Pubblicato il 26/07/17 - aggiornato il  | 1 commento :

Come trovare il primo tweet e la data di creazione di un account Twitter.

Si può visualizzare il primo tweet di tutti gli account Twitter senza bisogno di usare applicazioni di terze parti. È lo stesso Twitter che creando una applicazione chiamata Twitter Discover ci permette di ricavare il primo tweet pubblicato in ciascun account semplicemente digitandone l'username.

Oltre a poter vedere il primo tweet verranno mostrati anche eventuali Retweet, Risposte e Mi Piace. Ci sarà anche l'orario in cui il tweet è stato inviato.

L'invio del primo tweet non sempre coincide con la creazione dell'account che potrebbe essere stato registrato anche parecchi giorni, mesi o anni prima.


COME TROVARE IL PRIMO TWEET DI UN ACCOUNT TWITTER


Per trovare il primo tweet si apre la homepage di Twitter Discover. Se lo apriamo con un pagina in incognito o con un browser senza connessione su Twitter visualizzeremo una casella in cui digitare l'username senza la chiocciola iniziale perché presente di default per poi andare sulla icona della lente. 



Come nascondere l'icona di download nei player audio e video HTML5.

L'introduzione dell'HTML5 ha avuto un grande impatto nella implementazione di audio e video nelle pagine web. Quando non era disponibile l'HTML5, per aggiungere un audio o un video dovevamo appoggiarci a un servizio esterno che ci fornisse un player per la riproduzione.

Per un video si usava Youtube o Vimeo mentre per un audio ci si rivolgeva a uno dei tanti siti di audio sharing. Queste genere di condivisioni si utilizzano ancora adesso e anzi forse pure di più. Con l'HTML5 però possiamo condividere un audio o un video che sia di nostra esclusiva proprietà e che abbiamo caricato su un nostro spazio come per esempio Tophost per poi averne il link diretto

Al posto del link diretto per usare il codice HTML5 si può usare il link di download e caricare il file audio o video su servizi di spazio gratuito come Dropbox, Google Sites o Google Drive.




Pubblicato il 25/07/17 - aggiornato il  | Nessun commento :

Programmi per aggiungere effetti speciali alla webcam.

Vi siete collegati via Skype con un vostro amico e lo avete visto con improbabili cappelli e con le orecchie da coniglio e volete anche voi un software per aggiungere questi effetti alla vostra webcam?  Niente di più semplice. Ci sono molti programmi in grado di gestire la camera del computer. In questo articolo elencherò i migliori software che possono farlo in modo gratuito o a pagamento.

La particolarità di questi programmi è che aggiungono questi effetti speciali in diretta. Rilevano i volti delle persone e aggiungono occhiali, cambiano lo sfondo della parete, aggiungono filtri allo streaming. Questi software possono essere usati per puro divertimento o essere di supporto a programmi di video sorveglianza per poter gestire più webcam dalla stessa schermata come si vede in certi film o serie televisive.

MANYCAM


ManyCam è il software di riferimento per la gestione delle webcam e può essere usato su Skype come nelle videochat, su Facebook Messenger come su Hangouts. C'è anche una versione Beta di ManyCam con maschere ed effetti in 3D e con le performance migliorate.




Pubblicato il 24/07/17 - aggiornato il  | Nessun commento :

I 10 migliori antivirus per Android secondo gli ultimi test.

Più un sistema operativo è utilizzato e più è vittima di malware. Gli OS Windows subiscono più attacchi da malware non perché siano meno sicuri di Linux o Mac ma perché sono molto più comuni e i creatori di virus li preferiscono come loro obiettivi.

Questo accade anche per Android che essendo nettamente il sistema operativo più usato nei dispositivi mobili è anche quello che viene maggiormente preso di mira. Come avviene anche per i computer desktop la migliore protezione contro il malware è il corretto comportamento dell'utente.  

La prima precauzione da prendere è quella di installare le applicazioni esclusivamente da Google Play. La ragione per cui i dispositivi iOS hanno meno virus è anche perché impediscono l'installazione di applicazioni al di fuori dall'AppStore a meno che non si sia sbloccato il cellulare con il jailbreak.




Google Play Protect per la sicurezza dei dispositivi Android e delle applicazioni installate.

Il sistema operativo Android è installato su più di un miliardo di smartphone e tablet e Google ha pensato bene di aggiungere una nuova funzionalità per rendere più sicuri questi dispositivi.

Con Google Play Protect installato con gli ultimi aggiornamenti, oltre a migliorare la sicurezza delle applicazioni installate nel dispositivo, viene potenziata la sicurezza per quanto riguarda accessi fraudolenti, smarrimenti o furti del dispositivo. In prospettiva l'icona del Google Play Protect dovrebbe visualizzarsi nel menù di Google Play a forma di tre linee orizzontali.

Al momento il nuovo servizio si può raggiungere solo dalle Impostazioni come vedremo più in basso. Google Play Protect sarà sempre in funzione per proteggere i dati, le applicazioni e il dispositivo in un ottica di un continuo miglioramento con una analisi del dispositivo mobile ventiquattrore su ventiquattro.




Pubblicato il 23/07/17 - aggiornato il  | Nessun commento :

Come trovare gli Wi-Fi pubblici gratuiti con una app di Facebook.

Il consumo di traffico dati è spesso un problema chi si connette a internet in mobilità. I Giga illimitati sono perlopiù una chimera e la possibilità di accedere a internet con una connessione Wi-Fi gratuita è una delle esigenze più sentite quando siamo fuori del nostro appartamento o del luogo di lavoro.

In Italia si sta muovendo qualcosa di importante in questo senso con il progetto Wi-Fi Italia con la federazione in sindacato di tutti gli hotspot pubblici sul territorio nazionale a cui accedere con una sola applicazione.

Visto che sostanzialmente tutti i possessori di smartphone e tablet hanno installato Facebook vediamo come con questa applicazione si possano trovare dei luoghi con lo Wi-Fi gratuito.




Pubblicato il 22/07/17 - aggiornato il  | Nessun commento :

5 browser per Android che supportano TOR per navigare in incognito.

Il progetto TOR è nato per difendere l'anonimato in rete e, attraverso dei nodi simili al P2P, viene configurata una rete di server degli utenti connessi che ci permette di accedere a internet senza che sia possibile rilevare la nostra posizione reale ma solo i collegamenti che sono stati creati dalla rete di server.

Il network TOR è fondamentale anche per accedere a quello che viene definito Deep Web ovvero l'internet nascosto che pare sia decine di volte più frequentato di quello propriamente detto. Sempre con TOR si può accedere anche al Dark Web che è la parte più oscura del Deep Web ed è quella in cui prosperano anche interessi criminali.

Tutti i principali browser offrono quella che viene chiamata la Navigazione Privata o In Incognito che si può attivare appunto aprendo una scheda di Private Browsing che non accetterà cookie e non salverà le pagine visitate nella Cronologia. Con questa modalità il browser non memorizza un record dei siti che sono stati visitati ma queste informazioni possono essere ricavate da altre fonti come il provider internet, il datore di lavoro, se si usa il computer dell'ufficio, e i siti web che si visitano. Si possono però scaricare file dalle pagine aperte e si possono anche aggiungere nei Preferiti.




Come pubblicare gli Instant Articles su Facebook con un blog su Blogger.

Probabilmente avrete già sentito parlare degli Instant Articles di Facebook (o Articoli Interattivi) che sono stati annunciati nel Maggio 2015 e che sono stati resi disponibili a tutti i publisher a partire dal Marzo 2016.

Con questa funzionalità il caricamento della pagina diventa dieci volte più veloce rispetto a un normale caricamento con un browser. All'inizio questa funzionalità era disponibile solo per alcune testate prestigiose come New York Times e National Geographic; il primo partner italiano mi risulta essere stata La Stampa.

In sostanza i contenuti di un articolo vengono letti dentro l'applicazione di Facebook invece di attendere i tempi di caricamento di un browser. La velocità di caricamento è essenziale perché molti utenti tornano indietro quando si accorgono che un pagina ci mette troppo ad aprirsi.