Pubblicato il 11/01/19 - aggiornato il  | Nessun commento :

Come trasformare in vettoriali le immagini raster

Come convertire immagini raster JPG, PNG e BMP in immagini vettoriali SVG con Inkscape o con tool online per mantenere la qualità se aumentano le dimensioni
Le immagini a cui siamo maggiormente abituati su internet sono solitamente immagini del tipo raster, ovvero di immagini definite da un insieme di pixel o punti, associati a un determinato codice di colore. Ciascun pixel è individuato in modo univoco dalle sue coordinate, essendo le immagini raster organizzate come dei sistemi di riferimento cartesiani ortogonali, con la larghezza che è l'asse delle x e l'altezza che è l'asse delle y.

Le immagini vettoriali sono figlie di una tecnica di rappresentazione delle immagini che risale al 1959, sviluppata da un ingegnere che lavorava alla progettazione di autovetture. Successivamente questa tecnologia è stata ulteriormente migliorata e dagli anni 80 è entrata a far parte dei videogiochi che in quel periodo hanno appunto sostituito la grafica raster con quella vettoriale. Tra la fine degli anni 90 e il 2000, questo nuovo modo di rappresentare le immagini, è stato implementato nei linguaggi di programmazione dal consorzio W3C e da allora è possibile inserire file vettoriali all'interno del codice delle pagine web.

Le immagini vettoriali sono quindi formate da elementi grafici primitivi come punti, segmenti, curve a cui possono essere attributi colori e sfumature. Questi elementi vengono inseriti nella immagine, insieme ai loro punti di applicazione. Il miglioramento qualitativo consiste nel fatto che, mentre le immagini raster perdono di qualità quando si ingrandiscono, le immagini vettoriali potenzialmente la mantengono immutata e non diventano sgranate quando se ne aumenta la dimensione.

La trasformazione di immagini raster in immagini vettoriali, serve appunto per mantenerne la qualità a prescindere dalle sue dimensioni. Questa operazione funziona molto bene quando l'immagine di partenza è in bianco e nero o quando i colori sono pochi, mentre il risultato non è altrettanto brillante quando partiamo da immagini molto complesse con un gran numero di colori rappresentati.





In un precedente articolo abbiamo visto come creare immagini vettoriali SVG, essendo quest'ultimo il formato tipico di questo genere di oggetti. SVG è l'acronimo di Scalable Vector Graphics e le immagini con quel formato possono essere create con il programma gratuito Inkscape, multipiattaforma e open source. La tecnica della vettorizzazione, o vettorializzazione come dicono alcuni, è fondamentale per chi lavora in pubblicità. Se si deve realizzare un cartellone pubblicitario di 6 metri, ci vogliono delle immagini vettoriali, per non mostrare il risultato tutto sgranato se si lavora per esempio con un logo di qualche centinaio di pixel.  

Ho pubblicato nel mio Canale Youtube un video tutorial per vettorizzare le immagini raster.


La prima operazione da fare è quella di trovare la risoluzione della immagine raster da convertire in vettoriale. In un PC Windows, ci si clicca sopra con il destro del mouse per poi scegliere Proprietà dal menù contestuale. Si va poi nella scheda Dettagli, in cui saranno visibili il numero di pixel della larghezza e quello della altezza.






Si apre Inkscape quindi si va su File -> Proprietà del documento.

inkscape-interfaccia

Verrà visualizzata una finestra in cui impostare le dimensioni del documento. Su Pagina -> Personalizzata, si sceglie la unità di misura in pixel, quindi si digitano dei valori di larghezza e altezza compatibili con quelli della immagine da vettorizzare. Conviene anche andare in basso e togliere la spunta di default a Mostra l'ombra della pagina. Si lascia invece la spunta a Mostra i bordi della pagina, per poter visualizzare l'area di lavoro.

Si chiude la finestra. I bordi della pagina saranno solo dei riferimenti e non verranno mostrati nel risultato finale. Ora si clicca su File -> Importa e si seleziona l'immagine da vettorizzare. Verrà mostrata una finestra popup.

incorporazione-immagine
Si lascia la spunta a Incorpora e si va su OK. L'immagine verrà aggiunta all'area di lavoro con delle maniglie.

posizionamento-immagine

Con il cursore si trascina l'immagine nel contorno dell'area di lavoro. Con l'immagine selezionata, si va sul menù.

vettorizza-bipmap

L'immagine è selezionata quando nel suo contorno sono visibili le maniglie di ridimensionamento. Se così non fosse, ci si clicca sopra con il mouse. Si va su Tracciato -> Vettorizza bipmap per aprire una nuova finestra.

anteprima-vettorizzazione

Nella sezione Scansione multipla, si mette la spunta a Colori, se l'immagine da vettorizzare fosse a colori, mentre si mette Grigi, se fosse in bianco e nero. Il numero di scansioni di default è 8. Si va su Aggiorna per visualizzare l'Anteprima. Si possono aumentare il numero di scansioni, anche di parecchio, per migliorare la qualità della vettorizzazione. Quando siamo soddisfatti, si va su OK per rendere la vettorizzazione effettiva.





Si chiude la finestra della vettorizzazione. Per salvare l'immagine vettoriale, si va su File -> Salva come... In un computer Windows, si aprirà Esplora File in cui selezionare la cartella di output e dare un nome al file.

salvataggio-svg

Tra i formati disponibili si sceglie SVG puro oppure Inkscape SVG, per poi andare su Salva. L'immagine così salvata potrà essere aperta con un browser, come Chrome. Si clicca sopra al file con il destro del mouse e si va su Apri per poi scegliere l'applicazione o il browser con cui aprire il file SVG.

CONSIDERAZIONI CONCLUSIVE


Quando si è aperta l'immagine vettoriale SVG con il browser, si potrà ingrandire con la rotellina del mouse, tenendo premuto il tasto Ctrl. Si potrà constatare che la qualità non muta quando se ne aumentano le dimensioni, contrariamente a quello che avviene con le immagini raster.

La vettorizzazione delle immagini di fumetti, che hanno quindi solo un numero limitato di colori, funziona molto bene e questo vale anche per la grafica dei videogiochi. Se invece si prova a convertire in vettoriale una immagine con molti colori, il risultato non sarà entusiasmante. Ottimi risultati si ottengono anche con le immagini in bianco e nero.

Infine si può fare anche  meno di usare Inkscape per la vettorizzazione di immagini e usare un tool come Online Image Vectorizer. Dopo aver aver accettato i cookie del sito, si clicca su Upload Images e si seleziona l'immagine raster (PNG, JPG, BMP, max 1MB) che sarà immediatamente caricata. Sarà mostrata l'immagine di input accanto a quella di output con la tavolozza di colori rilevata su cui si può intervenire. Per ottenere l'immagine vettoriale si clicca Vectorize quindi su Download. Il tool permette anche di scaricare una PNG in alta risoluzione.




Nessun commento :

Posta un commento

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti.
Info sulla Privacy