Pubblicato il 10/01/19 - aggiornato il  | Nessun commento :

Aprire nel computer le note vocali di WhatsApp e Telegram

Come trovare i file delle note vocali inviate o ricevute con Telegram e WhatsApp, come trasferirli nel computer e come aprirli o convertirli in MP3 con Audacity
I servizi più conosciuti di messaggistica istantanea permettono di inviare dei messaggi vocali all'interno di una chat. La procedura è molto simile per tutte le applicazioni. Si tiene premuto il dito sulla icona del microfono per registrare il messaggio, che poi viene inviato automaticamente quando si smette di premere.

Per i messaggi lunghi si può lasciare il dito, dopo averlo fatto scorrere verso l'alto, in modo da interrompere la registrazione con un successivo tocco. La nota vocale che si sta registrando si può anche eliminare, solitamente scorrendo il dito verso la sinistra. In taluni modelli la nota vocale viene erroneamente cestinata in modo automatico. Succede nei Samsung e negli OnePlus, ma non solo. Si può ovviare tenendo il cellulare in orizzontale appoggiato su un tavolo, oppure andando subito sulla icona per inviare il messaggio vocale.

Le applicazioni quali WhatsApp e Telegram posizionano i file delle note vocali in una stessa cartella, senza fare distinzioni tra note vocali che si sono inviate e note vocali che si sono ricevute. I file audio creati con questi messaggi su Telegram sono del formato .OGG, mentre quelli su WhatsApp hanno il formato .OPUS.

In questo post vedremo come trovare i file audio delle note vocali inviate e ricevute, come trasferire questi file in un PC con i servizi di Cloud e infine come aprire i file e come convertirli in MP3 o altro formato.





Ho pubblicato sul mio Canale Youtube il video con tutta la procedura da seguire.


Iniziamo con il trovare le note vocali. Possiamo farlo aprendo il File Manager di default del nostro modello di cellulare, quello che permette di esplorare tutte le cartelle e i file presenti nel dispositivo. Se non ci piace utilizzarlo e se non lo conosciamo, vi consiglio di installare Astro (Installa Gestione File Astro su Google Play Store), che ci consente di aggiungere anche dei nostri account sul cloud come Dropbox, Google Drive, OneDrive e Box.

Si apre Astro e si seleziona Gestione File dal menù, per poi andare su Archivio Condiviso.

astro-file-manager

In Gestione File, sotto Archivio Condiviso, ci sono i servizi di cloud che sono stati aggiunti a Astro. Per aggiungerne uno nuovo si va su + Aggiungi, e si sceglie tra i servizi già disponibili nel telefonino. Uno di questi servizi sarà usato in seguito per trasferire i file delle note vocali dallo smartphone al computer.






POSIZIONE DELLE NOTE VOCALI DI WHATSAPP


Per trovare le note vocali di WhatsApp, si tocca sulla icona della cartella WhatsApp su Astro.

note-vocali-whatsapp

Si va poi nella sottocartella Media e, infine, si seleziona la cartella WhatsApp Voice Notes. Verranno mostrate le note vocali suddivise in cartelle che hanno come numero iniziale quello dell'anno. Se per esempio avete acquistato il telefonino nel 2018, ci saranno le cartelle 2018... e 2019... Si clicca sull'anno in cui è presente la nota vocale che ci interessa. Verranno mostrati i file con un nome che contiene la data in cui il file è stato archiviato.

Si seleziona e si tocca in alto sul menù, per poi andare su Proprietà. Oltre al nome del file visualizzeremo anche la sua estensione, che come abbiamo detto è .OPUS. Sempre dal menù si va su Copia per il suo trasferimento.





POSIZIONE DELLE NOTE VOCALI DI TELEGRAM


Per trovare le note vocali di Telegram si tocca sulla icona della cartella Telegram su Astro.

note-vocali-telegram

Tra le cartelle successive si sceglie Telegram Audio, in cui sono posizionati tutti i file delle note vocali. Si seleziona una nota vocale, quindi si va sul menù. Scegliendo Proprietà potremo visualizzare il nome del file e il suo formato che è OGG. Andando su Rinomina, sempre nel menù, potremo dare un altro nome al file. Per trasferirlo si sceglie invece Copia in modo da copiarlo in una cartella a nostra scelta di un servizio di cloud.

TRASFERIMENTO NEL COMPUTER DELLE NOTE VOCALI


I file delle note vocali di WhatsApp e Telegram, una volta individuati, possono essere trasferiti nel computer mediante un cavo USB, con l'ausilio del Bluetooth o con una app come Airdroid.

Con un OnePlus si possono trasferire i file anche con il sistema FileDash e altre procedure sono previste per altri modelli di smartphone. Si possono però usare anche i servizi di cloud, specialmente per i file audio che non sono pesantissimi. Si copia il file della nota vocale di WhatsApp e di Telegram su Astro.

Sempre su Astro si va nella Home su Gestione File -> Servizi di Cloud. Si sceglie un servizio di quelli già collegati come Dropbox o Google Drive, si seleziona una cartella del servizio quindi si clicca su Incolla.

Il file verrà aggiunto alla cartella selezionata e verrà sincronizzato con gli altri dispositivi connessi con lo stesso account. Si potrà quindi andare su Dropbox o su Google Drive per scaricare i file delle note vocali nel PC.

scaricare-file-audio

Con Dropbox saranno visibili su Esplora File, mentre con Google Drive, si apre l'account con il browser quindi si clicca sopra al file con il destro del mouse. Si va su Scarica per avere i file delle note vocali nel computer.

APRIRE E CONVERTIRE I FILE OGG E OPUS


A questo punto avremo nel nostro computer le note vocali sotto forma di file .OPUS (WhatsApp) e .OGG (Telegram). Per la loro apertura, e/o per la loro conversione, si usa il programma gratuito Audacity, che può essere scaricato gratuitamente dalla sua Homepage per Windows, MacOS e Linux.

Per poter salvare i file anche in MP3, occorre scaricare anche il plugin Lame Encoder per Windows e per MacOS. Si clicca sul suo link di download per poi scaricare il plugin, che si installa come un normale programma, con un doppio click sull'installer. Si apre poi Audacity per riprodurre e convertire i file OGG e OPUS.

conversione-opus-ogg

Per aprire le note vocali e riprodurle si può andare su File -> Importa -> Audio, per poi selezionare i singoli file. Molto più semplicemente si possono trascinare i file nell'area del programma con il drag&drop del cursore. Per riprodurli si clicca sulla icona del Play. Per convertirli si va su File -> Export -> Esporta come MP3 (o su Esporta audio...  se si preferisce un altro formato). Verrà aperto Esplora File (OS Windows) in cui dare un nome al file e scegliere la sua cartella di destinazione. Si va poi su Salva. Verrà aperta una finestra popup in cui opzionalmente possiamo aggiungere dei tag MP3 per poi andare su OK.




Nessun commento :

Posta un commento

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti.
Info sulla Privacy