Pubblicato il 25/04/15e aggiornato il

Come verificare la copertura della banda Ultra Larga per il nostro comune o la nostra zona.

Come monitorare la copertura con ADSL e Fibra Ottica e la velocità di connessione nel nostro comune o nella nostra zona geografica e come verificare la copertura da parte delle ,maggiori compagnie telefoniche mazionali.
Il 3 Marzo è stato approvato un piano molto ambizioso denominato Piano Nazionale per la Banda Ultralarga che è stato poi aggiornato l'11 Marzo 2015 e che fa parte della strategia complessiva per la crescita digitale per gli anni 2014- 2020.  

Tale piano è di competenza del Ministero dello Sviluppo Economico sotto la regia diretta di Palazzo Chigi. Il piano si propone di ridurre il gap tra le infrastrutture italiane e quelli degli altri paesi più avanzati per quello che riguarda la connessione a internet ad alta velocità. A tale scopo sono state messe in campo agevolazioni fiscali per le aree con più clienti potenziali mentre per le aree marginali ci sarà la realizzazione diretta di infrastrutture pubbliche.

È noto che la velocità di connessione in Italia è inferiore alla media e si posiziona agli ultimi posti dei paesi OCSE. L'obiettivo del piano è quello di adeguare le nostre strutture digitali a quelle degli altri paesi. Anche negli anni passati c'erano state delle iniziative simili ma i risultati sono stati modesti. Posso portare una testimonianza diretta visto che proprio davanti a casa mia da più di due anni è stato realizzato quello che viene definito un armadio per le fibre ottiche, in sostanza una cabina che porterà alla sostituzione del classico doppino di rame. Però queste fibre sono mesi che sono lì e che non vengono utilizzate perché non ancora collegate alla rete telefonica.  

Attraverso il servizio web Infratel Italia che è la abbreviazione di Infrastrutture e Telecomunicazioni per l'Italia, si può verificare se la nostra residenza sia già stata raggiunta dalla fibra ottica e quindi dalla banda ultralarga.  Nel caso non fosse così si può comunque monitorare se ci siano progetti che riguardano la nostra zona e la data prevista per la loro realizzazione.

L'investimento complessivo pluriennale dello Stato è di 6,2 miliardi di euro e dal sito Infratel Italia possiamo verificare quanto questi denari stiano migliorando la situazione della rete nel nostro Paese

digital-divide-italia

I dati fotografano una situazione ancora di grande divario soprattutto per le alte velocità
  1. Popolazione con accesso a rete da 2MB a 20MB  -  Italia 96,9%    Europa 97%
  2. Popolazione con accesso a rete da 30MB               -  Italia 22,3%    Europa 64%
  3. Popolazione con accesso a rete da 100MB             -   Italia 2,4%     Europa 6%
Andando su Cosa Facciamo possiamo monitorare lo stato della rete nella nostra regione

rete-ultrlarga-toscana

per quello che riguarda il numero di accordi di programma, la percentuale di infrastrutture completate, la percentuale della popolazione raggiunta dalla banda a 30MB e la percentuale di quella ancora in digital divide. Andando su Esplora si possono visualizzare le reti realizzate e quelle di prossima realizzazione.

comune-banda-ultrlarga

Si può digitare il nome di un comune per poi visualizzare lo stato dei lavori. 

stato-lavori-banda-ultralarga

Oltre allo stato dei lavori ci sono le date di completamento degli stessi con il numero di cittadini interessati. Se si clicca su Dettagli si possono avere anche informazioni sul tipo di intervento

infratel-italia

Anche le varie compagnie telefoniche nazionali forniscono ai cittadini informazioni sullo stato della rete e sui servizi disponibili per la propria zona:
  1. Infostrada - Verifica la copertura
Speriamo che nel 2020 alla fine del programma si possa realmente avere una velocità di connessione decente in tutta Italia con ovvi benefici per chi con internet ci lavora o ci studia.




Nessun commento :

Posta un commento

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti. Se ti ho aiutato con il post o con le risposte ai commenti condividi su Facebook o su Twitter. Grazie.