per alcuni e solo da qualche ora per altri è disponibile l'Assistente di Google anche in italiano. Non si tratta di una applicazione da installare e neppure di una funzionalità del tutto nuova visto che si tratta di una evoluzione di Google Now.

Le istruzioni su quali sia il sistema operativo richiesto e su come usare Google Assistant ce le fornisce lo stesso Google. Gli utenti Android devono avere un telefonino con Sistema Operativo Android 6.0 o versioni successive, App Google 6.13 o versioni successive, Google Play Services, 1,5 GB di memoria e risoluzione dello schermo pari a 720p, la lingua del telefono impostata su una delle lingue supportate che al momento sono inglese (USA, UK, AU, CA, IN e SG), francese, tedesco, italiano, giapponese, coreano, spagnolo e portoghese.

I possessori di iPhone o iPad devono avere il sistema operativo iOS 9.1 o versioni successive, la lingua del telefono impostata su inglese e l'applicazione Google Assistant scaricabile da iTunes.
L'Assistente di Google permette all'utente di chiedere informazioni al telefono, di accedere alle sue funzionalità e anche di giocare. Il comando OK Google è lo stesso di prima solo che è stato potenziato tutto il sistema, il database e l'algoritmo che dà le risposte alle domande che sono state impostate.



Pubblicato il 14/11/17 - aggiornato il  | Nessun commento :

7 modi per aprire il Pannello di Controllo di Windows 10.

Con il penultimo aggiornamento di Windows 10 è scomparso il link per l'apertura del Pannello di Controllo che era presente quando si cliccava sul pulsante Start con il destro del mouse.

In Windows 7 il Pannello di controllo aveva un link nel menù che si apriva cliccando sul pulsante Start con il sinistro del mouse. Anche in Windows 8 vi si poteva accedere dopo aver cliccato su Desktop. Con gli ultimi aggiornamenti di Windows 10 il Pannello di Controllo non è più così facilmente raggiungibile pur essendo ancora fondamentale per molte funzionalità di Windows.

Infatti se si clicca con il destro del mouse sul pulsante Start ci vengono mostrati i link Esegui, Cerca, Esplora file, Impostazioni, Gestione attività, Windows PowerShell con o senza i privilegi di amministrazione, Gestione computer, Gestione Disco, Connessioni di rete, Gestione dispositivi, Sistema, Visualizzatore eventi, Opzioni spegnimento, Centro PC Portatile (eventuale), App e funzionalità. Non ci sarà però il Pannello di controllo. In questo post vedremo come aprire il Pannello di controllo in 7 modi diversi e come creare collegamenti per aprirlo con un click.